La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LO SCENARIO DELLECONOMIA ITALIANA di Gabriele OLINI Studi e ricerche CISL Ufficio Studi.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LO SCENARIO DELLECONOMIA ITALIANA di Gabriele OLINI Studi e ricerche CISL Ufficio Studi."— Transcript della presentazione:

1

2 LO SCENARIO DELLECONOMIA ITALIANA di Gabriele OLINI Studi e ricerche CISL Ufficio Studi

3 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL «Bene, - pensava Alice, - dopo una caduta come questa, se mai mi avviene di ruzzolare per le scale, mi sembrerà meno che nulla; a casa poi come mi crederanno coraggiosa! Anche a cader dal tetto non mi farebbe nessun effetto!» (E probabilmente diceva la verità). E giù, e giù, e giù! Non finiva mai quella caduta? Lewis Carroll Alice nel Paese delle Meraviglie Illustrazione J. Otto Seibold Illustrazione J. Otto Seibold

4 Il 2005: E giù, e giù, e giù! Non finiva mai quella caduta?

5 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 1 LECONOMIA NTERNAZIONALE Il 2004 è stato un anno di crescita, ma è finito rallentando ed il 2005 conferma la tendenza…

6 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 1 LECONOMIA INTERNAZIONALE Il dollaro ha un po recuperato: ma con i deficit gemelli quanto durerà? Petrolio: prezzi alti e volatili; oltre 50 $ al barile? Aumento tassi interesse negli USA; domanda ancora alta; clima fiducia famiglie ed imprese in calo

7 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 1 LECONOMIA INTERNAZIONALE Cina: cresce molto, finanzia il debito americano, frena un po, … ma non deraglia Il Giappone: brilla (finalmente), ma non tanto Continua lespansione in India, America latina, Russia

8 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 2 LECONOMIA EUROPEA Europa: aspettative ancora in calo… Ripresa debole e previsioni 2005 ridimensionate Buon andamento export, nonostante rivalutazione Euro Germania ed Italia sotto la media; Francia e Spagna sopra Atonia dei consumi per clima fiducia famiglie basso Mancate riforme strutturali o politica econ. rinunciataria? Le politiche sul potenziale lungo periodo non pagano nel breve

9 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 2 LECONOMIA EUROPEA In Europa laumento del petrolio non si scarica sui prezzi al consumo Crescita insufficiente delloccupazione; resta moderazione salariale Che ne sarà del Nuovo Patto di Stabilità?

10 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 3 LE POLITICHE MONETARIE BCE: Domani è un altro giorno L attesa vigile della BCE Il tasso di riferimento rimarrà al 2% ancora a lungo FED: Politica aggressiva Continua lascesa dei tassi. Tassi a breve raddoppiati dal 2004 al 2005 FED Funds in lenta, ma continua crescita

11 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 4 ITALIA: PRODOTTO INTERNO LORDO E DOMANDA In coda allarea Euro Economia in recessione (Due trimestri in picchiata – La Pasqua non centra ) Contrazione industria, stasi servizi Deterioramento esportazioni, domanda interna debole Rischio crescita zero nel 2005

12 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 4 ITALIA: PRODOTTO INTERNO LORDO E DOMANDA Il clima di fiducia delle famiglie rimane su livelli bassissimi Ad aprile 2005 la fiducia delle imprese manifatturiere scende ai minimi degli ultimi due anni Fonte ISAE IMPRESE

13 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 5 SCAMBI CON LEXPORT Quota esportazioni italiane su commercio mondiale 1995: 4,5% 2003: 3,0% Fonte ISTAT Export Var. % (OCSE 11/2004) Italia-3,94,5 Germania1,88,1 Francia-2,63,4 Spagna2,65,3

14 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 6 ITALIA: PREZZI AL CONSUMO Inflazione gelata dai consumi Impulsi prezzi petrolio compressi da bassa crescita Tariffe locali in forte tensione Inflazione da servizi (Intermed. Finanziaria, tariffe professionali) Fonte ISTAT

15 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 6 ITALIA: PREZZI AL CONSUMO PRODOTTI E SERVIZI DA METTERE SOTTO LA LENTE Prodotti alimentari Acqua potabile e rifiuti solidi urbani Spese per la salute (ticket, medicinali Fascia C, onorari medici) Trasporti urbani Benzine e combustibili RCAuto Tariffe autostradali Ristorazione, turismo, tempo libero Spese per la riparazione Servizi finanziari e tariffe professionali

16 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 7 ITALIA: OCCUPAZIONE La disoccupazione è calata, ma il mercato del lavoro sta peggio Cala il tasso di occupazione Cala il tasso di attività, specie componenti deboli Occupazione in riduzione al Sud Rimane un forte effetto scoraggiamento sullofferta di lavoro Deterioramento qualità del lavoro (riduzione produttività lavoro)

17 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 8 ITALIA: RETRIBUZIONI Dal 2000 al 2003 in sofferenza sia la contrattazione salariale nazionale che quella decentrata Nel 2004 la contrattazione nazionale nel settore privato ha un po recuperato La congiuntura economica restringe ulteriormente la contrattazione decentrata

18 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 8 ITALIA: RETRIBUZIONI La contrattazione nazionale nelle Amministrazioni Pubbliche allinseguimento dellinflazione perduta Fonte ISTAT

19 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 8 ITALIA: RETRIBUZIONI IL GROVIGLIO DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Un sistema di relazioni senza più regole, che esaspera la discrezionalità, che accentua la mancanza di trasparenza, in cui sono vincenti i padrinaggi e le lobby, in cui i soldi per pochi assorbono le risorse destinate a molti; che distribuisce a pioggia solo ad alcuni, senza finalizzazione, che non risparmia risorse, ma le dilapida Un sistema tutto da ripensare

20 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL 9 ITALIA: FINANZA PUBBLICA Nel 2004, ancora una volta, si è ricorsi alle una tantum per stare dentro al 3% Si tratta, secondo le stime di Ref, di 2 punti del PIL (condono, dismissioni, fondo immobiliare, manovre correttive, rinvio contratti, 53) Il 2005 è fortemente a rischio a causa dellesaurimento delle operazioni straordinarie. Rischio Eurostat. Altri rischi per IRAP e interventi Finanziaria 2005, che non butteranno (contenimento crescita spese entro il 2%, maggiori entrate fiscali, studi settore)

21 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL Lo scenario economico – Maggio 2005 Clima economico internazionale Situazione dinamica, ma in rallentamento Prezzi petrolio:alti e volatili; Laumento del tasso degli interessi negli Stati Uniti controllerà i deficit gemelli? Qual è il destino del dollaro? LEuropa: aspettative ancora calanti! In Italia PIL, il 2005 a rischio crescita zero Come scaldare i cuori delle famiglie (consumi) e delle imprese (investimenti)? La disoccupazione è calata; il tasso di attività pure; cala la qualità del lavoro Inflazione bassa, ma tanti prodotti e servizi da mettere sotto la lente Indebitamento pubblico: viaggiamo verso il 4% nel 2005 ed il 4,8% nel 2006

22 Lo Scenario dell' Econ. Italiana - 5/2005 G. OLINI Uff.Studi CISL Come fermare la caduta? Per Alice fu relativamente semplice: Patapunfete! si trovò a un tratto su un mucchio di frasche e la caduta cessò. Lewis Carroll Alice nel Paese delle Meraviglie Per noi è più complicato, perché si richiede un eccezionale sforzo di trasformazione da quello che si è stati, e che ci si avvia a non essere più, a quello che ancora non si è.


Scaricare ppt "LO SCENARIO DELLECONOMIA ITALIANA di Gabriele OLINI Studi e ricerche CISL Ufficio Studi."

Presentazioni simili


Annunci Google