La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA D.Lgs. 626/94 Sicurezza e Salute dei Lavoratori sul Luogo di Lavoro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA D.Lgs. 626/94 Sicurezza e Salute dei Lavoratori sul Luogo di Lavoro."— Transcript della presentazione:

1 UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA D.Lgs. 626/94 Sicurezza e Salute dei Lavoratori sul Luogo di Lavoro

2 Normativa in materia di sicurezza D.Lgs. 626/94 e s.m.i. – attuazione delle direttive europee riguardanti il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro. D.M. 363/98 – Regolamento recante norme per lindividuazione delle particolari esigenze delle università e degli istituti di istruzione universitaria ai fini delle norme contenute nel D.Lgs. 626/94 e s.m.i. Normativa riguardo argomenti specifici In applicazione del D.Lgs. 626/94 e del D.M. 363/98 lUniversità ha emanato il Regolamento dellUniversità degli Studi di Parma per la sicurezza e la salute sul luogo di lavoro

3 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Lavoratore: persona che presta il proprio lavoro alle dipendenze di un datore di lavoro……Sono altresì equiparati gli allievi degli istituti di istruzione ed universitari e i partecipanti a corsi di formazione professionale nei quali si faccia uso di laboratori, macchine, apparecchi ed attrezzature di lavoro in genere, agenti chimici, fisici e biologici. Datore di lavoro: il soggetto titolare del rapporto di lavoro con il lavoratore….Nelle pubbliche amministrazioni per datore di lavoro si intende il dirigente al quale spettano i poteri di gestione…. Servizio di prevenzione e protezione dai rischi: insieme delle persone, sistemi e mezzi esterni o interni allazienda finalizzati allattività di prevenzione e protezione dai rischi professionali nellazienda. Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

4 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Medico Competente : medico in possesso di uno dei seguenti titoli: - specializzazione in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica o in tossicologia industriale o in igiene industriale o in fisiologia ed igiene del lavoro o in clinica del lavoro ed altre specializzazioni individuate con decreto ministeriale; - docenza o libera docenza in medicina del lavoro o in medicina preventiva dei lavoratori e psicotecnica o in tossicologia industriale o in igiene industriale o in fisiologia ed igiene del lavoro; - autorizzazione di cui allart. 55 del D.Lgs. 277/91. Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

5 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione: persona designata dal datore di lavoro in possesso di determinate capacità e requisiti professionali. Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza: persone elette o designate per rappresentare i lavoratori per quanto concerne gli aspetti della salute e della sicurezza durante il lavoro. Prevenzione: complesso delle disposizioni o misure adottate o previste in tutte le fasi dellattività lavorativa per evitare o diminuire i rischi professionali nel rispetto della salute della popolazione e dellintegrità dellambiente esterno. Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

6 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Agente: lagente chimico, fisico o biologico, presente durante il lavoro e potenzialmente dannoso per la salute. Unità Produttiva: struttura finalizzata alla produzione di beni o servizi, dotata di autonomia finanziaria e tecnico-funzionale. Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

7 Individuazione delle figure definite dal D.Lgs. 626/94 e dal D.M. 363/98 allinterno dellUniversità Servizio di Medicina Preventiva dei Lavoratori Prevenzione e Protezione DATORE DI LAVORO (RETTORE) Rilevazione e Monitoraggio dei rischi Sorveglianza Sanitaria Medici Competenti Servizio di Fisica Sanitaria Strutture Amministrative Esperti Qualificati Lavoratori Rappresentanti dei Lavoratori per la Sicurezza Responsabili della attività didattica o di ricerca in laboratorio

8 Compiti e obblighi delle figure individuate D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Lavoratori - osservare le disposizioni e le istruzioni impartite - utilizzare correttamente i macchinari, le apparecchiature, le sostanze e i preparati pericolosi, nonché i dispositivi di sicurezza - utilizzare in modo appropriato e mantenere in efficienza i dispositivi di protezione - segnalare le deficienze dei mezzi e dei dispositivi nonché eventuali condizioni di pericolo, adoperandosi, in caso di urgenza, ad eliminarle - non rimuovere o modificare senza autorizzazione i dispositivi di sicurezza o segnalazione o di controllo Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

9 Compiti e obblighi delle figure individuate D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Lavoratori - non compiono di propria iniziativa operazioni o manovre che non sono di loro competenza - si sottopongono ai controlli sanitari previsti nei loro confronti - contribuiscono alladempimento di tutti gli obblighi imposti dallautorità competente o comunque necessari per tutelare la sicurezza e la salute dei lavoratori durante il lavoro Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

10 Compiti e obblighi delle figure individuate D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Studenti (equiparati ai lavoratori) - non accedono ai laboratori senza autorizzazione del responsabile delle attività - fanno riferimento al responsabile per una corretta prevenzione e protezione - sono informati e formati sui rischi e sulle procedure di protezione dal responsabile Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

11 Compiti e obblighi delle figure individuate D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Datore di lavoro - valuta i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori - elabora il documento di valutazione dei rischi, individua le misure di prevenzione e di protezione, i dispositivi di protezione individuale ed elabora il programma delle misure ritenute opportune per garantire il miglioramento nel tempo dei livelli di sicurezza - in generale adotta tutte le misure necessarie per la sicurezza e la salute dei lavoratori Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

12 Compiti e obblighi delle figure individuate D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Servizio di Prevenzione e Protezione - individua e valuta i rischi e le misure per la sicurezza e la salubrità degli ambienti di lavoro - elabora le procedure di sicurezza - propone i programmi di informazione e formazione dei lavoratori - fornire ai lavoratori le informazioni riguardo i rischi specifici cui sono esposti in relazione allattività svolta, le disposizioni aziendali in materia e le procedure che riguardano il pronto soccorso, la lotta antincendio e levacuazione dei lavoratori Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

13 Compiti e obblighi delle figure individuate D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Sorveglianza Sanitaria - è effettuata dal Medico Competente - è effettuata nei casi previsti dalla normativa vigente - comprende sia accertamenti preventivi per constatare lassenza di controindicazioni alla mansione specifica sia accertamenti periodici per controllare lo stato di salute dei lavoratori - gli accertamenti comprendono esami clinici e biologici e indagini diagnostiche mirati al rischio e ritenuti necessari dal Medico Competente Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

14 Compiti e obblighi delle figure individuate D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Medico Competente - collabora col Datore di Lavoro e col Servizio di Prevenzione e Protezione alla tutela della salute e dellintegrità psico-fisica dei lavoratori - effettua gli accertamenti sanitari - esprime i giudizi di idoneità alla mansione specifica - istituisce e aggiorna per ogni lavoratore sottoposto a sorveglianza sanitaria una cartella sanitaria e di rischio - fornisce informazioni ai lavoratori riguardo gli accertamenti sanitari - congiuntamente al responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione visita gli ambienti di lavoro almeno 2 volte allanno Titolo I - campo di applicazione, definizioni delle figure previste e disposizioni generali

15 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Obblighi del datore di lavoro le vie di circolazione e le uscite di emergenza siano sgombre Titolo II – Luoghi di lavoro I luoghi di lavoro, gli impianti e i dispositivi di sicurezza vengano sottoposti a regolare manutenzione e al controllo del loro funzionamento

16 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Inoltre vengono date indicazioni riguardo: Vie e uscite di emergenza Porte e portoni Vie di circolazione, pavimenti e passaggi Aerazione dei luoghi di lavoro chiusi Illuminazione dei luoghi di lavoro Spogliatoi e bagni Titolo II – Luoghi di lavoro

17 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Attrezzatura di lavoro Qualsiasi macchina, apparecchio, utensile o impianto destinato ad essere usato durante il lavoro Obblighi del datore di lavoro e disposizioni riguardo: I fattori da considerare per la scelta delle attrezzature Linstallazione ed il loro corretto uso Adozione di misure organizzative al fine di ridurre al minimo i rischi connessi al loro uso Utilizzo di attrezzature per lavori in quota, scale a pioli, ponteggi e funi Titolo III – Uso delle attrezzature di lavoro

18 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) Qualsiasi attrezzatura destinata ad essere indossata e tenuta dal lavoratore allo scopo di proteggerlo contro i rischi Proteggono la testa, gli occhi e/o viso, ludito, le vie respiratorie, gli arti superiori, il corpo, gli arti inferiori e le cadute dallalto Devono essere conformi alla normativa vigente e devono avere marcatura CE Devono essere adeguati ai rischi, alle condizioni di lavoro e tener conto delle esigenze ergonomiche e di salute del lavoratore Ben conservati e sempre efficaci Titolo IV – Uso dei dispositivi di protezione individuale

19 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Movimentazione manuale dei carichi Operazioni di trasporto o sostegno di un carico che per le loro caratteristiche o per le condizioni ergonomiche sfavorevoli comportano rischi di lesioni dorso-lombari Il datore di lavoro adotta le misure organizzative per evitare o ridurre i rischi di lesioni dorso-lombari Il datore di lavoro sottopone a sorveglianza sanitaria gli addetti a tali attività Titolo V – Movimentazione manuale dei carichi

20 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Lavoratore Colui che utilizza unattrezzatura munita di videoterminali, in modo sistematico o abituale, per 20 ore settimanali, dedotte le interruzioni previste (almeno 15 minuti ogni 2 ore di applicazione continuativa) I lavoratori sono sottoposti a sorveglianza sanitaria La periodicità delle visite di controllo è normalmente 5 anni, mentre è pari a 2 anni per i lavoratori idonei con prescrizioni e per i lavoratori che abbiano compiuto 50 anni Titolo VI – Uso di attrezzature munite di videoterminali

21 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Agente cancerogeno/mutageno Sostanza che risponde ai criteri relativi alla classificazione quali categorie cancerogene/mutagene 1 o 2, stabiliti ai sensi del D.Lgs. 52/97 e s.m.i. Preparato contenente una o più sostanze di cui al punto precedente quando la concentrazione di una o più delle singole sostanze risponde ai requisiti relativi ai limiti di concentrazione per la classificazione di un preparato nelle categorie cancerogene/mutagene 1 o 2 Sostanza, preparato o processo di cui allAllegato VIII nonché una sostanza o un preparato emessi durante un processo previsto allAllegato VIII Titolo VII – Protezione da agenti cancerogeni e mutageni

22 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Obblighi del Datore di Lavoro Effettua la valutazione dellesposizione a tali agenti tenendo conto di tutti i possibili modi di esposizione, compreso quello in cui vi è assorbimento cutaneo Evita o riduce lutilizzo di un agente cancerogeno o mutageno con una sostanza o un preparato meno pericoloso Provvede affinchè la produzione o lutilizzo di sostanze cancerogene/mutagene avvenga in un sistema chiuso Limita al minor possibile il numero dei lavoratori esposti anche isolando in aree le lavorazioni I lavoratori esposti sono sottoposti a sorveglianza sanitaria e vengono iscritti in un registro di esposizione Titolo VII – Protezione da agenti cancerogeni e mutageni

23 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Agenti chimici Elementi o composti chimici, da soli o in miscugli, allo stato naturale o ottenuti mediante qualsiasi attività lavorativa Agenti chimici pericolosi Agenti chimici classificati come sostanze o preparati pericolosi ai sensi del D.Lgs. 52/97 o D.Lgs. 285/98 o che comunque possono comportare un rischio per la sicurezza e salute dei lavoratori Titolo VII-bis – Protezione da agenti chimici

24 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Vengono date indicazioni riguardo: La valutazione dei rischi Misure specifiche di protezione e prevenzione Disposizioni in caso di incidenti o di emergenze Sorveglianza sanitaria: per i lavoratori esposti agli agenti chimici pericolosi che sono classificati molto tossici, tossici, nocivi, sensibilizzanti, irritanti, tossici per il ciclo produttivo a meno che il risultato della valutazione dei rischi abbia individuato un rischio moderato. Titolo VII-bis – Protezione da agenti chimici

25 D.Lgs. 626/94 e s.m.i. D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Agente biologico: Qualsiasi microrganismo anche se geneticamente modificato, coltura cellulare ed endoparassita umano che potrebbe provocare infezioni, allergie o intossicazioni Agenti biologici di classe 1, 2, 3 e 4 LAllegato XI riporta lelenco degli agenti biologici classificati nei gruppi 2, 3 e 4 Per lutilizzo di agenti biologici di classe 2 o 3 va data comunicazione allorgano di vigilanza territorialmente competente almeno 30 giorni prima dellinizio dei lavori Per lutilizzo di agenti biologici di classe 4 va richiesta autorizzazione al Ministero della Sanità Titolo VIII – Protezione da agenti biologici

26 Decreto 363/98 D.Lgs. 626/94 Titolo I Titolo II Titolo III Titolo IV Titolo V Titolo VI Titolo VII Titolo VII-bis Titolo VIII Titolo VIII-bis Titolo IX Titolo X Allegati D.M 363/98 Vengono individuate e definite le figure previste dal D.Lgs. 626/94 allinterno delle università e degli istituti di istruzione universitaria Oltre agli obblighi e attribuzioni del Rettore vengono individuati gli obblighi e le attribuzioni del Responsabile della Attività Didattica o di Ricerca in Laboratorio: - collabora col Servizio di Prevenzione e Protezione e col Medico Competente per la valutazione dei rischi - identifica i soggetti esposti a rischio - deve attivarsi al fine di eliminare o ridurre al minimo i rischi -………….

27 Fattori di rischio per la Salute Agenti chimici Agenti cancerogeni, R45 e 49, e mutageni, R46 Agenti Biologici Microclima ed illuminazione Rumore e vibrazioni Videoterminali Radiazioni ionizzanti Radiazioni non ionizzanti Ventilazione e climatizzazione locali Carico di lavoro fisico e/o mentale

28 Fattori di rischio per la Sicurezza Aree di transito e spazi di lavoro Scale Macchine Attrezzi manuali Manipolazione di oggetti o animali Immagazzinamento oggetti Apparecchi di sollevamento Mezzi di trasporto Impianti elettrici Apparecchi a pressione Gas compressi e liquefatti Rischi di incendio e esplosione Presenza di esplosivi Rischi chimici


Scaricare ppt "UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PARMA D.Lgs. 626/94 Sicurezza e Salute dei Lavoratori sul Luogo di Lavoro."

Presentazioni simili


Annunci Google