La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

COMUNE DI GROSSETO CASA RIPOSO PER ANZIANI FERRUCCI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "COMUNE DI GROSSETO CASA RIPOSO PER ANZIANI FERRUCCI."— Transcript della presentazione:

1 COMUNE DI GROSSETO CASA RIPOSO PER ANZIANI FERRUCCI

2 NOTIZIE STORICHE La Casa di Riposo Anziani Comunale Ferrucci fu edificata nel 1929 e donata allAmministrazione Comunale da Mons. Gobbini, limitatamente al Padiglione base, che a tuttoggi ne porta il nome. La denominazione del tempo era: Ricovero dei vecchi e nel 1930 vi presero servizio le Suore Francescane di S. Elisabetta. Ledificio porta ancora liscrizione del tempo Senectutis asylum pugnatibus pro patria munumentus dal che si arguisce che il Ricovero dei Vecchi fosse stato eretto per ospitare anziani di sesso maschile, resi invalidi a seguito di azioni militari. Nel 1932 erano ospitati 96 anziani e la struttura provvedeva inoltre a distribuire viveri anche per anziani non residenti. Testimonianze dellepoca confermano che il ricovero disponeva di grandissime camerate e della mensa, mentre cominciavano appena a funzionare i servizi di lavanderia e guardaroba. Da alcuni documenti risalenti al 1952 risulta che oltre alla presenza delle suore a cui era affidata la direzione e del personale laico che si occupava delle pulizie e dellassistenza, la struttura era gestita da una Commissione che in sede di adunanza assumeva tutte le decisioni relative alla gestione sia organizzativa sia finanziaria Successivamente lAmministrazione Comunale fece costruire gli altri due Padiglioni, esattamente quelli che oggi vengono identificati come Padiglione Alfieri e Padiglione Centrale. Nel complesso la struttura si estende su una superficie di mq ,00 sopra terra oltre al seminterrato, per mq.605, posto nel Padiglione Gobbini e da circa mq ,00 di giardino e area tecnica. Lattuale Amministrazione Comunale ha investito molto sulla Casa di Riposo sia in risorse umane sia in risorse economiche, provvedendo alla sua totale ristrutturazione, ad oggi in corso di completamento. Il 6 Aprile 2001 è stato inaugurato il Padiglione Gobbini, i cui lavori avevano avuto inizio circa sei anni prima, è adeguato per ospitare 20 utenti autosufficienti e 10 utenti in servizio semiresidenziale, disponendo di sala relax. Il 23 Dicembre 2003 è stato inaugurato il Padiglione Alfieri, i cui lavori di ristrutturazione erano iniziati a Settembre Il Padiglione è articolato su due piani ed è adeguato per alloggiare n. 40 Ospiti non autosufficienti, di cui n. 4 in ricovero temporaneo di sollievo e n.6 disabili. Il 2 Aprile 2005 è stato inaugurato il Padiglione Centrale, i cui lavori di ristrutturazione erano iniziati a Marzo Il Padiglione è articolato su due piani ed è adeguato per alloggiare n. 27, di cui n. 3pl per ricoveri temporanei o di sollievo e n.1 pl per la degenza, Ospiti non autosufficienti al primo piano,mentre il piano terra ospita gli ambienti comuni: Cappella, cucina,dispensa, sala da pranzo, palestra, salone polivalente Gli esterni, i cui lavori di adeguamento si sono conclusi, ad eccezione dellilluminazione, si articolano in una zona giardino e gazebo progettata appositamente per la fruizione da parte degli Ospiti della struttura, mentre la parte retro è già adeguata quale area tecnica per i servizi e parcheggio interno. La ristrutturazione del giardino è stata finanziata dalla Fondazione Monte dei Paschi di Siena. Altri contributi per gli arredi dei tre Padiglioni ristrutturati sono stati erogati dalla Sig.ra Antonella Brozzi e dallEnte Cassa di Risparmio di Firenze.

3 TIPOLOGIA UTENZA: Anziani AUTOSUFFICIENTI con un discreto livello di autonomia ma a rischio di emarginazione e/o solitudine oppure inseriti in un contesto familiare o solidale insufficiente. I posti letto disponibili sono 20 e collocati esclusivamente nel padiglione Gobbini. Anziani AUTOSUFFICIENTI con un discreto livello di autonomia ma a rischio di emarginazione e/o solitudine che richiedono il servizio DIURNO. Usufruiscono di tutti i servizi disponibili tranne lalloggio. I posti disponibili sono 10 e collocati esclusivamente nel padiglione Gobbini. Anziani NON AUTOSUFFICIENTI E DISABILI con esiti di patologie ormai stabilizzate inseriti in progetti di lungo assistenza. I posti letto disponibili sono 60. di cui 30 in convenzione ASL 9 ai sensi della L.20/80 e collocati nel padiglione Alfieri Anziani NON AUTOSUFFICIENTI ammessi al servizio RICOVERO DI SOLLIEVO O TEMPORANEO per un minimo di uno ad un massimo di tre mesi lanno e secondo il Piano di Assistenza. I posti letto disponibili sono 7 e collocati nel padiglione Alfieri e nel Padiglione Centrale

4 SERVIZI FORNITI AGLI OSPITI La residenza Ferrucci garantisce agli ospiti i seguenti servizi: servizio di Cura e Igiene della persona, garantito da personale specializzato servizi Alberghieri (vitto e alloggio, lavanderia della biancheria piana e dellospite) servizio di Pulizia degli ambienti servizio di Assistenza religiosa servizio di Animazione e Socializzazione servizio di Assistenza infermieristica servizio di Fisioterapia servizio di Barbiere, Parrucchiera e Pedicure servizio di Consulenza dietetica servizio di Volontariato servizio di Trasporto degli assistiti da e per listituto secondo le esigenze Servizi alla persona: sostegno ed aiuto nelle attività della vita quotidiana nellassunzione dei cibi e delle bevande nella cura della persona (abbigliamento, cura della barba e dei capelli, igiene orale, delle mani e se necessario bagno assistito) Servizi sanitari e riabilitativi: valutazione infermieristica dingresso e periodica, controllo dei parametri vitali, somministrazione delle terapie, medicazioni, trattamenti riabilitativi, occupazionali o di mantenimento delle capacità funzionali (trattamenti individuali e di gruppo), prenotazioni di visite specialistiche ospedaliere e prelievi del sangue Servizi di animazione e socializzazione: interventi individuali e di gruppo (spettacoli, giochi, attività manuali e pratiche, letture, gite etc.) per limitare il rallentamento psicofisico e la tendenza allisolamento sociale e culturale nonché per sviluppare un modello positivo della propria vita Servizi di sostegno al contesto familiare o solidale: interventi di informazione ed educazione sanitaria ed addestramento al migliore utilizzo domiciliare dei presidi, degli ausili e delle procedure che adattino lambiente domestico e supportino lautonomia residua della persona anziana e le risorse assistenziali del nucleo familiare o solidale a cui essa appartiene.

5 LE NOSTRE STANZE La struttura è suddivisa in tre Padiglioni con la seguente tipologia di stanze da letto: Padiglione Gobbini: 20 pl di cui n. 4 camere singole e n. 8 doppie Padiglione Alfieri – Piano terra: n. 17 pl di cui 1 camera singola,n. 2 doppie e n. 4 triple Padiglione Alfieri – Primo piano:n.23 pl di cui 3 camere singole,n.1 doppia e n.6 triple Padiglione Centrale – Primo piano: n. 27 pl di cui 1 camera singola,n. 4 doppie e n. 6 triple ed inoltre n. 1 camera singola riservata alla degenza Le stanze degli ospiti sono arredate in modo funzionale e sono personalizzabili dallutente con propri oggetti. Ogni camera ha propri servizi igienici, televisione, aria condizionata,telefono, tavolo scrittorio Tutti i posti letto hanno: il sistema di chiamata di emergenza, il testaletto con luce, Armadio a due ante, Comodino, Seduta con braccioli. Ogni giorno vengono pulite le camere. La biancheria piana e la biancheria da bagno viene cambiata ogni settimana e comunque ogni qualvolta si renda necessario. È garantito il servizio di lavaggio, stiratura e riordino della biancheria personale degli ospiti. LA NOSTRA CUCINA Su prescrizione del medico curante, la I.P. elabora, formula ed attua la dieta personalizzata Il menu stagionale, si ripete ogni quattro settimane. I pasti sono serviti ai seguenti orari: COLAZIONE ore PRANZO ore MERENDA ore CENA ore

6 NORME PARTICOLAREGGIATE RIGUARDO LA VITA COMUNITARIA Al momento dell'ingresso nella struttura all'ospite viene assegnata una camera secondo il criterio della proposta e della scelta fra quelle disponibili. Qualora esigenze di vita comunitaria lo richiedano, può essere disposto dalla direzione il trasferimento in un'altra camera. L'ospite può, nei limiti delle disponibilità e delle esigenze altrui, scegliere il compagno di camera. Ai coniugi e ai fratelli è riservata di norma una camera comune. Compatibilmente con l'esigenza della struttura l'ospite può personalizzare la camera con oggetti vari esclusi elementi di arredo ingombranti ed elettrodomestici. In caso di uscite programmate con i parenti il rientro in struttura dovrà avvenire entro e non oltre le ore L'ospite nei limiti delle possibilità personali si impegna ad osservare le fondamentali regole di igiene personale e dell'ambiente nonché a tenere un comportamento rispettoso della norme relative ad una corretta convivenza. La direzione può allontanare l'ospite dalla struttura qualora questi tenga un comportamento ed una condotta incompatibile con la vita comunitaria e commetta gravi infrazioni al regolamento interno della struttura. In tal caso i parenti o la persona referente sono tenuti all'immediato allontanamento dell'ospite dalla struttura.

7 INGRESSO E PRIMA ACCOGLIENZA: Amministrativa che è curata dallufficio amministrativo sulla base di un istruzione operativa e riguarda le seguenti categorie di ospite: OSPITE AUTOSUFFICIENTE e OSPITE NON AUTOSUFFICIENTE IN PL NON CONVENZIONATO – OSPITI IN DIURNO – OSPITI TEMPORANEI Lutente che necessita di informazioni relative alle modalità di inserimento nella struttura o i suoi familiari debbono essere indirizzati allassistente sociale del COeSO ( Punto unico daccesso) della zona di appartenenza che istruirà la pratica. Il richiedente verrà inserito nella graduatoria, che sarà redatta, sulla base del Regolamento daccesso della Casa di Riposo Ferrucci e dalla apposita Commissione. La Direzione della Casa di Riposo attingerà dalla graduatoria, suddivisa per tipologia di richiesta e per sesso,nel momento in cui nella struttura si libereranno posti letto OSPITE NON AUTOSUFFICIENTE IN PL CONVENZIONATO Lutente non autosufficiente che necessita di informazioni relative alle modalità di inserimento nella struttura, va indirizzato allassistente sociale del distretto di appartenenza che istruirà la pratica. Il richiedente verrà inserito nella graduatoria A.s.l.9, attingendo da questultima nel momento in cui nella struttura si liberano nuovi posti letto. Sociale che è curata dal personale addetto al servizio di assistenza alla persona il quale nella delicata fase dellingresso dovrà agevolare lospite nella conoscenza della struttura, del personale operante e degli altri ospiti, il tutto al fine di evitare il trauma del distaccamento dal precedente ambiente ed abitudini di vita. Infermieristica che è curata dal personale infermieristico ed attiene prevalentemente alla parte sanitaria (redazione scheda infermieristica) Compila la scheda di valutazione multimediale Valuta le capacità della persona alimentazione, sonno-riposo, attività fisica, osservazioni varie. Si informa sulle preferenze alimentari, sulle eventuali allergie. Informa lutente sugli orari delle attività quotidiane quali ligiene, i pasti, lanimazione, le attività ricreative, lorario delle visite, lorario della messa, lorario di fisioterapia Informa lutente della presenza di figure che prestano quotidianamente la loro opera in struttura: personale medico, infermieristico e socio assistenziale, animatrice, fisioterapista e volontari AVO. Orari uffici amministrativi Dal Lunedi al Venerdi ore 8,00-14,00 Martedi e Giovedi ore 15,00-18,00 Via Ferrucci 7 - Tel Fax –

8


Scaricare ppt "COMUNE DI GROSSETO CASA RIPOSO PER ANZIANI FERRUCCI."

Presentazioni simili


Annunci Google