La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nicoletti Cap. 1. Tecnica e didattica dellattivita motoria delleta evolutiva Controllo motorio Sviluppo motorio Apprendimento motorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nicoletti Cap. 1. Tecnica e didattica dellattivita motoria delleta evolutiva Controllo motorio Sviluppo motorio Apprendimento motorio."— Transcript della presentazione:

1 Nicoletti Cap. 1

2 Tecnica e didattica dellattivita motoria delleta evolutiva Controllo motorio Sviluppo motorio Apprendimento motorio

3 Capitolo 1 Azione: risultato della somma di piu movimenti coordinati fra loro –obbiettivo principale soddisfare il compito motorio –risponde alla domanda che cosa si fa Movimento:elementare componente di una azione –La modalita di esecuzione di un movimento puo cambiare il risultato del compito motorio –risponde alla domanda come lo si fa

4 Capitolo 1 Il controllo dei movimenti avviene a livelli gerarchici diversi Movimento ad elevata efficacia (apprendimento): –corretta sinergia fra i diversi livelli –corretta elaborazione delle informazioni (interne al corpo e relative allambiente esterno) –riconoscimento di una azione e attenzione –rapida selezione della risposta motoria

5 Capitolo 1 Movimento e Controllo del movimento Movimento: cambiamento di posizioni spaziali del corpo o di sue singole parti Controllo motorio: studio degli aspetti fisiologici, fisici e psicologici del movimento

6 Capitolo 1 Dal Cervello al movimento –Lhomunculus e la corteccia motoria (la teoria localizzazionista) –la parte dx e sx del cervello e del corpo Le prime osservazioni del movimento –la cinematica del movimento –lapprendimento motorio: automaticita e programmazione del movimento (alfabeto morse, la scrittura a macchina)

7 Capitolo 1 Muybridge (1899)

8 James (1890) – I movimenti a controllo volontario e automatico il contesto e/o compito motorio, il tipo di attenzione Woodworth (1899) –fase di approssimazione fase di aggiustamento – Velocita e precisione –Accelerazione e decelarizione Capitolo 1 Le prime osservazioni del movimento

9 Capitolo1 Studi neurofisiologici e studi psicologici neurofisiologia –la via sensoriale e la via motoria –il movimento riflesso (risposta semplice involontaria, automatica altamente stereotipata, relativa allo stimolo) –lorganizzazione del movimento a livello gerarchico (corticale troncoencefalica spinale) –cervelletto (coordinazione a temporizzazione del movimento)

10 Capitolo1 Studi neurofisiologici e studi psicologici psicologia –riflessi condizionati –comportamenti condizionati

11 Capitolo 1 Linteresse provocato dalla seconda guerra –interazioni essere umano-macchina (progettazione ambienti e strumenti di lavoro) –leggi fisiche sottostanti le modalita di risposta (dimensioni corporee e dimensioni dellambiente) –la legge di Fitts –cognitivismo

12 Capitolo 1 Il movimento umano e le funzioni –Filogenesi –Ontogenesi La ricerca: dualismo –Cognitivismo Modelli dei processi mentali: Computer come metafora, Gestalt, Piaget. –Comportamentismo Comportamento osservabile come risultato di diversi stimoli (rinforzo, condizionamento). Pavlov

13 Comportamentismo e Cognitivismo Comportamentismo: I riflessi come unita base del movimento –I riflessi condizionati –Apprendimenti automatici Cognitivismo: Il cervello come sede centrale della codificazione delle informazioni –Il programma motorio –macchine pensanti Capitolo 1

14 Sport e Movimento Studi sul controllo motorio in ambiente sportivo ed educazione fisica Fitts (1964) Fittslaw : mediazione velocitae precisione Adams (1968, KR) : conoscenza del risultato Keele (1968): apprendimento motorio focalizzazione (cue) Merton & Morton (1972): modello di controllo Capitolo 1

15 Cervello Movimento Bernstein (1930) –integra la descrizione del movimento con la fisiologia –integra la cinematica e la dinamica con la neurofisiologia –include lidea della complessita –considera laspetto filogenetico Capitolo1

16 Il programma motorio Idea di processamento delle informazioni Metafora del cervello come computer Apprendimento come immagazzinamento delle informazioni e dei movimenti Journal of Motor Behavior (1969) Journal of Human Movement Studies (1972) Schmidt R (1982) Motor Control and Learning Capitolo 1

17 Il programma motorio: 3 passaggi Elaborazione di stimoli provenienti dallambiente esterno processi di selezione e decisione di possibili azioni sulla base delle info ricevute processi di controllo del movimento Capitolo 1

18 Skoglund (1956) –ruolo dei recettori sensoriali percettivi Merton Morton (1972) –ruolo dei fusi neuro-muscolari propriocettivi Grillner (1975) –Il pattern motorio: studi sulla locomozione Evarts (1972) –aree cerebrali coinvolte nel movimento Georgeopulos (2000) –neuroni motori: la direzione del movimento Capitolo 1

19 Oggi Rivalutazione del problema di Bernstein –Relazione controllo centrale e distale Ecological Approach (J J Gibson) –Relazione azione/percezione Approccio dei sistemi dinamici –movimento come funzione temporale Capitolo 1

20 Sviluppo e Apprendimento Motorio come ricerca di nuovi pattern motori come relazione fra il bimbo e lambiente che lo circonda come soluzioni motorie efficaci come azioni uniche come proprieta emergenti fra gradi di liberta e vincoli come invarianze percettivo-motorie Capitolo 1


Scaricare ppt "Nicoletti Cap. 1. Tecnica e didattica dellattivita motoria delleta evolutiva Controllo motorio Sviluppo motorio Apprendimento motorio."

Presentazioni simili


Annunci Google