La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNA SVOLTA NECESSARIA PIANO DIMPRESA 2008 – 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNA SVOLTA NECESSARIA PIANO DIMPRESA 2008 – 2010."— Transcript della presentazione:

1 UNA SVOLTA NECESSARIA PIANO DIMPRESA 2008 – 2010

2 Il piano è il frutto di un lavoro che parte dalla base : 8 team di lavoro interfunzionali profonda analisi sul funzionamento dei processi interni verifica di tutti gli aspetti economico – finanziari coinvolgimento del Cliente: valutazione qualità del servizio

3 ATM serve unarea di oltre Kmq, comprendente Milano e 85 Comuni dellhinterland, attraverso una rete di circa Km Area servita Superficie (kmq): Popolazione residente: 2,9 milioni Comuni serviti: 86 Rete TramAutobus/filobus*Metro N° linee Km di rete N° mezzi (treni) Totale Servizio svolto Vetture-Km effettuate: 143 milioni Passeggeri trasportati: 604 milioni Comuni area urbana Comuni Provincia ATM oggi

4 53* GommaFerro Vetture-Km per abitante** (2005) Rapporto gomma-ferro (2005; % sul tot vett Km) una offerta elevata e capillare con un buon rapporto ferro- gomma I punti di forza:

5 un brand storico fortemente radicato fra gli aspetti iconici della milanesità eccellenza nelle competenze tecniche e di ingegneria I punti di forza:

6 In un contesto caratterizzato da…. un modello dimpresa che non sostiene più la capacità di investimento Vecchio Piano 2007 – 2009 – profitto netto Perdite previste nel periodo : 82 milioni a investimenti costanti Ma anche:

7 un livello di soddisfazione del Cliente negli ultimi 5 anni non in linea con le aspettative Customer Satisfaction e aspettative del Cliente Nov Mag Nov Mag Nov Giu Nov Mag Livello di soddisfazione Livello dellaspettativa Apr Ma soprattutto: unazienda con processi ormai superati Mag 2007

8 Il nostro Piano rappresenta quindi la svolta necessaria svolta necessaria che permette di: garantire la sostenibilità economico finanziaria rispondere alle pressanti necessità di miglioramento rappresentare un passaggio fondamentale verso un nuovo modello operativo e culturale dellAzienda della qualità del servizio

9 I dati economici del Piano: 900 milioni di investimenti nel triennio il 38% deriva da autofinanziamento oltre 200 milioni di investimenti aggiuntivi il resto da fondi già previsti da Stato, Regione Lombardia, Provincia e Comune di Milano equilibrio di bilancio nel periodo del piano il Piano non richiede interventi su tariffe

10 Personale: occupazione sostanzialmente stabile 650 assunzioni nel periodo importanti programmi di formazione a supporto della mobilità interna interventi mirati sulla qualità delle condizioni di lavoro

11 Il piano degli investimenti: 693 nuovi mezzi, di cui 450 autobus, 90 radiobus, 57 tram, 60 filobus, 36 nuovi treni più 18 ricondizionati per un valore complessivo di 592 milioni di euro 253 milioni di euro mirati al miglioramento della qualità del servizio 50 milioni di euro per upgrade tecnologico delle Sale Operative, investimenti infrastrutturali nei depositi e restyling di 5 stazioni della metropolitana

12 Il miglioramento della qualità del servizio: i fattori critici per il Cliente Matrice Importanza-Soddisfazione Grado di soddisfazione dellutenza Importanza 1 Facilità di accesso vetture Cortesia del personale Qualità della guida Sicurezza garantita contro rischio incendi 3 Facilità di acquisto titoli di viaggio Regolarità e puntualità 2.Sicurezza personale 3.Comfort 4.Informazione Fattori critici prioritari Il piano si concentra sulle aree prioritarie per il Cliente e con performance più critiche

13 puntualità e frequenza Il miglioramento della qualità del servizio: puntualità e frequenza Eliminazione del 70% dei tram lunghi dal centro per utilizzarli sulle tratte dei pendolari e sostituzione con nuovi tram da 26 metri Riduzione attraversamenti tranviari nei nodi di congestione del centro Miglioramento frequenze diurne sulle linee di forza e allineamento notturno a 15 minuti Estensione servizio di punta pomeridiano/serale fino alle Cadenzamento a 15 minuti nei festivi-mattino (linee di forza) Coincidenze superficie/metro Potenziamento Radiobus zone periferiche (50 mezzi addizionali) Aumento frequenze M1 6 poli di assistenza (scorte calde e pronto intervento) Task force pronto intervento traffico con capacità sanzionatorie: ulteriori 50 squadre Definizione di un nuovo indicatore di puntualità: il rispetto del tempo di attesa previsto alla fermata Obiettivo di Piano da 65% a 85% Definizione di un nuovo indicatore di puntualità: il rispetto del tempo di attesa previsto alla fermata Obiettivo di Piano da 65% a 85%

14 Il miglioramento della qualità del servizio: sicurezza personale Raddoppio squadre di vigilanza/controlleria (da 120 a 240 addetti) telecamere cromatiche stazioni M1 e M2 (copertura 100%) Collegamento telecamere metro Carabinieri (Polizia e Vigili del Fuoco già attivo) 100 telecamere fermate di superficie 100% telecamere su parco autobus 100% vetture nuove con telecamere Telefonia mobile in metropolitana (15 stazioni) Riduzione reati, atti vandalici e abusivismo nelle aree ATM

15 Il miglioramento della qualità del servizio: comfort Pulizia restyling 5 stazioni ( Garibaldi, San Babila, Loreto, Porta Venezia, Centrale) contratti di pulizia più stringenti con i fornitori creazione servizio ispettivo M1: oggi 37 %, 75% (2008) 100% (2009) M2: oggi 12 % 40% (2009) 55% (2010) Autobus: oggi 60% 90% (2008) Tram: oggi 20%, 50% (2009) 70% (2010) – (100% linee ) Filobus: oggi 7,5%, 30% (2008), 50% (2009) 75% (2010) – (100% ) Obiettivo di Piano Mezzi climatizzati/circolanti 65% 92% Obiettivo di Piano Mezzi climatizzati/circolanti 65% 92% Climatizzazione

16 Il miglioramento della qualità del servizio: informazioni al Cliente Revisione segnaletica, mappe e informazioni (introduzione inglese) 100% fermate di superficie con display elettronici Indicazioni in banchina e protezione treni per non vedenti Palmari al personale di front-line Potenziamento sito Web e SMS in abbonamento Annuncio prossima fermata a bordo su 100% autobus, filobus e nuovi tram Aggiornamento dati in tempo reale con Sale Operative Obiettivo di Piano Accuratezza informazioni alle fermate 60% 90% Obiettivo di Piano Accuratezza informazioni alle fermate 60% 90%

17 La sostenibilità ambientale ed energetica Nellarco di Piano ATM si propone di contribuire al miglioramento dello sviluppo sostenibile della città riducendo le emissioni inquinanti e i rumori Inquinamento Rumore Eliminazione dei 143 autobus Euro 0 dellarea extraurbana Sostituzione di 250 autobus Euro 2 con veicoli EEV (Euro 6) Upgrade autobus da Euro 3 a Euro 5 Acquisizione di 90 Radiobus ibridi Acquisto di 60 filobus (a pianale ribassato) Formazione conducenti TRAM Riduzione dei passaggi in centro (-20% carrelli in Orefici/Cordusio) Sperimentazione di dispositivi per labbattimento dello stridio in curva Transponder su tutte le vetture (scambi automatici) METRO Introduzione nuovi treni + condizionamento Riduzioni previste al 2010: - 50% ossido di carbonio e nox - 90% idrocarburi incombusti e pm10

18 La sostenibilità energetica I costi dellenergia (10% dei costi totali) mostrano una dinamica crescente (+13% anno) che incide pesantemente sui fattori produttivi Obiettivo 2010 Riduzione consumi annui 7,5% (8.400 TEP 4,6 mln anno) Obiettivo 2010 Riduzione consumi annui 7,5% (8.400 TEP 4,6 mln anno)

19 LA NOSTRA AMBIZIONE E DI FARE DI ATM UN IMPRESA: AMMIRATA PER LECCELLENZA NEI SERVIZI DI MOBILITA AL CLIENTE, PER LA LEADERSHIP NELLA SOSTENIBILITA AMBIENTALE ED ENERGETICA, PER LA DINAMICITA DEL SUO MODELLO OPERATIVO, PER LA QUALITA DELLE SUE RISORSE PROFESSIONALI E LA SUA CULTURA DI INNOVAZIONE LATM: ESPRESSIONE DELLA NUOVA MILANO PIANO 2008 – 2010


Scaricare ppt "UNA SVOLTA NECESSARIA PIANO DIMPRESA 2008 – 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google