La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La qualità dell’aria indoor e outdoor: le implicazioni per il fumo di tabacco La qualità dell’aria indoor e outdoor è un bene prezioso e, quando risulta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La qualità dell’aria indoor e outdoor: le implicazioni per il fumo di tabacco La qualità dell’aria indoor e outdoor è un bene prezioso e, quando risulta."— Transcript della presentazione:

1 La qualità dell’aria indoor e outdoor: le implicazioni per il fumo di tabacco La qualità dell’aria indoor e outdoor è un bene prezioso e, quando risulta inquinata da polveri o da gas tossici, risulta essere un fattore di rischio ben conosciuto per malattie respiratorie e cardiovascolari. L’aerosol di polveri sottili (PM 10 =  < 10  m) è causa di un aumento della morbidità e mortalità direttamente proporzionale alle sue concentrazioni. Le polveri sottili sono infatti costituite da nuclei di carbonio attorno ai quali si legano sostanze tossiche, cancerogene e ossidanti che, date le loro piccole dimensioni, raggiungono le regioni più periferiche dei polmoni, depositandosi con un’efficienza molto elevata. Ad ogni atto respiratorio, la percentuale di polveri ambientali di 0,3 <  < 1  m che resta depositata nel polmone è di ~ 50%. Mentre esistono limiti di legge sull’inquinamento outdoor da PM 10 (o PM 2,5 negli USA) e sui luoghi di lavoro (legge 626), l’inquinamento indoor dell’ambiente di casa non è mai stato affrontato sistematicamente con una regolamentazione ufficiale. La qualità dell’aria indoor è un indice importante di salute, in quanto si stima che le persone trascorrono circa il 65% della loro giornata in locali chiusi.

2 Livello di inquinamento indoor Il livello di inquinamento outdoor determina la qualità dell’aria di base negli interni a causa delle infiltrazioni di aria che rapidamente mettono in equilibrio i due comparti; ma il backgroud dato dall’aria esterna può aumentare anche fino a cento volte a causa delle quantità di inquinanti che possono svilupparsi dalle attività di combustione domestiche (cottura della carne alla griglia, frittura, etc.) Mentre per il fumo di olio bruciato o il fumo del caminetto si ricorre spesso a misure di aerazione degli ambienti (aspiratori, apertura delle finestre), il fumo da sigaretta viene spesso trascurato e addirittura l’atmosfera fumosa viene in alcuni casi ritenuta gradevole e “trendy”. Per l’elevata concentrazione di inquinanti, soprattutto particolato fine, il fumo ambientale da tabacco (FAT) rappresenta il maggiore inquinante indoor, generando negli ambienti chiusi concentrazioni di sostanze tossiche spesso superiori a quelle provocate outdoor dal traffico veicolare e dalle centrali di riscaldamento. La combustione di una sigaretta genera una quantità di polveri sottili 10 volte superiore a quella emessa da un motore Euro3, nello stesso periodo di tempo. Infatti, la combustione del tabacco è incompleta, ed è tale proprio al fine di generare fumo (a causa dello scarso gradimento delle sigarette senza fumo).

3 CASO: Qualità dell’aria negli ambienti chiusi e all’aperto in funzione del fumo di sigaretta durante il Congresso della European Respiratory Society, Copenhagen, Settembre 2005 Luoghi PM 2,5 mcg/m 3 (media±SD) Qualità dell’aria Rilevamenti ufficiali centro Copenhagen 24 ore7,2 (0,5) 1 Outdoor autostrada dalla città al Congresso4,6 (0,7) 1 Outdoor parcheggio del Congresso6,0 (1,7) 1 Indoor nei locali del Congresso (non fumatori)3,0 (0,9) 1 Outdoor sotto la tettoia dell’ingresso (fumatori)17,8 (7,5) 2 Indoor ristorante “tipico” danese (fumatori)165,1 (8,5) 3 1=Ottima, 2=Moderatamente buona, 3=Molto pericolosa


Scaricare ppt "La qualità dell’aria indoor e outdoor: le implicazioni per il fumo di tabacco La qualità dell’aria indoor e outdoor è un bene prezioso e, quando risulta."

Presentazioni simili


Annunci Google