La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La Leggerezza..contro la pesantezza, linerzia, lopacità del mondo.. (Italo Calvino)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "La Leggerezza..contro la pesantezza, linerzia, lopacità del mondo.. (Italo Calvino)"— Transcript della presentazione:

1

2 La Leggerezza..contro la pesantezza, linerzia, lopacità del mondo.. (Italo Calvino)

3 PERSEO E MEDUSA In certi momenti mi sembrava che il mondo stesse diventando tutto di pietra: una lenta pietrificazione che non risparmiava alcun aspetto della vita. Era come se nessuno potesse sfuggire allo sguardo inesorabile della Medusa. Lunico eroe capace di tagliare la testa della Medusa è Perseo, che vola coi sandali alati. (..) Ecco che Perseo mi viene in soccorso anche in questo momento, mentre mi sentivo già catturare dalla morsa di pietra. (..) Per tagliare la testa di Medusa senza lasciarsi pietrificare, Perseo si sostiene su ciò che vi è di più leggero, i VENTI e le NUVOLE … ( Italo Calvino) Opera di Antonio Canova

4 Una nuvola, o nube, è una massa visibile di piccole goccioline o cristalli di ghiaccio sospesi nellatmosfera, sopra la superficie terreste o di un altro corpo planetario o un satellite. Esse sono rappresentative di complessi fenomeni meteorologici, quali pioggia, neve e grandine. Dal punto di vista della termodinamica le nubi rappresentano laspetto visivo di fenomeni che avvengono allinterno di un fluido gassoso, latmosfera; essi dipendono da: UMIDITA TEMPERATURA PRESSIONE

5 Il vento è un fenomeno naturale che consiste nel movimento ordinato, quasi orizzontale, di masse d'aria dovuto alla differenza di pressione tra due punti dell'atmosfera. In presenza di due punti con differente pressione si origina una forza detta forza di gradiente che agisce premendo sulla massa d'aria per tentare di ristabilire l'equilibrio. Il flusso d'aria subisce una deviazione dovuta alla forza di Coriolis che tende a spostarlo verso destra nell'emisfero settentrionale e verso sinistra nell'emisfero meridionale. Tuttavia alle basse quote (meno di 600 m) è necessario tenere anche conto dell'azione dell'attrito con la superficie terrestre, che è in grado di modificare la direzione del vento di circa 10° sul mare e 15-30° sulla terra rispetto a quella del vento geostrofico.

6 Ma dove hanno origine venti e nuvole ? venti e nuvole ?

7 Per le leggi della meccanica statistica e per l'irraggiamento solare, i gas costituenti una atmosfera planetaria subiscono una dispersione costante: a seconda della grandezza del pianeta in questione e della vicinanza alla stella intorno a cui eventualmente orbita, questo processo può assottigliare ed estinguere l'atmosfera del pianeta stesso in tempi più o meno rapidi, ma sempre nell'ordine dei milioni di anni. ATMOSFERE PLANETARIE L'atmosfera viene rifornita di nuovi gas dalle eruzioni vulcaniche; quindi i pianeti geologicamente attivi tendono a mantenere più facilmente una atmosfera. Sui pianeti più lontani dal Sole, la bassa temperatura ed il minore irraggiamento non permettono alle molecole di sfuggire nello spazio.

8 ATMOSFERA TERRESTRE Azoto (N 2 ): 78,08% Ossigeno (O 2 ): 20,95% Argon (Ar): 0,93% Vapore acqueo (H 2 O): 0,33% in media (variabile da circa 0% a 5-6%) Biossido di carbonio (CO 2 ): 0,032% (320 ppm) Neon (Ne): 0,00181% (18 ppm) Elio (He): 0,0005% (5 ppm) Metano (CH 4 ): 0,0002% (2 ppm) Idrogeno (H 2 ): 0,00005% (0,5 ppm) Kripton (Kr): 0,000011% (0,11 ppm) Xeno (Xe): 0,000008% (0,08 ppm) Ozono (O 3 ): 0,000004% (0,04 ppm)

9 ATMOSFERA DI VENERE Latmosfera di Venere è di gran lunga più densa e pesante di quella della Terra. La pressione atmosferica al suolo raggiunge il valore di circa 90 atmosfere, rendendo difficile anche lesplorazione del pianeta da parte di sonde automatiche. La presenza di una simile quantità di biossido di carbonio induce uno spaventoso effetto serra: il calore solare immagazzinato da Venere non è più in grado di superare la spessa atmosfera e rimane intrappolato sul pianeta, andandone ad accrescere la temperatura.

10 La leggerezza è propria dell'età che sorge, la saggezza dell'età che tramonta. (Marco Tullio Cicerone) Teoricamente il mondo È più leggero di una piuma, Nessun filo spinato Potrà rallentare il vento, Non tutto quel che brucia Si consuma … (Jovanotti – Mezzogiorno ) Kandinsky – Lacquerello LEGGEREZZE A CONFRONTO Atletica leggera In musica..

11 La leggerezza è la profondità della superficie. (Oscar Wilde) FEDERICA VARRIALE – Liceo Tito Lucrezio Caro


Scaricare ppt "La Leggerezza..contro la pesantezza, linerzia, lopacità del mondo.. (Italo Calvino)"

Presentazioni simili


Annunci Google