La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

20 Università degli Studi della Calabria Corso di Diritto Privato Vincoli nella formazione dei contratti.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "20 Università degli Studi della Calabria Corso di Diritto Privato Vincoli nella formazione dei contratti."— Transcript della presentazione:

1 20 Università degli Studi della Calabria Corso di Diritto Privato Vincoli nella formazione dei contratti

2 20 a) Obblighi legali a contrarre: FisionomiaTipologiaTecniche di determinazione del contenuto Discendenza della coercibilità della dichiarazione di un soggetto della volontà che si costituisca un certo regolamento con un altro soggetto da fatti diversi da una preventiva manifestazione di volontà del soggetto passivo e tassativamente predeterminati da una disposizione di legge specifica Contratti per lo scambio di beni o di servizi prodotti da impresa in condizione di monopolio legale, di monopolio di fatto ovvero di posizione dominante assicurazione della responsabilità civile per danni causati dalla circolazione di veicoli costituzione di rapporti di lavoro subordinato con categorie cd. protette Parità di trattamento dellacquirente ex lege con gli acquirenti scelti liberamente dallalienante (monopolio e oligopolio) contenuto predeterminato da norma imperativa (assicurazioni obbligatorie)

3 20 b) Patto di opzione: StrutturaConseguenza principaleAspetti peculiari del regime Accordo tra i centri dinteressi di un predeterminato regolamento Se uno degli interessati (opzionario) dichiara di volerlo, acquista forza giuridica il regolamento prestabilito anche contro la volontà sopravvenuta (irrevocabilità) dellaltro (concedente) Fissazione del termine per lesercizio ad opera del giudice, in mancanza di accordo delle parti ammissibilità di un corrispettivo cedibilità

4 20 c) Contratto preliminare: FattispecieRequisiti di efficaciaEffetti Accordo tra gli interessati ad un regolamento predefinito sulla costituzione dellobbligo di entrambe (preliminare bilaterale) ovvero di una sola di esse (preliminare unilaterale) di manifestare in un momento successivo il consenso allefficacia di tale regolamento Forma stabilita dalla legge per la validità del contratto definitivo Identità dellequilibrio economico del regolamento predeterminato nel preliminare e di quello stabilito dal definitivo o dalla sentenza costitutiva (cd. intangibilità del preliminare) Trascrizione Coercibilità della successiva manifestazione di volontà attraverso lobbligo di risarcire il danno e, se possibile e non escluso dal titolo, attraverso una sentenza costitutiva che produce gli stessi effetti del definitivo differimento dellefficacia di tutte le attribuzioni volute (preliminare semplice) ovvero della sola attribuzione traslativa (preliminare ad effetti anticipati) al momento della successiva dichiarazione di volontà di entrambe le parti (anche quella eventualmente non obbligata) retrodatazione al momento della trascrizione del preliminare dellopponibilità del definitivo (cd. effetto prenotativo)

5 20 d) Negozio fiduciario : Fattispecie ed effetti convenzionali Effetti legali Accordo sul trasferimento di un bene ad un soggetto con lobbligo di amministrarlo nellinteresse dellalienante e di ritrasferirlo alla scadenza di un termine o a sua richiesta (fiducia cum amico) accordo sul trasferimento di un bene del debitore al creditore con lobbligo di questi di conservarlo e di ritrasferirlo al momento delladempimento dellobbligazione preesistente (fiducia cum creditore) Estinzione del diritto al ritrasferimento, se il fiduciario aliena la cosa a terzi (salvo il caso di trascrizione del preliminare) + Potere dei creditori del fiduciario di soddisfarsi coattivamente sui beni oggetto del pactum fiduciae

6 20 Trust : Fattispecie ed effetti convenzionali Effetti legali Accordo sulla costituzione di un diritto reale di godimento altrui, ma nellinteresse dello stesso proprietario e limitato nel tempo Sussistenza del diritto al ritrasferimento dopo la scadenza, anche se il trustee ha alienato la cosa al terzo (salvo che latto costitutivo autorizzi la vendita) + Insussistenza del potere dei creditori del trustee di soddisfarsi coattivamente sui beni oggetto del trust (cd. effetto di segregazione)

7 20 e) Divieti di contrarre Divieti legaliDivieti convenzionali Attitudine dellacquisto del bene da parte di determinati soggetti (es., divieto di cessione dei crediti; divieti speciali di comprare) ovvero della perdita del bene per determinati soggetti (es., divieto di alienazione per gli assegnatari di alloggi di edilizia economica e popolare) a far sí che un interesse superindividuale venga sacrificato Divieti convenzionali di alienazione contenuti entro convenienti limiti di tempo e rispondenti a un apprezzabile interesse di una delle parti

8 20 e) Prelazione Fattispecie costitutivaDisciplina Accordo degli interessati (prelazione convenzionale) Fatto estraneo alla volontà del soggetto passivo espressamente previsto dalla legge (prelazione legale) Obbligo di avvisare il prelazionario dellaccordo con terzi di trasferire il bene a certe condizioni (denuntiatio) + obbligo del concedente di risarcire il danno al prelazionario, se aliena a terzi (ma non se non aliena affatto) nonostante che il prelazionario abbia offerto di acquistare alle stesse condizioni (efficacia meramente obbligatoria della prelazione convenzionale) ovvero potere del prelazionario di acquistare la cosa anche contro la volontà del terzo acquirente (efficacia reale della prelazione legale) g) Vincoli alla libertà del contenuto contrattuale Clausole dettate da norma imperativa Clausole duso

9 20 Contrattazione standardizzata a) CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO: Elementi fisionomici Unilateralità della predisposizone (uno solo dei contraenti ha stabilito gli elementi di una singola attribuzione diretta a integrare un regolamento contrattuale) + Uniformità del contenuto (lattribuzione contrattuale ha caratteristiche le quali la rendono idonea a mediare tra i contrapposti interessi delle parti in una serie indefinita di regolamenti contrattuali strumentali allattività economica di uno stesso soggetto) Requisiti di efficacia Condizioni generali non vessatorie (che non stabiliscono un sacrificio) per laderente: discendenza dellefficacia della regola di condotta dallaccettazione delladerente, ovvero in mancanza di questa dalla conoscenza da parte delladerente o addirittura dalla semplice conoscibilità dalladerente Condizioni generali vessatorie (che comportano un sacrificio in caso di inadempimenti o controversie) per laderente: dipendenza dellefficacia della regola di condotta dallapprovazione da parte delladerente specifica ed in forma scritta

10 20 Contrattazione standardizzata a) CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO: Criterio dinterpretazione Interpretatio contra stipulatorem: se la clausola in virtú degli usi linguistici può giustificare alternativamente una regola di condotta con maggior sacrificio per laderente ed una regola di condotta con minor sacrificio per laderente, questultima acquista forza giuridica

11 20 Contrattazione standardizzata Criterio dinterpretazione Interpretatio contra stipulatorem b) CONTRATTI CONCLUSI MEDIANTE MODULI O FORMULARI: Elementi fisionomici Requisiti di efficacia Unilateralità della predisposizone (uno solo dei contraenti ha stabilito gli elementi di tutte le attribuzioni componenti il regolamento contrattuale) + Uniformità del contenuto (il regolamento contrattuale ha caratteristiche le quali lo rendono idoneo a mediare tra i contrapposti interessi delle parti in una serie indefinita di rapporti) Dipendenza dellefficacia delle clausole vessatorie dallapprovazione da parte delladerente specifica (mediante sottoscrizione apposta isolatamente dal resto del testo contrattuale) ed in forma scritta Dipendenza dellefficacia delle clausole prestampate dallinesistenza di clausole aggiunte incompatibili (altrimenti divengono efficaci queste ultime)

12 20 Contrattazione standardizzata c) CONTRATTI NORMATIVI: Fattispecie Effetti Accordo con il quale si predetemina il regolamento di futuri contratti Se gli interessati concludono i futuri contratti, diviene efficace il regolamento prestabilito, ma inesistenza di un obbligo di concludere i futuri contratti

13 20 Contrattazione standardizzata d) DISCIPLINA DEI CONTRATTI DEL CONSUMATORE: Fattispecie Criteri di determinazione della vessatorietà 1)Conclusione di un contratto tra un professionista (anche persona giuridica) nello svolgimento della propria attività economica ed una persona fisica al fine di acquistare beni o servizi estranei alla propria attività professionale; 2)pattuizione di attribuzioni comportanti a carico del consumatore un significativo squilibrio dei diritti e degli obblighi derivanti dal contratto; 3)mancanza di una trattativa sulle attribuzioni determinanti lo squilibrio, e cioè cd. prendere o lasciare Presunzione di vessatorietà delle clausole rientranti in un elenco formulato dal legislatorenon attienenza della vessatorietà allo squilibrio tra il valore delle attribuzioni principali non discendenza della vessatorietà dalla clausola che fissa il corrispettivo del bene o del servizio

14 20 Contrattazione standardizzata d) DISCIPLINA DEI CONTRATTI DEL CONSUMATORE: Conseguenze giuridiche Inefficacia delle clausole abusive, ma efficacia del resto dellautoregolamento, dichiarata dal giudice su richiesta del consumatore ovvero in base al rilievo dufficio Interpretazione di tutte le clausole (anche non vessatorie) nel senso che comporta il minor sacrificio ovvero il maggior beneficio per il consumatore Inibitoria delle clausole abusive stabilita dal giudice su domanda delle associazioni di categoria


Scaricare ppt "20 Università degli Studi della Calabria Corso di Diritto Privato Vincoli nella formazione dei contratti."

Presentazioni simili


Annunci Google