La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 Il Decreto Legislativo 81/08 è una.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 Il Decreto Legislativo 81/08 è una."— Transcript della presentazione:

1 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 Il Decreto Legislativo 81/08 è una legge nazionale che si occupa delle misure necessarie per la TUTELA della salute e della sicurezza dei lavoratori in tutti i settori di attività, pubblici e privati Nella SCUOLA sono applicate le stesse norme di tutti gli altri ambienti di lavoro tenendo conto delle particolari attività svolte

2 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 OGNUNO è tenuto PER LEGGE a rispettare le disposizioni prescritte Il datore di lavoro nel nostro caso il PRESIDE è il responsabile della PREVENZIONE Egli organizza il SERVIZIO DI PREVENZIONE AZIENDALE designando alcune persone con compiti precisi e responsabilità IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO PREVENZIONE E PROTEZIONE RISCHI GLI INCARICATI DEL PRONTO SOCCORSO GLI INCARICATI DEL SERVIZIO EMERGENZA ED EVACUAZIONE GLI INCARICATI DEL SERVIZIO ANTINCENDIO IL RAPPRESENTANTE PER LA SICUREZZA

3 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 COMPITI DEL SERVIZIO DI PREVENZIONE E PROTEZIONE Valutare i rischi presenti allinterno dellunità produttiva in relazione agli ambienti, ai fattori igienico sanitari, alla natura e allorganizzazione produttiva Elabora il DOCUMENTO DI VALUTAZIONE DEI RISCHI in base al quale sono messe in atto tutte le misure indispensabili a migliorare i livelli di sicurezza Predispone il PIANO DI ATTIVITÀ atto a consentire un immediato e sicuro abbandono degli ambienti in caso di grave evento Programma LINFORMAZIONE E LA FORMAZIONE generale e specifica di tutte le persone coinvolte nelle attività e nei servizi del luogo di lavoro

4 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 PERICOLORISCHIO CHE COSA E Proprietà o qualità intrinseca di un determinato fattore avente il potenziale di causare danni alla salute dei lavoratori Possibilità di subire un danno per il fatto di esporsi a un pericolo probabilità che sia raggiunto il limite potenziale di un determinato fattore nelle condizioni di impiego o di esposizione probabilità che un dato evento si verifichi

5 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 INCENDIO TERREMOTO ALLUVIONI TEMPORALI-FULMINI FUGHE DI GAS AVVELENAMENTI ELETTRICITA OSTACOLI SUL PERCORSO ATTREZZATURE DI LAVORO PRATICHE DI LAVORO CONDIZIONI DEL CLIMA CONDIZIONI DEL MICRO-CLIMA QUALI PERICOLI?

6 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 RISCHI PER LA SICUREZZA Relativi allambiente e ai locali di lavoro RISCHI IGIENICO-SANITARI Legata alla presenza di fattori chimici (polveri, fumi, gas) biologici (virus batteri), elettricità RISCHI DI NATURA ORGANIZZATIVA Legati a ritmi usuranti, posizioni di lavoro QUALI RISCHI?

7 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 ELEMENTI E MATERIALI CHE POSSONO CAUSARE RISCHI Intrico di fili elettrici davanzali, balconi, ringhiere, ecc.. materiali infiammabili: tendaggi, libri, materie plastiche porte: meccanismi che impigliano mani e abiti porte vetrate: vetri non visibili, vetri non temperati scale strette, ripide, non ben protette sedie e tavoli non ergonomici o rotti attrezzature e macchine non ben posizionate attrezzature e macchine non sottoposte a controllo

8 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 COMPORTAMENTI A RISCHIO Mancanza di autocontrollo correre e rincorrersi giochi sgarbati o violenti fumare in luoghi chiusi arrampicarsi usare in modo improprio materiali elettrici salire su sedie o mobili sostare sotto gli alberi durante i temporali usare lascensore durante un incendio o un terremoto compiere operazioni di pulizia sia scadenti sia eccessive non consapevolezza del rischio sopravvalutazione delle proprie capacità o delle proprie difese situazione di ansia e stress

9 Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 CONDIZIONI DI SICUREZZA protezione anti-caduta nei dislivelli porte con aperture rivolte verso lesterno, prive di appigli per dita e abiti porte a vetri con vetri temperati, con schermatura fino allaltezza del viso porta a vetro con vetri coperti da pellicola protettiva anche invisibile protezione dallabbagliamento solare con opportune schermature uguale livello di illuminazione in ogni ambiente, corridoi, aule, atri assenza di aggettanti (pilasti, mensole..) assenza di appigli o interstizi in cui rimanere impigliati corrette operazioni di pulizia adeguata visibilità sia con luce naturale sia artificiale interruttori facilmente raggiungibili e a norma ventilazione adeguata temperatura adeguata arredi adeguati alle proporzioni

10 Vademecum della Scuola Sicura indicazioni fondamentali per la corretta applicazione del Piano di Evacuazione In ogni classe, laboratorio, spazio comune, cè una PLANIMETRIA dellIstituto in cui è indicato con un PUNTINO ROSSO il luogo in cui sei con le FRECCE la via di fuga che si deve seguire e IL NUMERO DORDINE da seguire nella successione di evacuazione fino al PUNTO DI RITROVO SICURO A E B

11 In ogni Classe devono essere Nominati (a cura dei docenti) 2 APRIFILA - 1 titolare 1 supplente 2 SERRAFILA - 1 titolare 1 supplente Vademecum della Scuola Sicura Ha il compito di aprire le porte e guidare i compagni verso la zona di raccolta Ha il compito di assistere eventuali compagni in difficoltà e chiudere la porta dopo aver controllato che nessuno sia rimasto indietro

12 Si devono scegliere 2 AIUTANTI che aiutano i compagni in difficoltà, in particolare collaborando, in mancanza dellinsegnante di sostegno, con linsegnante curricolare perché tutti abbandonino laula e raggiungano il luogo sicuro Per chi ha problemi di deambulazione saranno disponibili carrozzine allinterno dellaula o nelle vicinanze. Le carrozzine seguiranno la fila o si muoveranno parallelamente ad essa Vademecum della Scuola Sicura

13 Gli APRIFILA e SERRAFILA devono avere alcune caratteristiche godere della fiducia e della stima della classe avere consolidate ed innate doti di autocontrollo Se sono anche più alti (quindi più visibili) la cosa non guasta, ma non è indispensabile Vademecum della Scuola Sicura

14 L APRIFILA è colui o colei che inizia a formare la fila per uscire Il SERRAFILA è colui o colei che insieme allinsegnante esce per ultimo chiudendo la porta della classe La chiusura della porta è limput di uscita per la classe successiva Vademecum della Scuola Sicura

15 Se la classe alla quale ci si deve accodare non è visibile dalla porta dellaula lAPRIFILA si avvierà verso il corridoio e riconosciuti lAPRI o SERRAFILA della classe che lo deve precedere, si accoderà ad essa Vademecum della Scuola Sicura

16 Lordine di evacuazione è dato dal Preside o da un suo delegato Il segnale di evacuazione è dato dal suono della campanella o della sirena Vademecum della Scuola Sicura

17 In caso di incendio o altra emergenza la campana suonerà 6 volte 5 squilli brevi 1 squillo lungo o Suono della sirena si deve evacuare subito lIstituto Vademecum della Scuola Sicura

18 In caso di TERREMOTO, alle prime scosse ci si dovrà mettere sotto i banchi o addossarsi ai muri o a strutture portanti, lontano da finestre, vetri, armadi o altro che possa cadere Solo quando si sentiranno 4 squilli 3 brevi 1 lungo o Suono della sirena si potrà e dovrà evacuare lIstituto Vademecum della Scuola Sicura

19 Gli insegnanti devono adottare il seguente comportamento: informare adeguatamente gli allievi sulla necessità di una disciplinata osservanza delle procedure indicate nel Piano di Sicurezza illustrare periodicamente il Piano di evacuazione intervenire prontamente nel caso in cui dovessero manifestarsi situazioni di panico fare osservare tutte le disposizioni in materie di sicurezza controllare che gli allievi apri-fila e chiudi-fila eseguano correttamente il loro compito in caso di evacuazione linsegnante dovrà uscire dallaula portando con sé il registro di classe per effettuare un controllo degli alunni, appena giunti in area sicura giunti in area raccolta e fatto il controllo delle presenze, compilare il modulo di evacuazione e comunicare eventuali dispersi o feriti se vi sono allievi disabili, curare le operazioni di sfollamento attenendosi alle procedure essere consapevoli che dal comportamento dellinsegnante dipende la sicurezza degli allievi Vademecum della Scuola Sicura Procedure operative

20 Gli allievi devono adottare il seguente comportamento: interrompere immediatamente le attività tralasciare il recupero di ogni oggetto personale disporsi in fila evitando il vociare, le grida, i richiami con i due compagni disposti in apri-fila e chiudi-fila rimanere collegati tra loro secondo le modalità prescritte dal piano (disposizione a scacchiera); prima di imboccare il corridoio lapri-fila si accerta che sia completato il passaggio delle classi secondo le precedenze stabilite dal piano di evacuazione mantenere lordine e lunità della classe durante e dopo lesodo seguire le indicazioni dellinsegnante e collaborare con lui camminare in modo sollecito, senza correre e senza spingere portarsi nelle aree di raccolta sicure ed aspettare nuove comunicazioni Vademecum della Scuola Sicura Procedure operative

21 Se al momento del segnale di evacuazione ci si trova in AULA cosa si deve fare? Linsegnante inviterà gli alunni ad alzarsi ordinatamente e velocemente senza provocare ingorghi i ragazzi si dispongono a scacchiera con i relativi apri-fila e chiudi-fila e si avviano verso luscita di emergenza seguendo la segnaletica nellattimo di uscire incolonnarsi dietro la classe che precede linsegnante deve prendere il registro di classe Vademecum della Scuola Sicura

22 Se al momento del segnale di evacuazione qualcuno sia FUORI DALLAULA, in bagno o in un altro luogo cosa deve fare? Se il luogo si trova vicino alla sua aula, deve ritornarci e uscire con i suoi compagni Se è lontano deve entrare nellaula più vicina e uscire dalla scuola insieme a quella classe Vademecum della Scuola Sicura

23 In caso di incendio MAI USARE GLI ASCENSORI In caso di terremoto MAI USARE GLI ASCENSORI ed usare le scale solo dopo il SEGNALE DI EVACUAZIONE (gli addetti nel frattempo avranno verificato lagibilità delle scale) Vademecum della Scuola Sicura

24 Come si forma UNA FILA PER USCIRE? Mettendosi uno dietro laltro con contatto mano-spalla con chi segue e con chi precede, secondo la disposizione a scacchiera Vademecum della Scuola Sicura

25 LA DISPOSIZIONE A SCACCHIERA con questa disposizione cè più spazio per la deambulazione e si riducono i rischi di inciampo il secondo della fila si pone dietro al primo, con la sua mano sinistra sulla spalla destra di chi lo precede; il terzo pone la sua mano sulla spalla sinistra di chi gli sta davanti e così via Vademecum della Scuola Sicura

26 Al segnale di allarme mantieni la calma interrompi immediatamente ogni lattività lascia tutto lequipaggiamento incolonnati dietro lapri-fila e dietro il compagno stabilito ricordati di NON SPINGERE, NON GRIDARE, NON CORRERE segui le vie di fuga indicate raggiungi la ZONA DI RACCOLTA assegnata Vademecum della Scuola Sicura Comportamento

27 In caso di incendio mantieni la CALMA se lincendio si è sviluppato nellaula ESCI SUBITO CHIUDENDO LA PORTA se lincendio si è sviluppato fuori dallaula ed il fumo rende impraticabili le scale e i corridoi, CHIUDI BENE LA PORTA E CERCA DI SIGILLARE LE FESSURE con panni possibilmente bagnati apri la finestra e, senza sporgerti troppo, CHIEDI SOCCORSO se il fumo non ti fa respirare FILTRA LARIA ATTRAVERSO UN FAZZOLETTO, meglio se bagnato, e SDRAIATI A TERRA perché il fumo tende a salire verso lalto Vademecum della Scuola Sicura Comportamento

28 In caso di emergenza tossica in caso di nube tossica o di emergenze che comportino lobbligo di rimanere in ambienti confinati mantieni la CALMA tutti devono RIENTRARE NELLA SCUOLA CHIUDI le finestre, le prese daria presenti in classe, sigilla gli interstizi con panni possibilmente bagnati. SDRAIATI A TERRA tenendo un fazzoletto, meglio se bagnato, sul naso resta in attesa di SOCCORSO e di eventuali ordini di evacuazione Vademecum della Scuola Sicura Comportamento

29 In caso di terremoto mantieni la calma NON PRECIPITARTI FUORI resta in classe e RIPARATI SOTTO IL BANCO, sotto larchitrave della porta o vicino ai muri portanti ALLONTANATI dalle finestre, porte a vetri, armadi perché cadendo potrebbero ferirti se sei nei corridoi o nel vano delle scale, RIENTRA NELLA TUA CLASSE, o in quella più vicina dopo il terremoto, allordine di evacuazione, abbandona ledificio senza usare lascensore, seguendo le istruzioni del piano di sicurezza Vademecum della Scuola Sicura Comportamento

30 Alcuni tipi di abbigliamento possono costituire un pericolo : giubbotti legati in vita, che per le scale potrebbero far inciampare chi segue scarpe con le zeppe possono far cadere chi le porta intralciando gli altri Vademecum della Scuola Sicura E CHIARO CHE LA LIBERTA DI SCELTA (mi vesto come mi pare, mi comporto come voglio) E UNA ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA (se provoco danni sarà colpa mia) E CHIARO CHE LA LIBERTA DI SCELTA (mi vesto come mi pare, mi comporto come voglio) E UNA ASSUNZIONE DI RESPONSABILITA (se provoco danni sarà colpa mia)

31 Cosa Fare Durante il Terremoto ?…

32 E molto importante restare calmi e reagire prontamente, sia ci si trovi a scuola, che nella propria abitazione, nei negozi, in luoghi affollati o per strada. Durante un terremoto non si ha tempo per riflettere, occorre sapere subito cosa fare …..

33 …ed è fondamentale Trovare un riparo Cosa Fare restare calmi…..

34 1 2 3 Dove !?! Dove !?! Se rimani al Centro della Stanza potresti essere ferito dalla caduta di intonaci, vetri o altri oggetti. sotto una trave, un tavolo, una scrivania o sotto i banchi della propria scuola allinterno di una porta in un muro portante in un angolo o un arco del muro

35 si deve formare velocemente una fila, con in testa il ragazzo apri – fila meglio se è la persona vicina alla porta di uscita e ragazzo chiudi – fila meglio se è la persona negli ultimi banchi, che si pone in coda. Dopo aver trovato riparo… si attende la fine della scossa di terremoto e poi

36 è una inutile perdita di tempo All interno della fila, non bisogna fare a gara per la posizione

37 Uscire dall Aula lasciando tutto come si trova (libri, zaini, ecc.), abbandonare ledificio ordinatamente, con calma e senza far confusione

38 Non Correre Non Spingere Non Gridare Debbo stare in silenzio, se no non posso ascoltare i miei amici

39 Ildeve controllare che, nel percorso non vi siano presenti degli oggetti o materiali caduti: nel caso vi siano, segnala e avverte immediatamente i Compagni di classe del pericolo. Il ragazzo o ragazza apri – fila deve controllare che, nel percorso non vi siano presenti degli oggetti o materiali caduti: nel caso vi siano, segnala e avverte immediatamente i Compagni di classe del pericolo. Attenzione agli oggetti sparsi sul pavimento

40 Il, assieme allinsegnante, provvedono alla chiusura dellaula, verificando il completo svuotamento della stessa. Il ragazzo chiudi – fila, assieme allinsegnante, provvedono alla chiusura dellaula, verificando il completo svuotamento della stessa. Gli aiutanti devono assistere i compagni non autosufficienti, in mancanza delle insegnanti di sostegno o i ragazzi in difficoltà.

41 L insegnante, prende il registro di classe, favorisce levacuazione lungo il percorso assegnato verso il luogo sicuro.

42 …uno per tutti, tutti per uno!!! Durante il percorso, Durante il percorso, gli alunni si mantengono in fila parlando solo se necessario gli alunni si mantengono in fila parlando solo se necessario Adottare la disposizione a scacchiera restando collegati appoggiando la mano sulla spalla del compagno che sta davanti

43 Se un ragazzo è fuori dallaula, al momento della scossa di terremoto, deve trovare un riparo immediato (sotto un banco, vicino ai muri portanti, ecc.). Al termine della scossa, si aggrega alla prima classe che incontra uscendo dalla scuola. La sua posizione nella fila sarà quella agli ultimi posti, prima del ragazzo chiudi - fila. Nel luogo sicuro segnala la sua presenza allinsegnante della classe incontrata.

44 Spintoni e grida potrebbero causare cadute: con questo il rischio di ferite e contusioni, nel caso peggiore essere calpestati durante lesodo. NO E bene fare le cose seriamente e non farsi prendere dallagitazione durante unemergenza

45 luscita deve iniziare su indicazione del ragazzo Apri – Fila. il ragazzo Chiudi – Fila, prende il registro di classe e collabora allevacuazione. bisogna Uscire dalla Scuola rispettando le regole Come?

46 È vietato raggiungere da soli il luogo di raccolta Non bisogna tornare a scuola se si è già fuori

47 l uscita dalla scuola deve avvenire nel minor tempo possibile, infatti una successiva scossa può verificarsi in qualsiasi momento e senza alcun preavviso, creando ulteriori problemi. l uscita dalla scuola deve avvenire nel minor tempo possibile, infatti una successiva scossa può verificarsi in qualsiasi momento e senza alcun preavviso, creando ulteriori problemi. Durante levacuazione …

48 Non usare lascensore: si può bloccare Chiudere linterruttore della luce uscendo dallaula Personale della scuola addestrato allo scopo chiude gli interruttori generali del Gas e dellEnergia Elettrica alla fine della scossa, se è possibile. Durante levacuazione …

49 non precipitarti fuori per le SCALE, sui BALCONI e sulle TERRAZZE sui BALCONI e sulle TERRAZZE sono le parti più deboli di un edificio fai molta attenzione a dove metti i piedi! Durante levacuazione …

50 raggiunto il luogo sicuro,con il registro di classe, i dispersi, eventuali feriti e li segnala su apposito presente nel registro. L insegnante, raggiunto il luogo sicuro, con il registro di classe verifica le presenze, i dispersi, eventuali feriti e li segnala su apposito modulo presente nel registro. Marco, Mario, Alessandra, Francesca,…

51 L insegnante L insegnante consegna il modulo compilato al docente di riferimento (con giacca catarifrangente) Raccolta e verifica moduli di evacuazione Se, per motivi diversi, linsegnante non è con gli alunni, il fa lappello e consegna il modulo compilato al docente di riferimento Se, per motivi diversi, linsegnante non è con gli alunni, il ragazzo chiudi-fila fa lappello e consegna il modulo compilato al docente di riferimento Operazione da svolgere rapidamente

52 I controllano, tramite i moduli, la presenza di eventuali dispersi e feriti I docenti di riferimento controllano, tramite i moduli, la presenza di eventuali dispersi e feriti Il docente di riferimento confronta i dati ottenuti con il collega che si trova - vicino alla segreteria - NEL LUOGO SICURO B vicino alla segreteria - nel cortile esterno - NEL LUOGO SICURO A nel cortile esterno e insieme verificano lavvenuta evacuazione delledificio e insieme verificano lavvenuta evacuazione delledificio Raccolta e verifica moduli di evacuazione

53 Fine emergenza Controllati i moduli di evacuazione il docente comunica al responsabile della sede il risultato Se ledificio viene considerato sicuro è possibile farvi rientro al segnale di fine emergenza

54 Se cè un alunno che ha vissuto eventi calamitosi (un terremoto o un incendio) deve segnalarlo alle persone competenti in quanto, se rivivesse una situazione analoga, potrebbe essere preso dal panico Vademecum della Scuola Sicura ATTENZIONE ! ! ! !

55 Gli esperti dicono che la PAURA può essere controllata dalla forza di volontà. Il TERRORE raramente è controllabile. La persona terrorizzata potrebbe lanciarsi da una finestra, non per uccidersi, ma per salvarsi. Oppure per scappare potrebbe farsi largo tra gli altri in modo violento e pericoloso Vademecum della Scuola Sicura ATTENZIONE ! ! ! !

56 IL PANICO si manifesta con reazioni emotive come timore, paura e oppressione, ansia, manifestazioni isteriche e reazioni dellorganismo come accelerazione del battito cardiaco, tremore delle gambe, difficoltà di respirazione giramenti di testa e vertigini. Questa particolare condizione delluomo fa perdere alcune capacità fondamentale, quali lattenzione, la capacità di rispondere ai comandi del cervello e la facoltà di ragionamento. In una situazione di pericolo il panico si manifesta con: invocazioni di aiuto, grida, atti di disperazione fuga con spinte, corse in avanti Per evitare o ridurre tale fenomeno bisogna mettere in atto il piano di evacuazione che contribuisce a controllare comportamenti irrazionali, creando uno stimolo alla fiducia e allautocontrollo. Vademecum della Scuola Sicura

57 In caso di terremoto, incendio o altre calamità TUTTI HANNO PAURA ed è normale che sia così. Ma proprio quando capita levento, ognuno di noi deve AUTOCONVINCERSI che il lasciarsi andare, il non pensare a tutte le regole apprese e il non rispettarle, è lunica via che IMPEDISCE la salvezza nostra e degli altri Vademecum della Scuola Sicura


Scaricare ppt "Sicurezza sul lavoro a scuola Sicurezza sul lavoro a scuola TESTO UNICO SULLA SICUREZZA D.L.GS. N°81 del 9 aprile 2008 Il Decreto Legislativo 81/08 è una."

Presentazioni simili


Annunci Google