La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Il Mediterraneo Civiltà e Imperi a confronto. Le sei lingue del Mediterraneo Spagnolo, italiano/genovese, arabo (occidente) Greco, italiano/veneziano,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Il Mediterraneo Civiltà e Imperi a confronto. Le sei lingue del Mediterraneo Spagnolo, italiano/genovese, arabo (occidente) Greco, italiano/veneziano,"— Transcript della presentazione:

1 Il Mediterraneo Civiltà e Imperi a confronto

2 Le sei lingue del Mediterraneo Spagnolo, italiano/genovese, arabo (occidente) Greco, italiano/veneziano, turco (oriente) Lingua franca La lingua franca (un creativo misto di lingue e di termini tecnici), parlata da corsari, mercanti e marinai, è la vera lingua di comunicazione comune alle due sponde del Mediterraneo.

3 Il mare è un deserto che si anima solo lungo le coste (F. Braudel) Nel Mediterraneo navigare equivale a seguire la costa (costeggiare, bordeggiare); ci si ferma ogni sera in un porto diverso: porti, taverne, mercati, occasioni di scambio Si abbandonano le coste solo a causa di tempeste, o per brevi tratti di navigazione in linea retta lungo tre rotte prestabilite: rotta spagnola: Malaga – Baleari – Cagliari – Sicilia – Napoli rotta veneziana: (Venezia – Otranto - Corfù) - Messina – Malta – Capo Matapàn – Candia – Cipro – Siria rotta levantina: Rodi – Alessandria dEgitto

4 Le tre rotte mediterranee 1. Rotta spagnola 2. Rotta veneziana 3. Rotta levantina

5 Il Mediterraneo non è patria di marinai né di pescatori (lo sono molto più lAtlantico e i mari del nord) Il mare, poco pescoso, fornisce meno prodotti rispetto alla terra Solo i commerci sono vantaggiosi…per alcuni Sono marinai (commercianti): marsigliesi, genovesi, veneziani, amalfitani, siciliani occidentali, dalmati, greci delle isole, siriani, algerini e tunisini (corsari) Non sono marinai (ma pastori, agricoltori, montanari): corsi, sardi, calabresi, liguri

6 Per costruire le navi ci vogliono i boschi Le navi pesanti hanno bisogno della forza dei rematori : galeotti e schiavi Per costruire le navi ci vuole il legname: quindi boschi vicini Chi li possiede? Venezia (Bellunese) Genova (Alpi Marittime) Ragusa Marsiglia (Alpi Marittime) Spagna (Pirenei) Siria Ottomani (Mar Nero, Anatolia)

7 I mari stretti, base della storia Il Mediterraneo non è un mare, ma una successione di pianure liquide comunicanti per mezzo di porte più o meno larghe ( F. Braudel) 1. La Manica mediterranea, contesa fra Spagna e barbareschi 2. Mare delle Sirti (Sfax), barbaresco 3. Mar Ligure, genovese 4. Medio Tirreno (MareEtrusco), toscano e spagnolo 5. Basso Tirreno e Mar di Sicilia, spagnolo 6. Adriatico (mare chiuso), veneziano 7. Mar Egeo (Arcipelago greco), prima veneziano, poi turco Solo lo Ionio – pericolosissimo - è il vero Sahara marittimo Non dimenticare che nel Mediterraneo si affaccia anche il Mar Nero, riserva protetta prima bizantina e poi turca

8 Due bacini distinti Evidente è la divisione del Mediterraneo in due bacini distinti, separati allaltezza della penisola italiana, della Sicilia e della Tunisia Non è un caso che tutte le grandi battaglie navali della storia moderna – combattute fra Cristiani e Turchi - si siano svolte lungo unideale linea di confine fra i due bacini: 1510, 1520, 1560: Gerba 1511,1551: Tripoli 1534: Corone 1535, 1573, 1574: Tunisi 1538: La Prevesa 1565: Malta 1571: Lepanto 1572: Methoni 1573, 1574: Biserta

9 Concentrazione dei conflitti navali


Scaricare ppt "Il Mediterraneo Civiltà e Imperi a confronto. Le sei lingue del Mediterraneo Spagnolo, italiano/genovese, arabo (occidente) Greco, italiano/veneziano,"

Presentazioni simili


Annunci Google