La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

DESIGN FOR ASSEMBLY Prof. Gino Dini – Università di Pisa Ultimo aggiornamento: 10/12/11.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "DESIGN FOR ASSEMBLY Prof. Gino Dini – Università di Pisa Ultimo aggiornamento: 10/12/11."— Transcript della presentazione:

1 DESIGN FOR ASSEMBLY Prof. Gino Dini – Università di Pisa Ultimo aggiornamento: 10/12/11

2 DESIGN MANUFACTURING Problema da affrontare

3

4 Design for Assembly (DFA): Insieme di regole per progettare particolari meccanici in modo da ridurre i costi di assemblaggio

5 Design for Assembly (DFA): 1.Regole per facilitare lalimentazione automatica (Design for Feeding) 2.Regole per facilitare la manipolazione (Design for Handling) 3.Regole per facilitare lunione tra componenti (Design for Insertion) 4.Regole per ridurre il numero di operazioni di montaggio

6 Alimentazione automatica

7 Facilitare lalimentazione automatica da evitarepreferibile Incrementare gli elementi di simmetria

8 Facilitare lalimentazione automatica da evitarepreferibile Inserire elementi che facilitino lorientamento

9 Facilitare lalimentazione automatica da evitarepreferibile Evitare forme che possono creare concatenamenti tra le parti

10 Facilitare lalimentazione automatica da evitarepreferibile Evitare forme che possano creare sovrapposizioni durante lalimentazione

11 Facilitare lalimentazione automatica da evitare preferibile Evitare forme che possano creare incastri durante lalimentazione

12 Facilitare lalimentazione automatica da evitarepreferibile Incrementare la stabilità di un componente

13 Facilitare la manipolazione delle parti gripper meccanico gripper magnetico Prevedere una o più superfici idonee allafferraggio gripper ad espansione

14 Facilitare la manipolazione delle parti da evitarepreferibile Se il pezzo deve essere assumere una precisa orientazione durante lafferraggio, prevedere idonee superfici adatte allo scopo

15 Facilitare laccoppiamento delle parti da evitarepreferibile Prevedere smussi dinvito su una o entrambe le parti

16 Facilitare laccoppiamento delle parti da evitarepreferibile Prevedere idonee superfici di riferimento che consentano un centraggio tra le parti

17 Facilitare laccoppiamento delle parti da evitarepreferibile Progettare gli oggetti in modo che la loro forma non crei problemi di stabilità durante il montaggio

18 Ridurre le operazioni di montaggio da evitarepreferibile Preferire soluzioni con un minor numero di componenti

19 Ridurre le operazioni di montaggio da evitarepreferibile Uniformare la tipologie di viti da impiegare su un singolo prodotto

20 Ridurre le operazioni di montaggio da evitarepreferibile Evitare limpiego di viti e rondelle come elementi separati

21 Altri esempi

22 Metodologie impiegate per valutare il progetto di un prodotto in termini di DFA DFA evaluation

23 Caratterizzare i componenti in relazione al montaggio Sviluppo di sistemi software

24

25

26

27

28 Lucas method Boothroyd-Dewhurst method Westinghouse method Metodi sviluppati in letteratura

29 Specifiche Progetto Prima analisi (functional analysis) Seconda analisi (feeding analysis) Terza analisi (fitting analysis) VALUTAZIONE Problemi ? No Sì Lucas method

30 I componenti sono divisi in 2 gruppi: A: componenti essenziali per il funzionamento B: componenti non essenziali per il funzionamento (viti, rondelle, ecc.) Functional analysis

31 Functional efficiency: Deve risultare: E d > 60% Functional analysis

32 I componenti sono analizzati dal punto vista dei tempi necessari per maneggiare il componente e portarlo in condizione di essere montato associando un punteggio (feeding index) derivante da apposite tabelle Feeding analysis

33 Feeding index = a + b + c Indice riguardante la dimensione e il peso del particolare Molto piccolo, richiede utensili speciali ……………………..1,5 Dimensioni e peso ragionevoli, maneggiabile con una sola mano ………………………..… 1 Ingombrante e pesante, richiede sempre due mani ……... 1,5 Ingombrante e pesante, richiede più persone ……………. 3 Feeding analysis

34 Feeding index = a + b + c Indice riguardante la difficoltà di manipolazione Delicato ………………………………………………………… 0,4 Flessibile ………………………………………………………. 0,6 Adesivo ………………………………………………………… 0,5 Abrasivo ……………………………………………………….. 0,3 Nessun problema …………………………………………….. 0 Feeding analysis

35 Feeding index = a + b + c Indice riguardante la difficoltà di orientamento Oggetto simmetrico …………………………………………… 0 Orientamento facilmente identificabile …..…………………. 0,2 Orientamento difficilmente visibile ………………………… 0,4 Feeding analysis

36 Per ogni componente deve risultare: Feeding Index = a + b + c < 1,5 Total Feeding Index = Feeding Index Feeding Ratio = Total Feeding Index / A Feeding Ratio < 2,5 Feeding analysis

37 I componenti sono analizzati dal punto vista dei tempi necessari per il montaggio vero e proprio associando un punteggio (fitting index) derivante da apposite tabelle Fitting analysis

38 Fitting index = a + b + c + d + e + f Indice riguardante il posizionamento e il serraggio Non necessita di essere sostenuto …………………………… 1,0 Necessita di essere sostenuto ………………………………… 2,0 Sommare inoltre: Auto bloccaggio (snap, ecc.) ………………………………..…. 1,3 Avvitatura ……………………………………………………….... 4,0 Rivettatura ……………………………………………………….. 4,0 Fitting analysis

39 Indice riguardante la direzione di montaggio Rettilinea dallalto ………………………………………………. 0 Rettilinea non dallalto …………………………………………. 0,1 Non rettilinea …………………………………………………… 1,6 Fitting index = a + b + c + d + e + f Fitting analysis

40 Indice riguardante il tipo di inserimento Inserimento singolo …………………………………………….. 0 Inserimento di più elementi ……………………………………. 0,7 Inserimento contemporaneo di più parti ……………………… 1,2 Fitting index = a + b + c + d + e + f Fitting analysis

41 Indice riguardante laccessibilità e la visibilità durante il montaggio Diretta …………………………………………………………… 0 Limitata ………………………………………………………….. 1,5 Fitting index = a + b + c + d + e + f Fitting analysis

42 Indice riguardante lallineamento e il centraggio dei componenti Facile …………………………………………………………….. 0 Difficile …………………………………………………………… 0,7 Fitting index = a + b + c + d + e + f Fitting analysis

43 Indice riguardante limpiego della forza durante linserimento Nessuna resistenza allinserimento ……………………………. 0 Resistenza allinserimento ……………………………………… 0,6 Fitting index = a + b + c + d + e + f Fitting analysis

44 Per ogni componente deve risultare: Fitting Index = a + b + c + d + e + f < 1,5 Total Fitting Index = Fitting Index Fitting Ratio = Total Fitting Index / A Fitting Ratio < 2,5 Fitting analysis


Scaricare ppt "DESIGN FOR ASSEMBLY Prof. Gino Dini – Università di Pisa Ultimo aggiornamento: 10/12/11."

Presentazioni simili


Annunci Google