La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

BISOGNI RIABILITATIVI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ETA PEDIATRICA BISOGNI RIABILITATIVI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ETA PEDIATRICA Comunità di Pratica Un.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "BISOGNI RIABILITATIVI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ETA PEDIATRICA BISOGNI RIABILITATIVI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ETA PEDIATRICA Comunità di Pratica Un."— Transcript della presentazione:

1 BISOGNI RIABILITATIVI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ETA PEDIATRICA BISOGNI RIABILITATIVI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ETA PEDIATRICA Comunità di Pratica Un gruppo di professionisti con lobiettivo di diffondere la conoscenza 30 Novembre 2009 Elisa Nicoli Franca Balbo Mossetto A.S.L. TO4

2

3 Il docente è discente Le modalità con cui svilupperemo questo percorso sono sperimentali Le aspettative sono alte

4 Il Progetto Prometeo 2009 Le Comunità di Pratica di professionisti Gli strumenti per linterazione a distanza La nostra Comunità di Pratica

5

6 Ciò che vale veramente la pena di mettere a fuoco quando utilizziamo il costrutto Comunità di pratica è che esso ci immette su fenomeni di apprendimento. (E. Wenger)

7 CARATTERISTICHE ESSENZIALI La realizzazione di una INTRAPRESA COMUNE, intesa come tale dai suoi membri e negoziata nei suoi diversi aspetti. Lesistenza di un IMPEGNO RECIPROCO tra i membri, i quali si sentono legati da una comune identità allinterno di una determinata entità sociale. La presenza di un REPERTORIO CONDIVISO di risorse comuni sviluppato nel tempo, ossia, linguaggi, stili di azione, sensibilità, modalità ricorrenti di azione e pensiero.

8 L apprendimento individuale o la semplice trasmissione di conoscenze riguarda il singolo. La modificazione del comportamento chi può riguardare? Lapprendimento attraverso le CdP fa tuttuno con la pratica e con il tessuto di relazioni in cui la pratica è inserita e riguarda lorganizzazione. Può generare opportunità di innovazione e cambiamento?

9 Generare apprendimento organizzativo Il fatto di essere inseriti all interno del sistema di conoscenza proprio di un contesto organizzativo, in cui funzionano delle routine operative specifiche e si producono soluzioni ai problemi è il presupposto di forme di apprendimento più o meno estese. Apprendimento significa infatti dare significato alla realtà, valorizzare lesperienza, rinforzare lidentità professionale allinterno del proprio contesto La CdP può essere strumento di questo processo.

10

11 Schema tratto da Dalla formazione a distanza alle comunità di pratica attraverso lapprendimento in rete Guglielmo Trentin

12 La comunicazione sincrona e asincrona

13 THINK TAG (Le risorse condivise)

14 SKIPE ( la comunicazione sincrona)

15 FORUM ( la comunicazione asincrona)

16 WIKI ( la collaborazione differita)

17

18 LOBIETTIVO e quello di produrre un documento che metta in evidenza i bisogni riabilitativi del bambino oncologico e gli interventi. la proposta per avviare il lavoro è quella di lavorare sulle risorse pubblicate, ma anche attraverso la narrazione di esperienze. Le esperienze possono essere le proprie o quelle dei colleghi o di persone coinvolte. Il MANDATO per dicembre è: -Cercare risorse da caricare su TT - Usare il forum


Scaricare ppt "BISOGNI RIABILITATIVI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ETA PEDIATRICA BISOGNI RIABILITATIVI DEL PAZIENTE ONCOLOGICO IN ETA PEDIATRICA Comunità di Pratica Un."

Presentazioni simili


Annunci Google