La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Inghilterra e Francia dopo la seconda guerra mondiale Dopo la seconda guerra mondiale lEuropa si ritrovò in una situazione critica dal punto di vista economico,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Inghilterra e Francia dopo la seconda guerra mondiale Dopo la seconda guerra mondiale lEuropa si ritrovò in una situazione critica dal punto di vista economico,"— Transcript della presentazione:

1 Inghilterra e Francia dopo la seconda guerra mondiale Dopo la seconda guerra mondiale lEuropa si ritrovò in una situazione critica dal punto di vista economico, politico e sociale. Nelle diapositive seguenti esamineremo la situazione di Inghilterra e Francia

2 l'Inghilterra poté evitare una soluzione politicamente autoritaria grazie allo sfruttamento del suo immenso impero coloniale (20% del territorio mondiale e 25% della popolazione mondiale), il quale comunque, finita la prima guerra mondiale e dopo la rivoluzione bolscevica, non era più disposto a farsi sfruttare come prima.

3 Tuttavia essa restava un paese finanziariamente debitore nei confronti degli Usa e, come sempre succede dopo i grandi conflitti bellici, non riuscì ad evitare il notevole peso del malcontento popolare, che allora si concretizzava nella crescita delle associazioni sindacali (le Trade Unions nel 1920 avevano 6,5 milioni di iscritti) e del partito socialista (laburista), che nel 1924, andando al governo, aveva triplicato i propri deputati (191) alla Camera dei Comuni, superando i 158 dei liberali ma non i 258 dei conservatori.

4 I laburisti ottennero l'appoggio dei liberali, rinunciando al loro programma di riforme. Nello stesso anno fu sciolto il Parlamento e alle nuove elezioni i conservatori ottennero la maggioranza assoluta: repressione dei lavoratori e dei sindacati. La lotta tra lavoro e capitale fu sempre molto intensa. Nel1929 i laburisti tornarono al governo ma con una maggioranza assoluta.

5 La crisi del 1929 indusse il governo laburista a dare le dimissioni nel Si formò una coalizione tra conservatori, nazional-liberali e laburisti moderati. Intanto nel 1933 la disoccupazione aveva raggiunto la cifra record di 3 milioni di persone. Il governo introdusse dazi nelle importazioni e sgravi fiscali e finanziamenti alle industrie.

6 Quando l'operazione politica riuscì ad ottenere alcuni risultati e a emarginare i laburisti più radicali, il partito conservatore decise, nel 1935, di governare da solo, inaugurando una politica molto aggressiva nei confronti delle forze di sinistra, anche a costo di simpatizzare per la Germania nazista e il Giappone militarista, nella speranza di veder crollare la Russia bolscevica e, con essa, il movimento socialista europeo.

7 Tuttavia questa politica veniva contestata persino da un'ala degli stessi conservatori (la Russia stava diventando un pericolo troppo grande per la stessa Inghilterra), sicché bisognava avviare una politica industriale tutta favorevole al riarmo

8 La coscienza sociale Si manifestò in questo periodo una rinnovata coscienza politica, che diede luogo a molteplici movimenti sociali in tutti i paesi, quasi sempre depressi. Enorme fu linfluenza che esercitò la rivoluzione sovietica, che testimoniava la possibilità di vittoria delle masse popolari

9 La disoccupazione in Inghilterra L'Inghilterra perse la supremazia sul commercio mondiale e venne investita drammaticamente dal fenomeno della disoccupazione a seguito della concorrenza degli Stati Uniti. Dovette drasticamente ridurre la produzione. Anche nelle colonie, particolarmente in India, cominciavano a manifestarsi problemi di destabilizzazione.

10 Il Partito laburista E' in questo periodo che il Partito laburista divenne l'antagonista storico del Partito conservatore, a danno delle forze liberali; il successo dei laburisti era dovuto al radicalizzarsi della lotte sociali, che investì in maniera drammatica il paese.

11 Lindipendenza dellIrlanda Nel 1921 il Regno d'Irlanda divenne indipendente, anche se si staccò la regione protestante e industriale dell'Ulster, che continuò a far parte del Regno Unito.

12 Lo sciopero del 1926 Al 1926 risale uno degli scioperi più imponenti della storia britannica, che investì principalmente le miniere e, successivamente, le industrie.

13 1940: Churchill primo ministro e si fece carico delle strategie belliche con gli alleati. Quando nel 1945 la Germania si arrese e la guerra finì, londinesi erano stati uccisi e oltre furono i feriti; un terzo dell'East End e della City era stato completamente raso al suolo. Nel primo dopoguerra molto era da ricostruire o da rifare. In molti sobborghi distrutti vennero ricostruite abitazioni popolari di bassissimo costo. Molti prodotti alimentari vennero razionati e cominciò una fortissima immigrazione di coloni indiani e cinesi (che si stabilirono per lo più a Soho). Elizabeth Alexandra Mary Windsor, nata a Londra il 21 aprile 1926, figlia di Giorgio VI, divenne regina nel 1952 ed ancora oggi è in carica.

14 Lagricoltura venne rivoluzionata dalladozione di macchinari e metodi moderni. Un piano nazionale per la modernizzazione dellindustria, sostenuto da Marshall, produsse un fortissimo sviluppo industriale: lindice della produzione industriale raddoppiò tra il 1948 e il Nel 1957 la Francia formò con altri cinque paesi dellEuropa occidentale la CEE

15 La Quarta Repubblica crollò in seguito allo sviluppo delle lotte nazionaliste nelle colonie francesi. Dopo una guerra durata nove anni, la Francia fu costretta ad abbandonare lIndocina nel In Algeria, i nazionalisti nel 1954 diedero inizio a una lotta per lindipendenza nazionale, che spaccò lopinione pubblica francese.

16 Nel 1958 ufficiali dellesercito e civili europei, temendo che il governo di Parigi si stesse preparando a negoziare con i ribelli, insorsero e presero il controllo di Algeri, appoggiati dal comando dellesercito: sullesempio algerino, il colpo di stato militare sembrava imminente anche in Francia. Il generale De Gaulle rientrò sulla scena politica come un salvatore. lAssemblea nazionale gli concedette pieni poteri per governare il paese per sei mesi e preparare una nuova Costituzione.

17 In Francia le cose andarono un diversamente, perché il paese era stato devastato dalla guerra con la Germania. La Francia poté avvalersi delle proprie colonie, dello sfruttamento di una parte della Germania a titolo di "risarcimento danni" e del credito finanziario da parte degli Usa. Tuttavia i conservatori dovevano cercare continuamente delle intese coi radicali (laici e repubblicani) e la fragilità di questi governi di coalizione era molto evidente.

18 Quando venne la crisi del 1929, i socialisti vennero a reclamare un loro ruolo politico di governo, sfruttando i frequenti scandali che investivano il ceto politico e la pubblica amministrazione. In Francia maturarono i partiti estremi, sia di destra (l'Action française) che di sinistra (il partito comunista).

19 Nel 1934 l'estrema destra indusse il governo di E. Daladier a dimettersi, ma, siccome la Francia aveva tradizioni democratiche più sviluppate dell'Italia e della Germania, si poteva scongiurare una dittatura di stampo nazi-fascista. Nel 1936 andò al governo il Fronte popolare (radicali, socialisti e comunisti), sotto la guida del socialista Léon Blum.

20 Il programma era favorevole ai lavoratori e ai loro sindacati, ma siccome i comunisti pretendevano la realizzazione di tutti i suoi punti, nel 1937 Blum fu costretto a dimettersi. Il nuovo governo di Daladier si mostrava abbastanza favorevole alla Germania nazista.

21 La politica dei "Fronti popolari" era stata inaugurata da Stalin nel 1935, La svolta del 1935 doveva servire a ridurre al massimo l'aggressività nazifascista e ad impedire che si formassero nuove dittature simili in paesi che ancora non l'avevano conosciuta.

22 Linstabilità politica in Francia In Francia ci furono diverse personalità alla guida del governo a causa della crisi finanziaria.I pagamenti di guerra della Germania non erano sufficienti alla ricostruzione e al fabbisogno dello Stato, ragion per cui si susseguivano le crisi politiche.

23 Conquiste sindacali La disoccupazione potenziale fu assorbita dalla ricostruzione; ci furono importanti conquiste sindacali. Nel 1920nacque il Partito comunista francese. DATE: 1920 : Warren Harding Presidente della Repubblica 1921 : indipendenza del Regno dIrlanda 1926 : sciopero in Inghilterra nelle miniere e nelle industrie


Scaricare ppt "Inghilterra e Francia dopo la seconda guerra mondiale Dopo la seconda guerra mondiale lEuropa si ritrovò in una situazione critica dal punto di vista economico,"

Presentazioni simili


Annunci Google