La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Testi e foto. I suoi grandi vantaggi sono la razionalità e la riproducibilità. Lilluminazione normale, lampada + condensatore, non ha punti fermi: - a.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Testi e foto. I suoi grandi vantaggi sono la razionalità e la riproducibilità. Lilluminazione normale, lampada + condensatore, non ha punti fermi: - a."— Transcript della presentazione:

1 Testi e foto

2 I suoi grandi vantaggi sono la razionalità e la riproducibilità. Lilluminazione normale, lampada + condensatore, non ha punti fermi: - a che altezza sta il condensatore ? - limmagine luminosissima del filamento dove si forma ? - quali altre immagini fantasma disturberanno la vera immagine ? Lilluminazione di Kohler, mediante una serie di movimenti prefissati, crea una situazione di illuminazione che non solo è razionale ed efficiente, ma sopratutto è sempre riproducibile e quindi, confrontabile. Alla fine di questa serie di movimenti, ci ritroveremo con il condensatore perfettamente regolato e con la nostra bella immagine libera da disturbi ottici indesiderati Si presuppone che il nostro microscopio sia dotato del sistema illuminante adatto e che almeno la lampada sia ben centrata.

3 Apriamo del tutto il diaframma di apertura (quello sul condensatore) e mettiamo sul microscopio un vetrino con un soggetto non troppo scuro, montiamo unottica medio bassa (es. 20x) e mettiamo bene a fuoco. La messa a fuoco non va più toccata ! Chiudiamo ora del tutto il diaframma di campo (quello più basso, da dove arriva la luce). Il campo diventerà scuro e si vedrà la macchia sfuocata dellimmagine del diaframma. A questo punto regoliamo laltezza del condensatore fino a mettere a fuoco i bordi del diaframma. Laltezza del condensatore non va più modificata ! Regoliamo la centratura del condensatore rispetto alla sorgente luminosa, useremo le due viti apposite per centrare limmagine del diaframma. Riapriamo il diaframma di campo, il suo compito è finito. Guardando limmagine sul vetrino, chiudiamo adagio il diaframma di apertura (sempre quello del condensatore) fino a che si nota un leggero calo di luminosità. Halt, fermi, stop ! Questa è lilluminazione secondo Kohler, noterete la pulizia dellimmagine ed anche una già apprezzabile effetto tridimensionale. Può ancora essere leggermente ritoccata e migliorata, ma almeno è una illuminazione ottimale e standard !

4

5 Se io interpongo un qualsiasi oggetto opaco sul percorso illuminante, creo delle ombre che enfatizzano limmagine osservata. E come la luce radente dellalba, che mette in evidenza ogni piccola difformità della spiaggia. In pratica, io vedo il piccolo particolare in quanto il mio occhio è guidato dallombra, che lo punta e lo mette in evidenza. Lombra può essere creata in qualsiasi modo: inserendo una maschera di cartone sul percorso della luce, spostando lateralmente la stessa sorgente di luce, deviando una delle lenti che la concentrano, ecc. ecc.

6 Per provarla mettiamo sul microscopio un obiettivo di media potenza (40x) e osserviamo una diatomea del Test di Kemp di cui in luce normale non si riesca ancora a vedere le striature, ad esempio la terza (Stauroneis phoenicentron). Prendiamo un cartoncino e occludiamo parzialmente il percorso dei raggi luminosi: vedremo che limmagine diventa sempre più scura e più contrastata, quasi diventasse a tre dimensioni, fino a mettere in evidenza quelle striature che prima non erano assolutamente visibili, ma che ora sono evidenti grazie alle ombre che si sono formate. Rifacciamo la stessa prova in vari modi e con varie forme, notando il diverso effetto. Se la lente frontale del condensatore è ribaltabile, spostiamola appena appena, leffetto sarà immediato. A sinistra in luce normale, a destra un cartoncino parallelo alle strie chiude oltre metà del cono luminoso.

7

8 Se inseriamo una lamina polarizzata in un raggio di luce, apparentemente non succede nulla, ma se ne inseriamo una seconda, vediamo che la luce cala e ruotando una qualsiasi delle due lamine la luce arriva fino ad estinguersi del tutto. Il motivo è che la lamina polarizzata lascia passare la luce secondo un unico piano di oscillazione, come fosse una griglia. La seconda lamina se ha la griglia nello stesso senso non modifica nulla, altrimenti estingue parte della luce e, se girata di 90 gradi rispetto alla prima, annulla del tutto la luce, arrivando alla completa estinzione. Alcune sostanze che noi esaminiamo al microscopio, inserite in un simile sistema di illuminazione, modificano a loro volta il percorso dei raggi luminosi, dando origine a figure geometriche ed a colori vivacissimi che le mettono in grande evidenza.

9 Per delle semplici prove, senza voler spendere grandi cifre per strumenti speciali, utilizziamo un vecchio filtro fotografico ed un vecchio paio di occhiali Polaroid. Il filtro sarà un polarizzatore lineare che monteremo subito sopra al diaframma di campo, gli occhiali Polaroid verranno tagliati con delle forbici robuste per ottenere un piccolo dischetto da inserire tra la testata ed il gruppo porta obiettivi: sarà quello che viene chiamato Analizzatore.

10 Polarizzatore Analizzatore

11 Foglia di Zea mais in luce polarizzata


Scaricare ppt "Testi e foto. I suoi grandi vantaggi sono la razionalità e la riproducibilità. Lilluminazione normale, lampada + condensatore, non ha punti fermi: - a."

Presentazioni simili


Annunci Google