La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Metodi e tecniche per lE-Tutor nella scuola Modulo 1 – Tecnologie didattiche e comunicazione multimediale Dal Web 1.0 al Web 2.0 Laboratorio 9/2/2008.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Metodi e tecniche per lE-Tutor nella scuola Modulo 1 – Tecnologie didattiche e comunicazione multimediale Dal Web 1.0 al Web 2.0 Laboratorio 9/2/2008."— Transcript della presentazione:

1 Metodi e tecniche per lE-Tutor nella scuola Modulo 1 – Tecnologie didattiche e comunicazione multimediale Dal Web 1.0 al Web 2.0 Laboratorio 9/2/2008

2 Benvenuti! Presentazione e creazione gruppi per APG

3 CASO Il Ministero ha bisogno di avere degli spunti da un gruppo di insegnanti accuratamente selezionati (voi!) affinchè essi creino una sorta di vademecum che servirà come standard nazionale contenente i punti necessari per redigere un buon intervento didattico (che sia rivolto alle scuole di tutti gli ordini e gradi)

4 Lavoro individuale Provate a stilare i punti necessari per redigere un buon intervento didattico (che sia rivolto alle scuole di tutti gli ordini e i gradi). N.B: Non è importante laspetto prettamente pedagogico di programmazione, ma è importante trovare quello che è per voi il modo migliore, più efficace e veloce per stilare un percorso didattico.

5 Lavoro di gruppo Ipotizzate che ora che i vostri documenti debbano convergere in un unico documento. Non avete a disposizione alcuno strumento del web 2.0; potete servirvi della presenza (per non più di 10 min), dei colori, della modalità posta elettronica che so io…di quello che la fantasia vi suggerisce per fare in modo tale che i vostri documenti singoli convergano in un unico. Avete a disposizione 50 min per farlo, ma ricordatevi non più di 10 min. di presenza.

6 Come è andata? Ogni gruppo presenta la soluzione che ha trovato alla classe cercando di fare emergere difficoltà incontrate, strategie utilizzate, vantaggi e svantaggi in cui il gruppo si è imbattuto.

7 Emerge dai gruppi… Strumento asincrono (mail) complesso perché dispersivo, molto spesso inoltre nascono incomprensioni (decodifica aberrante); Scomodo avere un documento in più versioni; è necessario avere molta più attenzione alle modifiche che spesso non si distinguono; meglio il confronto sincrono (presenza o on line). Il fatto di avere solo 10 min nellesercitazione ha messo in crisi; i tempi sono molto lunghi e si dilatano.

8 Apriamo una piccola parentesi… Richiesta dai corsisti…e proviamo a definire che cosa è il Web 2.0

9 What is Web 2.0? Trying to define and categorize what Web 2.0 means is like trying to change the tire on yours car while its going down the highway. Dr. Jhon Thompson – FETC 2008

10 Tentiamo lo stesso di definirlo Web 2.0 si riferisce alle tecnologie che permettono ai dati di diventare indipendenti dalla persona che li produce o dal sito in cui vengono creati. L'informazione può essere suddivisa in unità che viaggiano liberamente da un sito all'altro, spesso in modi che il produttore non aveva previsto o inteso. Questo paradigma del Web 2.0 permette di condividere le informazioni sulle quali è stato creato Internet e rende i dati più diffusi. What is web Tim O' Reilly

11 Someone said… I cambiamenti avvenuti nelle tecnologie, nellorganizzazione economica e nelle pratiche sociali di produzione hanno creato nuove opportunità per la creazione, lo scambio di informazione, conoscenza e cultura. Y. Benkler, The Wealth of Networks, 2006

12 Someone said… Le mura che dividono le istituzioni crolleranno e al loro posto emergeranno network scientifici aperti. Tutti i dati e le ricerche scientifiche del mondo finalmente, saranno a disposizione di ogni singolo ricercatore – gratis – senza pregiudizi né costi indiretti. D. Tapscott, A.D. Williams, Wikinomics, 2006

13 Riassumendo…

14 Cosa cambia con Web 2.0? Proviamo ad utilizzare Zoho Wiki

15 Cosa è cambiato? Condivisione di informazioni; facilità di aggiornamento; apertura/chiusura con lesterno; minor tempo per mettere insieme riutilizzo delle risorse; peer production

16 Peer Production Produzione ad opera di un gruppo di pari (peering) Ciò che avviene quando una massa di persone collabora al fine di promuovere la crescita nel proprio settore di appartenenza


Scaricare ppt "Metodi e tecniche per lE-Tutor nella scuola Modulo 1 – Tecnologie didattiche e comunicazione multimediale Dal Web 1.0 al Web 2.0 Laboratorio 9/2/2008."

Presentazioni simili


Annunci Google