La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le professioni turistiche Principali Professioni Turistiche.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le professioni turistiche Principali Professioni Turistiche."— Transcript della presentazione:

1 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le professioni turistiche Principali Professioni Turistiche Guida Accompagnatore Interprete La disciplina è contenuta nelle singole Leggi Regionali. Lattività è soggetta a licenza. Requisiti per la licenza: i seguenti principi possono essere enucleati dallesame delle diverse Leggi Regionali: 1) 1)Superamento di un esame per il rilascio dellautorizzazione; 2) 2)Sanzioni in caso di esercizio abusivo dellattività. Licenza di P.S. (Pubblica Sicurezza) non più necessaria.

2 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Regione Lazio – Legge 19/04/1985 n. 50 Guida Turistica E' guida turistica chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nella visita a monumenti, opere e gallerie d' arte, musei, scavi archeologici, ville, parchi, localita' paesaggistiche e di particolare attrattiva, complessi industriali, artigianali, agricoli e simili, per illustrare i valori, direttamente o tramite interprete. L' esercizio della professione di guida turistica e' consentito con riferimento specifico a parti del territorio regionale. Accompagnatore Turistico E' accompagnatore turistico o corriere chi, per professione, accompagna persone singole o gruppi di persone nei viaggi attraverso il territorio nazionale od all' estero in attuazione del programma di viaggio, assicurando la necessaria assistenza e fornendo elementi significativi e notizie di interesse turistico - culturale sulle zone di transito, al di fuori dell' ambito di competenza e nel rispetto delle attività delle guide turistiche.

3 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Regione Lazio – Legge 19/04/1985 n. 50 Interprete Turistico E' interprete turistico chi, per professione, presta la propria opera nell' assistenza, esclusivamente mediante traduzione di lingue estere, a turisti stranieri, presenti in occasione di viaggi turistici, incontri, manifestazioni di interesse turistico, e presso uffici di informazione, al di fuori delle attivita' riconosciute alle guide ed agli accompagnatori turistici.

4 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Regione Lazio – Legge 19/04/1985 n. 50 CONDIZIONI PER LESERCIZIO DELLE PROFESSIONI Lottenimento della licenza è subordinato al superamento di un esame bandito dalla Regione. Non è richiesta la licenza per: a) chi svolge senza compenso e senza carattere di professionalita' ed abitualita' le attivita' di cui alla presente legge esclusivamente in favore dei soci ed assistiti degli enti ed organismi di carattere associativo, operanti nel settore del turismo e del tempo libero; b) chi occasionalmente presta la propria opera nell' ambito delle attivita' previste dalla presente legge come dipendente od in qualita' di esperto, in occasione di singoli viaggi o di iniziative promozionali organizzati da enti pubblici esclusivamente nell' espletamento dei loro compiti istituzionali, previa comunicazione all' assessorato al turismo della Regione od all' ente turistico periferico competente;

5 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Regione Lazio – Legge 19/04/1985 n. 50 c) chi svolge in qualita' di dipendente di agenzia di viaggi e turismo attivita' di accoglienza ed accompagnamento da e per porti, aeroporto, stazioni di partenza e di arrivo di mezzi collettivi di trasporto; d) i ministri di culto e gli appartenenti agli ordini religiosi che, in occasione di iniziative religiose e/o di culto, svolgono le attività di cui alla presente legge nella propria sede di appartenenza, senza compenso ed abitualità.

6 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Regione Lazio – Legge 19/04/1985 n. 50 PROVE DESAME PER GUIDA TURISTICA a) prova scritta, anche mediante questionario, in materia storico - artistica, economica ed ambientale generale e delle localita' in cui deve essere esercitata la professione; b) prove orali riguardanti, rispettivamente: 1) cultura storico - artistica, nonche' economica ed ambientale delle localita' in cui dovra' essere esercitata la professione; 2) nozioni generali di legislazione e di organizzazione turistica italiana e compiti e norme di esercizio della professione; 3) conversazione nonche' lettura e traduzione orale di un brano scritto nella lingua straniera prescelta tra quelle previste dal bando ed in ciascuna di quelle facoltative.

7 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Decreto Legge n. 7 di laurea in lettere con indirizzo in storia dell'arte o in archeologia o titolo equipollente, l'esercizio dell'attività di guida turistica titolari di laurea o diploma universitario in materia turistica o titolo equipollente non può essere negato l'esercizio dell'attività di accompagnatore turistico Le attività di guida turistica e accompagnatore turistico, come disciplinate dall'articolo 7 della legge 29 marzo 2001, n. 135, e successive modificazioni, non possono essere subordinate all'obbligo di autorizzazioni preventive, al rispetto di parametri numerici e a requisiti di residenza, fermo restando il possesso dei requisiti di qualificazione professionale previsti dalle normative regionali. Ai soggetti titolari di laurea in lettere con indirizzo in storia dell'arte o in archeologia o titolo equipollente, l'esercizio dell'attività di guida turistica non può essere negato, nè subordinato allo svolgimento dell'esame abilitante o di altre prove selettive, salva la previa verifica delle conoscenze linguistiche e del territorio di riferimento. Al fine di migliorare la qualità dell'offerta del servizio in relazione a specifici territori o contesti tematici, le regioni promuovono sistemi di accreditamento, non vincolanti, per le guide turistiche specializzate in particolari siti, località e settori. Ai soggetti titolari di laurea o diploma universitario in materia turistica o titolo equipollente non può essere negato l'esercizio dell'attività di accompagnatore turistico, fatta salva la previa verifica delle conoscenze specifiche quando non siano state oggetto del corso di studi. I soggetti abilitati allo svolgimento dell'attività di guida turistica nell'ambito dell'ordinamento giuridico del Paese comunitario di appartenenza operano in regime di libera prestazione dei servizi senza necessità di alcuna autorizzazione, nè abilitazione, sia essa generale o specifica7legge 29 marzo 2001, n. 135

8 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Sentenza Corte Costituzionale 222/2008 Quale che sia il settore in cui una determinata professione si esplichi, la determinazione dei principi fondamentali della relativa disciplina spetti sempre allo Stato, nell'esercizio della propria competenza concorrente, ai sensi dell'art. 117, terzo comma, Cost. L'attribuzione della materia delle «professioni» alla competenza concorrente dello Stato, prevista dalla citata disposizione costituzionale, prescinde, cioè, dal settore nel quale l'attività professionale si esplica e corrisponde all'esigenza di una disciplina uniforme sul piano nazionale che sia coerente anche con i princípi dell'ordinamento comunitario.

9 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Regione Lazio – Legge 19/04/1985 n. 50 PROVE DESAME PER INTERPRETE TURISTICO a) prova scritta di traduzione dalla lingua italiana nella lingua straniera prescelta tra quelle previste dal bando ed in ciascuna di quelle facoltative; b) prove orali, riguardanti rispettivamente: 1) colloquio e traduzione simultanea nelle lingue oggetto della prova scritta; 2) nozioni di tecnica turistica, compiti e norme di esercizio della professione; 3) nozioni generali di legislazione e di organizzazione turistica italiana.

10 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Regione Lazio – Legge 19/04/1985 n. 50 PROVE DESAME PER ACCOMPAGNATORE TURISTICO a) prova scritta, anche mediante questionario, in materia di geografia turistica italiana, europea ed extraeuropea ed in materia di organizzazione e legislazione turistica, valutaria e doganale, delle comunicazioni e trasporti; b) prove orali, riguardanti rispettivamente: 1) geografia turistica italiana, europea ed extraeuropea; 2) organizzazione e legislazione turistica; 3) disciplina delle comunicazioni e dei trasporti; 4) nozioni sulla legislazione valutaria e doganale; 5) tecnica turistica, compiti e norme di esercizio della professione; 6) conversazione, nonché lettura e traduzione orale, di un brano scritto nella lingua straniera prescelta tra quelle previste dal bando ed in ciascuna di quelle facoltative.

11 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche Regione Lazio – Legge 19/04/1985 n. 50 DIVIETI E' fatto divieto alle guide, agli accompagnatori ed agli interpreti turistici di esercitare, dietro compenso, attivita' estranee alla loro professione nei confronti dei turisti. Il divieto comprende le attivita' di carattere commerciale, di concorrenza alle agenzie di viaggio, di procacciamento diretto od indiretto di clienti a favore di alberghi, imprese di trasporto, singole imprese commerciali, artigiane, industriali e simili. E' fatto altresi' divieto ai soggetti, di cui al primo comma, di applicare compensi differenti da quelli determinati dalla Provincia

12 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche GUIDA ALPINA (Legge Quadro n. 6/1989) È guida alpina chi svolge professionalmente, anche in modo non esclusivo e non continuativo, le seguenti attività: a) accompagnamento di persone in ascensioni sia su roccia che su ghiaccio o in escursioni in montagna; b) accompagnamento di persone in ascensioni sci-alpinistiche o in escursioni sciistiche: c) insegnamento delle tecniche alpinistiche e sci-alpinistiche con esclusione delle tecniche sciistiche su piste di discesa e di fondo.

13 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche GUIDA ALPINA (Legge Quadro n. 6/1989) È guida alpina chi svolge professionalmente, anche in modo non esclusivo e non continuativo, le seguenti attività: a) accompagnamento di persone in ascensioni sia su roccia che su ghiaccio o in escursioni in montagna; b) accompagnamento di persone in ascensioni sci-alpinistiche o in escursioni sciistiche: c) insegnamento delle tecniche alpinistiche e sci-alpinistiche con esclusione delle tecniche sciistiche su piste di discesa e di fondo. La professione si articola in due gradi: a) aspirante guida; b) guida alpina-maestro di alpinismo. Liscrizione allalbo è ammessa a seguito del superamento di un esame di abilitazione

14 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche GUIDA ALPINA Albo professionale delle guide alpine. L'esercizio stabile della professione di guida alpina, nei due gradi di aspirante guida e di guida alpina-maestro di alpinismo, è subordinato all'iscrizione in appositi albi professionali, articolati per regione e tenuti, sotto la vigilanza della regione, dal rispettivo collegio regionale delle guide. L'iscrizione va fatta nell'albo della regione nel cui territorio si intende esercitare la professione. È ammessa, nel caso la guida alpina o l'aspirante guida intenda esercitare stabilmente la professione nel territorio di più regioni, l'iscrizione in più di un albo, sempreché sussistano i requisiti previsti. L'iscrizione all'albo professionale delle guide alpine-maestri di alpinismo o degli aspiranti guida di una regione abilita all'esercizio della professione in tutto il territorio nazionale. L'esercizio della professione da parte di guide e aspiranti guida o figure professionali corrispondenti, provenienti dall'estero con i loro clienti, in possesso di abilitazione tecnica secondo l'ordinamento del Paese di provenienza, purché non svolto in modo stabile nel territorio nazionale, non è subordinato all'iscrizione nell'albo.

15 Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le Professioni Turistiche MAESTRO DI SCI (Legge Quadro n. 81/1991) È maestro di sci chi insegna professionalmente, anche in modo non esclusivo e non continuativo, a persone singole ed a gruppi di persone, le tecniche sciistiche in tutte le loro specializzazioni, esercitate con qualsiasi tipo di attrezzo, su piste di sci, itinerari sciistici, percorsi di sci fuori pista ed escursioni con gli sci che non comportino difficoltà richiedenti l'uso di tecniche e materiali alpinistici, quali corda, piccozza, ramponi. L'esercizio della professione di maestro di sci è subordinata alla iscrizione in appositi albi professionali regionali tenuti, sotto la vigilanza della regione, dal rispettivo collegio regionale dei maestri di sci. Liscrizione è ammessa dietro superamento di esame di abilitazione


Scaricare ppt "Organizzazione pubblica e attività amministrativa del turismo Regime e procedure amministrative per le professioni turistiche Principali Professioni Turistiche."

Presentazioni simili


Annunci Google