La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La formazione nelle Aziende Sanitarie: Chi fornisce i contenuti? Cd FISM Franco Vimercati Sanit Roma 11 febbraio 2006.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La formazione nelle Aziende Sanitarie: Chi fornisce i contenuti? Cd FISM Franco Vimercati Sanit Roma 11 febbraio 2006."— Transcript della presentazione:

1 La formazione nelle Aziende Sanitarie: Chi fornisce i contenuti? Cd FISM Franco Vimercati Sanit Roma 11 febbraio 2006

2 La formazione nelle aziende sanitarie E finalizzata alla mission aziendale e può essere: – Una opportunità, ovvero un investimento sul miglioramento delle professionalità dei propri dirigenti – Un obbligo, ovvero il rispetto da quanto sancito dal CCNL

3 CCNL Art. 23 comma 2 La formazione continua si svolge sulla base delle linee generali di indirizzo dei programmi annuali e pluriennali individuati a livello nazionale e regionale, concordati in appositi progetti formativi presso l'azienda ………..

4 CCNL Art. 23 comma 3 L'azienda e l'ente garantiscono l'acquisizione dei crediti formativi da parte dei dirigenti interessati con le cadenze previste dalle vigenti disposizioni nell'ambito della formazione obbligatoria sulla base delle risorse finalizzate ………….. I dirigenti che vi partecipano sono considerati in servizio a tutti gli effetti ed i relativi oneri sono a carico dell'azienda o ente. …………..

5 CCNL Art. 23 comma 4 Dato il carattere tuttora - almeno in parte - sperimentale della formazione continua, le parti concordano che nel caso di impossibilità anche parziale di rispettare la garanzia prevista dal comma 2 circa l' acquisizione nel triennio del minimo di crediti formativi da parte dei dirigenti interessati non trova applicazione la specifica disciplina prevista dall'art. 16 quater del d.lgs.502 del Ne consegue che, in tali casi, le aziende ed enti non possono intraprendere iniziative unilaterali di penalizzazione per la durata del presente contratto.

6 CCNL Art. 23 comma 5 Ove, viceversa la garanzia del comma 2 venga rispettata, il dirigente che senza giustificato motivo non partecipi alla formazione continua e non acquisisca i crediti previsti nel triennio, subirà una penalizzazione nelle procedure di conferimento degli incarichi da stabilirsi nei criteri integrativi aziendali, ………

7 CCNL Art. 23 comma 6 …………. Ove il dirigente prescelga percorsi non rientranti nei piani suddetti o che non corrispondano alle citate caratteristiche, le iniziative di formazione - anche quella continua - rientrano nell'ambito della formazione facoltativa con oneri a carico del dirigente

8 Problematiche a) Le aziende sanitarie si organizzano per la formazione utilizzando le professionalità presenti nei loro organici, anche al fine di ridurre i costi e per assolvere ai compiti previsti dalla legge e dal CCNL (in alcuni casi senza certezze nei contenuti) b) Le aziende possono utilizzare programmi formativi di terzi ma con ovvi problemi di costi c) Le aziende possono chiedere alle SS di collaborare al miglioramento della professionalità dei medici delle relative specializzazioni fornendo contenuti certificati

9 Ipotesi di lavoro Le SS hanno nel loro statuto la mission formativa che può essere espressa mediante: – Corsi – Congressi – Esperienze formative sul campo o a distanza – Altro…… I corsi ed i congressi, in genere, si svolgono in sedi apposite ed hanno una finalizzazione specifica e riconosciuta dallECM

10 La sfida formativa nelle Aziende La sfida da vincere è laggiornamento della professionalità del medico nella attività di tutti i giorni e si svolge, in gran parte, nelle aziende sanitarie ove sono previsti spazi, tempi finalizzati ma con ottimizzazione dei costi pena il non aggiornamento del dirigente (art. 2 del CCNL) Le SS non possono perdere questa occasione per entrare nella operatività formativa di tutti i giorni cambiando la sanità italiana con piccoli ma concreti passi.

11 Il ruolo della FISM Proporre una strategia comune per unire le SS, per aree di intesse, al fine di creare un vero e proprio indice di momenti formativi, espressione delle conoscenze attualizzate e di provata efficacia, con possibilità di rapida implementazione da parte delle aziende. I programmi formativi possono essere uniformati e adattati alle necessità delle singole aziende, utilizzando come docenti alcuni referenti regionali delle SS stesse e promovendo linteresse di alcuni medici specialisti motivati allinterno dell azienda medesima.

12 Il Progetto Area di interesse 1 Società Scientifiche Area di interesse 2 Società Scientifiche Area di interesse 3 Società Scientifiche FISM Azienda Sanitaria Indice contenuti formativi

13 Conclusioni Bisogna creare un indice di momenti formativi certificati che assicuri, grazie alla FISM, una implementazione andragogica corretta. In questo modo le SS conquisteranno, anche nelle aziende sanitarie, un ruolo di primaria importanza dovuto alla correttezza dei contenuti trasmessi, alla congruità economica della formazione e alla sua efficacia ottenuta grazie al coinvolgimento delle professionalità presenti in azienda.

14 Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "La formazione nelle Aziende Sanitarie: Chi fornisce i contenuti? Cd FISM Franco Vimercati Sanit Roma 11 febbraio 2006."

Presentazioni simili


Annunci Google