La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PARTE IV I MODI DELLA POLITICA ECONOMICA: MERCATI, DISOCCUPAZIONE E INFLAZIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PARTE IV I MODI DELLA POLITICA ECONOMICA: MERCATI, DISOCCUPAZIONE E INFLAZIONE."— Transcript della presentazione:

1 PARTE IV I MODI DELLA POLITICA ECONOMICA: MERCATI, DISOCCUPAZIONE E INFLAZIONE

2 CAPITOLO 10 LA DISOCCUPAZIONE E LE POLITICHE PER LOCCUPAZIONE

3 Popolazione residente Popolazione attiva (15-65 anni) Forze lavoro Non forze lavoro Occupati Disoccupati

4 10.3 LA CURVA DI PHILIPS E LA POLITICA ECONOMICA La formulazione originaria Tasso di disoccupazione u Politica della domanda Phillips (1958): relazione negativa stabile tra disoccupazione e inflazione t = - b u t t : inflazione anno t u t : disoccupazione anno t Tasso di inflazione u1u1 u2u2 1 2

5 10.3 LA CURVA DI PHILIPS E LA POLITICA ECONOMICA La formulazione originaria Tasso di disoccupazione u Politica della domanda Phillips (1958): relazione negativa stabile tra disoccupazione e inflazione t = - b u t t : inflazione anno t u t : disoccupazione anno t Tasso di inflazione

6 10.3 LA CURVA DI PHILIPS E LA POLITICA ECONOMICA La curva di Phillips nella versione di Friedman e della nuova macroeconomia classica Tasso di disoccupazione u Tasso di inflazione Politica della domanda t = - b (u t - u N ) + t e Se t e = t (aspettative realizzate) ne segue che: 0 = - b(u t - u N ) quindi u t = u N u N = tasso naturale di disoccupazione (NUR) uNuN

7 Il programma di una politica economica con obiettivo di ridurre la disoccupazione, attraverso laumento della spesa pubblica (G) Il modello di politica economica è il seguente: u t = u t * t = - b (u t - u N ) + t e u t - u N = f(G) t e = t-1 t-1 = 0 e u N è dato uNuN u* Tasso di inflazione Tasso di disoccupazione u Il programma prevede una spesa pubblica pari a G* = f -1(u t * - u N ) che comporta un effetto inflazionistico pari a 1 = - b (u t * - u N ) > 0

8 Il programma di una politica economica con obiettivo di fermare il tasso di inflazione al livello 3 * Il modello di politica economica è il seguente: t = t-1 = 3 * t = - b (u t - u N ) + t e u t - u N = f(G) t e = t-1 u N è dato uNuN 3 * NB: volendo controllare u & è necessario: 1) cercare un secondo strumento; 2) passare a obiettivi flessibili, definendo una funzione di preferenza o di perdita U(u, ) Tasso di inflazione Tasso di disoccupazione u Ne deriva che u t * = u N, quindi G* = 0 aumento del livello di disoccupazione, che torna a livello u N

9 10.3 LA CURVA DI PHILIPS E LA POLITICA ECONOMICA Tasso naturale di disoccupazione e politica economica NAIRU Non-Accelerating Inflation Rate of Unemployement Tasso i disoccupazione che non provoca un aumento del tasso di inflazione Emerge da uneconomia in concorrenza imperfetta, in cui gli operatori hanno potere di mercato Se la disoccupazione si trova al di sotto del NAIRU, il livello di salario richiesto dai lavoratori è superiore al livello che le imprese sono disposte a pagare. In questa situazione i lavoratori aumentano le loro richieste che, se soddisfatte, provocano un aumento dei prezzi dovuto al fatto che le imprese a loro volta compensano in questo modo la riduzione dei profitti. Si crea in questo modo una spirale salari-prezzi Lequilibrio stabile si raggiunge soltanto quando la disoccupazione è pari al NAIRU, cioè in quella situazione nella quale le richieste dei lavoratori sono compatibili con le esigenze delle imprese. In altre parole, il Nairu esprime in termini di variazione del tasso di inflazione, lo squilibrio presente nel mercato del lavoro, la cui misura empirica è rappresentata dal tasso di disoccupazione

10 10.3 LA CURVA DI PHILIPS E LA POLITICA ECONOMICA Tasso naturale di disoccupazione e politica economica In realtà le stime del NAIRU, per i diversi Paesi risultano piuttosto variabili nel tempo Elementi di instabilità: 1.modificazioni demografiche; 2.potere delle organizzazioni sindacali e le rigidità..istituzionali del mercato del lavoro

11 10.4 LE CAUSE DELLE RIGIDITA SINDACALE I modelli di matching e di job search I modelli di matching e di job search => mostrano come le scelte dei lavoratori e delle imprese nelle moderne economie, dominate dalleterogeneità e caratterizzate da un accesso costoso alle informazioni possono condurre a fallimenti del mercato. Il processo di raccordo tra posti e lavoratori richiede unattività di ricerca continua e dispendiosa. Teoria della ricerca: spiega i periodi di disoccupazione come risultato del mancato incontro tra posti di lavoro vacanti e lavoratori disoccupati. Questa teoria poggia su 2 ipotesi fondamentali: 1) coesistono salari diversi per lo stesso tipo di lavoro; 2) linformazione degli agenti è imperfetta.

12 10.4 LE CAUSE DELLE RIGIDITA SINDACALE I modelli di matching e di job search Modello: lavoratore disoccupato trova un posto di lavoro e deve decidere se accettarlo o meno, dove: c: costi ricerca w: salario offerto dallimpresa w e : salario che il lavoratore si aspetta da una successiva offerta Egli continua la ricerca finchè il guadagno atteso da una nuova ricerca è maggiore del costo Politiche attive sul mercato del lavoro ( sistema di collocamento), politiche dellofferta

13 10.4 LE CAUSE DELLE RIGIDITA SINDACALE Le politiche dellofferta Flessibilità: del contratto del salario delloccupazione Precarietà Sistema di protezione sociale Aumento delloccupazione Ad esempio: 1) politiche attive per loccupazione (collocamento, riqualificazione); politiche di addestramento; modalità di contrattazione salariale; servizi pubblici per la mobilità; ecc. 2) incentivazione alloccupazione; contratti a tempo determinato; part-time; apprendistato; contratti formazione- lavoro; telelavoro; stage e tirocini; borse lavoro; lavoro interinale; programmazione negoziata (contratti darea, patti territoriali)

14 10.4 LE CAUSE DELLE RIGIDITA SINDACALE I modelli di contrattazione implicita Assicurazione fornita da imprese neutrali al rischio, a lavoratori avversi al rischio e senza possibilità di assicurarsi. Limpresa (assicuratore) paga al lavoratore (assicurato) un salario che gli permette di stabilizzare i consumi. Sono contratti che raggiungono lefficienza paretiana salario (w*) & occupazione (L *) Una rigidità e aciclicità del salario per cui il ciclo si ripercuote tutto sulloccupazione Poiché questo contratto comporta unallocazione efficiente del rischio tra lavoratore e datore di lavoro, non vi è ragione di intervento del governo quindi la strategia migliore è linazione.

15 10.4 LE CAUSE DELLE RIGIDITA SINDACALE Eurosclerosis Fenomeno verificatesi negli anni 1980, ossia al ristagno delloccupazione in Europa, corrisponde la creazione di circa 20 milioni di nuovi posti di lavoro negli Stati Uniti 1. Diversa capacità di aggiustamento di far fronte a SHOCK Stati Uniti Europa Welfare leggero, moderato livello di sindacalizzazione e limitati vincoli a garanzia dellimpiego Sistemi articolati di sicurezza sociale, maggiori garanzie a tutela del posto e sindacalizzazione elevata => posto quasi fisso 2. Diversa la politica macroeconomica Stati Uniti: espansiva Europa: restrittiva


Scaricare ppt "PARTE IV I MODI DELLA POLITICA ECONOMICA: MERCATI, DISOCCUPAZIONE E INFLAZIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google