La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO DAL PUNTO DI VISTA STORICO GIURIDICO E NORMATIVO Assicurazione obbligatoria contro infortuni sul lavoro Assicurazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO DAL PUNTO DI VISTA STORICO GIURIDICO E NORMATIVO Assicurazione obbligatoria contro infortuni sul lavoro Assicurazione."— Transcript della presentazione:

1

2

3

4

5 LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO DAL PUNTO DI VISTA STORICO GIURIDICO E NORMATIVO Assicurazione obbligatoria contro infortuni sul lavoro Assicurazione obbligatoria contro infortuni sul lavoro Leggi per prevenzione infortuni: Leggi per prevenzione infortuni: nelle industrie con un certo numero di dipendenti nelle industrie con un certo numero di dipendenti per lavori in miniere e cave per lavori in miniere e cave per attività con materie che potevano esplodere per attività con materie che potevano esplodere inizi inizi1900 Regi Decreti con regolamenti per costruzioni, Regi Decreti con regolamenti per costruzioni, strade ferrate, tramvie, impiego di gas tossici strade ferrate, tramvie, impiego di gas tossici Queste norme però: Queste norme però: escludono importanti settori lavorativi (es. agricoltura) escludono importanti settori lavorativi (es. agricoltura) non prevedono sanzioni penali non prevedono sanzioni penali si caratterizzano più per la loro importanza assicurativa si caratterizzano più per la loro importanza assicurativa

6 IL DATORE DI LAVORO DIVENTA UN VERO E PROPRIO IL DATORE DI LAVORO DIVENTA UN VERO E PROPRIO DEBITORE DI SICUREZZA NEI CONFRONTI DEI DEBITORE DI SICUREZZA NEI CONFRONTI DEI SUOI DIPENDENTI SUOI DIPENDENTI Codice Penale (artt ) Codice Penale (artt ) Codice Civile (art. 2087) Codice Civile (art. 2087) Costituzione della Repubblica (artt ) Costituzione della Repubblica (artt ) dal 1930 al 1950 DPR 547/55 (Norme per la prevenzione degli infortuni DPR 547/55 (Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro) sul lavoro) DPR 164/56 (Norme per la prevenzione degli infortuni DPR 164/56 (Norme per la prevenzione degli infortuni sul lavoro nelle costruzioni) sul lavoro nelle costruzioni) DPR 303/56 (Norme generali per ligiene del lavoro) DPR 303/56 (Norme generali per ligiene del lavoro) 1955 e 1956 Con queste norme lo Stato: detta obblighi da rispettare detta obblighi da rispettare identifica precisi destinatari (DdL, dirigenti, preposti, lavoratori) identifica precisi destinatari (DdL, dirigenti, preposti, lavoratori) prevede specifiche sanzioni prevede specifiche sanzioni garantisce la vigilanza sulla loro applicazione garantisce la vigilanza sulla loro applicazione (attraverso specifici organismi tecnici) (attraverso specifici organismi tecnici)

7 Legge n. 300: Statuto dei Lavoratori Legge n. 300: Statuto dei Lavoratori diritto dei lavoratori di controllare lapplicazione delle norme diritto dei lavoratori di controllare lapplicazione delle norme per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali per la prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali e di promuovere la ricerca, lelaborazione e lattuazione di e di promuovere la ricerca, lelaborazione e lattuazione di tutte le misure idonee a tutelare la loro salute tutte le misure idonee a tutelare la loro salute Legge n. 833: Riforma Sanitaria Legge n. 833: Riforma Sanitaria trasferisce la maggior parte dei compiti di vigilanza e di trasferisce la maggior parte dei compiti di vigilanza e di controllo dallIspettorato del Lavoro alle strutture periferiche controllo dallIspettorato del Lavoro alle strutture periferiche delle ULSS (Servizi Territoriali di Prevenzione) delle ULSS (Servizi Territoriali di Prevenzione) Circolari Ministeriali sulle lavorazioni con ammine aromatiche Circolari Ministeriali sulle lavorazioni con ammine aromatiche DPR 962/82 sulle lavorazioni con cloruro vinile monomero DPR 962/82 sulle lavorazioni con cloruro vinile monomero DPR 175/78 sui rischi industriali rilevanti (Direttiva Seveso) DPR 175/78 sui rischi industriali rilevanti (Direttiva Seveso) 1979 la prevenzione si innova e interviene su rischi globali e su tutti i soggetti coinvolgibili le attività considerate sono inserite in un sistema che prevede la loro suddivisione in classi di rischio e a pari classe deve corrispondere un pari sistema di prevenzione e sicurezza

8 PREVENZIONE E SICUREZZA Si è così venuto a configurare un sistema di prevenzione e di sicurezza puntuale specifico la prevenzione del singolo rischio: è un obbligo generale previsto dalla Costituzione le misure di sicurezza devono essere idonee devono essere aggiornate in relazione allo sviluppo tecnologico e delle conoscenze i lavoratori devono essere informati

9 Il sistema normativo Italiano In Italia convivevano con difficoltà normative derivanti da diverse filosofie originarie ed applicative e norme di recepimento comunitario. CARATTERIZZATE DA: Ampio coinvolgimento, nei ruoli e nelle responsabilità, di tutti i soggetti del mondo del lavoro Un diffuso sistema sanzionatorio penalistico La centralità e lampiezza delle responsabilità del Datore di Lavoro Il lavoratore è considerato non più solo soggetto passivo

10 Il vigente sistema normativo Il D.Lgs. 81/08 ss.mm.ii detta, finalmente,precise disposizioni sullorganizzazione della Sicurezza nelle varie fasi e nei ruoli definendo compiti e responsabilità dei vari personaggi introducendo il concetto che il miglioramento dei livelli di sicurezza possa essere programmato nel tempo

11 Una evoluzione del sistema normativo Da sistema esclusivamente impositivo e limitativo dellattività organizzativa – imprenditoriale del datore di lavoro A un sistema ancora limitativo ma anche di responsabilizzazione del datore di lavoro nella valutazione di tutti i rischi emergenti e residuali con il conseguente obbligo di tenersi aggiornato anche sullevoluzione tecnologica della Sicurezza e dellIgiene del lavoro

12 Dal D.Lgs 626/94: Il MIGLIORAMENTO della sicurezza e della salute dei lavoratori nei luoghi di lavoro Al D.Lgs 81/08: modello organizzativo Attuazione dellart.1 della L.3 agosto 2007, n.123, per il riassetto e la riforma delle norme in materia di salute e sicurezza delle lavoratrici e dei lavoratori nei luoghi di lavoro.

13 Programmazione: attività normale e continuativa. Organizzazione: precisare ruoli, competenze, responsabilità. Standardizzazione: delle procedure dintervento. Consultazione e Partecipazione Formazione e Informazione Impianto Sanzionatorio

14 In questo processo diventa di fondamentale importanza lattuazione delle seguenti operazioni: 1. Valutazione del rischio cioè analisi del ciclo lavorativo finalizzato allindividuazione dei potenziali rischi operativi, alla loro definizione e misura; 2. Interventi di prevenzione cioè indicazioni e criteri dintervento per leliminazione, o per lo meno la riduzione, dei rischi attraverso la programmazione dinterventi di prevenzione integrata, del tipo organizzativo e procedurale. 3. Interventi di protezione cioè la programmazione degli stessi che deve privilegiare le misure di prevenzione «collettive» a quelle «individuali».

15 DATORE DI LAVORO DIRIGENTI PREPOSTI R.S.P.P. Medico Competente LAVORATORI R.L.S. LORGANIZZAZIONE DELLA PREVENZIONE E I SOGGETTI COINVOLTI

16 Un Sistema organizzato di prevenzione che preveda: che preveda: individuazione e valutazione dei rischi individuazione e valutazione dei rischi riduzione dei rischi alla fonte riduzione dei rischi alla fonte adozione di misure preventive adozione di misure preventive informazione, formazione, addestramento degli addetti informazione, formazione, addestramento degli addetti specifiche sanzioni penali specifiche sanzioni penali Un Sistema : Un Sistema : 2008 GLOBALE PROGRAMMATO INFORMATO PARTECIPATO

17 APPROCCIO METODOLOGICO Individuare e valutare i rischi Identificare gli esposti Adottare le soluzioni per eliminare o ridurre i rischi tecniche organizzative procedurali comportamentali Proteggere i lavoratori Informare e formare i lavoratori Verificare su di essi lesistenza di danni

18 LA SICUREZZA LA SICUREZZA inizia dalla Direzione inizia dalla Direzione progetto permanente progetto permanente basata sulla prevenzione basata sulla prevenzione e non sullazione riparatrice e non sullazione riparatrice è misurabile è misurabile è compito di tutti è compito di tutti in tutte le fasi dei processi in tutte le fasi dei processi produttivi e del ciclo di vita produttivi e del ciclo di vita dei prodotti dei prodotti si raggiunge con la si raggiunge con la formazione continua formazione continua

19 D. Lgs. 81 E I SOGGETTI DELLA PREVENZIONE linea operativa e linea consultiva DATORE DATORE DI LAVORO DI LAVORO DIRIGENTI DIRIGENTI PREPOSTI PREPOSTI LAVORATORI LAVORATORI SPP SPP MEDICO MEDICO COMPETENTE COMPETENTE RLS RLS MEDICO MEDICO COMPETENTE COMPETENTE

20 IL DATORE DI LAVORO CHI E? CHI E? E IL SOGGETTO TITOLARE DEL RAPPORTO DI LAVORO CON IL LAVORATORE INDIVIDUARE E VALUTARE I RISCHI INDIVIDUARE E VALUTARE I RISCHI ORGANIZZARE E GESTIRE LA PREVENZIONE ORGANIZZARE E GESTIRE LA PREVENZIONE IN AZIENDA IN AZIENDA ADOTTARE LE NECESSARIE MISURE DI ADOTTARE LE NECESSARIE MISURE DI SICUREZZA TECNICHE, ORGANIZZATIVE E SICUREZZA TECNICHE, ORGANIZZATIVE E PROCEDURALI PROCEDURALI INFORMARE E FORMARE I LAVORATORI SUI INFORMARE E FORMARE I LAVORATORI SUI RISCHI PRESENTI IN AZIENDA RISCHI PRESENTI IN AZIENDA

21 IL DIRIGENTE Colui che SOVRINTENDE SOVRINTENDE ORGANIZZA ORGANIZZA DISPONE DISPONE nellambito delle competenze e dei poteri riconosciutigli PREDISPORRE LE MISURE DI SICUREZZA PREDISPORRE LE MISURE DI SICUREZZA IN SINTONIA CON IL DATORE DI LAVORO IN SINTONIA CON IL DATORE DI LAVORO IMPARTIRE ISTRUZIONI E ORDINI PRECISI IMPARTIRE ISTRUZIONI E ORDINI PRECISI PER LA MIGLIORE ESECUZIONE DEL LAVORO PER LA MIGLIORE ESECUZIONE DEL LAVORO VIGILARE AFFINCHE LE ISTRUZIONI VENGANO VIGILARE AFFINCHE LE ISTRUZIONI VENGANO ESEGUITE ESEGUITE INCARICARE I PREPOSTI AFFINCHE SVOLGANO INCARICARE I PREPOSTI AFFINCHE SVOLGANO MANSIONI DI CONTROLLO E VIGILANZA MANSIONI DI CONTROLLO E VIGILANZA CHI E? CHI E?

22 IL PREPOSTO COLUI CHE SVOLGE FUNZIONI DI CONTROLLO E SORVEGLIANZA CON I CORRISPONDENTI POTERI ORGANIZZATIVI E DISCIPLINARI SENZA I POTERI/DOVERI DI PREDISPOSIZIONE DI MEZZI E STRUTTURE SEGNALARE CARENZE O INEFFICIENZE DEISEGNALARE CARENZE O INEFFICIENZE DEI SISTEMI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE SISTEMI DI PREVENZIONE E PROTEZIONE FAR OSSERVARE LE MISURE DI PREVENZIONE FAR OSSERVARE LE MISURE DI PREVENZIONE DISPOSTE DAL DATORE DI LAVORO E DAI DISPOSTE DAL DATORE DI LAVORO E DAI DIRIGENTI DIRIGENTI VIGILARE SUI LAVORATORI VIGILARE SUI LAVORATORI CHI E? CHI E?

23 IL LAVORATORE CHI E? CHI E? PERSONA CHE PRESTA IL PROPRIO LAVORO ALLE DIPENDENZE DI UN DATORE DI LAVORO (EQUIPARATI: soci lavoratori di cooperative o società, utenti di servizi di orientamento o formazione scolastica, universitaria e professionale avviati presso DdL, allievi di istituti di istruzione ed universitari, partecipanti a corsi di formazione professionale; ESCLUSI addetti a servizi domestici e familiari con rapporto di lavoro subordinato anche speciale) OSSERVARE LE DISPOSIZIONI E LE ISTRUZIONI OSSERVARE LE DISPOSIZIONI E LE ISTRUZIONI IMPARTITE DAL DATORE DI LAVORO IMPARTITE DAL DATORE DI LAVORO NON RIMUOVERE O MODIFICARE I DISPOSITIVI DI NON RIMUOVERE O MODIFICARE I DISPOSITIVI DI SICUREZZA, SEGNALAZIONE E CONTROLLO SICUREZZA, SEGNALAZIONE E CONTROLLO NON COMPIERE DI PROPRIA INIZIATIVA OPERAZIONI NON COMPIERE DI PROPRIA INIZIATIVA OPERAZIONI PERICOLOSE PER LA PROPRIA O ALTRUI SICUREZZA PERICOLOSE PER LA PROPRIA O ALTRUI SICUREZZA UTILIZZARE CORRETTAMENTE I DPI UTILIZZARE CORRETTAMENTE I DPI SEGNALARE IMMEDIATAMENTE CONDIZIONI DI PERICOLO SEGNALARE IMMEDIATAMENTE CONDIZIONI DI PERICOLO SOTTOPORSI AI CONTROLLI SANITARI SOTTOPORSI AI CONTROLLI SANITARI

24 IL RLS CHI E? CHI E? PERSONA O PERSONE ELETTE O DESIGNATE, IN TUTTE LE AZIENDE O UNITA PRODUTTIVE, PER RAPPRESENTARE I LAVORATORI RELATIVAMENTE AGLI ASPETTI DELLA SALUTE E DELLA SICUREZZA DURANTE IL LAVORO N° DIPENDENTI eletto allinterno direttamente dai lavoratori eletto allinterno direttamente dai lavoratori individuato per più aziende nellambito territoriale o individuato per più aziende nellambito territoriale o del comparto del comparto eletto o designato dai lavoratori nellambito delle eletto o designato dai lavoratori nellambito delle rappresentanze sindacali in azienda rappresentanze sindacali in azienda eletto o designato dai lavoratori allinterno, in eletto o designato dai lavoratori allinterno, in assenza delle rappresentanze sindacali assenza delle rappresentanze sindacali RLS (modalità di elezione e numero) (modalità di elezione e numero) fino a da 200 a oltre 1000 oltre 1000

25 RLS: COSA DEVE FARE? RLS: COSA DEVE FARE? RICEVE INFORMAZIONI E DOCUMENTAZIONE AZIENDALE, RICEVE INFORMAZIONI E DOCUMENTAZIONE AZIENDALE, INFORMAZIONI DAI SERVIZI DI VIGILANZA, ADEGUATA INFORMAZIONI DAI SERVIZI DI VIGILANZA, ADEGUATA FORMAZIONE FORMAZIONE PARTECIPA ALLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE PARTECIPA ALLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI E PROTEZIONE DAI RISCHI AVVERTE IL RESPONSABILE DELLAZIENDA DEI RISCHI AVVERTE IL RESPONSABILE DELLAZIENDA DEI RISCHI INDIVIDUATI NEL CORSO DELLA SUA ATTIVITA INDIVIDUATI NEL CORSO DELLA SUA ATTIVITA ACCEDE AI LUOGHI DI LAVORO ACCEDE AI LUOGHI DI LAVORO PROMUOVE LELABORAZIONE, LINDIVIDUAZIONE E PROMUOVE LELABORAZIONE, LINDIVIDUAZIONE E LATTUAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE LATTUAZIONE DELLE MISURE DI PREVENZIONE FORMULA OSSERVAZIONI IN CASO DI VISITE E VERIFICHE FORMULA OSSERVAZIONI IN CASO DI VISITE E VERIFICHE DELLE AUTORITA COMPETENTI DELLE AUTORITA COMPETENTI DEVE ESSERE PREVENTIVAMENTE CONSULTATO: DEVE ESSERE PREVENTIVAMENTE CONSULTATO: - per la designazione addetti SPP, prevenzione incendi, pronto soccorso soccorso - per la definizione del piano di attività per pronto soccorso, evacuazione e prevenzione incendi evacuazione e prevenzione incendi - per la valutazione dei rischi - per la formazione degli addetti a pronto soccorso evacuazione e antincendio evacuazione e antincendio

26 IL SPP CHI E? CHI E? INSIEME DELLE PERSONE, SISTEMI E MEZZI ESTERNI O INSIEME DELLE PERSONE, SISTEMI E MEZZI ESTERNI O INTERNI ALLAZIENDA FINALIZZATI ALLATTIVITA DI INTERNI ALLAZIENDA FINALIZZATI ALLATTIVITA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI PROFESSIONALI PREVENZIONE E PROTEZIONE DAI RISCHI PROFESSIONALI IL RSPP DEVE AVERE IL RSPP DEVE AVERE ATTITUDINI E CAPACITA ADEGUATE DATORE DATORE DI LAVORO DI LAVORO SERVIZIO SERVIZIO INTERNO INTERNO SERVIZIO SERVIZIO ESTERNO ESTERNO

27 SPP: COSA DEVE FARE? SPP: COSA DEVE FARE? INDIVIDUARE E VALUTARE I FATTORI DI INDIVIDUARE E VALUTARE I FATTORI DI RISCHIO RISCHIO INDIVIDUARE LE MISURE PER LA SICUREZZA INDIVIDUARE LE MISURE PER LA SICUREZZA E LA SALUTE E LA SALUTE ELABORARE LE MISURE PREVENTIVE E ELABORARE LE MISURE PREVENTIVE E PROTETTIVE PROTETTIVE PROPORRE I PROGRAMMI DI INFORMAZIONE PROPORRE I PROGRAMMI DI INFORMAZIONE E FORMAZIONE DEI LAVORATORI E FORMAZIONE DEI LAVORATORI FORNIRE AI LAVORATORI LE INFORMAZIONI FORNIRE AI LAVORATORI LE INFORMAZIONI SUI RISCHI GENERALI E SPECIFICI PER LA SUI RISCHI GENERALI E SPECIFICI PER LA SICUREZZA E LA SALUTE SICUREZZA E LA SALUTE PARTECIPARE ALLA RIUNIONE PERIODICA DI PARTECIPARE ALLA RIUNIONE PERIODICA DI PREVENZIONE E PROTEZIONE PREVENZIONE E PROTEZIONE

28 IL MEDICO COMPETENTE CHI E? CHI E? MEDICO IN POSSESSO DI SPECIALIZZAZIONE IN MEDICINA DEL LAVORO, DOCENZA O LIBERA DOCENZA IN MEDICINA DEL LAVORO. EFFETTUARE LA SORVEGLIANZA SANITARIA E LE EFFETTUARE LA SORVEGLIANZA SANITARIA E LE VISITE RICHIESTE DAL LAVORATORE VISITE RICHIESTE DAL LAVORATORE (se correlate ai rischi professionali) (se correlate ai rischi professionali) ISTITUIRE ED AGGIORNARE UNA CARTELLA ISTITUIRE ED AGGIORNARE UNA CARTELLA SANITARIA E DI RISCHIO (da tenere presso il DdL con SANITARIA E DI RISCHIO (da tenere presso il DdL con salvaguardia del segreto professionale) PER OGNI salvaguardia del segreto professionale) PER OGNI LAVORATORE SOTTOPOSTO A SORVEGLIANZA LAVORATORE SOTTOPOSTO A SORVEGLIANZA SANITARIA SANITARIA


Scaricare ppt "LA PREVENZIONE NEI LUOGHI DI LAVORO DAL PUNTO DI VISTA STORICO GIURIDICO E NORMATIVO Assicurazione obbligatoria contro infortuni sul lavoro Assicurazione."

Presentazioni simili


Annunci Google