La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Linfinito tra filosofia e letteratura Diletta Boldrini.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Linfinito tra filosofia e letteratura Diletta Boldrini."— Transcript della presentazione:

1 Linfinito tra filosofia e letteratura Diletta Boldrini

2 LE NUOVE CONCEZIONI ASTRONOMICHE (Copernico) Al centro dell Universo, sostituito alla Terra sta,immobile, il Sole; attorno al Sole ruotano i pianeti e la Terra prende posto tra questi e gira su se stessa originando così il moto apparente del Sole. Luniverso è ancora concepito come unico e chiuso. (Copernico) Al centro dell Universo, sostituito alla Terra sta,immobile, il Sole; attorno al Sole ruotano i pianeti e la Terra prende posto tra questi e gira su se stessa originando così il moto apparente del Sole. Luniverso è ancora concepito come unico e chiuso. (Keplero) Si parla di divinità delluniverso che viene visto come immagine della trinità divina. Al centro cè il Sole, immagine di Dio Padre, il numero dei pianeti e la loro disposizione obbedirebbero ad una precisa legge di armonia geometrica. (Keplero) Si parla di divinità delluniverso che viene visto come immagine della trinità divina. Al centro cè il Sole, immagine di Dio Padre, il numero dei pianeti e la loro disposizione obbedirebbero ad una precisa legge di armonia geometrica. (Cusano) Si parla per la prima volta di un universo non chiuso. Non viene usato laggettivo infinito che è riservato a Dio ma si afferma che luniverso sia interminato. (Cusano) Si parla per la prima volta di un universo non chiuso. Non viene usato laggettivo infinito che è riservato a Dio ma si afferma che luniverso sia interminato. (Bruno) E una visione astronomica che non deriva dallosservazione ma da unintuizione di fondo. (Bruno) E una visione astronomica che non deriva dallosservazione ma da unintuizione di fondo.Bruno

3 Linfinito è un pensiero comune Donne … la nuova filosofia pone tutto in dubbio … si sono persi il sole e la terra, né ingegno duomo … si sono persi il sole e la terra, né ingegno duomo … può bene indirizzare a dove cercarli … … può bene indirizzare a dove cercarli …Galileo … quando siamo tra gli infiniti e gli indivisibili, quelli (gli infiniti) sono incomprensibili dal nostro intelletto finito per la loro grandezza e questi (gli indivisibili) per la loro piccolezza …

4 La perdita delle certezze e il senso di disorientamento … non so chi mi abbia messo al mondo, né cosa sia il mondo, né cosa io stesso sia, mi trovo in un ignoranza spaventosa di tutte le cose, non so che cosa siano il mio corpo, i miei sensi, la mia anima e perfino questa parte di me che pensa quel che dico, che riflette su tutto e su sé stessa e non conosce sé meglio del resto,vedo quegli spazi delluniverso che mi rinchiudono e mi trovo confinato in un angolo di questimmensa distesa senza sapere perché sono collocato qui piuttosto che altrove … (Pascal Pensiero n 194) … la terra gli apparisca come un punto in confronto dellimmenso giro che quellastro descrive, e lo riempia di stupore il fatto che questo stesso vasto giro è soltanto un tratto minutissimo in confronto di quello descritto dagli astri roteanti nel firmamento. E se a questo punto la vista si arresterà, limmaginazione vada oltre:si stancherà di concepire prima che la natura di offrile materia.Tutto questo mondo visibile è solo un punto impercettibile nellampio seno della natura…E una sfera infinita il cui centro è in ogni dove e la circonferenza in nessun luogo.Luomo, ritornato a sé, consideri quel che è in confronto a quel che esiste…che cosè un uomo nell infinito? (Pensiero n223)

5 L infinito L infinito Sempre caro mi fu quest ermo colle Sempre caro mi fu quest ermo colle e questa siepe, che da tanta parte e questa siepe, che da tanta parte dellultimo orizzonte il guardo esclude. dellultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminati Ma sedendo e mirando, interminati Spazi di là da quella, e sovrumani Spazi di là da quella, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete silenzi, e profondissima quiete io nel pensier mi fingo; ove per poco io nel pensier mi fingo; ove per poco il cor non si spaura. E come il vento il cor non si spaura. E come il vento odo stormir tra queste piante, io quello odo stormir tra queste piante, io quello infinito silenzio a questa voce infinito silenzio a questa voce Vo comparando: e mi sovvien l eterno Vo comparando: e mi sovvien l eterno e le morte stagioni, e la presente e le morte stagioni, e la presente e viva, e il suon di lei. Così tra questa e viva, e il suon di lei. Così tra questa immensità s annega il pensier mio: immensità s annega il pensier mio: e il naufragar m è dolce in questo mare. e il naufragar m è dolce in questo mare. Giacomo Leopardi Giacomo Leopardi

6 … un commento alla poesia … … un commento alla poesia … Sempre caro mi fu quest ermo colle Sempre caro mi fu quest ermo colle e questa siepe, che da tanta parte e questa siepe, che da tanta parte dellultimo orizzonte il guardo esclude. dellultimo orizzonte il guardo esclude. Ma sedendo e mirando, interminati Ma sedendo e mirando, interminati Spazi di là da quella, e sovrumani Spazi di là da quella, e sovrumani silenzi, e profondissima quiete silenzi, e profondissima quiete io nel pensier mi fingo; ove per poco io nel pensier mi fingo; ove per poco il cor non si spaura. E come il vento il cor non si spaura. E come il vento odo stormir tra queste piante, io quello odo stormir tra queste piante, io quello infinito silenzio a questa voce infinito silenzio a questa voce Vo comparando: e mi sovvien leterno Vo comparando: e mi sovvien leterno e le morte stagioni, e la presente e le morte stagioni, e la presente e viva, e il suon di lei. Così tra questa e viva, e il suon di lei. Così tra questa immensità s annega il pensier mio: immensità s annega il pensier mio: e il naufragar m è dolce in questo mare. e il naufragar m è dolce in questo mare. Ma: sebbene la siepe glielo impedisca la sua mente viaggia verso linfinito nonostante non sia in grado di gestirlo Il cor non si spaura: di fronte a tanta vastità il cuore prova sgomento (paura dellinfinito) Mi sovvien leterno: passaggio dalla dimensione spaziale a quella temporale Così tra questa…: perdita nellimmensità spaziale e temporale Naufragar: non riuscendo a gestirlo razionalmente, si lascia trasportare provando una sensazione dolce

7 La ginestra o il fiore del deserto La ginestra o il fiore del deserto … sovente in queste rive, che, desolate, a bruno che, desolate, a bruno veste il flutto indurato, e par che ondeggi, veste il flutto indurato, e par che ondeggi, seggo la notte; e su la mesta landa seggo la notte; e su la mesta landa in purissimo azzurro in purissimo azzurro veggo dallalto fiammeggiar le stelle, veggo dallalto fiammeggiar le stelle, cui di lontan fa specchio cui di lontan fa specchio il mare, e tutto di scintille in giro il mare, e tutto di scintille in giro per lo voto seren brillare il mondo. per lo voto seren brillare il mondo. … al pensier mio … al pensier mio che sembri allora, o prole che sembri allora, o prole delluomo? E rimembrando delluomo? E rimembrando il tuo stato quaggiù di cui fa segno il tuo stato quaggiù di cui fa segno il suol chio premo; e poi dallaltre parte, il suol chio premo; e poi dallaltre parte, che te signora e fine che te signora e fine credi tu data al Tutto, e quante volte credi tu data al Tutto, e quante volte favolegggiar ti piacque, in questo oscuro favolegggiar ti piacque, in questo oscuro granel di sabbia, il qual di terra ha nome, granel di sabbia, il qual di terra ha nome, per tua cagion, dell universe cose per tua cagion, dell universe cose scender gli autori, e conversar sovente scender gli autori, e conversar sovente co tuoi piacevolmente, e che i derisi co tuoi piacevolmente, e che i derisi sogni rinnovellando, ai saggi insulta sogni rinnovellando, ai saggi insulta fin la presente età, che in conoscenza fin la presente età, che in conoscenza ed in civil costume ed in civil costume sembra tutte avanzar; qual moto allora sembra tutte avanzar; qual moto allora mortal prole infelice, o qual pensiero mortal prole infelice, o qual pensiero verso te finalmente il cor massale? verso te finalmente il cor massale? Non so se il riso o la pietà prevale … Non so se il riso o la pietà prevale … Giacomo Leopardi Giacomo Leopardi

8 Una mente finita come può pensare allinfinito? Per Cartesio e Pascal questa era una delle prove dellesistenza di Dio:esiste qualcosa (Dio) fuori e questo qualcosa esterno riflette la sua infinità nella nostra mente. limite del pensiero (ieri) limite del pensiero (ieri)Infinito pensiero del limite (oggi) pensiero del limite (oggi)

9 … e se di infinito non ce ne fosse solo uno?! Ragionamento di Giordano Bruno ne La cena delle ceneri: La Terra è illuminata dal Sole, ma solo una parte viene illuminata La Terra è illuminata dal Sole, ma solo una parte viene illuminata Se Terra e Sole si allontanano, viene illuminata sempre una parte maggiore della Terra Se Terra e Sole si allontanano, viene illuminata sempre una parte maggiore della Terra Se il Sole si allontanasse allinfinito, verrebbe illuminata solo metà della Terra Se il Sole si allontanasse allinfinito, verrebbe illuminata solo metà della Terra Laltra metà rimane sempre in ombra?Quando arriviamo allinfinito, dobbiamo fare un passo in più e andare oltre questo primo infinito e così il Sole comincerà ad illuminare la parte dietro della Terra Laltra metà rimane sempre in ombra?Quando arriviamo allinfinito, dobbiamo fare un passo in più e andare oltre questo primo infinito e così il Sole comincerà ad illuminare la parte dietro della Terra Quando si arriva allinfinito per la seconda volta, sarà illuminata tutta la Terra Quando si arriva allinfinito per la seconda volta, sarà illuminata tutta la Terra E un ragionamento metaforico ma che prende in considerazione lesistenza di più infiniti. Al giorno doggi si è arrivati ad avere infiniti infiniti.

10 FINE

11 CONCEZIONE ASTRONOMICA DI BRUNO Abbattimento delle mura esterne delluniverso Abbattimento delle mura esterne delluniverso Pluralità dei mondi Pluralità dei mondi Identità di struttura fra cielo e terra Identità di struttura fra cielo e terra Geometrizzazione dello spazio cosmico Geometrizzazione dello spazio cosmico Infinità dellUniverso Infinità dellUniverso


Scaricare ppt "Linfinito tra filosofia e letteratura Diletta Boldrini."

Presentazioni simili


Annunci Google