La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

OPERAZIONI SUL CAPITALE CAPITALE SOCIALE CAPITALE NOMINALE – REALE CAPITALE SOTTOSCRITTO – VERSATO CAPITALE EFFETTIVO CAPITALE DI VOTO CAPITALE ASSICURATO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "OPERAZIONI SUL CAPITALE CAPITALE SOCIALE CAPITALE NOMINALE – REALE CAPITALE SOTTOSCRITTO – VERSATO CAPITALE EFFETTIVO CAPITALE DI VOTO CAPITALE ASSICURATO."— Transcript della presentazione:

1 OPERAZIONI SUL CAPITALE CAPITALE SOCIALE CAPITALE NOMINALE – REALE CAPITALE SOTTOSCRITTO – VERSATO CAPITALE EFFETTIVO CAPITALE DI VOTO CAPITALE ASSICURATO FUNZIONE: - DI DOTAZIONE AZIENDALE (START UP) - DI TUTELA (INDIRETTA) DEI CREDITORI - ORGANIZZATIVA

2 PRINCIPIO DI EFFETTIVITA II DIRETTIVA COMUNITARIA 77/91 INTEGRALE SOTTOSCRIZIONE DISCIPLINA DEI CONFERIMENTI CONFERIMENTI TIPICI – ATIPICI CONFERIMENTI IN NATURA/ CREDITI CONFERIMENTI DOPERA E SERVIZI DISCIPLINA AUMENTO E RIDUZIONE CAPITALE DISCIPLINA ACQUISTO/SOTTOSCRIZIONE AZIONI PROPRIE SANZIONI PENALI PRINCIPIO DI FISSITA (modifica dellatto costitutivo)

3 AUMENTO DEL CAPITALE DIFFERENZE S.P.A. – S.R.L. TIPOLOGIE DI AUMENTO 1. GRATUITO 2. ONEROSO

4 STRUTTURA DELLOPERAZIONE DI AUMENTO DEL CAPITALE 1. VERIFICA ESISTENZA DEI PRESUPPOSTI; 2. CONVOCAZIONE DELLASSEMBLEA STRAORDINARIA (SALVO DELEGA); 3. DELIBERA DELLASSEMBLEA STRAORDINARIA; 4. ISCRIZIONE DELLA DELIBERA NEI R.I.; 5. ESERCIZIO DIRITTO DOPZIONE; 6. SOTTOSCRIZIONE DELLE AZIONI 7. CONFERIMENTI + SOVRAPPREZZO 8. VERIFICA PERFEZIONAMENTO AUMENTO; 9. EMISSIONE DELLE NUOVE AZIONI; 10. ISCRIZIONE DELLAVVENUTO AUMENTO.

5 1.VERIFICA DEI PRESUPPOSTI AUMENTO INTEGRALE LIBERAZIONE DEL CAPITALE SOTTOSCRITTO (e sovrapprezzo) – art c.c. NOVITA RIFORMA SOCIETARIA: INESEGUIBILITA con efficacia reale limitata ASSENZA DI PERDITE RATIO: per evitare la creazione di vuoti di capitale e tutelarne leffettività; Evitare violazioni della disciplina del socio moroso e della riduzione del capitale per perdite; RESPONSABILITA AMMINISTRATORI

6 2. COMPETENZA ASSEMBLEARE DELEGA AL C.D.A. (art ter c.c. ) STATUTARIA (Iniziale) – DELIBERA ASSEMBLEARE CONTENUTO DELEGA (LIMITI CONVENZIONALI): 1. AMMONTARE DELLAUMENTO 2. DETERMINAZIONE (SOVRAP)PREZZO MASSIMO 3. POTERE DI LIMITARE/ESCLUDERE DIRITTO DOPZIONE (art. 2441, 6° comma, c.c.) LIMITI LEGALI: TEMPORALI (5 anni) FORMA (notaio)

7 3. CONTENUTO DELIBERA DI AUMENTO AMMONTARE DELLAUMENTO NUMERO E VALORE DELLE AZIONI DI NUOVA EMISSIONE (aumento valore nominale se unanime) DETERMINAZIONE DELLE MODALITA DI LIBERAZIONE DELLE AZIONI LIMITAZIONE / ESCLUSIONE DIRITTO DOPZIONE DETERMINAZIONE SOVRAPPREZZO TERMINE PER SOTTOSCRIZIONE SCINDIBILITA DELLAUMENTO 4. ISCRIZIONE DELLA DELIBERA DI AUMENTO NEL REGISTRO IMPRESE

8 5. DIRITTO DOPZIONE TITOLARI DEL DIRITTO TUTTI AZIONISTI – POSSESSORI DI OBBLIGAZIONI CONVERTIBILI (v. rapporto di cambio) NATURA E FUNZIONE TEMPISTICHE S.P.A.: 30 GIORNI DA PUBBLICAZIONE NEL R.I. 15 GIORNI SE QUOTATE IN MERCATI REGOLAMENTATI S.R.L.: 30 GIORNI DA COMUNCIAZIONE AL TITOLARE DIVIETO DI DEROGA IN PEIUS USUFRUTTO E PEGNO – SOCIETA FIDUCIARIA

9 PUBBLICAZIONE EFFICACIA: dichiarativa DEROGABILITA: ipotesi di unanimità della delibera (conseguenze della mancata indicazione di un termine) DIRITTO DI PRELAZIONE NATURA (obbligazione o manifestazione di disponibilità?) Anche non contestuale ma nel termine di 30 giorni NO: Società con azioni quotate (offerta sul mercato borsistico)

10 ESCLUSIONE O LIMITAZIONE DIRITTO DOPZIONE RAGIONI E ASPETTI PATOLOGICI (terzi o alcuni soci) DIFFERENZA S.P.A. (ipotesi tipiche) – S.R.L. (diritto recesso) IPOTESI: 1. CONFERIMENTI DI BENI IN NATURA; 2. INTERESSE (SERIO) DELLA SOCIETÀ (maggioranza rafforzata); 3. EMISSIONE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA SOCIETÀ O DEL GRUPPO (Stock purchase) – maggioranza rafforzata oltre il ¼ dellaumento 4. NOVITA : LIMITE DEL 10% DEL CAPITALE PREESITENTE: SE QUOTATE (natura statutaria) - presupposti: prezzo di mercato (limite del patrimonio netto) con parere favorevole del revisore - Aspetti patologici: esclusione garanzie procedimentali 6° comma – ipotesi di aumento non rivolto al mercato - possibilità di più aumenti in serie

11 PROCEDIMENTO (ipotesi 1 e 2) 1. Relazione degli amministratori 2. Relazione dei sindaci/consiglio sorveglianza 3. Relazione del revisore contabile Obblighi di deposito 15 gg. Prima dellassemblea; COLLOCAMENTO AZIONI A MEZZO INTERMEDIARI FINANZIARI Ratio Presupposti: integrale sottoscrizione Banche o enti o società finanziarie sottoposte a controllo CONSOB Impegno di offrire ai soci (nel rispetto d. dopzione/prelazione) Termine per la sottoscrizione Temporanea limitazione dei diritti amministrativi (d. di voto)

12 6. FASE ESECUTIVA: SOTTOSCRIZIONE AZIONI E LIBERAZIONE MODALITA DI SOTTOSCRIZIONE / ESERCIZIO DIRITTO OPZIONE MODALITA LIBERAZIONE (tipologia di conferimento) No: datio in solutum Versamento integrale del sovrapprezzo Inadempimento: procedimento di messa in mora (v. S.R.L.) Conferimento del terzo - Leasing azionario Imputazione a capitale di precedenti apporti dei soci: 1. Versamenti a fondo perduto (anche per aumento gratuito) 2. Versamenti in conto capitale / in conto futuro aumento di capitale (a favore dei soli soci finanziatori) 3. Versamenti a titolo di finanziamento (previa rinuncia al credito o compensazione – v. recenti orientamenti sulla compensazione di crediti)

13 TERMINE PER OPZIONE / SOTTOSCRIZIONE DEROGHE DELEGABILE AL C.D.A PROROGA VERIFICA PERFEZIONAMENTO AUMENTO (30 gg.) INSCINDIBILITA DELLAUMENTO DEL CAPITALE CONDIZIONE DI EFFICACIA DELLA SOTTOSCRIZIONE DEROGABILE (esercizio dei diritto sociali - salvo morosità) EMISSIONE AZIONI (azioni di risparmio) TERMINE PER SOTTOSCRIZIONE

14 6. PUBBLICITA: ISCRIZIONE NEL REGISTRO DELLE IMPRESE Termine di 30 giorni dalla sottoscrizione per iscrivere nel Registro Imprese lavvenuto aumento: 1. INSCINDIBILE 2. SCINDIBILE EFFICACIA DICHIARATIVA SANZIONE: impossibilità di farne menzione negli atti sociali

15 AUMENTO DI CAPITALE GRATUITO (Art C.C.) Avviene tramite passaggio di riserve o di fondi disponibili a capitale SCOPO: aumentare la solidità patrimoniale della società e la garanzia offerta ai creditori sociali. RISERVE: parti ideali di del patrimonio netto costituite dai mezzi economici a disposizione della società formate da accantonamento di utili, rivalutazione di attività iscritte a bilancio, da sovrapprezzo… FONDI: somme appostate dagli amministratori al passivo dello stato patrimoniale, destinate a fronteggiare specifiche esigenze (es. fondo rischi e oneri)

16 DISPONIBILI Riserva da sovrapprezzo azioni (v. riserva legale) Riserva da rivalutazione Riserve statutarie Riserve straordinarie / facoltative (v. accantomento utili distribuibili) Riserva avanzo di fusione Riserve da condono fiscale INDISPONIBILI Riserva legale Riserva azioni proprie Riserva da versamenti in conto aumenti capitale e conto futuro aumento capitale Riserva da versamenti a copertura perdite

17 MODALITA ESECUTIVE DELLAUMENTO EMISSIONE NUOVE AZIONI CON MEDESIME CARATTERISTICHE CONCESSE GRATUITAMENTE AI SOCI – (ACCANTONAMENTO RISERVA PER OBBLIGAZIONI CONVERT.) AUMENTO DEL VALORE NOMINALE DELLE AZIONI

18 RIDUZIONE DEL CAPITALE DIFFERENZE S.P.A. – S.R.L. TIPOLOGIE DI RIDUZIONE 1. VOLONTARIA (reale) 2. PER PERDITE (nominale) 3. PER ANNULLAMENTO DI AZIONI PROPRIE 4. RECESSO DEL SOCIO 5. CONFERIMENTI IN NATURA AL < 1/5 6. DISCIPLINA DEL SOCIO MOROSO (Art c.c.) 7. SCISSIONE (con continuazione davvità – art c.c.)

19 1. RIDUZIONE VOLONTARIA Funzione dellistituto Abbandono del criterio dellesuberanza: Temperamento: - ragioni e modalità riduzione - limite sottocapitalizzazione (presupposto di fatto) INDICE DI INDIPENDENZA ECONOMICA (misura sufficienza dei mezzo propri rispetto a quelli altrui): Patrimonio netto X 100 = 33 % 66 % Totale attività INDICE DI COPERTURA FINANZIARIA DELLE IMMOBILIZZAZIONI (misura la capacità di della società di finanziare con mezzi propri i costi delle immobilizzazion)i: Patrimonio netto = 1 Immobilizzazioni

20 PRESUPPOSTI DI DIRITTO Rispetto del capitale minimo; Rispetto dei limiti previsti per emissione del prestito obbligazionario (v. Obbligazioni convertibili ex art bis c.c.); Rispetto del rapporto tra capitale e azioni proprie; Assenza di riserve disponibili; Rispetto del rapporto tra patrimonio netto e beni destinati ad uno specifico affare; Rispetto del rapporto tra azioni ordinarie e categorie speciali di azioni (art c.c. e 145 TUF); Rispetto della parità di trattamento.

21 PROCEDIMENTO VERIFICA ESISTENZA PRESUPPOSTI (C.D.A.) CONVOCAZIONE ASSEMBLEA STRAORDINARIA (ASSEMBLEA NELLE S.R.L.) – competente solo il c.d.a. DELIBERA: 1. Ragioni della riduzione 2. Modalità di attuazione EVENTUALE DELIBERA DELLASSEMBLEA SPECIALE (v. possessori di azioni postergate – correlate – prestazioni accessorie etc..) ISCRIZIONE DELLA DELIBERA NEL REGISTRO IMPRESE EFFICACIA DIFFERITA: 1. Mancata opposizione giudiziale dei creditori nei 90 gg 2. Pagamento o prestazione di idonea garanzia o cauzione DEPOSITO ATTO COSTITUTIVO MODIFICATO NEL REGISTRO IMPRESE

22 MODALITA DI ESECUZIONE LIBERAZIONE DEI SOCI DALLOBBLIGO DEI VERSAMENTI ANCORA DOVUTI RIMBORSO DEL CAPITALE AI SOCI Limite: principio di parità di trattamento oppure voto favorevole delle assemblee speciali di categoria o del singolo socio ANNULLAMENTO DI AZIONI PROPRIE IN PORTAFOGLIO ACQUISTO E ANNULLAMENTO DI AZIONI PROPRIE Valutazione di convenienza rispetto alla vendita sul mercato COSTITUZIONE DI RISERVA DISPONIBILE

23 1. RIDUZIONE PER PERDITE FUNZIONE PERDITA RILEVANTE: risultato negativo tra attivo e passivo patrimoniale della società, incluse le riserve, che incide sul capitale sociale per oltre 1/3 del suo valore. Strumenti di copertura delle perdite: 1. Utili in corso di formazione 2. Utili pregressi non distribuiti 3. Riserve facoltative e straordinarie; riserve da fusione; riserve di natura fiscale 4. Riserve statutarie 5. Fondi per rischi e oneri 6. Riserva da rivalutazione monetaria 7. Riserve da sovrapprezzo azioni 8. Versamento soci in conto capitale 9. Riserva legale 10. CAPITALE SOCIALE.

24 EFFETTI DELLA PERDITA PERDITA 1/3 DEL CAPITALE SOCIALE Obbligo degli amministratori di operare il richiamo dei decimi; Divieto di distribuire utili (riserve disponibili per la parte necessaria a coprire le perdite); Divieto di provvedere allaumento del capitale sociale; Operazioni di copertura perdite Possibile riduzione volontaria (con opposizione) PERDITA > 1/3 DEL CAPITALE SOCIALE (Facoltativa) PERDITA > 1/3 DEL CAPITALE SOCIALE CON RIDUZIONE SOTTO IL MININO LEGALE (obbligatoria)

25 1. PERDITA > 1/3 DEL CAPITALE SOCIALE OBBLIGHI DEL C.D.A. (collegio sindacale ed organi equiparati): 1. Convocare senza indugio lassemblea (straordinaria) 2. Redigere relazione sulla situazione patrimoniale da consegnare allorgano di controllo interno: Contrasto giurisprudenziale e dottrinale Principio contabile n. 30: prospettiva di continuazione dellattività dimpresa (problemi applicativi – società di revisione) Criteri di redazione del bilancio Attualità: principi in materia di fusione (120 gg). 3. Depositare relazione con osservazioni del collegio sindacale 8 giorni prima dellassemblea - (derogabile nelle s.r.l.).

26 DELIBERA ASSEMBLEA STRAORDINARIA: DEVE ADOTTARE GLI OPPORTUNI PROVVEDIMENTI SULLA BASE DEI DATI OFFERTI: 1. DELIBERARE RIDUZIONE CAPITALE (Facoltativa) divieto di riduzione parziale (giurisprudenza – contra: dottrina) Limiti della riduzione volontaria 3. DELIBERARE SOLUZIONI PER LA RIMOZIONE/DIMINUZIONE DELLA PERDITA Versamenti a fondo perduto (proventi straordinari nel conto economico) Rinuncia al diritti di credito o rilascio di garanzie personali Utilizzo utili formatisi dopo lapprovazione dellultimo bilancio (controverso) 2. RIMETTERE LE PERDITE A NUOVO Non è imposta motivazione Doverosi presupposti: - carattere transitorio della perdita - ragionevoli prospettive di risanamento

27 RIDUZIONE OBBLIGATORIA ASSEMBLEA (Ordinaria) – Consiglio di Sorveglianza in sede di approvazione del bilancio se la perdita permane - Se non si approva il bilancio: scioglimento ex art c.c. TRIBUNALE: su iniziativa amministratori o organo di controllo (nelle s.r.l. istanza di ogni interessato) CONVOCAZIONE ASSEMBLEA STRAORDINARIA AZIONI PRIVE DI VALORE NOMINALE: C.D.A.

28 1.PERDITA > 1/3 DEL CAPITALE SOCIALE CON RIDUZIONE SOTTO IL MINIMO LEGALE CAUSA DI SCIOGLIMENTO DELLA SOCIETA (art c.c.): Obbligo degli amministratori di accertare la causa senza indugio e di convocare lassemblea straordinaria per la riduzione obbligatoria ed il contestuale aumento Responsabilità per divieto di nuove operazioni in danno al patrimonio sociale Obblighi di informazione ex art c.c. RICAPITALIZZAZIONE: Somma idonea a coprire perdite e ricostituire capitale minimo (occorre sottoscrizione non solo delibera) Diritto dopzione ex art c.c.

29 SOLUZIONI IN CASO DI MANCATA RICAPITALIZZAZIONE TRASFORMAZIONE IN S.R.L. IN S.N.C. o S.A.S.: Maggioranza (più assenso coloro che assumono resp. Illimitata) DIRITTO DI RECESSO: perdita qualità di socio SCIOGLIMENTO LIQUIDAZIONE CANCELLAZIONE ESTINZIONE

30 ASPETTI PATOLOGICI E CORRETTIVI CONFLITTO DINTERESSI ABUSO DI MAGGIORANZA


Scaricare ppt "OPERAZIONI SUL CAPITALE CAPITALE SOCIALE CAPITALE NOMINALE – REALE CAPITALE SOTTOSCRITTO – VERSATO CAPITALE EFFETTIVO CAPITALE DI VOTO CAPITALE ASSICURATO."

Presentazioni simili


Annunci Google