La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

ANALISI DELLA NORMALITÀ ECONOMICA. 1 Gli indicatori di normalità economica Il contribuente che applicherà gli studi di settore per il periodo dimposta.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "ANALISI DELLA NORMALITÀ ECONOMICA. 1 Gli indicatori di normalità economica Il contribuente che applicherà gli studi di settore per il periodo dimposta."— Transcript della presentazione:

1 ANALISI DELLA NORMALITÀ ECONOMICA

2 1 Gli indicatori di normalità economica Il contribuente che applicherà gli studi di settore per il periodo dimposta 2006 dovrà confrontare i propri ricavi dichiarati con quelli risultanti dallapplicazione dellanalisi della congruità e della nuova analisi di normalità economica. Lo studio di settore fornirà, quindi, un unico ammontare di valore stimato che si compone dei ricavi da congruità e dei maggiori ricavi individuati con la nuova analisi di normalità economica.

3 2 Gli indicatori di normalità economica Per le imprese sono stati individuati i seguenti indicatori che potrebbero consentire di ridurre i livelli di evasione e le distorsioni connesse ad una non corretta esposizione (manipolazione) dei dati contabili e strutturali: INCIDENZA DEI COSTI DI DISPONIBILITÀ DEI BENI STRUMENTALI MOBILI RISPETTO AL VALORE STORICO DEGLI STESSI; GESTIONE DEL MAGAZZINO; VALORE AGGIUNTO PER ADDETTO; REDDITIVITÀ DEI BENI STRUMENATLI MOBILI.

4 3 Incidenza dei costi di disponibilità dei beni strumentali mobili rispetto al valore storico degli stessi La metodologia prevede un controllo di coerenza tra i costi di disponibilità dei beni strumentali mobili ed il valore storico dei beni strumentali esposti ai fini dellapplicazione degli studi di settore (al netto del valore relativo a beni acquistati in dipendenza dei contratti di locazione non finanziaria). Nel caso in cui il valore dichiarato dei costi di disponibilità dei beni strumentali mobili si posizioni al di sopra del valore massimo di coerenza, la parte dei costi che determina il superamento di tale valore costituisce parametro di riferimento per la determinazione di maggiori ricavi da normalità economica.

5 4 Gestione del magazzino LAnalisi della coerenza nella gestione del magazzino viene applicata agli studi di settore in cui è presente lindicatore Rotazione di magazzino o lindicatore Durata delle scorte. LAnalisi di coerenza nella gestione del magazzino può essere applicata anche ad alcuni studi di settore per cui sono state definite, al livello di studio di settore, le soglie massime dellindicatore di durata delle scorte. Per i soggetti che presentano un incremento delle Rimanenze finali relative a merci, prodotti finiti, materie prime e sussidiarie, semilavorati e ai servizi non di durata ultrannuale rispetto alle Esistenze iniziali relative a merci, prodotti finiti, materie prime e sussidiarie, semilavorati e ai servizi non di durata ultrannuale cui si accompagna una grave incoerenza negli indicatori esposti, il costo del venduto viene aumentato per un importo pari allincremento del magazzino. Lincremento del magazzino costituisce anche un parametro di riferimento per la determinazione di maggiori ricavi da normalità economica. La stima di tali maggiori ricavi verrà effettuata sulla base della riapplicazione di GERICO.

6 5 Valore aggiunto per addetto Lo step successivo dellanalisi della coerenza è rappresentato dal controllo che lindicatore Valore aggiunto per addetto si posizioni al di sopra della soglia minima di coerenza determinata a livello del singolo studio di settore in base allaerea territoriale in cui opera limpresa. Per i soggetti che svolgono lattività in condizioni di marginalità economica, il valore della soglia minima di coerenza dellindicatore Valore aggiunto per addetto è ridotta del 50%. Per i soggetti che svolgono lattività in condizioni di marginalità economica e che hanno compiuto i 65 anni entro il 31 dicembre 2006, il valore della soglia minima di coerenza dellindicatore Valore aggiunto per addetto è ridotta del 60%. Per ogni contribuente non coerente rispetto alla soglia minima del Valore aggiunto per addetto vengono calcolati i maggiori ricavi da normalità economica riportando a coerenza lo specifico indicatore.

7 6 Redditività dei beni strumentali mobili Lanalisi di normalità economica prevede il controllo che lindicatore Redditività dei beni strumentali mobili si posizioni al di sopra di una soglia minima di coerenza, precedentemente determinata a livello di singolo studio di settore in base allarea territoriale in cui opera limpresa. Per ogni contribuente non coerente rispetto alla soglia minima di Redditività dei beni strumentali mobili vengono calcolati i maggiori ricavi da normalità economica riportando a coerenza lo specifico indicatore.


Scaricare ppt "ANALISI DELLA NORMALITÀ ECONOMICA. 1 Gli indicatori di normalità economica Il contribuente che applicherà gli studi di settore per il periodo dimposta."

Presentazioni simili


Annunci Google