La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Prof. Mario Campobasso Società per azioni Aumento del capitale Fondazione Emanuele Casale Scuola di Notariato dei Distretti Notarili della Campania Corso.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Prof. Mario Campobasso Società per azioni Aumento del capitale Fondazione Emanuele Casale Scuola di Notariato dei Distretti Notarili della Campania Corso."— Transcript della presentazione:

1 Prof. Mario Campobasso Società per azioni Aumento del capitale Fondazione Emanuele Casale Scuola di Notariato dei Distretti Notarili della Campania Corso di Diritto Commerciale anno 2012/2013 1

2 AUMENTORIDUZIONE REALEAumento realeRiduzione volontaria NOMINALEAumento nominale Riduzione per perdite Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 2

3 Integrale liberazione del capitale precedentemente emesso (art. 2438) CONDIZIONI AUMENTO REALE (Eventuale esecuzione della riduzione di capitale obbligatoria ?) Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 3

4 Procedimento aumento reale 1. Delibera assemblea straordinaria. Controllo notarile. 2. Sottoscrizione delle azioni e versamento dei conferimenti iniziali. (min. 30 gg. dalla pubblicazione) 3. Iscrizione dellattestazione nel Registro delle imprese e menzione negli atti della società (30 gg. Da avvenuta sottoscrizione) 3. Scioglimento delle sottoscrizioni e restituzione dei conferimenti versati Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 4

5 Laumento delegato di capitale (art. 2443) Lo statuto può attribuire agli amministratori la facoltà di aumentare in una o più volte il capitale fino ad un ammontare determinato e per il periodo massimo di cinque anni dalla data dell'iscrizione della società nel registro delle imprese. […] Il verbale della deliberazione degli amministratori di aumentare il capitale deve essere redatto da un notaio e deve essere depositato e iscritto a norma dall'art Emissione di categorie speciali ? Esclusione del diritto di opzione Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 5

6 Laumento delegato di capitale Esclusione del diritto di opzione Art […] Tale facoltà può prevedere anche ladozione delle deliberazioni di cui al quarto e quinto comma dellart [esclusione del diritto di opzione]; in questo caso si applica in quanto compatibile il sesto comma dellart e lo statuto determina i criteri a cui gli amministratori devono attenersi. La facoltà di cui al secondo periodo del precedente comma può essere attribuita anche mediante modificazione dello statuto, approvata con la maggioranza prevista dal quinto comma dellart. 2441, per il periodo massimo di cinque anni dalla data della deliberazione. Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 6 Modificato con d.lgs , n. 184

7 Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art ) [D.lgs.142/2008, modificato con d. lgs. 224/2010] Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 7

8 Laumento di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2440) [D.lgs.224/2010] Se laumento di capitale avviene mediante conferimento di beni in natura o di crediti si applicano le disposizioni degli articoli 2342 terzo e quinto comma, e Laumento di capitale mediante conferimento di beni in natura o di crediti può essere sottoposto, su decisione degli amministratori, alla disciplina di cui allarticolo 2343-ter e 2343-quater Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 8

9 Laumento di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2441) [D.lgs.224/2010] La relazione giurata dellesperto designato dal tribunale ovvero la documentazione indicata dallart ter, terzo comma, devono restare depositati nella sede della società durante i quindici giorni che precedono lassemblea e finché questa non abbia deliberato; i soci possono prenderne visione. (art. 2441, 6° comma). Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 9

10 Art ter 1) Valori mobiliari quotati conferiti a prezzo di mercato 2) Beni conferiti al valore equo risultante da un bilancio certificato 3) Beni conferiti valore di precedente stima Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 10

11 Nel caso di conferimento di valori mobiliari ovvero di strumenti del mercato monetario non è richiesta la relazione di cui all'articolo 2343, primo comma, se il valore ad essi attribuito ai fini della determinazione del capitale sociale e dell'eventuale sovrapprezzo è pari o inferiore al prezzo medio ponderato al quale sono stati negoziati su uno o piu' mercati regolamentati nei sei mesi precedenti il conferimento. ADEGUAMENTI PROCEDIMENTALI CASO I. STRUMENTI FINANZIARI QUOTATI Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 11

12 Ai fini dellapplicazione dellart ter, primo comma, rileva il periodo di negoziazione di sei mesi precedenti la data alla quale si riferisce la relazione degli amministratori redatta ai sensi dellart. 2441, sesto comma. Il conferimento è eseguito entro sessanta giorni da tale data, ovvero entro novanta giorni qualora laumento sia deliberato da una società che fa ricorso al mercato del capitale di rischio. Laumento di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2440) [D.lgs. 224/2010] Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 12

13 Fuori dai casi in cui è applicabile il primo comma, non è altresì richiesta la relazione di cui allarticolo 2343, primo comma, qualora il valore attribuito, ai fini della determinazione del capitale sociale e dell'eventuale sovrapprezzo, ai beni in natura o crediti conferiti sia pari o inferiore: a) al fair value iscritto nel bilancio dell'esercizio precedente quello nel quale è effettuato il conferimento a condizione che il bilancio sia sottoposto a revisione legale e la relazione del revisore non esprima rilievi in ordine alla valutazione dei beni oggetto del conferimento ADEGUAMENTI PROCEDIMENTALI CASO II. Fair value da precedente bilancio Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 13

14 Qualora trovi applicazione lart ter, secondo comma, il conferimento è eseguito, nel caso di cui alla lettera a), entro il termine dellesercizio successivo a quello cui si riferisce il bilancio. Laumento di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2440) [D.lgs.224/2010] Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 14

15 b) al valore risultante da una valutazione riferita ad una data precedente di non oltre sei mesi il conferimento e conforme ai principi e criteri generalmente riconosciuti per la valutazione dei beni oggetto del conferimento, a condizione che essa provenga da un esperto indipendente da chi effettua il conferimento, dalla società e dai soci che esercitano individualmente o congiuntamente il controllo sul soggetto conferente o sulla società medesima, dotato di adeguata e comprovata professionalità ADEGUAMENTI PROCEDIMENTALI CASO III. Relazione non giurata Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 15

16 Qualora trovi applicazione lart ter, secondo comma, il conferimento è eseguito […] nel caso di cui alla lettera b), entro sei mesi dalla data cui si riferisce la valutazione. Laumento di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2440) [D.lgs.224/2010] Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 16

17 La verifica prevista dallart quater, primo comma, è eseguita dagli amministratori nel termine di trenta giorni dallesecuzione del conferimento ovvero, se successiva, dalla data di iscrizione nel registro delle imprese della deliberazione di aumento del capitale. La dichiarazione di cui allart quater, terzo comma è allegata allattestazione prevista dallarticolo Laumento di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2440) [D.lgs.224/2010] Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 17

18 Qualora siano conferiti beni in natura o crediti valutati ai sensi dellarticolo 2343-ter, secondo comma, nel termine indicato al quinto comma uno o più soci che rappresentino, e che rappresentavano alla data della delibera di aumento del capitale almeno il ventesimo del capitale sociale, nellammontare precedente laumento medesimo, possono richiedere che si proceda, su iniziativa degli amministratori, ad una nuova valutazione ai sensi e per gli effetti dellarticolo 2343; la domanda dei soci non ha effetto qualora gli amministratori allesito della verifica prevista dal quanto comma procedano ai sensi dellarticolo 2343-quater, secondo comma. Laumento di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2440) [D.lgs.224/2010] Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 18

19 Se agli amministratori è attribuita la facoltà di adottare le deliberazioni di cui allart. 2441, quarto comma, qualora essi decidano di deliberare l'aumento di capitale con conferimenti di beni in natura o di crediti senza la relazione dell'esperto di cui allart. 2343, avvalendosi delle disposizioni contenute nellart ter, il conferimento non può avere efficacia, salvo che consti il consenso di tutti i soci, prima del decorso del termine di trenta giorni dall'iscrizione nel registro delle imprese della deliberazione di aumento, contenente anche le dichiarazioni previste nelle lettere a), b), c) ed e), di cui allart quater, terzo comma. Laumento delegato di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2443, 4° comma) [D.lgs.224/2010] Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 19

20 Entro detto termine uno o più soci che rappresentano, e che rappresentavano alla data della delibera di aumento del capitale, almeno il ventesimo del capitale sociale, nell'ammontare precedente l'aumento medesimo, possono richiedere che si proceda, su iniziativa degli amministratori, ad una nuova valutazione ai sensi e per gli effetti di cui allart In mancanza di tale domanda, gli amministratori depositano per l'iscrizione nel registro delle imprese unitamente all'attestazione di cui allart la dichiarazione prevista allart quater, terzo comma, lettera d) Laumento delegato di capitale Conferimenti in natura con procedimento alternativo di stima (art. 2443, 4° comma) [D.lgs.224/2010] Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 20

21 IL DIRITTO DI OPZIONE E il diritto dei soci di essere preferiti ai terzi nella sottoscrizione dellaumento di capitale (Diritto di opzione). Le azioni di nuova emissione e le obbligazioni convertibili in azioni devono essere offerte in opzione ai soci in proporzione al numero delle azioni possedute. Se vi sono obbligazioni convertibili il diritto di opzione spetta anche ai possessori di queste, in concorso con i soci, sulla base del rapporto di cambio. Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 21

22 Funzione patrimoniale del diritto di opzione: Prima: Attivo Passivo Patrimonio netto Capitale Riserve __________ Debiti Patrimonio netto: 2000 Azioni emesse: 1000 Valore contabile delle azioni: 2 Valore nominale delle azioni: 1 Aumento di capitale : emissione di 1000 nuove azioni al prezzo di sottoscrizione di 1 Dopo: Attivo Passivo Patrimonio netto Capitale Riserve __________ Debiti Patrimonio netto: 3000 Azioni emesse: 2000 Valore contabile delle azioni: 1,5 Valore nominale delle azioni: 1 Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 22

23 Azioni non optate Non Quotate: Diritto di prelazione nella sottoscrizioni agli altri soci che ne abbiano fatto richiesta al momento dellesercizio dellopzione. Quotate: I diritti di opzione sono offerti nel mercato per almeno cinque sedute e il ricavato va a beneficio della società. In seguito : Le nuove azioni possono essere liberamente collocate dagli amministratori. Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 23

24 Conferimenti in natura -Perizia di stima o valutazione alternativa -Relazione amministratori -Relazione sindaci sul prezzo di emissione -Soprapprezzo ESCLUSIONE DEL DIRITTO DI OPZIONE (Art. 2441) Interesse della società -Relazione amministratori -Relazione sindaci sul prezzo di emissione -Soprapprezzo -Approvazione 50%+1 capitale Azionariato dei dipendenti -Quorum 50%+1 capitale richiesto solo per esclusione dellopzione in misura rilevante Esclusione statutaria -Solo società quotate -Max 10 % capitale preesistente -Emissione al prezzo di mercato -Certificazione della società di revisione Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 24

25 2442. (Passaggio di riserve a capitale). L'assemblea può aumentare il capitale, imputando a capitale le riserve e gli altri fondi iscritti in bilancio in quanto disponibili. Aumento gratuito di capitale Riserve impiegabili Riserve statutarie Riserva legale ? Riserva da soprapprezzo Riserva da rivalutazione ? Riserva da applicazione principi IAS/IFRS ? Riserva per azioni proprie ? Versamenti in conto capitale ? Versamenti in conto futuro aumento di capitale ? Finanziamenti soci ? Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 25

26 2442. (Passaggio di riserve a capitale). L'assemblea può aumentare il capitale, imputando a capitale le riserve e gli altri fondi iscritti in bilancio in quanto disponibili. In questo caso le azioni di nuova emissione devono avere le stesse caratteristiche di quelle in circolazione, e devono essere assegnate gratuitamente agli azionisti in proporzione di quelle da essi già possedute. L'aumento di capitale può attuarsi anche mediante aumento del valore nominale delle azioni in circolazione. Aumento gratuito di capitale AUMENTI DI CAPITALE MISTI ? Fondazione E. Casale Prof. Mario Campobasso 26


Scaricare ppt "Prof. Mario Campobasso Società per azioni Aumento del capitale Fondazione Emanuele Casale Scuola di Notariato dei Distretti Notarili della Campania Corso."

Presentazioni simili


Annunci Google