La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Esempio di collaborazione strutturata tra Medicina generale e Psichiatria territoriale in Valdichiana Il perchè Il come I risultati Arezzo 18 Aprile.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Esempio di collaborazione strutturata tra Medicina generale e Psichiatria territoriale in Valdichiana Il perchè Il come I risultati Arezzo 18 Aprile."— Transcript della presentazione:

1 1 Esempio di collaborazione strutturata tra Medicina generale e Psichiatria territoriale in Valdichiana Il perchè Il come I risultati Arezzo 18 Aprile 2008

2 2 Integrazione tra MG e UFSM Il Perchè: –È necessario sviluppare relazioni strutturate di collaborazione tra medicina generale e psichiatria territoriale ?

3 3 Integrazione tra M.G. e U.F.S.M. Disturbi psichiatrici comuni Alta prevalenza Profonda sofferenza soggettiva Rilevante disabilità

4 4 OMS – soggetti esaminati per problemi di salute in 15 ambulatori di 14 diverse nazioni pazienti selezionati sintomi psichiatrici clinicamente rilevanti 9% sintomatologia sottosoglia 25%

5 5 Patologie riscontrate con maggior frequenza: Depressione: ……….………………10% Ansia generalizzata: ……………… 8% Abuso di bevande alcoliche …..…. 3% OMS – 1995 Diagnostic and Management Guidelines for Mental Disorders in Primary Care

6 6 SIMG – ASL di Brescia Audit clinico nel disturbo dansia DiagnosiStudio Ansia generalizzata Ansia non specificata Panico Reazione adattamento con ansia Fobie Disturbo ossessivo/compulsivo 0,92% 1,91% 0,34% 0,12% 0,13% 0,08% Proposta per una collaborazione tra medici di medicina generale e specialisti psichiatri

7 7 Disagio psicologico e disturbo mentale negli ambulatori di Medicina Generale Durata:3 settimane Medici coinvolti:40 Persone contattate: Disagio Psicologico rilevato:1008 Caratteristiche dello studio Valdichiana Est – MG e DSM 1999

8 8 Tutti gli studi concordano: Alta prevalenza dei disturbi psichiatrici comuni Numerosi casi non sono diagnosticati dal medico di MG Quelli diagnosticati –Non sempre trattati in modo appropriato –Non sempre in accordo con le LG

9 9 Disturbi psichiatrici comuni Ruolo da protagonista del Medico di MG nella gestione di questa psicopatologia Impossibilità dei servizi psichiatrici di gestire tutti i pazienti Caratteristiche comuni tra MG e Psichiatria

10 10 Dottore, mi faccia fare una TAC, ma a tutto, mi raccomando !! Perché vuol fare questo esame ? Lo ha detto un grande professore alla TV …

11 11 Necessità di creare modelli evoluti di organizzazione sanitaria che portino ad una integrazione strutturata tra MG e Psichiatria finalizzata alla gestione dei disturbi psichiatrici

12 12 Integrazione tra MG e UFSM Il come –Come realizzare questo modello strutturato di collaborazione ?

13 13 Modelli organizzativi rimpiazzo (replacement) aumentato gettito (increased throughpout) collegamento-unione (liaison-attachment) Ambulatorio trasferito Balint modificato Consultazione selettiva Consultazione congiunta Valutazione a tre

14 14 Percorso di collaborazione tra MG e Psichiatria in Valdichiana Parliamoc i Collaboriam o

15 15 Percorso di collaborazione tra MG e Psichiatria in Valdichiana

16 16 Gruppo di coordinamento di medicina generale e salute mentale 6 medici di medicina generale 1 rappresentante di distretto 1 rappresentante dei comuni Il responsabile della UFSM 1 psichiatra 1 psicologo

17 17 Gruppo di coordinamento di medicina generale e salute mentale Osservazione e monitoraggio dello stato di salute della popolazione del distretto della Valdichiana Sviluppo della modalità di collaborazione Scelta di strategie utili al miglioramento della salute psichica del Paziente Scelta di strategie preventive a breve e lungo termine Attività di formazione ed aggiornamento

18 18 Percorso di collaborazione tra MG e Psichiatria in Valdichiana Raggruppa 40 Medici di MG Opera nel Distretto della Valdichiana Aretina Copre un territorio di 560 Km 2 – 5 Comuni Pazienti

19 19 Sistema informatico della CEM Server della Cooperativa Ambulatori di M.G. Medico A Medico C Medico B

20 20 Integrazione tra MG e UFSM I Risultati –Formazione ed aggiornamento –Ricerca –Progetti

21 21 Formazione ed Aggiornamento La relazione Medico / Paziente –Il counselling –Il linguaggio verbale e non verbale –Latteggiamento del medico e il suo modo di porsi Le psicosi La depressione post – partum I disturbi del comportamento alimentare nelladolescenza

22 22 La Ricerca Disagio psicologico e disturbo mentale negli ambulatori di MG Deterioramento cognitivo e disturbi dellumore nellanziano Verifica e Qualità dei rapporti tra medicina generale e servizi psichiatrici

23 23 Disagio psicologico e disturbo mentale negli ambulatori di MG Durata:3 settimane Medici coinvolti:40 Schede compilate465 Persone contattate: Caratteristiche dello studio

24 24 Disagio psicologico e disturbo mentale negli ambulatori di MG

25 25 Disagio psicologico e disturbo mentale negli ambulatori di MG Comportamento del medico –675 Gestiti in modo autonomo –78 Inviati al DSM –35 Inviati ad altro servizio/ospedale –50 Inviati allo specialista privato –166 Prescrizioni terapeutiche suggerite

26 26 Disagio psicologico e disturbo mentale negli ambulatori di MG Motivazione di invio al DSM –48.7 % Per conferma diagnosi/trattamento –30.7% Per gravosità della relazione – 9.0 % Per insorgenza acuta del disturbo –11.6% Motivazione sconosciuta

27 27 Deterioramento cognitivo e disturbi dellumore nellanziano Criteri adottati –Disturbi mnesici e del linguaggio – Riduzione delle attività quotidiane – Labilità emotiva – Variazioni del comportamento – Disorientamento spazio temporale

28 28 Deterioramento cognitivo e disturbi dellumore nellanziano

29 29 Deterioramento cognitivo e disturbi dellumore nellanziano 628 Fasce detàN. Con uno - più disturbi % 65 – –

30 30 Deterioramento cognitivo e disturbi dellumore nellanziano

31 31 Verifica e Qualità dei rapporti tra medicina generale e servizi psichiatrici l85.7% era favorevole alladozione di protocolli diagnostici il 60% era favorevole a strutturare incontri periodici tra MMG e specialisti del DSM l84% riteneva che la modalità di accesso al DSM era rapido per il 51% il telefono era lo strumento ritenuto più utile per il primo contatto il 60% riteneva che il flusso di informazioni reciproche era buono il 77% riteneva che il livello di soddisfazione del Paziente era buono il 100% riteneva necessario lintervento a domicilio dello psichiatra (solo per casi selezionati e auspicava la presenza del medico di Mg per la prima visita)

32 32 I Progetti – Progetto Alzheimer Cortona C.Fiorentino Lucignano Marciano Foiano della Chiana 1997 CORTONA CONVEGNO NAZIONALE LA MALATTIA DI ALZHEIMER

33 33 Progetto Alzheimer zona Valdichiana - Finalità Indagine conoscitiva sulla prevalenza del problema Indagine socio-psicologica Formazione degli operatori Sensibilizzazione della collettività Avvio e sperimentazione di risorse

34 34 Progetto Alzheimer zona Valdichiana - Obbiettivo Individuazione di un percorso unico, gestito in maniera interdisciplinare e integrata, per tutti i pazienti con disturbi cognitivi residenti in Valdichiana Cercare di rilevare il disturbo nella fase più precoce possibile

35 35 Progetto Alzheimer zona Valdichiana – Figure ineressate MMG Psicologo Psichiatra Infermiere Ass.Sociale Geriatra Neurologo

36 36 Progetto Alzheimer zona Valdichiana – Modello organizzativo Ospedale FamigliaServiziAltri Medico di Medicina Generale Ambulatorio per i disturbi cognitivi Centro Ascolto Alzheimer Servizi Sociali Servizio infermieristico Territoriale Cooperativa Etruria Medica

37 37 Strategie efficaci per il trattamento dei disturbi mentali


Scaricare ppt "1 Esempio di collaborazione strutturata tra Medicina generale e Psichiatria territoriale in Valdichiana Il perchè Il come I risultati Arezzo 18 Aprile."

Presentazioni simili


Annunci Google