La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL PROGETTO ACERO 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. ACcoglienza E LavoRO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL PROGETTO ACERO 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. ACcoglienza E LavoRO."— Transcript della presentazione:

1 IL PROGETTO ACERO 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. ACcoglienza E LavoRO

2 IL PROGETTO ACERO PROGETTI DI OSPITALITA IN TRE RESIDENZE COLLETTIVE PRESENTI IN REGIONE (FINANZIAMENTO CASSA AMMENDE) 90 TIROCINI FORMATIVI DISTRIBUITI TRA LE NOVE PROVINCE DELLA REGIONE (FINANZIAMENTO REGIONALE) 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. ACcoglienza E LavoRO

3 LE RADICI IL PROTOCOLLO DEL 1998 IL PROGETTO INDULTO 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. LACCORDO INTERREGIONALE TRA MINISTERO GIUSTIZIA E REGIONI

4 IL TRONCO LA CASSA DELLE AMMENDECONTRIBUTI REGIONALI 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. ADESIONI ENTI LOCALI (9 Comuni, 9 Province, 2 Assessorati regionali) PRIVATO SOCIALE,VOLONTARIATO ISTITUTI E SERVIZI DELLAMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA (9 II.PP- 5 UEPE)

5 I RAMI ISTITUZIONALI LA MAGISTRATURA DI SORVEGLIANZA : – IL PATTO DI RESPONSABILITARESPONSABILITA – IL PROTOCOLLO OPERATIVO FINALIZZATO ALLA REALIZZAZIONE DI ACERO ACERO 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI.

6 I RAMI REGIONALI ASSESSORATO REGIONALE: ALLE POLITICHE SOCIALI AL LAVORO PROVVEDITORATO REGIONALE AMMINISTRAZIONE PENITENIZIARIA 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI.

7 I RAMI LOCALI I COMITATI LOCALI PER LAREA PENALE CHE NOMINANO : I GRUPPI LOCALI ACERO : AREA EDUCATIVA ISTITUTO PENITENZIARIO U.E.P.E. COMUNE PROVINCIA 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI.

8 I RAMI LOCALI IL GRUPPO LOCALE ACERO INDIVIDUA I SOGGETTI: 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. PER I TIROCINI FORMATIVI PER LE RESIDENZE COLLETTIVE

9 I RAMI LOCALI IL GRUPPO REGIONALE ACERO 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. APPROVA GLI INSERIMENTI PRESSO LE RESIDENZE COLLETTIVE

10 DESTINATARI 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. Il progetto si propone di implementare competenze ed abilità per lacquisizione e/o consolidamento del livello di autonomia per coloro che sono dimessi dal carcere per lammissione ad una misura alternativa, al fine di ridurre e o contenere il rischio di recidiva.

11 DESTINATARI DELLACCOGLIENZA 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. Condannati, di cittadinanza non italiana, ma senza provvedimento di espulsione e cittadini italiani, residenti nel territorio emiliano romagnolo, che possano essere dimessi dal carcere per ammissione a fruire di una misura alternativa alla detenzione. Non sono ritenuti destinatari della prima azione quei condannati che si trovano in condizione di tossicodipendenza e pertanto possono trovare accoglienza presso le Comunità a loro riservate.

12 DESTINATARI DEI PERCORSI DI INCLUSIONE SOCIO LAVORATIVA 14/2/2013PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. condannati, di cittadinanza non italiana, ma senza provvedimento di espulsione e cittadini italiani, residenti nel territorio emiliano romagnolo, che possono essere dimessi dal carcere per ammissione a fruire di una misura alternativa alla detenzione.

13 Rischi e difficoltà difficoltà di produrre un'offerta consona alla domanda, difficoltà di reperimento sul mercato di aziende disponibili a accogliere tirocini formativi data dallattuale congiuntura economica. Fattori positivi occasione per alleggerire la situazione detentiva negli Istituti dellEmilia Romagna alla luce della recente normativa che ha portato a 18 mesi dal fine pena lammissione alla detenzione domiciliare; agevolazione e promozione di percorsi di modalità di esecuzione della pena diverse dal quelle detentive; promuovere iniziative per favorire l'inclusione socio-lavorativa; offrire opportunità di residenzialità collettiva per reinserimento sociale forte coinvolgimento sia in fase progettuale che operativa della rete del Territorio. 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. COSTI BENEFICI PROGETTO

14 LA VALUTAZIONE DEL PROGETTO E previsto un budget per la valutazione esterna Numero persone accolte presso strutture residenziali collettive. Numero persone che ha adempiuto positivamente al progetto di accoglienza in strutture residenziali collettive dal gruppo locale Numero erogazione percorsi e inclusione lavorativa Numero delle persone che hanno terminato i suddetti percorsi con esito positivo Numero percorsi e inclusione lavorativa portate a termine (non interruzione per mancanza di tenuta del soggetto) Numero percorsi e inclusione lavorativa che si sono trasformate in rapporti di lavoro regolari 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI.

15 LA VALUTAZIONE DEL PROGETTO E prevista la valutazione interna : – Analisi e valutazione delle buone prassi adottate – Studio e verifica del coinvolgimento degli stakeholders nel progetto – Verifica delle maggiori criticità al fine di mettere in evidenza le problematiche e migliorarle gli anni successivi 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI.


Scaricare ppt "IL PROGETTO ACERO 04/02/2014PRAP-EPE M.P SCHIAFFELLI. ACcoglienza E LavoRO."

Presentazioni simili


Annunci Google