La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Niccolò Machiavelli Mandragola. Ms. Laurenziano Redi 129, Bibl. Medicea Laurenziana, FI = R Edizione del Centauro, s.l., s.d., s.n.t. = C.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Niccolò Machiavelli Mandragola. Ms. Laurenziano Redi 129, Bibl. Medicea Laurenziana, FI = R Edizione del Centauro, s.l., s.d., s.n.t. = C."— Transcript della presentazione:

1 Niccolò Machiavelli Mandragola

2 Ms. Laurenziano Redi 129, Bibl. Medicea Laurenziana, FI = R Edizione del Centauro, s.l., s.d., s.n.t. = C

3 x RC Fino al 1965 la Mandragola è pubblicata sul fondamento di C. Nel 1965 R. Ridolfi scopre R e pubblica criticamente il testo tenendo conto per la prima volta di entrambi i testimoni (Firenze, Olschki). Nel 1971 M. Martelli produce una nuova edizione critica su R e C (Firenze, Sansoni). Nel 1997 G. Inglese pubblica unedizione in grafia antica secondo R (Bologna, il Mulino), correggendo il ms. con C nei luoghi giudicati erronei. Nel 2005 P. Stoppelli pubblica una nuova edizione critica, ancora su R e C (Roma, Bulzoni). Ec = f (t1 + t2 + t3 + … tn) Ec O

4 ATTO PRIMO [SCENA I] Callimaco, Siro [1] CALLIMACO Siro, non ti partire. Io ti voglio un poco. [2] SIRO Eccomi. [3] CALLIMACO Io credo che tu ti maravigliassi assai della mia sùbita partita da Parigi, e ora ti maraviglierai [hora ti marauigli C] sendo io stato qui già un mese sanza fare alcuna cosa. [4] SIRO Voi dite el vero. [5] CALLIMACO Se io non ti ho detto infino a qui quello che io ti dirò ora [ti dirò C], non è stato per non mi fidare di te, ma per iudicare che le cose che luomo [iudicare le chose che lhuomo C] vuole non si sappino sia bene non le dire, se non forzato. Pertanto, pensando io di potere avere bisogno [pensando io hauere bisogno C] della opera tua, ti voglio dire el tutto. [6] SIRO Io vi sono servidore: e servi non debbono mai domandare el padrone [e padroni C] dalcuna cosa, né cercare alcuno loro fatto; ma quando per loro medesimi la dicano [dicono C], debbono servirgli con fede. E così ho fatto e sono per fare io. [7] CALLIMACO Già lo so. Io credo che tu mi abbi sentito dire mille volte, ma e non importa che tu lo intenda milleuna, come io avevo dieci anni quando da e mia tutori, sendo mio padre e mia madre morti, io fui mandato a Parigi, dove io sono stato venti anni. E perché in capo de dieci cominciorono per la passata del re Carlo le guerre in Italia, le quali ruinorono questa provincia, deliberami [deliberami R; deliberai C] di vivermi a Parigi e non mi ripatriare mai, giudicando in quello luogo potere vivere [potere in quel luogo uiuere C] più sicuro che qui.


Scaricare ppt "Niccolò Machiavelli Mandragola. Ms. Laurenziano Redi 129, Bibl. Medicea Laurenziana, FI = R Edizione del Centauro, s.l., s.d., s.n.t. = C."

Presentazioni simili


Annunci Google