La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La regina nasce da uova fecondate che vengono deposte nelle celle reali, più grandi delle altre Casa della regina.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La regina nasce da uova fecondate che vengono deposte nelle celle reali, più grandi delle altre Casa della regina."— Transcript della presentazione:

1

2

3

4

5

6 La regina nasce da uova fecondate che vengono deposte nelle celle reali, più grandi delle altre Casa della regina

7 A differenza delle altre api, le regine, vengono nutrite con pappa reale per tutta la durata dello stato larvale.

8 La pappa reale è una sostanza bianca - lattiginosa, viscosa, secreta dalle ghiandole dell'ape operaia

9 Grazie a questo alimento (la pappa reale), crescono di più delle operaie e sono capaci di fare le uova. Impiegano sedici giorni a diventare insetti adulti.

10 Un alveare sprovvisto di regina è destinato a morire in breve tempo. Le regine vivono in media 4-5 anni.

11 Il nome di regina non è forse il più adatto perché, in verità, passano il loro tempo a lavorare per deporre tante uova.

12 I fuchi sono i maschi delle api. Sono più grandi e tozzi delle operaie, lunghi 15 mm circa, ed hanno anche le ali più lunghe. La loro bocca non è adatta a succhiare il nettare e non hanno nelle zampe gli strumenti che servono per raccogliere il polline. Non sono quindi capaci di procurarsi da soli da mangiare e devono essere mantenuti dalle operaie. Inoltre non hanno il pungiglione e non si possono difendere.

13 DEVO CERCARMI UNA BELLA APE REGINA

14 Poveri fuchi! I fuchi sono da sempre stati descritti come dei pigroni, scansafatiche che non sanno fare altro che mangiare a sbafo e sognare di sposare una regina.

15 I Fuchi non hanno il pungiglione e non si possono difendere. Il loro compito è quello di accoppiarsi con una regina durante il volo nuziale

16

17 La durata della vita di un'ape operaia può variare da 30 giorni a 6 mesi. Infatti le api che nascono in un periodo di piena attività dell'alveare vivono poco perché consumano tutte le loro energie nella frenetica raccolta del nettare e del polline. Quelle nate, invece, alla fine dell'estate ed in autunno vivono molto di più.

18 LE API OPERAIE SI OCCUPANO DI TENERE PULITO LALVEARE, NUTRIRE LE LARVE, DI PRODURRE LA CERA ATTRAVERSO DELLE GHIANDOLE E DELLA RACCOLTA DEL POLLINE

19 In inverno solo nelle giornate serene, durante le ore più calde, le api escono a turno dallalveare, puliscono la loro casa ed al calare della temperatura ritornano alla loro casa per riunirsi allape regina.

20 Le api, nei loro voli all'esterno dell'alveare, trovano qualche fiore e tornano alla loro casa con il nettare: danno alle compagne la notizia della loro scoperta facendo assaggiare loro il frutto del ritrovamento e comunicando dove hanno trovato i fiori con una speciale danza.danza

21 Le api usano un linguaggio molto originale: si scambiano informazioni attraverso delle danze. Con queste riescono a dire alle sorelle dove trovare il cibo, specificando la direzione, la distanza e la qualità del nettare. Per esempio, con la danza dell'addome indicano fonti di cibo lontane dall'alveare (oltre 100 metri), con quella circolare, viceversa, nelle immediate vicinanze.

22 Il calore del sole, così come ha fatto spuntare i fiori, ha causato un nuovo fervore nell'alveare. Molte api escono a "fare la spesa" sui fiori, e nell'alveare arriva un flusso via via crescente di nettare. Anche la regina è influenzata da questo cambiamento: nutrita in abbondanza ricomincia a deporre le uova. E' aumentata l'attività all'interno dell'arnia e ricomincia per l'apicoltore il lavoro. E' il momento di aprire l'alveare per controllare che la regina deponga le uova, che le scorte siano sufficienti per nutrire le api e le giovani larve.

23 Il miele è la sostanza alimentare che le api producono partendo dal nettare dei fiori o dalle secrezioni di parti vive di piante, che esse raccolgono, che successivamente trasformano.

24 E' un alimento completo, un vero e proprio concentrato di salute. Funziona per i bambini, gli anziani e tutti quelli che hanno bisogno di un carico di energia. E non basta: presa insieme ad altri prodotti diventa un eccellente medicina naturale!

25 La propoli è una sostanza che le api prelevano da gemme e cortecce di vari alberi e utilizzano poi all'interno degli alveari. All'interno dell'alveare la propoli riveste due importanti funzioni: viene utilizzata come materiale da costruzione e ha una grande funzione antibatterica l'alveare e le cellette in cui l'ape regina depositerà le uova vengono rivestite di propoli per evitare il proliferare dei batteri.

26 La cera dapi è prodotta dalle ghiandole situate sotto laddome delle api operaie. La cera secreta dai pori è in forma liquida, ma a contatto con laria solidifica. Il suo utilizzo è impiegato in molti modi uno tra questi e la creazione delle candele

27 Pan dolce al mieleIngredienti: 1/2 Kg. di farina 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva 2 cucchiai di miele Un pizzico di sale 25 gr. Di lievito di birra AcquaPreparazione: Amalgamare con molta cura la farina con un cucchiaio di olio extra vergine di oliva, il miele, un pizzico di sale, e il lievito di birra sciolti in una tazza di acqua tiepida. Quindi aggiungete l'acqua sufficiente a ottenere una pasta morbida ma abbastanza consistente. Formate dei panini piccoli e piatti, sistemateli su una lastra da forno unta e infarinata e lasciate lievitare per almeno 2 ore. Mettete poi in forno molto caldo e cuocete i panini per 30 minuti circa, verificando il punto di cottura con uno stuzzicadenti. E adesso Una prelibata Ricetta fatta con il Nostro MIELE!

28 Ah… Quanto ho lavorato oggi! Sono stanchissimo, adesso mi riposo un pò

29 CIAO DA MATTEO

30

31 un grazie a tutti Coloro che hanno Creduto e supportato Questo progetto un grazie a tutti Coloro che hanno Creduto e supportato Questo progetto


Scaricare ppt "La regina nasce da uova fecondate che vengono deposte nelle celle reali, più grandi delle altre Casa della regina."

Presentazioni simili


Annunci Google