La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 dal punto di vista del mais Pegognaga, 10.10.2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 dal punto di vista del mais Pegognaga, 10.10.2008."— Transcript della presentazione:

1 1 dal punto di vista del mais Pegognaga,

2 2 2 difesa dellambiente MAIS rapporti politici internazionali bisogno di cibo MAIS bisogno energetico I grandi settori in cui è coinvolto il mais

3 3 3 difesa dellambiente MAIS rapporti politici internazionali bisogno energetico bisogno di cibo biocarburante alimento MAIS etanolo materia prima per industria alimentare mangimecibo Perché i grandi settori coinvolgono il mais

4 4 4 - rallentata crescita della produzione, anche per cause climatiche; Esplosione dei prezzi delle derrate alimentari cause dirette - aumento del prezzo del petrolio - investimenti in fonti energetiche alternative cause indirette - dinamiche finanziarie - politica recentemente adottata da alcuni paesi esportatori e importatori per contenere linflazione del loro prezzo del cibo; - crescente disponibilità di valuta estera dei maggiori paesi importatori di cibo; - aumento dei costi di produzione agricoli; MAIS 4

5 5 5 nel MONDO chi lo produce MONDO 2007: ton Milioni di ton.

6 6 ton 1 = 39,42 bu (bushel) Produzione 2007/ ImportExport Mondomilio ton 706, % +10,3+4,0+6,5 Usamiliardi bu milio ton 266,67347,98304 % +30%-14%+26,7+17,7 Cinamilio ton % EUmilio ton 54,72 48, 18 58,59 % - 11, ,1- 47,0 6 nel MONDO Alcuni dati degli ultimi anni MAIS

7 7 7 prezzo sul mercato internazionale Loperatore indica un prezzo equilibrato intorno ai 5 $ (giugno 2008) Prezzo espresso in centesimi per bushel Dailyfutures.com nel MONDO MAIS Giugno: cs/bu 737 = $/t 290, ott.: cs/bu 470

8 migliaia acri70,64886,54278,940 (a) miliardi bu milio ton 266,67347,98304 dols/bu aprile 08: $ 5,13 Export/ Import E +17.7% I +26.7% (1) da USDA (1) Rispetto allanno precedente (a) secondo USDA, nonostante la previsione di prezzo alto per il mais, molti agricoltori si sono orientati verso altri prodotti, per il loro crescente prezzo e per il crescente aumento dei costi di produzione del mais. ( , ) >>>>>> MAIS USA 8 Il maggior produttore Alcuni dati degli ultimi anni

9 9 Ethanol 14% Ethanol 18,3 % Other 7,4 % Dolcificante HFCS 4,4% Come lo usano Tendenza: rilevazione un anno dopo Food, seed and industrial 9 USA MAIS da USDA

10 10 Ethanol 31% Ethanol 14% Food, seed and industrial Come pensano di usarlo % prev. USDA 22% MAIS USA da USDA

11 11 ProduzioneImport a. coltivata (milioni di ha) tonnellate (milioni) tonnellate (milioni) ,053 (- 2,4%) 9,9 (- 1,9%) 2,4 (+60%) MAIS Le variazioni % sono riferite allanno precedente Previs ,090. (+3,4%) 10 (+1,5%) ITALIA (dati ISMEA) Semina 2008 Lombardia, Piemonte, Emilia R.: + 12/14 % Veneto :(maggior produttore italiano) - 4,6 Friuli V.G.: - 8% Centro-Sud : in calo Valutazione del calo: - maggior redditività del frumento - difficoltà idriche >>USA Le ultime produzioni

12 12 Evoluzione delle quotazioni allorigine : ITALIA /Ton nov – 209 ton magg – 212 ton luglio Prezzi MAIS 12

13 13 ITALIA Utilizzo nel 2007 Nomisma 2008 MAIS 13

14 14 MAIS 14 Utilizzo nel 2007 USA ITALIA

15 15 Incoraggiamenti di EU e governo italiano (Finanziaria 2007) allo sviluppo di carburanti da fonti rinnovabili Nomisma 2008 >>> costruzione impianti per bioetanolo da mais Stima: > 1,8 mil/ton. allanno di materia prima MAIS ITALIA 15 Previsioni

16 16 MAIS OGM Valori indicativi Mondo: cereali ogm ha 114 mlioni mais ogm ha 25,02 milioni ton 66 mlioni USA: mais ogm ha 23 milioni (62 % del prodotto USA complessivo -37 milioni-) EU EU: mais ogm: 2006: ha 68 mila previsione 2008 : ha 110 mila (+ 60% rispetto al 2006) (Nomisma, 25 Gennaio 2008)

17 17 Il grande dibattito -aumenta la capacità produttiva -aumenta la materia prima per lalternativa al petrolio -rende il coltivatore dipendente dallindustria ogm - non risolve il problema energetico -richiede meno pesticidi e meno acqua -contribuisce a ridurre i danni ambientali -laumento del terreno coltivato incrementa i gas serra ambiente / produttività economia, energia PRO e …CONTRO MAIS OGM

18 18 Il grande dibattito - la biotecnologia ne garantisce la sicurezza alimentare -produce cellule pericolose -i processi attivati nella catena alimentare sono incontrollabili - può essere coltivato in terreno non utilizzabile da ogm-free - aumento della disponibilità mondiale -i paesi poveri non hanno in alcun modo beneficiato dellaumento della produzione degli ultimi anni fame nel mondo salute PRO e …CONTRO MAIS OGM

19 19 OGM 19 Legislazione italiana Legislazione europea - non è consentito né sperimentare né coltivare ogm in campo aperto - sono consentite le importazioni di derrate di mais e soia, con OGM autorizzati nella UE, a fini di trasformazione industriale per lalimentazione umana e animale con etichetta obbligatoria in caso di presenza superiore allo 0,9%. Le direttive EU - non consentono al governo nazionale di impedire la coltivazione di ogm, - lasciano alle Regioni il compito di definire i termini di coesistenza tra colture ogm e non-ogm.

20 20 difesa dellambiente MAIS rapporti politici internazionali bisogno di cibo MAIS bisogno energetico - La domanda di cibo aumenta sempre più - I tentativi di coordinamento a livello mondiale non hanno dato esiti operativi - La produzione di mais è in continua espansione; quella di mais ogm, soprattutto fuori dallEuropa - Il fabbisogno italiano aumenta più della produzione - Il mondo agricolo può fornire materia prima per nuove fonti energetiche Poche constatazioni finali


Scaricare ppt "1 dal punto di vista del mais Pegognaga, 10.10.2008."

Presentazioni simili


Annunci Google