La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nello spazio a caccia di raggi gamma Massimiliano Razzano Gloria Spandre Comunicare Fisica 2005 (Frascati, 24-27 ottobre 2005)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nello spazio a caccia di raggi gamma Massimiliano Razzano Gloria Spandre Comunicare Fisica 2005 (Frascati, 24-27 ottobre 2005)"— Transcript della presentazione:

1 nello spazio a caccia di raggi gamma Massimiliano Razzano Gloria Spandre Comunicare Fisica 2005 (Frascati, ottobre 2005)

2 Sommario Che cosè GLAST? Poster e brochure I mini-video di GLAST Toccare con mano GLAST Lesperienza Ludoteca Scientifica 2005 Progetti futuri

3 GLAST, acronimo di Gamma-ray Large Area Space Telescope, è una missione dedicata allastrofisica gamma. Il principale strumento a bordo e il LAT ( Large Area Telescope) un telescopio a produzione di coppie che guardera il cielo nella banda spettrale inesplorata tra 50MeV-300 GeV con notevoli potenzialita di scoperte scientifiche GLAST è frutto di una collaborazione internazionale in cui lItalia riveste un ruolo molto importante Che cosè GLAST? Gli strumenti di GLAST avranno una sensibilità e risoluzione decisamente migliore rispetto agli strumenti precedenti (es. EGRET);

4 Gli strumenti di GLAST Il Large Area Telescope (LAT), che sfrutta il principio della produzione di coppie: e + e - Basato su rivelatori di nuova generazione, ad esempio il tracciatore a microstrip di silicio. e+e+ e-e- Il GLAST Burst Monitor (GBM), basato su rivelatori a scintillazione e dedicato ai Gamma Ray Burst

5 La Scienza di GLAST Studio di sorgenti transienti (GRB, brillamenti solari) Identificazione sorgenti EGRET e scoperta nuove sorgenti Studio meccanismi accelerazione in AGN, pulsar e resti di supernovae Emissione gamma diffusa Materia oscura e Cosmologia

6 Perchè GLAST? GLAST è un esperimento per studiare uno dei settori più affascinanti dellastrofisica moderna; Il programma scientifico di GLAST abbraccia temi di ricerca di primo piano (materia oscura, buchi neri, galassie attive, ecc..) che possono attirare lattenzione anche di un pubblico non esperto; GLAST offre la possibilità di mostrare le più moderne tecnologie utilizzate nella ricerca in fisica delle particelle elementari; LItalia ha un ruolo rilevante nella collaborazione, sia nella costruzione di una parte fondamentale dellapparato (il tracciatore al silicio) sia nella studio delle tematiche scientifiche, che e importante far conoscere e valorizzare; GLAST possiede il più grande sistema di tracciatura mai inviato nello spazio e la sua realizzazione è stata una notevole sfida tecnologica resa possibile dalla stretta collaborazione instauratasi tra Istituti di ricerca (INFN e ASI) e Industrie Italiane altamente qualificate per lingegnerizzazione e la costruzione di componenti di volo ad elevato standard.

7 Come? attraverso poster…... come il primo che abbiamo realizzato per la Ludoteca Scientifica 2005 (Pisa)

8 ... ed il secondo che presentiamo oggi…

9 .. ed attraverso video per raccontare la scienza di GLAST ed il contributo italiano nella missione Ecco i primi esperimenti…. Odissea nel cielo gamma Presentati durante il Tracker Collaboration Workshop Castelfalfi – 23 settembre 2005

10 Tutti gli uomini del tracciatore Un video più leggero e divertente per raccontare le fasi della costruzione del tracciatore In diretta dalla clean room… … e non solo!

11 Tutti gli uomini del tracciatore (II)

12 Toccare per credere! Prima uscita ufficiale alla LudotecaScientifica 2005 (Pisa) per.. Far toccare con mano le principali parti dello strumento; Illustrare le varie fasi di costruzione dellelemento fondamentale che costituisce il tracciatore (il tray) attraverso i singoli componenti: dallelemento strutturale di materiale composito in fibra di carbonio fino allelemento sensibile, il rivelatore al silicio. Mostrare il cielo in una luce diversa!

13 I visitatori di GLAST... un wafer di silicio del tracciatore Quanto è sottile! Tranquilli… non morde!

14 .... alla Lus2005 Protagonista indiscusso il pannello strutturale in alluminio a nido dape ! Ganzo!!!.... un pesa nulla !

15 e.. Un po di numeri... Periodo: 9 aprile-15 maggio Visitatori LuS: prenotati circa 7500 (media di 235/giorno), soprattutto scuole superiori e medie. Circa 9500 persone in totale, comprese le visite libere. Buona parte ha visitato lesposizione di GLAST. Rappresentanti del gruppo ed animatori hanno operato in stretta collaborazione contribuendo cosi al successo delliniziativa. Alcune domande... Quanto pesa? Quando lo lanciate? Se scoppia nel lancio, ne costruite un altro? … Ma lo costruite proprio a Pisa? Non alla NASA? Quali sono le applicazioni pratiche? Ce ne sono? Cosa sono i buchi neri?

16 Per ricordo… abbiamo preparato dei pieghevoli illustrativi riguardanti GLAST…

17 Progetti per il futuro… Preparazione Ludoteca 2006; Completamento del tracciatore con componenti e tools rimasti dopo la costruzione, per uneventuale allestimento permanente in Istituto. Inizio attività di divulgazione presso le scuole superiori di Pisa e provincia, utilizzando GLAST per introdurre i ragazzi alle problematiche dellastrofisica moderna Nuovo materiale e apertura sito web Interazione con il gruppo di Public Outreach di GLAST (Sonoma University) per eventuale scambio di materiale. Traduzione in italiano del materiale divulgativo GLAST e proposta di nostri contributi.

18 ..e naturalmente...Prepararsi al lancio!


Scaricare ppt "Nello spazio a caccia di raggi gamma Massimiliano Razzano Gloria Spandre Comunicare Fisica 2005 (Frascati, 24-27 ottobre 2005)"

Presentazioni simili


Annunci Google