La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Primi elementi di valutazione della qualità delle scuole paritarie Stefano Versari Dirigente Ufficio Scolastico Regionale per lEmilia-Romagna – Bologna,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Primi elementi di valutazione della qualità delle scuole paritarie Stefano Versari Dirigente Ufficio Scolastico Regionale per lEmilia-Romagna – Bologna,"— Transcript della presentazione:

1 Primi elementi di valutazione della qualità delle scuole paritarie Stefano Versari Dirigente Ufficio Scolastico Regionale per lEmilia-Romagna – Bologna, 27 febbraio 2010

2 Fonti Approfondimenti e riferimenti bibliografici in : S. Versari (a cura di), Le scuole paritarie nel sistema nazionale di istruzione, Collana I quaderni dellUfficio Scolastico Regionale per lEmilia-Romagna, n. 29, Tecnodid, Napoli 2009 Se non diversamente specificato, i dati si riferiscono alla.s. 2007/08

3 1 – COME VIENE CONSIDERATA LA PARITA SCOLASTICA

4 Una difficile parità - insegnanti COME IL SISTEMA PARITARIO VIENE PERCEPITO DAGLI INSEGNANTI DI SCUOLA STATALE contrari al finanziamento delle scuole paritarie75% favorevoli al finanziamento delle scuole paritarie10% indecisi non rispondono8% COME IL SISTEMA PARITARIO VIENE PERCEPITO DAGLI INSEGNANTI DI SCUOLA STATALE critici e diffidenti verso la parità71% il finanziamento delle scuole paritarie sottrae risorse alle scuole statali73% la parità crea più problemi di quanti ne risolva53% fonte: Gasperoni 1999, Trivellato 2005

5 Una difficile parità – italiani e imprese ELEMENTI CHIAVE DELLA QUALITA' DELLA SCUOLA - PARERE ITALIANI gestione mista pubblico-privato56% gestione solo pubblica41% gestione solo privata3% FINANZIAMENTO SCUOLE PARITARIE - PARERE IMPRESE a totale carico dello Stato14% a parziale carico dello Stato49% a totale carico delle famiglie37% fonte: Rapporto sussidiarietà, 2006

6 Una difficile parità La valutazione del sistema paritario da parte degli italiani sta crescendo ma … Lesistenza di sentimenti contrastanti, talvolta di pregiudiziali ideologiche e spesso una diffusa carenza dinformazione hanno reso difficile un confronto sereno e obiettivo su potenzialità e limiti della parità ( Trivellato, 2005)

7 2 – LE SCUOLE PARITARIE IN CIFRE

8 Gli allievi delle scuole statali e paritarie Grado di scuola StataliParitarieTotali Numero allievi % % % infanzia % % % primaria % % % 1° % % % 2° % % % Totali % % %

9 Il peso dei diversi gradi di scuole paritarie GradoAllievi scuole paritarie in % Infanzia 58,4% Primaria 17,9% 1° 8,0% 2° 15,7%

10 Enti gestori scuole paritarie ComuneAltro ente pubblico Ente private laico Ente private religioso Totale Infanzia15,3% 6,3%33,2%45,2%100,0% Primaria 0,5% 1,2%26,6%71,7%100,0% 1° 0,1% 0,4%21,4%78,0%100,0% 2° 1,4% 2,1%59,0%37,5%100,0% Totale11,2% 5,0%34,8%49,0%100,0% Studenti (circa) compreso

11 Senza e con fine di lucro Gradosenza fine di lucrocon fine di lucro num % % infanzia ,6% 99310,4% primaria ,6% 18612,4% 1° 63593,1% 476,9% 2° 77354,0% 65946,0% Totale ,7% ,3%

12 3 – ELEMENTI DI QUALITA DELLA SCUOLA PARITARIA

13 Attenzione a non assolutizzare singoli indicatori pur significativi Lanalisi di fattori di qualità e criticità chiede di tenere conto di numerosi condizioni di contesto di cui non è possibile qui dare conto: Dimensioni delle scuole e della popolazione studentesca Caratteristiche economiche, sociali, culturali del territorio e delle famiglie frequentanti le scuole Capitale umano e sociale di cui le scuole possono disporre Clima relazionale scolastico più o meno sereno Età media docenti (oggi oltre 50 anni nelle scuole statali) Mobilità docenti (ogni anno nelle scuole statali cambia il 27% degli insegnanti: 1 su 4) Ecc. ecc.

14 Le scuole paritarie di privato sociale Caratteristiche: Attenzione alle relazioni umane con lo studente e le famiglie Relazioni forti ed includenti fra i soggetti della scuola Reti solidali Scuola espressione di un bene comune condiviso ( Donati, Colozzi, 2006)

15 I primi 3 punti di forza della scuola paritaria dal punto di vista dei genitori (%) (scuola cattolica, Cicatelli, 2008) %infanziaprimaria1°2° progetto educativo cura ambiente educativo attenzione singolo alunno

16 Le scuole della nostra fiducia: il parere delle madri (Carugati, 2009) 1° ciclo2° ciclo giudizio positivo sulla preparazione di "quasi tutti" gli insegnanti74%60% giudizio positivo sulla preparazione di "un buon numero" di insegnanti94%85% grado di soddisfazione per la scuola70%55% suggerirebbero la scuola ad altre famiglie? SI95%

17 Esiti prove nazionali esami conclusivi 1° ciclo (Fonte Invalsi) a.s. 2007/08STATALIPARITARIE ITALIANOMedia 61,0864,70 Mediana 64,0068,00 Deviazione std. 18,8817,47 MATEMATICAMedia 52,8454,95 Mediana 54,55 Deviazione std. 18,7918,44

18 % Soddisfazione (si) insoddisfazione (no) insegnanti scuole statali, paritarie (Speranza, 2004) %prestigio insegnanti Scelta insegnam ento consigliere bbe insegname nto valutazione dei propri dirigenti scolastici ambiente lavorativo crescita profess coerenza studio- lavoro sinosinosino mai sinosinosi stat5,267,936,315,733,331,336,429,552,513,348,074,2 parit11,745,844,28,148,017,062,39,363,85,857,063,2

19 Livello di soddisfazione insegnanti (Speranza, 2004)

20 Adesione insegnanti al progetto educativo delle scuole paritarie Disponibilità a lasciare le scuole paritarie (%) (Cicatelli 2008) SINO Scuola infanzia31,865,9 Scuola primaria28,571,5 Scuola secondaria 1°30,269,8 Scuola secondaria 2°33,666,4

21 Si sta meglio quando si sta peggio I docenti di scuola paritaria, pur con peggiori condizioni stipendiali, evidenziano forti aspetti motivazionali

22 4 – FATTORI DI CRITICITA DELLA SCUOLA PARITARIA

23 La mutazione genetica del corpo docente: - scommessa per lidentità delle scuole paritarie - rischio ridotta esperienza giovani docenti Levoluzione dei docenti nelle scuole Fidae 1997 / / 2007diff % Religiosi % %-36% Laici % %+ 5% Totale % %

24 I Diplomifici Scuole paritarie secondarie di secondo grado che, violando le norme favoriscono lacquisizione illegittima di titoli di studio secondari di secondo grado: fenomeno grave e da contrastare, Stimato interessi l 1,4% degli studenti delle scuole paritarie (il dato scende allo 0,4% in Emilia-Romagna) (Fonte: Versari, 2009)

25 Livelli qualitativi secondarie 2°: performance accademica Studenti provenienti da scuole paritarie con performance inferiore a quella di studenti provenienti da scuole statali: queste scuole svolgerebbero funzione di recupero per studenti provenienti da famiglie agiate (Bertola, Checchi, 2004)

26 Performance accademica per tipo di gestore Altra indagine: qualità dellofferta formativa riferita al tipo di gestore (ente laico od ente cattolico) Gli studenti provenienti da licei con ente gestore religioso hanno performance simile a quella degli studenti che provengono da licei statali quelli che provengono da scuole con ente gestore laico si collocano invece spesso al fondo della graduatoria (Oppedisano, 2004)

27 I primi 3 punti di debolezza della scuola paritaria dal punto di vista degli insegnanti (%) (scuola cattolica - Cicatelli, 2008) %infanziaprimaria1°2° costi poca stabilità insegnanti ambiente elitariond171420

28 IN CONCLUSIONE LE SCUOLE PARITARIE SONO COMPLESSIVAMENTE SCUOLE DI QUALITA I MIGLIORI RISULTATI QUALITATIVI SI RISCONTRANO NELLE SCUOLE PARITARIE GESTITE DA ENTI RELIGIOSI E DA ENTI LOCALI QUESTE SCUOLE SONO RICCHE DI CAPITALE UMANO E SOCIALE OCCORRE CONTINUINO A MIGLIORARE PER SUPERARE I LIMITI RILEVATI ED AFFRONTARE LE SEMPRE NUOVE SFIDE EDUCATIVE E FORMATIVE

29 … né preti né laici potranno mai fare nulla di perfettamente puro e sarà dunque meglio lasciare che si perfezionino quanto possono gli uni e gli altri possibilmente senza difficoltà economiche in libera e realmente pari concorrenza (Don Lorenzo Milani, 1961)


Scaricare ppt "Primi elementi di valutazione della qualità delle scuole paritarie Stefano Versari Dirigente Ufficio Scolastico Regionale per lEmilia-Romagna – Bologna,"

Presentazioni simili


Annunci Google