La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA 30 giugno 2009 Relazione dei servizi 2008 Pianificazione dei servizi 2009 Manuela.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA 30 giugno 2009 Relazione dei servizi 2008 Pianificazione dei servizi 2009 Manuela."— Transcript della presentazione:

1 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA 30 giugno 2009 Relazione dei servizi 2008 Pianificazione dei servizi 2009 Manuela Peruzzi Spisal ulss 20 Verona

2 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA caratteristiche produttive del territorio Nella provincia di Verona, al 2007 attive imprese (dati Infocamere) popolazione lavorativa complessiva unità (dati ISTAT) Il 95% sono piccole medie imprese.

3 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Imprese attive 2007: ripartizione percentuale per aggregazioni di attività

4 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Forza lavoro 2007: ripartizione percentuale occupati per aggregazioni di attività

5 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Caratteristiche produttive Frammentazione delle imprese con dispersione delle attività Frammentazione delle imprese con dispersione delle attività Catena di appalti e diversificazione dei nuclei di decisione Catena di appalti e diversificazione dei nuclei di decisione Mutamenti dei modelli organizzativi di impresa Mutamenti dei modelli organizzativi di impresa Picchi di produzione Picchi di produzione Perdita di centralità del lavoro subordinato e aumento del lavoro a tempo determinato Perdita di centralità del lavoro subordinato e aumento del lavoro a tempo determinato Rischi supplementari Rischi supplementari Improvvisazione Improvvisazione Aumento del carico di lavoro Aumento del carico di lavoro Dilatazione dellorario Dilatazione dellorario Vuoti di responsabilità Vuoti di responsabilità Meno specializzazione della manodopera. Meno specializzazione della manodopera.

6 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Salute e lavoro in provincia di Verona Trend in calo degli infortuni ma Verona rimane la provincia con il maggior numero di infortuni del Veneto Trend in calo degli infortuni ma Verona rimane la provincia con il maggior numero di infortuni del Veneto Calano meno gli infortuni gravi gravissimi e mortali, le cause si ripetono Calano meno gli infortuni gravi gravissimi e mortali, le cause si ripetono Vi sono settori, con maggior prevalenza: edilizia, agricoltura, trasporti… Vi sono settori, con maggior prevalenza: edilizia, agricoltura, trasporti… Si aggiungono nuovi rischi Si aggiungono nuovi rischi le malattie professionali assumono nuove caratteristiche e le malattie professionali assumono nuove caratteristiche e l aumento dei tumori professionali per pregresse esposizioni

7 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA La pianificazione delle attività LEA (DPCM 2001) DI PREVENZIONE Delibera regionale (D.G.R. n del ) assegna ai Direttori Generali il raggiungimento di obiettivi di attività previsti per gli SPISAL nel DPCM PATTO STATO REGIONI. vigilanza nel 2,5% delle aziende nel 2009 e 5% nel 2010 nei comparti ed ai problemi di maggiore rilevanza epidemiologica sportello informativo (telefonico, via internet, su appuntamento) di assistenza alle imprese, lavoratori, associazioni, DGR 99/ ) Indagini per infortuni gravi, gravissimi e mortali e malattie professionali sorveglianza sanitaria negli ex esposti ad amianto interventi di infor-formazione per datori di lavoro delle piccole imprese, rappresentanti dei lavoratori e lavoratori stranieri.

8 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Standard delle attività di prevenzione I NUOVI STANDARD DI ATTIVITA PER LA VIGILANZA NEGLI AMBIENTI DI LAVORO – Patto per la sicurezza sul lavoro – DPCM : ITALIA controlli nel 2009 VENETO VERONA % degli interventi in : edilizia edilizia agricoltura agricoltura aziende con priorità di rischio infortunistico aziende con priorità di rischio infortunistico

9 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Interventi di prevenzione effettuati nel 2008 in rapporto agli obiettivi del DPCM Interventi di prevenzione ULSS 20ULSS 21ULSS 22TOTALI Numero Aziende di tutti i comparti oggetto di intervento Obiettivi DPCM (5% PAT) Differenza

10 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Livello di copertura rispetto ai LEA assegnati vigilanza complessiva di tutte le aziende53%vigilanza complessiva di tutte le aziende53% vigilanza cantieri / notifiche pervenute 20 %vigilanza cantieri / notifiche pervenute 20 % indagini per infortuni mortali 100 %indagini per infortuni mortali 100 % gravissimi100 % gravissimi100 % gravi % indagini per malattie professionali 100 %indagini per malattie professionali 100 % sportello informativo 100 %sportello informativo 100 % visite per ex esposti ad amianto 100 %visite per ex esposti ad amianto 100 % In-formazione 100 %In-formazione 100 %

11 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA il personale degli spisal della provincia di Verona PERSONALE NUMERO Medici11 Chimici e Biologi4 Ingegneri2 Tecnici della prevenzione23 Totali UPG 40 Interventi di prevenzione (3.383) 88/UPG Ass. sanitari e Infermieri8 Amministrativi4 Altri (Psicologo, Sociologo) 2 Totali54

12 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA ULSS N° OPERATORI TOTALI N° ADDETTI INDUSTRIA SERVIZI N.ADDETTI GLOBALI: INDUSTRIA, SERVIZI AGRICOLTURA PER PROVINCIA RAPPORTO OPERATORI/ADDETTI INDUSTRIA E SERVIZI X RAPPORTO OPERATORI /ADDETTI GLOBALI X PER PROVINCIA U.L. SERVIZI, INDUSTRIA RAPPORTO OPERATORI /U.L. X Belluno Belluno Vicenza Vicenza Treviso Treviso Venezia Venezia Padova Padova Rovigo Rovigo Verona Verona TOTALE

13 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Il TESTO UNICO il D. LGS. 81/2008 Riordino e coordinamento delle normative preesistenti in materia di sicurezza e salute sul lavoro FINALITA: RIDUZIONE DEGLI INFORTUNI MORTALI E GRAVI Potenziamento della prevenzione Estensione del campo di applicazione Contrasto del lavoro nero irregolare Ampliamento della formazione Inasprimento del sistema sanzionatorio Comitati di coordinamento nazionale, regionale, provinciale.

14 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA Il coordinamento art. 7 del D. Lgs. 81/2008 ORGANISMO PROVINCIALE COORDINATO DAL DIRETTORE GENERALE ATTRAVERSO IL RESPONSABILE SPISAL SPISAL, VVFF, INAIL, Direzione provinciale del Lavoro, ISPESL predisporre programmi di intervento, tenendo conto delle priorità individuate a livello provinciale, predisporre programmi di intervento, tenendo conto delle priorità individuate a livello provinciale, garantire azioni di coordinamento delle attività di vigilanza, controllo, formazione, informazione, assistenza alle imprese. garantire azioni di coordinamento delle attività di vigilanza, controllo, formazione, informazione, assistenza alle imprese.

15 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA MINISTERO DEL LAVORO E DELLE POLITICHE SOCIALI Direzione Provinciale del Lavoro di Verona Lesperienza operazione cantieri sicuri

16 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA

17 VIGILANZA COORDINATA SPISAL POLIZIA MUNICIPALE NEI CANTIERI

18 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA SPISAL, DPL, INPS, INAIL, CCIAA, FAI-CISL, FLAI-CGIL, UILA-UIL, Federazione Provinciale Coldiretti Verona, Cia Verona, Confagricoltura, Ente Bilaterale dellAgricoltura Veronese Per: assistenza, infor-formazione di tutti i soggetti; Controlli coordinati degli enti pubblici. a ATTO DI IMPEGNO SICUREZZA IN AGRICOLTURA

19 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA

20 Per Individuare criteri uniformi per linterpretazione e lapplicazione della normativa di sicurezza antincendio negli ambienti di lavoro; Uniformare le procedure di verifiche ispettive; PROTOCOLLO DI INTESA CON VIGILI DEL FUOCO 2007

21 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA COME INDIRIZZARE LA PREVENZIONE Controllo mirato con attenzione su settori, rischi, condizioni di lavoro, imprese a maggior rischio di infortunio e di salute attraverso un sistema di sorveglianza epidemiologica (fussi inail) Selezione dei cantieri con priorità di rischio di infortunio grave e mortale, attraverso il controllo a vista del 100% dei cantieri edili notificati con mappatura del territorio. Assistenza e supporto prevalente alle piccole e medie aziende a maggior rischio di infortunio Semplificazione delle procedure di vigilanza mirate su obiettivi sensibili di rischio

22 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA COME RAGGIUNGERE QUESTI OBIETTIVI Consolidamento S inergie di vigilanza integrata tra enti della prevenzione, SPISAL, DPL, Inps, Inail, Polizia Municipale e altre Forze dellOrdine nei cantieri e in agricoltura. S inergie di vigilanza integrata tra enti della prevenzione, SPISAL, DPL, Inps, Inail, Polizia Municipale e altre Forze dellOrdine nei cantieri e in agricoltura. rete della prevenzione con le parti sociali (OO.SS. e Ass. Imprenditoriali), gli organismi bilaterali. Per concludere: Lobiettivo da raggiungere è di unazione di vigilanza ed assistenza in grado di conciliare la grave situazione economica con la tutela della salute.

23 COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA - BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA CHE COSE LA SICUREZZA E SALUTE SUL LAVORO ? La salute E la sicurezza Sul lavoro Economia Stili di vita normativascuolalegalitàComunitàPolitica


Scaricare ppt "COORDINAMENTO SPISAL DELLA PROVINCIA DI VERONA BUSSOLENGO, LEGNAGO, VERONA 30 giugno 2009 Relazione dei servizi 2008 Pianificazione dei servizi 2009 Manuela."

Presentazioni simili


Annunci Google