La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLT À DI GIURISPRUDENZA CORSO DI DIRITTO COMMERCIALE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLT À DI GIURISPRUDENZA CORSO DI DIRITTO COMMERCIALE."— Transcript della presentazione:

1 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLT À DI GIURISPRUDENZA CORSO DI DIRITTO COMMERCIALE AVANZATO anno accademico 2011/2012 Prof. Mario Campobasso Società per azioni Le azioni (II parte) La circolazione 1

2 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso 2

3 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso 3

4 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Emissione dei titoli Mancata Emissione dei titoli Nominativi Al portatore Dematerializzazione obbligatoria (art. 83-bis, 1° comma, Tuf ); Dematerializzazione volontaria (art. 83-bis, 3° comma, Tuf); Circolazione secondo le regole della cessione del contratto (2355+ art. 5 r.d. 239/42). 4

5 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso AZIONI E TITOLI DI CREDITO -Letteralità -Autonomia in sede di circolazione -Autonomia in sede di Esecuzione -Violazione del procedimento di emissione ? -Mancata liberazione ? -Annullamento del titolo ? 5

6 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Legge di circolazione dei titoli azionari Art. 2354, 1° comma. I titoli possono essere nominativi o al portatore, a scelta del socio, se lo statuto o le leggi speciali non dispongono diversamente Art. 74 d.p.r. 600/73: Divieto di emettere azioni al portatore Eccezioni: Azioni di risparmio (art. 145, 3°comma, Tuf) Azioni Sicav (art. 45, 4° comma, Tuf) 6

7 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso TITOLI AZIONARI NOMINATIVI Fonti: r.d.l. 1148/1941 r.d. 239/1942 Cod. civ. artt Per transfert Per girata Trasferimento 7

8 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Trasferimento per girata Art. 2355, 3° comma. […]Il giratario che si dimostra possessore in base ad una serie continua di girate ha diritto di ottenere lannotazione del trasferimento nel libro dei soci, ed è comunque legittimato ad esercitare i diritti sociali; resta salvo lobbligo della società, previsto dalle leggi speciali, di aggiornare il libro dei soci. 8

9 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso DEMATERIALIZZAZIONE E GESTIONE ACCENTRATA a) azioni quotate in Italia; b) azioni diffuse fra il pubblico in maniera rilevante, secondo i criteri individuati dalla Consob. 1.Dematerializzazione obbligatoria 2.Dematerializzazione facoltativa 3.Gestione accentrata non dematerializzata 9

10 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Emittente Intermediari Sotto- scrittori Emissione: + 30 azioni Fase di sottoscrizione

11 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Emittente Intermediari Sotto- scrittori Conto emittente Conti Interme -diari Conti clienti

12 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Emittente Intermediari Sotto- scrittori Conto emittente Conti Inter mediari Conti clienti

13 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Emittente Intermediari Conto emittente Conti Inter media ri Conti clienti Sotto- scrittori

14 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Art. 83-quinquies TUF. Diritti del titolare del conto 1. Effettuata la registrazione, il titolare del conto [..] ha la legittimazione piena ed esclusiva allesercizio dei diritti relativi agli strumenti finanziari in esso registrati, secondo la disciplina propria di ciascuno di essi e le norme del presente titolo. Il titolare può disporre degli strumenti finanziari registrati nel conto in conformità con quanto previsto dalle norme vigenti in materia. 2. Colui il quale ha ottenuto la registrazione in suo favore, base a titolo idoneo e in buona fede, non è soggetto a pretese o azioni da parte di precedenti titolari Dematerializzazione e principi cartolari Funzione di legittimazione Autonomia in sede di circolazione 14

15 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Art. 83-septies Tuf. Eccezioni opponibili 1. Allesercizio dei diritti inerenti agli strumenti finanziari da parte del soggetto in favore del quale è avvenuta la registrazione lemittente può opporre soltanto le eccezioni personali al soggetto stesso e quelle comuni a tutti gli altri titolari degli stessi diritti. Dematerializzazione e principi cartolari Autonomia in sede di esercizio 15

16 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso LIMITI ALLA CIRCOLAZIONE DELLE AZIONI -Legali -Convenzionali Statutari - Conferimenti in natura (art. 2343, 3° c.) Prestazioni accessorie (art. 2345, 2° c.) -Divieto temporaneo di alienazione (2355-bis) -Clausole di prelazione -Clausole di gradimento Sindacati di blocco 16

17 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Introduzione – Diritto di recesso (art. 2437, 2° comma) Salvo che lo statuto disponga diversamente, hanno diritto di recedere i soci che non hanno concorso allapprovazione delle deliberazioni riguardanti: b) lintroduzione o la rimozione di vincoli alla circolazione dei titoli azionari. 17

18 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Divieto temporaneo di alienazione (art bis, 1° comma) Nel caso di azioni nominative ed in quello di mancata emissione dei titoli azionari, lo statuto può sottoporre a particolari condizioni il loro trasferimento e può, per un periodo non superiore a cinque anni dalla costituzione della società o dal momento in cui il divieto viene introdotto, vietarne il trasferimento. 18

19 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso CLAUSOLE DI PRELAZIONE -Propria Impropria La prelazione può essere esercitata dai soci solo alle medesime condizioni offerte dal terzo acquirente -La prelazione può essere esercitata dai soci offrendo al socio alienante un giusto prezzo 19

20 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso CLAUSOLE DI GRADIMENTO NON MERO gradimento MERO gradimento Il gradimento dipende da circostanze predeterminate ed oggettivamente apprezzabili -Il gradimento dipende dal consenso di un organo sociale 20

21 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso Clausole di Mero gradimento (art bis, 2° e 3° comma) Le clausole dello statuto che subordinano il trasferimento delle azioni al mero gradimento di organi sociali o di altri soci sono inefficaci se non prevedono, a carico della società o degli altri soci, un obbligo di acquisto oppure il diritto di recesso dellalienante; […]. La disposizione del precedente comma si applica in ogni ipotesi di clausole che sottopongono a particolari condizioni il trasferimento a causa di morte delle azioni, salvo che sia previsto il gradimento e questo sia concesso 21 Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso


Scaricare ppt "Corso di diritto commerciale avanzato Prof. Mario Campobasso SECONDA UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI NAPOLI FACOLT À DI GIURISPRUDENZA CORSO DI DIRITTO COMMERCIALE."

Presentazioni simili


Annunci Google