La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I pidocchi del capo Consigli per bambini e genitori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I pidocchi del capo Consigli per bambini e genitori."— Transcript della presentazione:

1 I pidocchi del capo Consigli per bambini e genitori

2 2 Indice generale Un mito da sfatare Cosa sono i pidocchi? Cosa sono le lendini? Ciclo biologico dei pidocchi Come si prendono i pidocchi? Come faccio a sapere se ho preso i pidocchi? Uso del pettine a denti molto fitti, come fare? Se trovo un pidocchio cosa devo fare? TERAPIA Come possiamo prevenire i pidocchi? PREVENZIONE

3 3 I pidocchi non si trovano solo sui capelli sporchi!  Ai pidocchi piacciono tutti i tipi di capelli: sporchi o puliti, castani, biondi o rossi, lunghi o corti  Si tratta di una normale infestazione che si può eliminare  I pidocchi sono dei parassiti che vivono sulla testa dell’uomo  I pidocchi non trasmettono alcuna malattia Un mito da sfatare…

4 Cosa sono i pidocchi ?

5 5 Il pidocchio del capo: E’ un insetto –Senza ali –Con 3 paia di zampe Dimensione –lunghezza: max. 4 mm –altezza: 2 mm Colore –Normalmente trasparente = difficile da individuare –Diventano marrone/rosso dopo essersi cibati Cosa sono i pidocchi?

6 6 Habitat –Vivono sui capelli dell’uomo, in un ambiente caldo = dietro le orecchie o intorno alla nuca –Sono parassiti = si nutrono di sangue umano Mobilità –Sanno nuotare –Non sanno saltare, ma si muovono molto rapidamente Cosa sono i pidocchi?

7 7 Le lendini non sono pidocchi! Le lendini sono gusci vuoti o uova morte Sono incollate ai capelli grazie ad un materiale adesivo che la femmina secerne quando depone le uova Le lendini possono rimanere tra i capelli per settimane o addirittura mesi dopo l’eradicazione dell’infestazione Cosa sono le lendini?

8 8 CICLO BIOLOGICO Il Pediculus Schumann capitis è un ectoparassita strettamente ospite-specifico. Vive esclusivamente di sangue umano, per cui deve necessariamente soggiornare in prossimità del cuoio capelluto e si nutre ogni 2-3 ore. I pidocchi, o più correttamente anopluri, sono insetti atteri (privi di ali), ectoparassiti ematofagi obbligati dei mammiferi. Delle specie appartenenti all’ordine degli Anoplura, o Phthiriaptera, solo due infestano l’uomo: Pediculus humanus (subspecies capitis e corporis) e Phtirus pubis.

9 9

10 Come si prendono i pidocchi?

11 11 I pidocchi si prendono per contatto : Contatto diretto: da una testa all’altra (giocando, facendo sport …) Contatto indiretto: –Da oggetti quali poltrone, sciarpe, cappelli, asciugamani … –In piscina –Scambiandosi spazzole, pettini, caschi … I pidocchi possono infestare chiunque, non solo i bambini Come si prendono i pidocchi?

12 Come faccio a sapere se ho i pidocchi?

13 13 Qualcuno avverte prurito sul cuoio capelluto Alcuni non sanno di avere i pidocchi L’uso del pettine a denti molto fitti è il metodo migliore per individuare i pidocchi Come faccio a sapere se ho i pidocchi?

14 Uso del pettine a denti molto fitti: come fare?

15 15 PREPARAZIONE Acquistare il pettine a denti molto fitti in farmacia Pettinare i capelli con un pettine normale sciogliendo tutti i nodi Suddividere la capigliatura umida in 4 parti (dopo aver tamponato i capelli con un asciugamano) Uso del pettine a denti molto fini: come fare?

16 16 FASE 1 Con i denti del pettine a denti molto fini in contatto con il cuoio capelluto al centro del capo, iniziare a pettinare verso il basso, mantenendo il pettine il più possibile a contatto con il cuoio capelluto stesso. Esaminare una zona per volta. FASE 2 Osservare bene il pettine per individuare eventuali pidocchi. Pulire il pettine su un panno può aiutare ad individuare eventuali pidocchi. FASE 3 Ripetere il procedimento su tutto il capo. Per effettuare questa operazione in maniera adeguata occorreranno circa minuti. Uso del pettine a denti molto fini: come fare?

17 17 CONSIGLIO Assicurarsi che ci sia luce a sufficienza. L’ideale è la luce naturale. Si può mettere un asciugamano bianco sulle spalle o pettinare i capelli su una superficie bianca (lavandino, vasca da bagno o tavolo) per vedere meglio eventuali pidocchi che cadono dai capelli. Effettuare il controllo con l’apposito pettine su tutti i componenti della famiglia e su tutti coloro che potrebbe essere entrati in contatto con il capo della persona infestata. Uso del pettine a denti molto fini: come fare?

18 Se trovo un pidocchio, cosa devo fare? TERAPIA

19 19 FASE 1 Eliminazione dei pidocchi e lendini mediante: METODO FISICO Pettine REPELLENTIAntiparassitari di origine chimica Prodotti naturali TERAPIA OMEOPATICA solo se sono persone PREDISOSTE con episodi di pediculosi ricorrente. PRIMA SCELTARimedio costituzionale del paziente (simillimum) SECONDA SCELTANosode + Rimedio omeopatico specifico FASE 2 Disinfestare anche l’ambiente. Cambiare e lavare a 60°C le lenzuola e i vestiti Tutto ciò che non può essere lavato a 60°C, ad es. vestiti sintetici, spazzole, pettini, poltrone, caschi, peluche … possono essere disinfestati con speciali trattamenti per l’ambiente (insetticidi spray). Se trovo un pidocchio, cosa devo fare? TERAPIA

20 20

21 21 OLII FISSI OLII ESSENZIALI SOFFOCAMENTO AZIONE IRRITANTE SUI PIDOCCHI Gli olii fissi consistono essenzialmente in agenti che soffocano i pidocchi come l’olio di oliva, l’olio di girasole e l’olio di mais. Gli olii essenziali invece sono in genere tossici per i pidocchi in misura variabile. Tra questi i più attivi sono gli estratti di anice, cinnamomo, timo rosso, menta piperita, noce moscata, rosmarino, eucalipto, di maggiorana e di lavanda. Tra gli olii essenziali probabilmente la lavanda è una dei più attivi. L’azione irritante è dovuta alla presenza di chetoni e fenoli. L’unico olio essenziale che non contiene queste sostanze è quello dell’albero del tè (Tea Tree Oil), il cui meccanismo consiste nel ridurre la capacità di movimento dei pidocchi e di penetrare nelle loro vie respiratorie. Il trattamento naturale potrebbe anche uccidere i parassiti ma non elimina le uova saldate al capello è quindi necessaria una rimozione manuale per liberarsi dei piccoli parassiti tramite la pettinatura o una forza aspirante. TERAPIA CON SOSTANZE NATURALI

22 22 Se trovate un pidocchio vivo e vitale, siete di fronte ad un caso di pediculosi Non bisogna ricorrere alla TERAPIA se non si trova un pidocchio vivo e vitale Le lendini possono indicare un’infestazione passata, ma non necessariamente un’infestazione in corso CONSIGLI

23 Come possiamo prevenire i pidocchi? PREVENZIONE

24 24 In un periodo di EPIDEMIA (molti casi di pediculosi nell’ambito di una scuola, asilo, etc..) Usare un repellente naturale. Non scambiarsi abiti (sciarpe, cappelli, caschi…), spazzole o pettini. PROFILASSI OMEOPATICA PRIMA SCELTARimedio costituzionale del paziente SECONDA SCELTANosode In persone PREDISOSTE con episodi di pediculosi ricorrente PROFILASSI OMEOPATICA PRIMA SCELTARimedio costituzionale del paziente Come possiamo prevenire i pidocchi?

25 25 TERAPIA E PROFILASSI OMEOPATICA NELLA PEDICULOSI PRIMA SCELTA La prima scelta sia per un’azione TERAPEUTICA che PROFILATTICA in un periodo epidemico (in un scuola, asilo, etc…) o in individui predisposti con episodi di pediculosi ricorrente, consiste nel dare al paziente il RIMEDIO COSTITUZIONALE (SIMILLIMUM). Il rimedio costituzionale è scelto dall’OMEOPATA sulla base della totalità dei sintomi caratteristici individuali del paziente.

26 26 TERAPIA E PROFILASSI OMEOPATICA NELLA PEDICULOSI L’aiuto della Medicina Omeopatica nelle pediculosi ricorrenti Fonte: Appunti di lezione del Dr. Juan Pellegrino. Professore titolare A.M.H.A. (Asociación Médica Homeopática Argentina). Traduzione: Dr. Lodovico Corradin Per la delusione di tutti quelli che pensano che con la sola igiene ed il sapone non ci siano più problemi di parassitosi come pidocchi, lendini etc…, l’evidenza recente dimostra che anche i più puliti soffrono di questo disturbo. Prima di tutto c’è da discutere sul concetto d’igiene e di malattia esterna. L’igiene non deve limitarsi solamente al lavaggio della pelle e dei capelli, ma oltre ad essere fisica deve essere anche psichica, emozionale, sociale, spirituale e per queste cose ci deve essere qualcosa in più del sapone. Anche considerare esterna questa malattia non è corretto dal nostro punto di vista. È un errore pensare che, siccome questi parassiti si localizzano nella superficie della pelle, questo sia un problema che riguarda solo questa parte e che non ha nulla a che vedere con il resto dell’organismo. Quando appaiono pidocchi, inizia il dramma e le pseudo spiegazioni. …. si dice che i parassiti attuali sono più forti di quelli di prima e che li si deve combattere con antiparassitari sempre più forti: così si trasforma la pelle, il cuoio capelluto in un campo di battaglia.

27 27 TERAPIA E PROFILASSI OMEOPATICA NELLA PEDICULOSI Qualcuno si è chiesto qualche volta come mai in un’epoca di epidemia ci siano individui che non contraggono i pidocchi nonostante siano esposti? Questo si spiega con il fatto che si ammala solo chi è predisposto. Chi non si contagia è perché c’è qualcosa in lui che è in equilibrio e ciò lo difende naturalmente dall’attacco del parassita. La persona che s’infetta e reinfetta continuamente nonostante i trattamenti aggressivi antiparassitari, deve questo fatto a qualcosa di più che alla presenza del parassita. La causa della sua infezione risiede anche nel disequilibrio energetico del suo organismo (malattia). L’omeopatia tende a riequilibrare la persona nella sua totalità, a ristabilire le difese naturali dell’organismo, riducendo così la predisposizione alla reinfezione permanente. In conclusione, quando i parassiti sono presenti si devono certamente eliminare, possibilmente con metodi non nocivi per la salute, però è fondamentale per ottenere una vera cura, ristabilire l’equilibrio generale dell’organismo, e questo è possibile somministrando il rimedio omeopatico che corrisponde alla persona (simillimum). Dobbiamo tenere presente che nessuno è ammalato per avere dei parassiti, ma che i parassiti possono infettarlo perché è ammalata la persona.

28 28 TERAPIA E PROFILASSI OMEOPATICA NELLA PEDICULOSI SECONDO SCELTA Fonte: Schepper L.: Gestione del simillimum omeopatico. Ed. Salus Infirmorum

29 Infomeopatia l’Omeopatia alla portata di tutti Se volete saperne di più contattateci: Dr. Lodovico Corradin Laurea in Chimica e Tecnologie Farmaceutiche Master in Omeopatia Classica Cell : mail : Dr. Ilario Scuteri Laurea in Farmacia Diploma di Farmacista esperto in Omeopatia Mail:


Scaricare ppt "I pidocchi del capo Consigli per bambini e genitori."

Presentazioni simili


Annunci Google