La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Verso una agenda digitale locale per lItalia Dopo Bilbao, dopo Tunisi: Quale regole per la società della conoscenza Roma – 14.02.04 Javier Ossandon Presidente.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Verso una agenda digitale locale per lItalia Dopo Bilbao, dopo Tunisi: Quale regole per la società della conoscenza Roma – 14.02.04 Javier Ossandon Presidente."— Transcript della presentazione:

1 1 Verso una agenda digitale locale per lItalia Dopo Bilbao, dopo Tunisi: Quale regole per la società della conoscenza Roma – Javier Ossandon Presidente di ELANET (CEMR) Direttore Area Innovazione ANCITEL S.p.A

2 2 Nata nel 2006 a Roma presso la sede dellANCI Partecipano: associazioni di enti locali e regionali dei paesi dellUe, Norvegia e Romania e le loro società controllate Opera sotto lombrello del CEMR – CCRE Attività: - supporto alle politiche della società della conoscenza; - trasferimento di tecnologie e know-how - diffusione opportunità di finanziamento europee per i governi locali e regionali - partecipazione a progetti mainstream (paradigmatici) - eventi sulla ricerca e linnovazione (conferenza EISCO ed altre) Interlocutore riconosciuto e continuo della Commissione Europea La rete ELANET (CEMR)

3 3 Lidea di una agenda digitale locale per attuare la strategia di Lisbona è stata discussa e approvata in EISCO 2005 (Giugno) i2010 Agenda Digitale Locale (Dichiarazione di Cracovia) Dietro questa proposta ci sono motivazioni diverse: - le difficolta per passare dalle buone pratiche a reti locali estese - limportanza di una infrastruttura di servizi che garantisca lerogazione in modo sicuro, stabile e continuo (leGovernment è un vero banco di prova) - la necessità di coinvolgere i decisori locali e gli stakeholders sul territorio in una politica attiva, concertata e pervasiva - la consapevolezza che il divario digitale e tra noi e non è solo un fenomeno a livello del mercato globale o tra paesi - lurgenza di un capacity building programme a livello locale come presupposto per una strategia vincente - attivare in modo ragionato la solidarietà digitale nella sua dimensione mondiale Oggi lAgenda Digitale Locale è un impegno globale presso a Bilbao su iniziativa europea e di cui massimo esponente è lautorità e liniziativa basca Agenda Digitale Locale

4 4 i2010 Local Digital Agenda goals - Accesso garantito ai servizi on-line - Consapevolezza e Inclusione - Sicurezza e Privacy - eParticipation - eGovernment - Sistemi eco-digitali e Centri di Formazione - Competitività e Partenariato pubblico-privato - Open Source - Formazione dei funzionari, impiego e pari opportunità - Solidarietà Digitale Locale i 10 obiettivi dellagenda

5 5 Conclusioni ANCITEL sta preparando la sua 1a Conferenza Nazionale di eGovernment (25 – 26 Maggio) che pone al centro lADLocale Linvito del ass. Vita è opportuno: far nascere una forma di coordinazione per attuare lAD Locale in questo contesto, implementare le forme di solidarietà digitale mondiale Il nocciolo sono sicuramente le risorse per portare avanti una strategia di questo tipo. La cooperazione tra i diversi broker istituzionali dovrebbe essere la chiave di svolta Lagenda in Italia


Scaricare ppt "1 Verso una agenda digitale locale per lItalia Dopo Bilbao, dopo Tunisi: Quale regole per la società della conoscenza Roma – 14.02.04 Javier Ossandon Presidente."

Presentazioni simili


Annunci Google