La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Università La Sapienza Roma, 15 maggio 2015 Mario Castellaneta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Università La Sapienza Roma, 15 maggio 2015 Mario Castellaneta."— Transcript della presentazione:

1 Università La Sapienza Roma, 15 maggio 2015 Mario Castellaneta

2 Tre sistemi e tre forze di cambiamento CITTA’TERRAENERGIA Efficienza Risorse Infrastrutture innovazione

3 Sustainable development Development that meets the needs of the present without compromising the ability of future generations to meet their own needs.

4 Sustainable development Rendere compatibili 4 sistemi complessi: economico; sociale; ambientale; governance del sistema (governo e business) (Jeffrey Sachs «The age of sustainable development»)

5 Innovazione sociale Social business: multistakeholder strategy Impact investing: capitali pazienti.

6 Riforma del terzo settore Per terzo settore si intende il complesso degli enti privati costituiti con finalità civiche e solidaristiche che, senza scopo di lucro, promuovono e realizzano attività di interesse generale anche mediante la produzione e lo scambio di beni e servizi di utilità sociale conseguiti anche attraverso forme di mutualità, in attuazione del principio di sussidiarietà e in coerenza con le finalità stabilite nei rispettivi statuti o atti costitutivi

7 Impact investing profit with purpose; blended value: accomuna il ritorno economico per gli investitori alla produzione di beni e servizi in grado di generare un impatto sociale (misurabile);

8 Impresa sociale Il D. Lgs. 155/2006 sull’impresa sociale non ha raggiunto l’obiettivo di far convivere imprenditorialità e finalità di interesse collettivo, attività commerciale e pubblica utilità.

9 Impresa sociale La sfida è affrontare due punti fondamentali: distribuzione degli utili; agevolazioni fiscali.

10 Impresa sociale Elencazione delle categorie che costituiscono impresa sociale? CIC (Community Interest Company) in U.K.

11 Sharing economy Airbnb; Esempio del trapano;

12 2009CRISI FINANZIARIA ORIGINE LIFEBILITY AWARD CRISI ECONOMICA PROBLEMI POSTO DI LAVORO

13 A MONTE IL SISTEMA SOFFRE DI UNA CRISI DEI VALORI ETICI

14 DA QUI, SEGUENDO I PRINCIPI DI ETICA LIONISTICA

15 Dimostrare con l’eccellenza delle opere e la solerzia del lavoro, la serietà della vocazione al servizio Essere cautonella critica, generoso nella lode, sempre mirando a costruire e non a distruggere Perseguireil successo, domandare le giuste retribuzioni e conseguire i giusti profitti senza pregiudicare la dignità e l’onore con atti sleali ed azioni meno che corrette Ricordareche nello svolgere la propria attività non si deve danneggiare quella degli altri; essere leali con tutti, sinceri con sé stesso Affrontarecon spirito di altruismo ogni dubbio o pretesa nei confronti di altri e, se necessario, risolverlo anche contro il proprio interesse Considerare l’amicizia come fine non come mezzo Avere presentisempre i doveri di cittadino verso la Patria, lo Stato, la comunità nella quale ciascuno vive Essere solidalecon il prossimo mediante l’aiuto ai deboli, i soccorsi ai bisognosi, la simpatia ai sofferenti

16 … E IN PARTICOLARE APPLICANDO LA REGOLA ETICA : DIMOSTRARE, CON L’ECCELLENZA DELLE OPERE ……………..

17 La nostra proposta diventa: VIVIBILITA’ = LIFEaBILITY e per favorirne l’ingresso nel mondo del lavoro per la diffusione dell’ETICA sociale LIONS presso i giovani

18 SITO INTERNET

19 LIFEBILITY Award : 5 ª edizione

20 punta a premiare le idee innovative che risolvono un problema sociale

21 6 categorie per meglio confrontare i progetti - Energia e ambiente - Trasporti e Mobilità - Comunicazione, Immagine e Design - Bioingegneria e biotecnologie - Nutrizione e qualità della vita - Turismo e Beni culturali

22 LIFEBILITY IN PILLOLE (pag 15 della Brochure)

23 4 anni di STORIA quindi vincitori delle prime edizioni che possono testimoniare il loro successo

24 Circa visite al sito da tutta Italia. Quest’anno superiamo le visite = una cittadella Universitaria !!!

25 Ampia diffusione territoriale : 17 Regioni e 35 Province 40 sedi Universitarie

26 500 progetti presentati da 600 giovani 173 progetti e 230 giovani nella 4ª edizione

27 30 finalisti ogni anno seguono il corso di Business Plan erogato da Prospera e sono accompagnati da un TUTOR per un mese

28 7 premi di aiuto allo STARTUP 28 STAGE (metà conclusi con assunzione) 15 Borse di Studio da € cad 2 Premi Social Plus 1 menzione d’onore

29 LIONS di molti distretti Italiani collaborano. Il comitato operativo ha visto attivi ben 35 soci LIONS che hanno collaborato per un totale di 750 gg ; anche 25 soci PROSPERA hanno collaborato per oltre 250 gg

30 2 notai per garantire trasparenza e meritocrazia verso i concorrenti e verso le 35 fra Enti, Aziende, Associazioni, Fondazioni che hanno collaborato per Patrocinio e SPONSOR. Il Patrocinio più recente e tra i più significativi aggiuntosi è quello del Ministero Lavoro e Politiche Sociali

31 E «dulcis in fundo» abbiamo anche un personaggio dello spettacolo come TESTIMONIAL che ci aiuterà ad attirare l’attenzione sui nostri obiettivi etici e sociali MARCO COLUMBRO

32 Controvalore economico globale in 4 anni pari a circa € composti da tempo uomo e cash (metà LIONS e metà SPONSOR) di cui erogati in Borse Studio

33 Possiamo quindi dire che a fronte dei € globali si sono spesi per la gestione interna in 4 anni solo € tra promozionali e postali Cioè il costo di gestione è stato del 7,5 % mentre il 92.5 % è stato erogato per i fini dell’Associazione.

34 tema : Nutrire il pianeta Energia per la vita

35 Nutrizione e qualità della vita In questa categoria sono raccolti i progetti che mirano non solo a diffondere la qualità e la sicurezza alimentare, ma anche più in generale a nutrire le persone meno abbienti ed i bambini. E’ importante anche la prevenzione di malattie legate all’alimentazione, come l’obesità o le patologie cardiovascolari. Trattando di innovazione, il premio Lifebility Award è anche focalizzato al riconoscimento di progetti che innovino la filiera alimentare, attraverso ricerca e nuove tecnologie, quindi anche biotecnologie.

36 Nutrizione e qualità della vita Categoria introdotta dalla Seconda Edizione Seconda Edizione:21 progetti Vincitori : L’agricoltura del Mare = borsa di studio a Marco PIZZAMIGLIO da Udine Sensibilizzare i bimbi a mangiare frutta e verdura = STAGE a Anna MORELLI da Milano poi assunta dall’azienda GERI

37 Nutrizione e qualità della vita Terza Edizione:31 progetti Vincitori : Piano alimentare personalizzato ricco di antiossidanti per la prevenzione osteoporosi = premio SOCIAL PLUS a Eleonora CREMONINI – Arianna ROMANI e Carlo CERVELLATI da FERRARA Indicatore di freschezza per surgelati = borsa di studio a Cristian FRACASSI da Brescia – prodotto oggi in fase di commercializzazione

38 Nutrizione e qualità della vita Quarta Edizione:19 progetti Vincitori A scuola di Sostenibilità tra Nutrizione & Ambiente = STAGE a Cinzia PUDANO da Reggio Calabria Depurare per alimentare = STAGE a Andrea DE DONNO da Torino ma anche in Biotecnologie R.G.T. Rapid Glu Test = Carnet di Voucher per Startup ad Alessandra ROSSI da Padova


Scaricare ppt "Università La Sapienza Roma, 15 maggio 2015 Mario Castellaneta."

Presentazioni simili


Annunci Google