La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Draft v.1 DOL Presentazione per le Organizzazioni Sindacali Nazionali 22 febbraio 2006 Riorganizzazione processi corrispondenza Posta retail in J+1.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Draft v.1 DOL Presentazione per le Organizzazioni Sindacali Nazionali 22 febbraio 2006 Riorganizzazione processi corrispondenza Posta retail in J+1."— Transcript della presentazione:

1 Draft v.1 DOL Presentazione per le Organizzazioni Sindacali Nazionali 22 febbraio 2006 Riorganizzazione processi corrispondenza Posta retail in J+1

2 DOL Draft v.1 2 AGENDA Logiche di riorganizzazione Modifica dei processi Impatti sulla rete logistica

3 DOL Draft v.1 3 AGENDA Logiche di riorganizzazione Modifica dei processi Impatti sulla rete logistica

4 DOL Draft v.1 4 Modifica dei processi: liberalizzazione del mercato La seconda direttiva europea Riduzione area di riserva Corriere transfrontaliero 350 gr/5 volte la tariffa base standard 100 gr/3 volte la tariffa base standard 50 gr/2 volte la tariffa base standard Definizione ulteriori tappe 350 gr/5 volte la tariffa base standard Deroghe fino a un max di 100 gr. Liberalizzazione completa Deroghe fino a un max di 50 gr

5 DOL Draft v.1 5 Concorrenza Poste Italiane Tecnologie sostitutive Tecnologie sostitutive Liberalizzazione Modifica dei processi: levoluzione dello scenario Per consolidare il proprio posizionamento e allinearsi ad altri paesi quali Germania e Olanda, Poste Italiane ha avviato un processo di riorganizzazione logistica che consentirà di passare progressivamente al recapito di tutta la posta Retail in J+1 entro lanno.

6 DOL Draft v.1 6 cosa cambia per la posta Retail Prioritario Diventerà in prospettiva il prodotto di riferimento per la clientela retail (consumer e soho) in cui confluisce tutta la vuotatura cassette, la maggior parte delle MAAF e dei Conti di Credito Ordinario In prospettiva sparirà dallofferta di Poste Italiane per la clientela retail (pz/giorno) transitano dallOrdinario al Prioritario - 37% +223% I VOLUMI Si è ipotizzato lo spostamento dei flussi di Posta Ordinaria VC e Posta Ordinaria singola nel flusso di Posta Prioritaria. In questa ipotesi, il flusso Prioritario si incrementa del 223%.

7 DOL Draft v.1 7 AGENDA Effetti sul processo e logiche di riorganizzazione Modifica dei processi Impatti sulla rete logistica

8 DOL Draft v.1 8 Impatti sulla rete logistica (1) Lincremento dei volumi da lavorare nella finestra di CRP e di CRA comporta la necessità di superare alcune criticità in varie fasi del processo: Accettazione-Raccolta: Razionalizzazione della distribuzione sul territorio delle Cassette di Impostazione Modifica etichette su Cassette di Impostazione Revisione degli orari di ritiro Smistamento CRP: Revisione del processo di lavorazione Riprogettazione dei programmi di smistamento Introduzione logica di anticipo di codifica a 9 cifre in fase unica Trasporto: Reti di Base Raccolta VANTAGGI Semplificazione attività di apertura/cernita manuali negli stabilimenti No NuovaRete VANTAGGI Riduzione numero di ripartizioni Migliore saturazione contenitori per aumento volumi Prio e riduzione n° ripartizioni Semplificazione formazione e migliore saturazione Roll Container

9 DOL Draft v.1 9 Impatti sulla rete logistica (2) Trasporto-Rete Primaria: Revisione dei collegamenti su gomma tra Rete J+1 e Rete T+0 Trasferimento su volo dei volumi Ord Voluminoso e raccomandate attualmente veicolati con Rete T+1 e T+0, Smistamento CRA Necessità di maggiore presido in fascia notturna Ri-progettazione dei programmi di smistamento Trasporto su Rete di Base e Recapito Verifica della capacità di ripartizione manuale delle UdR Verifica delle nuove esigenze di trasporto della rete di base sulle corse di anticipo alimentazione UdR VANTAGGI Migliore saturazione dei mezzi Ottimizzazioni e sinergie tra le attuali reti VANTAGGI Ottimizzazione dei time scheduling e delle logiche di smistamento Ottimizzazioni applicazione risorse per VCD VANTAGGI Ottimizzazione della logistica di distribuzione in sinergia con il progetto di riorganizzazione del recapito

10 DOL Draft v.1 10 AGENDA Logiche di riorganizzazione Modifica dei processi Impatti sulla rete logistica

11 DOL Draft v.1 11 Effetti sul processo e logiche di riorganizzazione LAUMENTO DEI VOLUMI DEL PRIORITARIO RICHIEDE LAMPLIAMENTO DELLA FINESTRA DI LAVORAZIONE IN CRA. IL CRA E LULTIMA FASE DEL PROCESSO E PER MODIFICARE QUELLA FINESTRA DI LAVORAZIONE OCCORRE INTEVENIRE PREVENTIVAMENTE SU TUTTE LE FASI PRECEDENTI Riorganizzazione Situazione attuale OBIETTIVO PRIMARIO ampliare il CRA

12 DOL Draft v.1 12 Il primo step: anticipo della raccolta PER GARANTIRE LAMPLIAMENTO DELLULTIMA FASE DEL PROCESSO OCCORRE: 1.Anticipare la raccolta del prodotto per completare le lavorazioni in partenza tre ore prima di quanto avviene adesso; 2.Anticipare di unora la rete di trasporto nazionale per la posta prioritaria (stradale ed aerea) 3.Riprogettare il sistema di smistamento Anticipazione di 1 ora dellinizio del CRP e contrazione della finestra disponibile da 8 a 6 ore Anticipazione dei trasporti della rete primaria overnight (compreso SAN) di 1 ora Anticipazione del CRA da extracomprensorio di 1 ora con ampliamento della finestra disponibile da 2 a 3 ore Anticipazione della RACCOLTA Tempo Priorità

13 DOL Draft v.1 13 Per avvicinarsi alla situazione descritta ….. Occorre subito: Anticipare fase di raccolta e consolidare la nuova organizzazione dei trasporti di bacino (marzo/aprile sui bacini pilota di Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte, Puglia e Toscana) Adeguare la fase di smistamento in CRP (testando la capacità macchina, nuovi programmi di smistamento, saturazione contenitori ecc)


Scaricare ppt "Draft v.1 DOL Presentazione per le Organizzazioni Sindacali Nazionali 22 febbraio 2006 Riorganizzazione processi corrispondenza Posta retail in J+1."

Presentazioni simili


Annunci Google