La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – 19.06.2006 1 LA POLITICA PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – 19.06.2006 1 LA POLITICA PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI."— Transcript della presentazione:

1 1 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – LA POLITICA PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO IN UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO : CONDANNATI CONDANNATI ALLECCELLENZA

2 2 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE –

3 3 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – UN OBIETTIVO PRINCIPALE LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI LAVORO UN UNICO APPROCCIO UN SISTEMA DI GESTIONE AZIENDALE STRUTTURATO ED INTEGRATO PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUL LUOGO DI LAVORO (S.G.S.S.L.) SECONDO LO STANDARD INTERNAZIONALE OHSAS 18001:1999 UN UNICO FATTORE DI SUCCESSO E COMPETITIVITA - INFORTUNI - INFORTUNI + COINVOLGIMENTO + COINVOLGIMENTO UNA POLITICA DEFINITA PER LA SICUREZZA MAGGIORE RESPONSABILITA DUE REALTA DIVERSE CON:

4 4 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – FEDRIGONI CARTIERE SpA Ragione sociale FEDRIGONI CARTIERE S.p.A. Verona Verona Settore industriale produzione e distribuzione di Settore industriale produzione e distribuzione di carte speciali carte speciali Unità produttive 3 stabilimenti Unità distributive 14 Filiali in Italia 3 Filiali Estero (Germania) 3 Filiali Estero (Germania) 1 Filiale Estero (Inghilterra) 1 Filiale Estero (Inghilterra) 2 Filiali Estero (Francia) 2 Filiali Estero (Francia) 2 Filiali Estero (Spagna) 2 Filiali Estero (Spagna) Organico 758 dipendenti Organico 758 dipendenti Natura dei prodotti carte naturali, speciali e patinate senza legno patinate senza legno Fatturato ( 2005 ) 233 Mio Fatturato ( 2005 ) 233 Mio Certificazioni ISO 9001:2000 Qualità Qualità QWEB 1 STAR QWEB 1 STAR Sito web di E.Commerce Sito web di E.Commerce ISO 14001:2004 ISO 14001:2004 Ambiente Ambiente BSI OHSAS 18001:1999 BSI OHSAS 18001:1999 Sicurezza e salute sul luogo Sicurezza e salute sul luogo di lavoro di lavoro CoC – FSC ed ECOLABEL CoC – FSC ed ECOLABEL

5 5 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – ZANARDI FONDERIE SpA Ragione sociale ZANARDI FONDERIE S.p.A. Minerbe ( VR ) Minerbe ( VR ) Settore industriale Fonderie di ghisa di II fusione di II fusione Unità produttive 1 stabilimento Unità produttive 1 stabilimento Organico 220 dipendenti Natura dei prodotti getti in ghisa sferoidale Fatturato ( 2005 ) 44 Mio Fatturato ( 2005 ) 44 Mio Certificazioni BSI OHSAS 18001:1999 Sicurezza e salute sul luogo di Sicurezza e salute sul luogo di lavoro lavoro ISO 14001:2004 ISO 14001:2004 Ambiente Ambiente (in fase di implementazione (in fase di implementazione EMAS) EMAS) ISO 9001:2000 ISO 9001:2000 Qualità Qualità

6 6 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – LA POLITICA LA TUTELA DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA SUI LUOGHI DI LAVORO DEVE ESSERE PARTE INTEGRANTE DI OGNI STRATEGIA AZIENDALE PASSANDO ATTRAVERSO UNA POLITICA, CHE DEVE RISULTARE IL RIFERIMENTO ESSENZIALE PER TUTTE LE ATTIVITÀ AZIENDALI IN TEMA DI S.S.L. u u È IL RIFERIMENTO ESSENZIALE IN RELAZIONE AI TEMI DI S.S.L. u u VA APPLICATATA A TUTTE LE ATTIVITÀ AZIENDALI, ANCHE QUELLE DI RELAZIONE CON LE PARTI TERZE u u LALTA DIREZIONE È RESPONSABILE PER LINDIVIDUAZIONE DEI CONTENUTI DELLA POLITICA, PER LA SUA EMANAZIONE, PER LA SUA APPLICAZIONE E PER IL SUO AGGIORNAMENTO

7 7 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – I FONDAMENTI DI UNA CORRETTA POLITICA PER LA S.S.L. DEVE : 1. INTEGRARSI CON GLI OBIETTIVI PIÙ GENERALI DELLAZIENDA 2. CONTEMPLARE UNA ASSUNZIONE DIMPEGNO CIRCOSTANZIATA ALLINTERNO DELLA MISSIONE DELLAZIENDA 3. FORNIRE I PRINCIPI DI TUTELA E DI PREVENZIONE NELLAMBITO DELLA S.S.L. PROMUOVENDO IL BENESSERE DI TUTTI 4. RICHIAMARE LIMPORTANZA DEL FATTO CHE TUTTI DEVONO RISPETTARLA IN RELAZIONE AL PROPRIO RUOLO ED ALLE RESPONSABILITA RICOPERTE IN AZIENDA 5. INDICARE LA PRECISA VOLONTA DEL VERTICE AZIENDALE A CONSEGUIRE GLI OBIETTIVI DEFINITI ED A RAGGIUNGERE LE PRESTAZIONI ATTESE

8 8 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – I CONTENUTI MINIMI DELLA POLITICA DI S.S.L. 1. LOSSERVANZA DELLA LEGGE 2. PROMOZIONE DI AZIONI PREVENTIVE 3. IMPEGNO PER LA MESSA A DISPOSIZIONE DELLE RISORSE NECESSARIE 4. GLI ASPETTI CORRELATI ALLA SICUREZZA COME CONTENUTI ESSENZIALI NELLA FASE DI DEFINIZIONE DI NUOVE ATTIVITÀ 5. LA PROGETTAZIONE FINALIZZATA ANCHE ALLA PREVENZIONE 6. IL COINVOLGIMENTO ATTIVO DELLINTERA ORGANIZZAZIONE 7. LA FORMAZIONE E LINFORMAZIONE PER TUTTI I LAVORATORI INTERNI ED ESTERNI 8. LA RAPIDITA E LEFFICACIA NELLAZIONE A FRONTE DI NECESSITA EMERGENTI 9. LA PROMOZIONE DELLA COOPERAZIONE E DELLA CONDIVISIONE, INTERNA ED ESTERNA, IN TEMA DI SICUREZZA ( E NON SOLO ) 10. UN RIESAME PERIODICO DA PARTE DELLALTA DIREZIONE

9 9 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – GLI OBIETTIVI FORNIRE UN CONTRIBUTO SULLA STRADA PER IL MIGLIORAMENTO GRAZIE ALLA PIANIFICAZIONE ED ALLIMPLEMENTAZIONE DI UN SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO SULLORGANIZZAZIONE DIVENTARE UN FATTORE DETERMINANTE IN TERMINI DI DOVERE MORALE E COSTITUZIONALE CHE OGNI IMPRENDITORE/DATORE DI LAVORO HA DI SALVAGUARDARE LA SICUREZZA E LA SALUTE DEI PROPRI LAVORATORI CONCRETIZZARSI COME STRUMENTO DI SUCCESSO COLLETTIVO ATTRAVERSO UNETICA QUALITATIVA FONDATA SULLE PERSONE, SUL CONSENSO E SUL METODO SCIENTIFICO IL TUTTO SI TRADUCE IN : ECCELLENZA NELLE OPERAZIONI SICUREZZA AMBIENTE QUALITÀ RESPONSABILITA SOCIALE ECCELLENZA NELLINNOVAZIONE PRODOTTI MATERIALI PROGETTAZIONE COMPETENZE

10 10 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE –

11 11 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE –

12 12 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – QUALCHE ESEMPIO DI PROGRAMMI

13 13 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – I RISULTATI DI UNA COERENTE APPLICAZIONE DELLA POLITICA DI S.S.L RISPETTO DELLE PRESCRIZIONI DI LEGGE E REGOLAMENTARI INDIVIDUAZIONE E VALUTAZIONE DI TUTTI I RISCHI, ESPRESSI ED INESPRESSI PRECISA IDENTIFICAZIONE DEI SOGGETTI INTERNI ED ESTERNI ESPOSTI AI RISCHI, ANCHE SE SOLO POTENZIALMENTE DEFINIZIONE DI OBIETTIVI APPROPRIATI DEFINIZIONE DI PROGRAMMI PER IL RAGGIUNGIMENTO DI QUESTI OBIETTIVI DETERMINAZIONE PRECISA DELLE MODALITÀ E DELLE RISORSE PER RAGGIUNGERE GLI OBIETTIVI PREFISSATI MIGLIORAMENTO DELLA STRUTTURA ORGANIZZATIVA CONDUZIONE DI ADEGUATE ATTIVITÀ DI MONITORAGGIO ATTRAVERSO INDICATORI OGGETTIVI MIGLIORAMENTO NEL RAPPORTO CON GLI ORGANI DI VIGILANZA MIGLIORAMENTO CONTINUO ATTRAVERSO IL RIESAME PERIODICO DEL S.G.S.S.L. 11

14 14 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – I VANTAGGI DI UNA COERENTE APPLICAZIONE DELLA POLITICA DI S.S.L INCIDENTI e - COSTI CORRETTA CONFORMITÀ ALLE LEGGI MIGLIORE AMBIENTE DI LAVORO COINVOLGIMENTO A TUTTI I LIVELLI MOTIVAZIONE E GRATIFICAZIONE DEL PERSONALE RISPARMI NEI PROCESSI PRODUTTIVI CLIMA MIGLIORE CON LESTERNO MIGLIORE IMMAGINE ESTERNA TRASPARENZA CON LE AUTORITÀ FATTORE COMPETITIVO E STRATEGICO POSSIBILI FINANZIAMENTI, MINORI COSTI ASSICURATIVI PRESTAZIONE 2005 v/s 2000 FEDRIGONI CARTIERE SpA ZANARDI FONDERIE SpA INDICE DI FREQUENZA - 38 %-30 % INDICE DI GRAVITA - 45 %-14 % DURATA MEDIA - 12 %+ 22 % INDICE INCIDENZA SU ORGANICO - 39 %- 11 %

15 15 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – IL RUOLO DEGLI ORGANI DI VIGILANZA PASSAGGIO DAL COMMAND AND CONTROL ALLA COLLABORAZIONE PER IL BENE COMUNE LE LEGGI NAZIONALI ED EUROPEE SONO SEMPRE PIU CARATTERIZZATE DA ASPETTI GESTIONALI E ORGANIZZATIVI IL MIGLIORAMENTO E COMPITO DI TUTTI LA SICUREZZA E IL RISULTATO DI UN LAVORO COMUNE QUINDI: ORGANI DI VIGILANZA DEVONO CONDIVIDERE CON LAZIENDA LE SCELTE APPLICATIVE ED OPERATIVE APPORTANDO LA LORO ESPERIENZA E SMARCANDOSI, QUANDO POSSIBILE, DAL SENSO DI POTERE CHE QUALCHE VOLTA LI CARATTERIZZA LADOZIONE DI UN SISTEMA DI GESTIONE DIVENTA IL PRESUPPOSTO DI TUTTO IL LAVORO DI TUTTI INTEGRATO,CONDIVISO ED ORGANIZZATO PERMETTE DI OTTENERE ENORMI RISULTATI CON UN MINIMO SFORZO

16 16 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE –


Scaricare ppt "1 PROGETTO:VERONA AZIENDE SICURE 2006 Verona, 19 giugno 2006 VERONA AZIENDE SICURE – 19.06.2006 1 LA POLITICA PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SUI LUOGHI DI."

Presentazioni simili


Annunci Google