La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Cromosomopatie Vincenzo Nigro Laboratorio di genetica - Dipartimento di Patologia Generale, Seconda Università degli Studi di Napoli Telethon Institute.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Cromosomopatie Vincenzo Nigro Laboratorio di genetica - Dipartimento di Patologia Generale, Seconda Università degli Studi di Napoli Telethon Institute."— Transcript della presentazione:

1 Cromosomopatie Vincenzo Nigro Laboratorio di genetica - Dipartimento di Patologia Generale, Seconda Università degli Studi di Napoli Telethon Institute of Genetics and Medicine, Napoli

2 citogenetica di routine da linfociti sono rappresentativi di ciascun altra cellula del corpo

3

4

5 metacentrici, se il centromero è centrale 1, 2, 3, 16, 17, 18, 19 submetacentrici, se il centromero non è centrale e non è vicino ad unestremità 4, 5, 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 20, X, Y acrocentrici, se il centromero è vicino ad unestremità 13, 14, 15, 21, 22

6 Eteromorfismi citogenetici Variazione pericentromerica del crom. 9 9qh+ Inversione 9 inv Variazione + inversione

7 Ereditarietà della variazione pericentromerica del cromosoma 1

8 citogenetica prenatale da amniociti da villi coriali dovrebbero essere rappresentativi delle cellule del feto difficili da ottenere

9 Frequenza di anomalie cromosomiche negli aborti spontanei (39.8%-40.9%) trisomie autosomiche 49-52% Turner (45, X) 15-19% triploidia (69) 15-16% tetraploidia (92) 5-6% altre anomalie 6-14%

10 Le alterazioni cromosomiche sono più frequenti al crescere delletà materna, mentre le mutazioni puntiformi sono legate al numero di divisioni cellulari che avvengono circa ogni 15 gg nella linea germinale maschile

11 MESI COMPLETATI ANNI donna di 37 anni e mezzo alla data presunta del parto Rischio di 1/239 di figlio con sindrome di Down

12 aneuploidie nei nati vivi anomalie autosomiche –trisomia 21 (sindrome di Down) 1/700 –trisomia 18 (sindrome di Edwards) 1/6.500 –trisomia 13 (sindrome di Patau) 1/ anomalie dei cromosomi sessuali –Sindrome di Klinefelter (47,XXY) 1/900 maschi –Sindrome XYY (47,XYY) 1/1.000 maschi –Sindrome della tripla X (47,XXX) 1/1.200 femmine –Monosomia X o S. di Turner (45,X0) 1/2.500 femmine

13 anomalie ecografiche maggiori

14 soft markers anomalie ecografiche minori

15 tritest interpretazione dei risultati anomalia fetale AFP Alfa-feto proteina Beta hCGuE estriolo non coniugato NTD =difetti del tubo neurale * Normal Trisomia 21 Trisomia 18 * NTD: anencefalia, spina bifida and encefalocele

16 Translucenza nucale free- HCG PAPP-A Trisomia Trisomia 13, S. di Turner+++++/-- Triploidia materna +/ Triploidia paterna /- Il duotest (double screen) include la valutazione del PAPP-A (Pregnancy Associated Plasma Protein A) e la frazione libera della gonadotropina corionica (free-betaHCG). Viene effettuato tra la 10ma e la 13ma settimana di gravidanza dal siero della gestante

17 Il 70% delle gravidanze non giunge a termine trisomia 21 Down

18 + Meiosis 1 Meiosis 2 or + SEA Meiosis 1 error Meiosis 1 error Meiosis or 3 other combinations Meiosis 1 Meiosis 2 error Meiosis 2 error or other combinations Meiosis 1 Meiosis Mitotic error Mitotic error

19 origine dellextra cromosoma 21 sea3109 Data from the Antonarakis and Hassold laboratories MM168% MIT5.5% PM12.6% MM219.8% PM24.1%

20 anomalie cromosomiche nella sindrome di Down Numero free T21 t14;21 t13;21 t15;21 t21;21 t21;22 altre t mosaicism Anomalia q p D21S17 ETS2 MX1 DSCR HC21

21 fenotipo Livello di espressione Ipotesi sulla variabilità del fenotipo di 6 individui diversi in caso di trisomia 21 in presenza di varianti alleliche

22 u Neurologici : –Ritardo mentale 100% –Alzheimer dopo i 35anni100% u Ipotonia muscolare 100% u Bassa statura 70% u Testa : –Brachicefalia 75% –Epicanto 60% –brushfield spots iride 55% –lingua protrudente 45% –orecchie displastiche50% trisomia 21 Down casi in Italia

23 u Arti corti, mani larghe 65% u Mignolo corto60% u Solco palmare trasverso60% u Cuore –Difetti cardiaci congeniti40% –Canale atrioventricolare 16% u Anomali gastrointestinali –Atresia/stenosi duodenale250x –ano imperforato 50x –Hirschsprung 300x u Sangue: –Leucemia acuta megacariocitica 300x –Leucemia (ALL e AML) 10-20x trisomia 21 Down

24 trisomia 18 Edwards (1/6.500 nati)(1/6.500 nati) 90% dei casi nondisgiunzione materna M/F = 1/4 Giunge a termine solo il 2.5% dei concepimenti Di questi il 33% muore nel primo mese, il 50% entro 2 mesi Oltre 100 anomalie Peso sotto la norma, difficoltà suzione Ipotonia Idrocefalo, epilessia Malformazioni cardiache sinclinodattilia, unghie poco sviluppate piedi a calcagno prominente Gambe incrociate

25 trisomia 13 Patau (1/ nati)(1/ nati) 90% dei casi nondisgiunzione materna Giunge a termine solo il 2.5% dei concepimenti Di questi il 33% muore nel primo mese, il 50% entro 2 mesi Peso sotto la norma, difficoltà suzione Oloprosencefalia, microcefalia Cecità e sordità Occhi che possono fondersi Labiopalatoschisi 80% epilessia Malformazioni cardiache sinclinodattilia piedi a calcagno prominente

26 Monosomia X (45,X0) Turner 1:2.500 Solo l1% delle gravidanze giunge a termine Errore nella spermatogenesi nell 80% dei casi e non correla con letà dei genitori Caratteristiche principali: –mancato sviluppo ovarico con amenorrea primaria e sterilità –fenotipo molto variabile –linfedema con rigonfiamento delle mani e dei piedi – pterigio del collo

27 Monosomia X (45,X0) Turner 1:2.500 –mandibola più piccola (micrognazia) –torace largo con aumento degli spazi intercostali –attaccatura bassa delle orecchie –bassa statura –quarto metacarpo corto –cardiopatia, ipertensione e anomalie renali. –sia lintelligenza sia lattesa di vita sono normali

28 feto con anomalia cromosomica (mosaicismo) trisomie a mosaico 8, 9, 13, 18, 21 crescita in coltura di cellule materne mosaicismo vero (livello III) pseudomosaicismo (livelli II e I)

29 XX o XY Il sesso maschile è determinato dalla presenza del cromosoma Y Si sono evoluti meccanismi per compensare la differenza di dosaggio genico del cromosoma X, presente in 2 copie nelle femmine e in 1 copia nei maschi

30 1.il cromosoma X raddoppia lespressione di tutti i geni contenuti, cioè si produce 2 volte più RNA 2.nelle femmine uno dei due cromosomi X è inattivato casualmente in ciascuna cellula allo stadio di blastocisti 2 cromosomi X nelle donne, 1 solo negli uomini?

31 1.Nel Klinefelter (XXY) uno dei due cromosomi X è inattivato casualmente in ciascuna cellula allo stadio di blastocisti 2.Quindi il dosaggio sarebbe mantenuto Il Klinefelter?

32 Sindrome di Klinefelter (47,XXY) 1:900-1:600 maschi Il 50% delle gravidanze giunge a termine Fenotipo maschile Caratteristiche principali: Statura alta –Ipogonadismo, bassi livelli di testosterone, mancata produzione di spermatozoi (azoospermia) e quindi sterilità –Ginecomastia –Sia lintelligenza sia lattesa di vita sono quasi normali

33 Altre forme citogenetiche Ma ci sono anche Klinefeler 48,XXYY and 48,XXXY in 1 caso su 17,000 e 1 su 50,000 mnati maschi 49,XXXXY in 1 caso su 85, ,000 Ci sono maschi 46,XX in cui avviene una traslocazione di parte di cromosoma Y sul cromosoma X che include la sex determining region (SRY) mosaici

34 Le regioni PAR presenti sui cromosomi sessuali contengono geni che non sono inattivati, perché il doppio dosaggio è assicurato comunque PAR1 ha 24 geni, PAR2 ha solo 4 geni

35 Il gene SHOX Short stature HOmeoboX-containing Mutazioni o delezioni del gene SHOX nella regione PAR1 causa ritardo di crescita e bassa statura. La bassa statura di donne con sindrome di Turner Syndrome (X0) è il risultato di una sola copia di SHOX (ma anche il quarto metacarpo corto) La maggiore statura nel Klinefelter (XXY) e nella tripla X (XXX) potrebbe essere il risultato di 3 copie di SHOX

36 Livello di espressione variabilità dei geni del cromosoma X delle regioni PAR, quindi non inattivati 3 copie nel Klinefelter, ma anche nella tripla X Mario Rossi Luca Bianchi Pio Verdi Giulio Rosa Lucio Viola Gianni Neri

37 A complicare le cose… circa il 15 % dei geni umani presenti sullX sfugge allinattivazione, mentre nel topo questa è unevenienza rara (solo 6 geni in tutto) alcuni sono espressi al % altri al 10% questo fenomeno è quindi incompleto e le donne hanno una elevata eterogeneità nellespressione di geni dellX

38 Manifestazione clinica: SI Livello di espressione ipotesi sulla variabilità di ogni singola manifestazione clinica di Klinefelter in presenza di varianti in geni del cromosoma X non inattivati Mario Rossi Luca Bianchi Pio Verdi Giulio Rosa Lucio Viola Gianni Neri Manifestazione clinica: NO

39 Quanti Klinefelter? Prevalenza di XXYs è cresciuta da 1.09 a 1.72 per 1000 maschi nati (P=0.023) Questo incremento non è dovuto allaumento delletà materna Sono nati maschi in Italia e maschi in Campania nel 2007 max nuovi Klinefelter ogni anno in Italia (32-52 in Campania)

40 XXY è la sola trisomia nota in cui circa il 50% dei casi è causato da una non disgiunzione alla prima divisione meiotica paterna

41 Trisomia X (47,XXX) 1:1.200 Il 70% delle gravidanze giunge a termine Errore nella disgiunzione materna e correla con letà materna Caratteristiche principali: –Statura alta –Fertilità normale, irregolarità ciclo –Sia lintelligenza sia lattesa di vita sono normali

42 Maschio (47,XYY) 1:1.000 maschi Fenotipo maschile Caratteristiche principali: –Statura alta –Fertilità normale –Non vi è correlazione con letà paterna –Sia lintelligenza sia lattesa di vita sono perfettamente normali

43 triploidia Frequenza alla nascita = 1/ Frequenza negli aborti = 1/14 Cariotipo 69,XXY 57% Cariotipo 69,XXX 40% Cariotipo 69,XYY 3%

44

45 Tipo I, corredo sovrannumerario paterno Feto microcefalico o normale Placenta ingrossata Tipo II, corredo sovrannumerario materno Ritardo di crescita Feto con macrocefalia relativa Placenta poco sviluppata Nati vivi Basso peso Asimmetria cranio-facciale e difetti di ossificazione del cranio Microftalmia, ipertelorismo, micrognazia Sindattilia cutanea, piedi torti Anomalie genitali, ipoplasia delle surrenali Cardiopatie

46 47,XXY/46,XY Mosaicismo, quando il cambiamento avviene dopo che si è formato lo zigote

47 Rischio riproduttivo generale per una coppia per cui lanamnesi personale e familiare abbiano escluso un incremento del rischio rispetto alla popolazione è 3-5% in caso di difetti congeniti rilevabili alla nascita (a. crom 0.65%) 8-10% rilevabili entro i 10 anni di età

48 Un precedente figlio con anomalie cromosomiche Aumenta il rischio in caso di: tutte le trisomie non mosaico riarrangiamenti strutturali marker cromosomi

49 Un precedente figlio con anomalie cromosomiche NON aumenta il rischio in caso di: 47, XYY triploidia, tetraploidia sindrome di Turner


Scaricare ppt "Cromosomopatie Vincenzo Nigro Laboratorio di genetica - Dipartimento di Patologia Generale, Seconda Università degli Studi di Napoli Telethon Institute."

Presentazioni simili


Annunci Google