La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CONTRATTO DI QUARTIERE Progetto presentato dal Comune di Ruvo di Puglia ai sensi del Decreto Ministero LL. PP. 22.10.1997 Decreto di approvazione della.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CONTRATTO DI QUARTIERE Progetto presentato dal Comune di Ruvo di Puglia ai sensi del Decreto Ministero LL. PP. 22.10.1997 Decreto di approvazione della."— Transcript della presentazione:

1 CONTRATTO DI QUARTIERE Progetto presentato dal Comune di Ruvo di Puglia ai sensi del Decreto Ministero LL. PP Decreto di approvazione della graduatoria del dalla qualità sociale alla qualità ecologica

2 IL COMUNE DI RUVO DI PUGLIA (Provincia di Bari) È situato a 36 Km a ovest di Bari e a 12 Km dalla costa del mare Adriatico. Conta abitanti. Sono sviluppati i settori dellagricoltura, piccola e media industria e artigianato.

3 IL COMUNE DI RUVO DI PUGLIA Il centro storico, meta di turisti, è tra i meglio conservati del barese. Adagiato lungo i declivi di una collina, ricalca limpianto urbanistico di quelle che furono le città romana e medievale.

4 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP Contratto di Quartiere è la denominazione che lallora Ministero dei Lavori Pubblici, ha voluto dare ad una nuova generazione di Programmi di Recupero Urbano. Linnovazione rappresentata dai Contratti di Quartiere consiste nella priorità data alle iniziative di carattere sociale ed occupazionali ed alla attuazione di accordi tra vari soggetti pubblici e privati. La proposta di Contratto di Quartiere, promossa dallAmministrazione Comunale di Ruvo di Puglia prevede la realizzazione di interventi di riqualificazione dello spazio urbano con la realizzazione di verde attrezzato, di una piazza e di una scuola per linfanzia, nonché la realizzazione di edilizia sperimentale sovvenzionata con le annesse urbanizzazioni.

5 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP OBIETTIVI DEL PROGETTO OBIETTIVI DEL PROGETTO ã rinnovare i caratteri edilizi; ã incrementare la funzionalità del contesto urbano assicurando nel contempo il risparmio delluso assicurando nel contempo il risparmio delluso delle risorse naturali disponibili ed in particolare delle risorse naturali disponibili ed in particolare il contenimento delle risorse energetiche; il contenimento delle risorse energetiche; ã accrescere la dotazione dei servizi di quartiere, del verde pubblico e delle opere infrastrutturali del verde pubblico e delle opere infrastrutturali occorrenti; occorrenti; ã migliorare la qualità abitativa ed insediativa del quartiere attraverso il perseguimento di più quartiere attraverso il perseguimento di più elevati standard anche di tipo ambientale; elevati standard anche di tipo ambientale; ã recuperare socialmente le periferie urbane con il coinvolgimento del Privato Sociale in progetti il coinvolgimento del Privato Sociale in progetti specifici. specifici.

6 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP Importo del progetto ,04 di cui: ,04 di cui: a carico del Ministero LL. PP , ,78 a carico del Comune di Ruvo , ,26 Assessorati coinvolti nella progettazione nella progettazione ã Lavori Pubblici ã Urbanistica ã Servizi Sociali

7 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP OPERE DA REALIZZARE OPERE DA REALIZZARE con i fondi erogati dal Ministero con i fondi erogati dal Ministero 1 piazza del quartiere di mq. 1820; 2 edilizia sovvenzionata sperim. costituita da tre palazzine; costituita da tre palazzine; 3 urbanizzazioni secondarie ossia una scuola materna ed il verde una scuola materna ed il verde attrezzato circostante. attrezzato circostante. con i fondi del Comune di Ruvo con i fondi del Comune di Ruvo urbanizzazioni primarie a servizio urbanizzazioni primarie a servizio dellinsediamento; dellinsediamento; urbanizzazioni secondarie: verde, urbanizzazioni secondarie: verde, arredo urbano, servizi di quartiere arredo urbano, servizi di quartiere

8 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP LA FITODEPURAZIONE LA FITODEPURAZIONE Il progetto prevede la raccolta delle acque meteoriche e delle acque grigie, previamente depurate in situ, e il loro riutilizzo, per usi non potabili, allinterno degli stessi edifici nellarea del Contratto di Quartiere. Il sistema depurativo prevede due linee: una per le acque grigie, laltra per le acque meteoriche provenienti dai piazzali. Le acque meteoriche invece provenienti dai tetti e dai terrazzi verranno accumulate in opportuni serbatoi e riutilizzate tal quali per sciacquoni, lavatrici, per lirrigazione di aree a verde e per lavaggi della piazza.

9 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP LE UTENZE SOCIALI DEBOLI LE UTENZE SOCIALI DEBOLI Nella realizzazione del progetto si è posta particolare attenzione allapprofondimento delle questioni inerenti: leliminazione e il superamento delle barriere architettoniche; la sicurezza di utilizzazione; il soddisfacimento delle esigenze dei nuovi modi di vita con particolare riferimento alle utenze sociali deboli. Tutte le unità immobiliari, la scuola e gli spazi circostanti sono stati progettati come accessibili ai soggetti portatori di handicap fisici permanenti e temporanei.

10 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP LE MISURE SOCIO - OCCUPAZIONALI LE MISURE SOCIO - OCCUPAZIONALI Accanto agli interventi edilizi di recupero e rivitalizzazione del tessuto edilizio ed urbanistico inseriti allinterno del Contratto di Quartiere sono state previste azioni tese ad incrementare loccupazione ed a favorire lintegrazione sociale. Progetto per la realizzazione di un centro di aggregazione minorile e di sostegno alle famiglie. (legge n° 285/97 Disposizioni per la promozione di diritti e opportunità per linfanzia e ladolescenza) Centro servizi per giovani ed adolescenti. (art. 4 della L.216/91 Primi interventi in favore di minori soggetti a rischio di coinvolgimento in attività criminose)

11 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP LA PARTECIPAZIONE LA PARTECIPAZIONE Il coinvolgimento dei cittadini è stato uno degli aspetti più importanti della fase progettuale degli interventi di riqualificazione ecologica degli ambienti urbanizzati. È con la partecipazione delle componenti sociali ai processi decisionali che si pongono in essere le condizioni reali di cambiamento dei comportamenti individuali e collettivi. Il cambiamento, che deve essere innanzitutto culturale, può avvenire solo se i singoli cittadini e le organizzazioni sociali ed economiche si convincono della giustezza e della praticabilità degli obiettivi proposti assumendosene, insieme con lente pubblico, in qualche misura la responsabilità

12 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP LA PROGETTAZIONE PARTECIPATA LA PROGETTAZIONE PARTECIPATA Attraverso il coinvolgimento dei cittadini interessati al progetto, delle associazioni, dei fruitori del Centro Giovani, della Consulta dei ragazzi e dei giovani ex tossicodipendenti del Centro Diurno sono definiti gli aspetti più propriamente tecnici connessi ai programmi di sperimentazione e si sono delineate scelte distributive - funzionali sino alla determinazione della destinazione duso ed alla distribuzione interna dei piani terra delle tre palazzine. Attraverso il coinvolgimento dei cittadini interessati al progetto, delle associazioni, dei fruitori del Centro Giovani, della Consulta dei ragazzi e dei giovani ex tossicodipendenti del Centro Diurno sono stati definiti gli aspetti più propriamente tecnici connessi ai programmi di sperimentazione e si sono delineate scelte distributive - funzionali sino alla determinazione della destinazione duso ed alla distribuzione interna dei piani terra delle tre palazzine.

13 LINVESTIMENTO DEL COMUNE DI RUVO NELLE POLITICHE SOCIALI Andamento del budget relativo ai bilanci consuntivi anni del Settore Servizi Sociali Legenda Anno 98 £ Anno 99 £ Anno 00 £ Anno 01 £ costo annuo del personale £ Gli importi sono in milioni di lire

14 IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP deposito, oltre ad un grande spazio, prospiciente la piazza, per le attività collettive. Nel piano Terra della I palazzina sono previsti locali per il Centro dei bambini e delle le bambine denominato LIsola Felice con vani destinati a laboratorio, cucina, servizi, IL CENTRO LISOLA FELICE

15 Nel piano Terra della II palazzina sono previsti locali per il Centro Giovani Idee in corso, lInformagiovani, la sala multimediale, la sala musica, vari laboratori oltre IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP IL CENTRO GIOVANI IDEE IN CORSO ad un grande vano polifunzionale, prospiciente la piazza.

16 Nel piano terra della III palazzina sono previsti locali destinati a laboratori artigianali nei quali saranno collocate tutte le attrezzature già acquistate dallAmministrazione Comunale attraverso i finanziamenti ottenuti con progetti presentati ai sensi della Legge 216/91 art. 2 e art. 4 (falegnameria, forni per la ceramica, lab. elettrico, ecc.) IL CONTRATTO DI QUARTIERE Decreto del Ministero LL. PP

17 PER QUESTO E PER ALTRI PROGETTI DESTINATI ALLINFANZIA E ALLADOLESCENZA NEL 2000 IL COMUNE DI RUVO DI PUGLIA HA OTTENUTO DAL MINISTERO DELLAMBIENTE IL RICONOSCIMENTO QUALE CITTÀ SOSTENIBILE DELLE BAMBINE E DEI BAMBINI


Scaricare ppt "CONTRATTO DI QUARTIERE Progetto presentato dal Comune di Ruvo di Puglia ai sensi del Decreto Ministero LL. PP. 22.10.1997 Decreto di approvazione della."

Presentazioni simili


Annunci Google