La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Codice dei contratti pubblici Criteri di aggiudicazione e anomalia delle offerte 3 marzo 2008 Alberto Mischi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Codice dei contratti pubblici Criteri di aggiudicazione e anomalia delle offerte 3 marzo 2008 Alberto Mischi."— Transcript della presentazione:

1 1 Codice dei contratti pubblici Criteri di aggiudicazione e anomalia delle offerte 3 marzo 2008 Alberto Mischi

2 2 Criteri di aggiudicazione Nei contratti pubblici, fatte salve le disposizioni legislative, regolamentari o amministrative relative alla remunerazione di servizi specifici, la migliore offerta è selezionata ý con il criterio del prezzo più basso o ý con il criterio dellofferta economicamente più vantaggiosa (art.81/1 D.Lgs. 163/2006)

3 3 Criteri di aggiudicazione Le stazioni appaltanti scelgono, tra i 2 criteri di aggiudicazione, quello più adeguato in relazione alle caratteristiche delloggetto del contratto (art.81/2 D.Lgs. 163/2006) ý indicano nella determinazione a contrarre i criteri di selezione delle offerte (art.11/2 D.Lgs. 163/2006) indicano nel bando di gara quale dei 2 criteri sarà applicato per selezionare la migliore offerta. (art.81/2 D.Lgs. 163/2006)

4 4 Criteri di aggiudicazione Le stazioni appaltanti possono decidere di non procedere allaggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione alloggetto del contratto. (art.81/3 D.Lgs. 163/2006)

5 5 Prezzo più basso Il bando di gara stabilisce se il prezzo più basso ý per i contratti da stipulare a misura, è determinato mediante ribasso sullelenco prezzi posto a base di gara ovvero mediante offerta a prezzi unitari per i contratti da stipulare a corpo, è determinato mediante ribasso sullimporto dei lavori posto a base di gara ovvero mediante offerta a prezzi unitari (art.82/2 D.Lgs. 163/2006) Per i contratti da stipulare parte a corpo e parte a misura, il prezzo più basso è determinato mediante offerta a prezzi unitari. (art.82/3 D.Lgs. 163/2006)

6 6 Offerta economicamente più vantaggiosa Il bando di gara stabilisce i criteri di valutazione dellofferta, pertinenti alla natura, alloggetto e alle caratteristiche del contratto, quali, a titolo esemplificativo: ý il prezzo ý la qualità ý il pregio tecnico ý le caratteristiche estetiche e funzionali ý le caratteristiche ambientali e il contenimento dei consumi energetici e delle risorse ambientali dellopera o del prodotto ý il costo di utilizzazione e manutenzione ý la redditività ý il servizio successivo alla vendita ý lassistenza tecnica ý la data di consegna ovvero il termine di consegna o di esecuzione ý limpegno in materia di pezzi di ricambio ý la sicurezza di approvvigionamento ý in caso di concessioni, la durata del contratto, le modalità di gestione, il livello e i criteri di aggiornamento delle tariffe da praticare agli utenti (art.83/1 D.Lgs. 163/2006)

7 7 Quando il criterio di aggiudicazione è quello dellofferta economicamente più vantaggiosa, le stazioni appaltanti ý precisano nel bando di gara se autorizzano o meno le varianti; in mancanza di indicazioni, le varianti non sono autorizzate ý menzionano nel capitolato doneri i requisiti minimi che le varianti devono rispettare, nonché le modalità per la loro presentazione ý prendono in considerazioni soltanto le varianti che rispondono ai requisiti minimi da esse prescritti. (art.76 D.Lgs. 163/2006) Offerta economicamente più vantaggiosa

8 8 Lamministrazione aggiudicatrice precisa nel bando di gara o nel capitolato doneri la ponderazione relativa che attribuisce a ciascuno dei criteri scelti per determinare lofferta economicamente più vantaggiosa. Tale ponderazione può essere espressa prevedendo una forcella in cui lo scarto tra il minimo e il massimo deve essere appropriato. (Direttiva 2004/18/CE art.53/2) Offerta economicamente più vantaggiosa

9 9 Il bando di gara elenca i criteri di valutazione e precisa la ponderazione relativa attribuita a ciascuno di essi, anche mediante una soglia, espressa con un valore numerico determinato, in cui lo scarto tra il punteggio della soglia e quello massimo relativo allelemento cui si riferisce la soglia deve essere appropriato. (art.83/2 D.Lgs. 163/2006)

10 10 Offerta economicamente più vantaggiosa Qualità 1 Qualità 2 Qualità 3 Prezzo Totali Peso Voto Punti Punteggio 6 Bando e disciplinare di gara Attività della commissione giudicatrice

11 11 Offerta economicamente più vantaggiosa Il bando, per ciascun criterio prescelto, prevede, ove necessario, ý i sub-criteri ý i sub-pesi ý i sub-punteggi Ove la stazione appaltante non sia in grado di stabilirli tramite la propria organizzazione, provvede a nominare uno o più esperti con la determina a contrarre, affidando ad essi lincarico di redigere i criteri, i pesi, i punteggi e le relative specificazioni che verranno indicati nel bando. (art.83/4 D.Lgs. 163/2006)

12 12 Offerta economicamente più vantaggiosa Qualità 1 Qualità 2 Qualità 3 Prezzo Totale Peso-Voto Punti Punteggio 6

13 13 Offerta economicamente più vantaggiosa Le stazioni appaltanti, quando ritengano la ponderazione impossibile per ragioni dimostrabili, indicano nel bando o nel capitolato doneri, lordine decrescente di importanza dei criteri. (art.83/3 D.Lgs. 163/2006)

14 14 Offerta economicamente più vantaggiosa La commissione giudicatrice, prima dellapertura delle buste contenenti le offerte, fissa in via generale i criteri motivazionali cui si atterrà per attribuire a ciascun criterio o sub- criterio di valutazione il punteggio tra il minimo e il massimo prestabiliti dal bando. (art.83/4 D.Lgs. 163/2006)

15 15 Offerta economicamente più vantaggiosa Per attuare la ponderazione o comunque attribuire il punteggio a ciascun elemento dellofferta, le stazioni appaltanti utilizzano metodologie tali da consentire di individuare con un unico parametro numerico finale lofferta più vantaggiosa. Dette metodologie sono stabilite dal regolamento distintamente per lavori, servizi e forniture e, ove occorra, con modalità semplificate per servizi e forniture. (art.83/5 D.Lgs. 163/2006)

16 16 Offerta economicamente più vantaggiosa Il regolamento sulle metodologie di attribuzione del punteggio tiene conto, per i servizi, di quanto stabilito ý nel D.P.C.M. 13/3/1999, n.117 e ý nel D.P.C.M. 18/11/2005. (art.83/5 D.Lgs. 163/2006) Fino allentrata in vigore del regolamento continuano ad applicarsi ý il D.P.C.M. 13/3/1999, n.117 e ý il D.P.C.M. 18/11/2005 nei limiti di compatibilità con il codice. (art.253/13 D.Lgs. 163/2006)

17 17 Commissione giudicatrice Quando la scelta della migliore offerta avviene con il criterio dellofferta economicamente più vantaggiosa, la valutazione è demandata ad una commissione giudicatrice, che opera secondo le norme stabilite dal regolamento. (art.84/1 D.Lgs. 163/2006)

18 18 Commissione giudicatrice La commissione giudicatrice è nominata ý dallorgano competente della stazione appaltante ad effettuare la scelta del soggetto affidatario (art.84/2 D.Lgs.163/2006) ý dopo la scadenza del termine di presentazione delle offerte (art.84/10 D.Lgs.163/2006) Latto di nomina dei membri della commissione ne determina il compenso e fissa il termine per lespletamento dellincarico. (art.92/3 D.P.R. 554/1999)

19 19 Commissione giudicatrice La commissione giudicatrice è costituita da un numero dispari di componenti (max 5) esperti nello specifico settore cui si riferisce loggetto del contratto (art.84/2 D.Lgs. 163/2006) presieduta di norma da un dirigente della stazione appaltante e, in caso di mancanza in organico, da un funzionario della stazione appaltante incaricato di funzioni apicali, nominato direttamente dallorgano competente (art.84/3 D.Lgs. 163/2006)

20 20 Commissione giudicatrice I commissari diversi dal presidente sono selezionati tra i funzionari della stazione appaltante. In caso di accertata carenza in organico di adeguate professionalità, nonché negli altri casi previsti dal regolamento in cui ricorrono esigenze oggettive e comprovate, i commissari diversi dal presidente sono scelti tra funzionari di amministrazioni aggiudicatrici ovvero con un criterio di rotazione tra ý professionisti ý professori universitari (art.84/8 D.Lgs. 163/2006)

21 21 Commissione giudicatrice Incompatibilità I commissari diversi dal presidente non devono aver svolto né ý possono svolgere alcuna altra funzione o incarico tecnico o amministrativo relativamente al contratto del cui affidamento si tratta. (art.84/4 D.Lgs. 163/2006)

22 22 Commissione giudicatrice Incompatibilità Coloro che nel biennio precedente hanno rivestito cariche di pubblico amministratore non possono essere nominati commissari relativamente a contratti affidati dalle amministrazioni presso le quali hanno prestato servizio. (art.84/5 D.Lgs. 163/2006)

23 23 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione allofferta economicamente più vantaggiosa Le stazioni appaltanti valutano la congruità delle offerte in relazione alle quali ý sia i punti relativi al prezzo ý sia la somma dei punti relativi agli altri elementi di valutazione sono entrambi ai 4/5 dei corrispondenti punti massimi previsti dal bando di gara. (art.86/2 D.Lgs. 163/2006) In ogni caso le stazioni appaltanti possono valutare la congruità di ogni altra offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa. (art.86/3 D.Lgs. 163/2006)

24 24 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione al prezzo più basso Le stazioni appaltanti valutano la congruità delle offerte che presentano un ribasso pari o superiore alla media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del 10%, arrotondato allunità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso, incrementata dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta media. (art.86/1 D.Lgs. 163/2006) In ogni caso le stazioni appaltanti possono valutare la congruità di ogni altra offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa. (art.86/3 D.Lgs. 163/2006)

25 25 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione al prezzo più basso La determinazione della soglia di anomalia non si applica quando il numero delle offerte ammesse sia inferiore a 5. In tal caso le stazioni appaltanti possono valutare la congruità di ogni altra offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa. (art.86/4 D.Lgs. 163/2006)

26 26 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione al prezzo più basso Appalti sotto soglia La stazione appaltante può prevedere nel bando lesclusione automatica delle offerte che presentano una percentuale di ribasso pari o superiore alla soglia di anomalia. In tal caso le offerte non devono essere corredate da giustificazioni. La facoltà di esclusione automatica non è esercitabile quando il numero delle offerte ammesse è inferiore a 5. In tal caso la stazione appaltante può valutare la congruità di ogni offerta che, in base ad elementi specifici, appaia anormalmente bassa. (art.122/9 D.Lgs. 163/2006)

27 27 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione al prezzo più basso Appalti sopra soglia La stazione appaltante sottopone a verifica la prima migliore offerta, se la stessa appaia anormalmente bassa e, se la esclude, procede nella stessa maniera progressivamente nei confronti delle successive migliori offerte, fino ad individuare la migliore offerta non anomala. (art.88/7 D.Lgs. 163/2006)

28 28 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione al prezzo più basso Appalti sopra soglia Le offerte sono corredate, sin dalla presentazione, delle giustificazioni relative alle voci di prezzo che concorrono a formare limporto complessivo posto a base di gara. Il bando o la lettera di invito precisano le modalità di presentazione delle giustificazioni. (art.86/5 D.Lgs. 163/2006)

29 29 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione al prezzo più basso Appalti sopra soglia Ove lesame delle giustificazioni prodotte non sia sufficiente ad escludere lincongruità dellofferta, la stazione appaltante richiede allofferente di integrare i documenti giustificativi. (art.86/5 D.Lgs. 163/2006) La richiesta di giustificazioni è formulata per iscritto e può indicare le componenti dellofferta ritenute anormalmente basse, ovvero, alternativamente o congiuntamente, invitare lofferente a dare tutte le giustificazioni che ritenga utili. (art.88/1 D.Lgs. 163/2006)

30 30 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione al prezzo più basso Appalti sopra soglia Allofferente è assegnato un termine di almeno 10 gg. presentare per iscritto le giustificazioni richieste. (art.88/2 D.Lgs. 163/2006) La stazione appaltante, se del caso mediante una commissione costituita secondo i criteri del regolamento, esamina gli elementi costitutivi dellofferta tenendo conto delle giustificazioni fornite, e può chiedere per iscritto ulteriori chiarimenti, se resi necessari o utili a seguito di tale esame, assegnando un termine 5 giorni lavorativi. (art.88/1 D.Lgs. 163/2006)

31 31 Offerte anormalmente basse Aggiudicazione al prezzo più basso Appalti sopra soglia Prima di escludere lofferta, ritenuta eccessivamente bassa, la stazione appaltante convoca lofferente con un anticipo 5 giorni lavorativi e lo invita ad indicare ogni elemento che ritenga utile. (art.88/4 D.Lgs. 163/2006) Se lofferente non si presenta alla data della convocazione stabilita, la stazione appaltante può prescindere dalla sua audizione. (art.88/5 D.Lgs. 163/2006)

32 32 Offerte anormalmente basse Appalti sopra soglia La stazione appaltante esclude lofferta che, in base allesame degli elementi forniti, risulta, nel suo complesso, inaffidabile. (art.88/6 D.Lgs. 163/2006)

33 33 Offerte anormalmente basse Appalti sopra soglia Le giustificazioni possono riguardare leconomia del procedimento di costruzione, del processo di fabbricazione, del metodo di prestazione del servizio · le soluzioni tecniche adottate ¸ le condizioni eccezionalmente favorevoli di cui dispone lofferente per eseguire i lavori, per fornire i prodotti o per prestare i servizi (art.87/2 D.Lgs. 163/2006)

34 34 Offerte anormalmente basse Appalti sopra soglia Le giustificazioni possono riguardare ¹ loriginalità del progetto, dei lavori, delle forniture, dei servizi offerti º leventualità che lofferente ottenga un aiuto di stato il costo del lavoro come determinato periodicamente in apposite tabelle dal Ministero del lavoro e delle politiche sociali (art.87/2 D.Lgs. 163/2006)

35 35 Offerte anormalmente basse Appalti sopra soglia Non sono ammesse giustificazioni in relazione ý ai trattamenti salariali minimi inderogabili stabiliti dalla legge o da fonti autorizzate dalla legge (art.87/3 D.Lgs. 163/2006) ý agli oneri di sicurezza individuati nel PSC e alla relativa stima dei costi conforme allart.7 D.P.R.222/2003 (art.87/4 D.Lgs. 163/2006)

36 36 Offerte anormalmente basse Nella valutazione dellanomalia la stazione appaltante tiene conto dei costi relativi alla sicurezza ý che devono essere specificamente indicati nellofferta e ý risultare congrui rispetto allentità e alle caratteristiche dei servizi e delle forniture (art.87/4 D.Lgs. 163/2006)

37 37 Offerte anormalmente basse Nella predisposizione delle gare di appalto e nella valutazione dellanomalia delle offerte nelle procedure di affidamento di appalti di lavori pubblici, di servizi e di forniture, gli enti aggiudicatori sono tenuti a valutare che il valore economico sia adeguato e sufficiente rispetto al costo del lavoro e al costo relativo alla sicurezza, il quale deve essere specificamente indicato e risultare congruo rispetto allentità e alle caratteristiche dei lavori, dei servizi e delle forniture. (art.86/3-bis D.Lgs. 163/2006, così sostituito dallart.8 L.123/2007)

38 38 Offerte anormalmente basse Ai fini del presente comma il costo del lavoro è determinato periodicamente, in apposite tabelle, dal Ministro del lavoro e della previdenza sociale, sulla base dei valori economici previsti dalla contrattazione collettiva stipulata dai sindacati comparativamente più rappresentativi, delle norme in materia previdenziale ed assistenziale, dei diversi settori merceologici e delle differenti aree territoriali. In mancanza di contratto collettivo applicabile, il costo del lavoro è determinato in relazione al contratto collettivo del settore merceologico più vicino a quello preso in considerazione. (art.86/3-bis D.Lgs. 163/2006)

39 39 Offerte anormalmente basse Il costo relativo alla sicurezza non può essere comunque soggetto a ribasso dasta. (art.86/3-ter D.Lgs. 163/2006 così aggiunto dallart.8 L.123/2007)

40 Aggiudicazio- ne provvisoria Esclusione automatica (art.122/9) Eventuale richiesta di chiarimenti Accoglimento o rigetto dellofferta Aggiudicazio ne provvisoria Valutazione delle giustificazioni Prezzo più basso Calcolo della soglia di anomalia Appalti sotto soglia Aggiudicazione al prezzo più basso

41 41 Avv. Alberto Mischi Studio legale associato Corinaldesi - Mischi Via Cesare Battisti n Bologna Tel Fax


Scaricare ppt "1 Codice dei contratti pubblici Criteri di aggiudicazione e anomalia delle offerte 3 marzo 2008 Alberto Mischi."

Presentazioni simili


Annunci Google