La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ISTRUZIONE SUPERIORE I.P.S.I.A. VALLAURI – MODENA Via Peruzzi,13 – 41013 –Carpi (MO) tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro TESTO UNICO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ISTRUZIONE SUPERIORE I.P.S.I.A. VALLAURI – MODENA Via Peruzzi,13 – 41013 –Carpi (MO) tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro TESTO UNICO."— Transcript della presentazione:

1 ISTRUZIONE SUPERIORE I.P.S.I.A. VALLAURI – MODENA Via Peruzzi,13 – –Carpi (MO) tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro TESTO UNICO Decreto Legislativo n. 81/2008 abroga le precedenti norme sulla sicurezza (D.lgsl 626/94 e al.) Formazione sicurezza – 02 Ottobre 2012 Emergenze: le procedure per gli incendi, per i terremoti, per lemergenza tossica, per gli infortuni.

2 Gli insegnanti provvedono a: -preparare alla possibilità dellemergenza ed al comportamento da tenere -informare adeguatamente gli allievi sulla necessità di una disciplinata osservanza delle procedure indicate nel piano di sicurezza; -illustrare periodicamente il piano di evacuazione; -nominare 2 apri-fila, 2 chiudi-fila e 2 aiutanti -fare osservare le disposizioni riguardanti la sicurezza a seguito del piano di valutazione dei rischi; - controllare che gli allievi apri-fila, chiudi-fila e gli aiutanti, eseguano correttamente i compiti assegnati. MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DURANTE LANNO SCOLASTICO

3 In ogni classe devono essere individuati alcuni ragazzi a cui attribuire le seguenti mansioni: un ragazzo apri – fila ed un sostituto un ragazzo serra–fila ed un sostituto due aiutanti Gli apri e serra-fila devono avere alcune caratteristiche particolari: - godere della stima e della fiducia della classe; - avere consolidate doti di autocontrollo (no emotivi o impulsivi) - se sono anche alti (e quindi più visibili) è meglio, ma non è indispensabile. Lapri-fila ha il compito di iniziare a formare la fila per uscire e guidare i compagni verso il punto di ritrovo sicuro. Il serra-fila ha il compito di uscire per ultimo, spegnere la luce e chiudere la porta dopo aver controllato che nessuno sia rimasto indietro (una porta chiusa è segnale di classe vuota). Gli aiutanti hanno il compito di aiutare i compagni in difficoltà ed i disabili ad abbandonare laula e a raggiungere il punto di ritrovo sicuro. Per chi ha difficoltà di deambulazione sono disponibili carrozzine allinterno dellaula o nelle vicinanze. Le carrozzine seguiranno la fila o si muoveranno parallelamente ad essa. MEMO PIANO DI EVACUAZIONE ASSEGNAZIONE DEGLI INCARICHI AGLI ALLIEVI (A CURA DEI DOCENTI )

4 Gli allievi escono dallaula in fila disposti a scacchiera, appoggiando la mano sulla spalla del compagno che sta davanti. Un tale comportamento, oltre ad impedire che eventuali alunni spaventati possano prendere la direzione sbagliata o mettersi a correre, contribuisce ad infondere coraggio. La fila a scacchiera permette più spazio per la deambulazione e riduce i rischi di inciampo: il secondo della fila si pone dietro il primo con, ad esempio, la sua mano sinistra sulla spalla destra di chi lo precede; il terzo pone la sua mano destra sulla spalla sinistra di chi gli sta davanti e così via. MEMO PIANO DI EVACUAZIONE LA FILA A SCACCHIERA

5 SPAZI la sistemazione dei banchi nelle aule deve permettere sia presente un corridoio centrale di almeno 90 cm; stessa distanza tra la cattedra e la prima fila di banchi, per permettere una sicura ed ordinata evacuazione in caso di emergenza; banchi SCOSTATI DAL MURO (30-50 cm) evitare banchi nellimmediata vicinanza dalla porta; Riporre zaini e cartelle in modo che non intralcino il passaggio; USCITA Certi tipi di abbigliamento possono fare inciampare o rendere difficoltoso il percorso di esodo; controllare e studiare la piantina e il percorso da seguire per raggiungere luscita di sicurezza e la zona di raccolta; non imbrattare, coprire o rimuovere la segnaletica e le planimetrie; SORPRESE non sedersi sulla sedia in equilibrio precario; se si nota un principio di incendio, o si sente odore di gas, se avviene un guasto di natura elettrica, se cè un infortunio, lalunno deve avvertire immediatamente linsegnante. MEMO PIANO DI EVACUAZIONE COMPORTAMENTO NELLE AULE

6 MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DELLISTITUTO ORDINE E SEGNALI DI EVACUAZIONE Lordine di evacuazione è dato dal DIRIGENTE SCOLASTICO (Coordinatore Emergenza) o da un suo sostituto. Il segnale di evacuazione: SIRENA o suono della CAMPANELLA. incendio o altro: 6 squilli (cinque brevi ed uno lungo) intermittenti terremoto: 4 squilli (tre brevi ed uno lungo) intermittenti

7 Ogni zona delledificio fa capo a vie di fuga distinte che convergeranno in due punti di raccolta esterni alledificio: LUOGO SICURO A nellAREA NORD (di fronte allingresso principale) esterno alla recinzione; LUOGO SICURO B nellAREA GIARDINO OVEST (di fronte alla scala antincendio) interno alla recinzione. Luscita dagli ambienti dovrà rigorosamente avvenire rispettando lordine di vicinanza delle aule alle vie duscita. MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DELLISTITUTO VIE DI FUGA E PUNTI DI RACCOLTA – Via degli Schiocchi

8 Pianta piano terra proiettata

9 Pianta primo piano proiettata

10 COME SI COMPORTANO I DOCENTI Ripararsi sotto il banco, sotto larchitrave della porta o vicino ai muri portanti Dopo il terremoto, allordine di evacuazione, abbandonare ledificio, seguendo le istruzioni di sicurezza per levacuazione Intervenire prontamente nel caso dovessero manifestarsi situazioni di panico Fare osservare le disposizioni riguardanti la sicurezza Portare con sé il registro di classe Se ci sono allievi disabili o in difficoltà predispone insieme agli aiutanti la loro uscita a fianco della classe Raggiunto il luogo sicuro compilare il modulo di evacuazione, sul quale si registrano il controllo delle presenze, eventuali dispersi o feriti Consegnare il modulo di evacuazione al docente di riferimento (con giacca catarifrangente) nei luoghi sicuri. MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DELLA SCUOLA IN CASO DI TERREMOTO

11 COME SI COMPORTANO GLI ALLIEVI Interrompere immediatamente ogni attività, mantenere la calma, non precipitarsi fuori Ripararsi sotto il banco, sotto larchitrave della porta o vicino ai muri portanti Allontanarsi dalle finestre, porte con vetri, armadi Se si è nel corridoi o nel vano delle scale rientrare nella tua classe o in quella più vicina Dopo il terremoto, allordine di evacuazione, abbandonare ledificio, seguendo le istruzioni di sicurezza per levacuazione Lasciare tutto lequipaggiamento Non usare mai lascensore Incolonnarsi dietro lapri – fila e dietro il compagno stabilito Non spingere, non gridare, non correre Seguire le vie di fuga indicate Raggiungere la zona di raccolta assegnata MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DELLA SCUOLA IN CASO DI TERREMOTO

12 Tutti gli alunni e gli insegnanti che al momento dellallarme si trovano nei corridoi o nei servizi igienici, devono al più presto, se è possibile, raggiungere i loro compagni in aula. Per gli alunni: se laula è nella direzione della calamità, seguire le vie di fuga segnalate e raggiungere la più vicina via di uscita e incolonnandosi con le persone che stanno uscendo senza spintonarsi e intralciarsi. Raggiunta il punto di ritrovo sicuro, si rimane con la classe con la quale si è usciti, facendolo presente allinsegnante. SE CI SI TROVA NEI CORRIDOI MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DELLA SCUOLA IN CASO DI TERREMOTO

13 MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DELLA SCUOLA IN CASO DI TERREMOTO Lassistente tecnico provvede affinché il laboratorio non diventi ulteriore fonte di pericolo, pertanto: disattiva lalimentazione elettrica, gli impianti idraulici, gas, macchine, ecc. chiude eventuali finestre, se non vi è pericolo di soffocamento. prima di abbandonare la scuola, chiude le porte senza bloccarle accertandosi che non vi sia alcuno nel laboratorio.

14 MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DELLA SCUOLA Durante la prova di evacuazione è possibile rientrare in classe dopo il controllo dei moduli di evacuazione ad opera degli addetti alla raccolta. Il SEGNALE DI FINE EMERGENZA è un suono intermittente 10 secondi.

15 MEMO PIANO DI EVACUAZIONE DELLA SCUOLA IN CASO DI INCENDIO COME SI COMPORTANO GLI ALLIEVI Mantenere la CALMA Se lincendio si è sviluppato in classe USCIRE SUBITO CHIUDENDO LA PORTA Se lincendio si è sviluppato fuori dalla classe ed il fumo rende impraticabili le scale ed i corridoi, CHIUDERE BENE LA PORTA E CERCA DI SIGILLARE LE FESSURE con panni possibilmente bagnati Aprire la finestre e, senza sporgersi troppo, chiedere SOCCORSO Se il fumo non fa respirare FILTRARE L ARIA ATTRAVERSO UN FAZZOLETTO, meglio se bagnato, e SDRAIARSI A TERRA perché il fumo tende a salire verso lalto In presenza di fumo, durante levacuazione coprire la bocca e il naso con un fazzoletto e camminare con il busto piegato in avanti 15

16 PROCEDURE IN CASO DI EMERGENZA TOSSICA 16 In caso di nube tossica o di emergenza che comporti obbligo di rimanere in ambienti confinati: Mantenere la calma Tutti devono rientrare nella scuola Chiudere le finestre, le prese daria presenti in classe, sigillare gli interstizi con panni possibilmente bagnati Sdraiarsi a terra tenendo un fazzoletto, meglio se bagnato, sul naso Restare in attesa di soccorso e di eventuali ordini di evacuazione

17 PROCEDURE IN CASO DI INFORTUNIO 1) Chiunque assista ad un infortunio deve attivarsi, nell'ambito delle proprie competenze, ed informare tempestivamente gli il coordinatore del servizio primo soccorso. 2) Il coordinatore del primo soccorso deve immediatamente: -recarsi sul luogo dell'infortunio ed adoperarsi per prestare il primo soccorso all'infortunato; - decide se sono sufficienti le cure che possono essere prestate a scuola (caso C – lieve) o se invece è necessario ricorrere al Pronto Soccorso Ospedaliero 118 (caso A – grave ed urgente) o accompagnandovi linfortunato (caso B – non grave né urgente). - dà disposizioni affinché venga avvertito il coordinatore alla gestione dellemergenza e il responsabile. Nel caso in cui linfortunato sia un allievo, il DS o collaboratore ha il compito di comunicare alla famiglia laccaduto e i provvedimenti presi 3) Il coordinatore del servizio emergenza si reca all'ingresso principale dello stabile per ricevere l'autoambulanza e fornirgli indicazioni in merito al luogo dell'infortunio. 17


Scaricare ppt "ISTRUZIONE SUPERIORE I.P.S.I.A. VALLAURI – MODENA Via Peruzzi,13 – 41013 –Carpi (MO) tutela della salute e della sicurezza nei luoghi di lavoro TESTO UNICO."

Presentazioni simili


Annunci Google