La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Energie Rinnovabili – Efficienza Energetica – Green Economy DISTRETTO TECNOLOGICO ENERGIA – TOSCANA Sandra Magnani Presidente Livorno, 14-06-2012 Energia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Energie Rinnovabili – Efficienza Energetica – Green Economy DISTRETTO TECNOLOGICO ENERGIA – TOSCANA Sandra Magnani Presidente Livorno, 14-06-2012 Energia."— Transcript della presentazione:

1 1 Energie Rinnovabili – Efficienza Energetica – Green Economy DISTRETTO TECNOLOGICO ENERGIA – TOSCANA Sandra Magnani Presidente Livorno, Energia e Economia Sostenibili come Impresa

2 2 ISTITUZIONIIMPRENDITORIARICERCA 10/12/2011 Struttura e scopo del Distretto Confindustria Confartigianato Confederazione Cooperative

3 3 SVILUPPO SOSTENIBILE RINNOVABILI EFFICIENZA ENERGETICA GREEN ECONOMY I temi legati allo sviluppo sostenibile sono motore inarrestabile di rinnovamento e sviluppo sociale ed economico Le tecnologie legate allo sviluppo sostenibile tendono ad essere sempre più pervasive Anche il Governo Italiano sembra avere preso atto che questi temi sono indissolubilmente legati alloccupazione giovanile e ad uno sviluppo economico sano. Sviluppo Sostenibile: MUST DO

4 4 10/12/2011 La Toscana e lo sviluppo sostenibile IMPRESE PRO -Innovatività e creatività -Competenza -Spirito proattivo -Grande differenziazione di scopo CONS -Dimensione media mini-micro - Budget di R&D limitato -Limitata Conoscenza Reciproca - Difficoltà nel posizionamento internazionale UNIVERSITA e RICERCA PRO -Credibilità Internazionale -Grande numero di pubblicazioni -Spirito proattivo CONS - Interazione con limpresa da sviluppare ulteriormente

5 5 DECLINO COMPETITIVITA Supporto delle istituzioni Collaborazioni industriali Ricerca e Innovazione Mancanza di progettualità innovativa Frammentazione industriale 14/10/2011 Il Modello Toscana Green Le competenze di alto livello presenti in regione sui temi dellenergia (Università, Centri di Ricerca, Poli Tecnologici e Industria) possono realizzare un sistema economico ad alto valore aggiunto se organizzate in: Filiere produttive Reti di impresa Fondamentale per la Toscana è favorire la conoscenza e la collaborazione tra le imprese per far loro superare la massa critica necessaria ad ottenere visibilità e credibilità sul mercato La volontà di fare filiera e/o rete deve esistere nelle aziende, non può arrivare da fuori MODELLO TOSCANA GREEN

6 6 14/10/2011 Sviluppo Rinnovabile- Prodotti e Servizi PRODOTTI La competizione è a livello mondiale, si rende quindi necessario sfruttare il trasferimento tecnologico per essere un passo avanti I Prodotti competitivi sono vendibili a livello mondiale Le aziende Toscane necessitano di supporto per sviluppare i primi reference e poi per poter estendere le proprie vendite in Italia e nel mondo IL DTE-RT può essere un buon marchio ombrello per laccesso ai mercati internazionali operando con Toscana Promozione SERVIZI Efficienza Energetica, Rinnovabili e Green Economy sono contesti ad oggi collegati a mini-impianti, tecnologie pervasive e servizi. In questo quadro la qualità del servizio diventa un fattore abilitante per ladozione della tecnologia. Proprio sui servizi nasce un nuovo mercato che necessita di alto livello di competenza tecnica e di competenza gestionale specifica

7 7 14/10/2011 Attivita del Distretto IL distretto nasce come organismo consultativo per Regione Toscana allo scopo di meglio conoscere come i temi sono articolati sul territorio sia in ambito industriale che di ricerca Finora il DTE-RT, anche attraverso il Polo PIERRE, che ne è il braccio operativo, ha conseguito i seguenti risultati: – Sviluppato la consapevolezza nelle istituzioni dellimportanza dei settori a livello regionale nellindustria e nella ricerca – Ha compreso le esigenze collaborando con la regione nella politica di emissione dei bandi per massimizzarne la ricaduta positiva – Ha animato e sta animando le risposte ai bandi contribuendo anche come CIT a far incontrare ricerca e industria per lo sviluppo competitivo di progetti innovativi

8 8 10/12/2011 Attivita del DTE-RT per il bando R&D Supporto alle presentazione di 15 progetti anche di filiera Mobilità elettrica in area metropolitana Solare a concentrazione e geotermia messi a sistema per teleriscaldamento Applicazioni ad uso civile di fotovoltaico innovativo Efficienza Energetica in moduli per eco-building Propulsione elettrica a idrogeno Pompe di calore geotermiche a ciclo aperto Materiali fotonici nano strutturati per applicazioni PV Tecnologie e progetti innovativi in geotermia Integrazione di rinnovabili termiche con efficienza energetica Stoccaggio per utenze off-grid Pale eoliche di nuova generazione Smart micro grid anche in ambito portuale. Il distretto è percepito dalla PMI come una grande opportunità di superare i limiti della propria dimensione operativa

9 9 10/12/2011 Obiettivo Energie Green Il tema dellinnovazione nel settore green energy è uno dei temi chiave per lo sviluppo di aree high-tech ad alto valore aggiunto e capaci di produrre occupazione di alta qualità ed esportare know-how verso il mercato globale. Le aziende Toscane, in filiera tra loro e con le università, gli enti di ricerca ed il Polo PIERRE, possono essere in grado di valorizzare le capacità esistenti nello sviluppo di tecnologie FER quali – Hydro a basso e bassissimo salto – Geotermico alta-media-bassa entalpia con ne senza prelievo di fluidi – Impianti biomassa < 1 MWp pirolisi e gassificazione di biomassa, biomassa da alghe marine – Produzione di energia elettrica e termica dal ricliclo dei rifiuti – Generazione di energia dal movimento dellacqua del mare – Utilizzo di biomassa non destinabile al consumo umano e con utilizzo di terreni per la coltura della biomassa non utilizzabili per coltivazioni alimentari e con basso consumo di acqua – Solare PV di nuova generazione, solare termodinamico

10 10 10/12/2011 Tecnologie abilitanti sistemi sostenibili Le aziende Toscane, in filiera tra loro e con le Università, gli Enti di Ricerca ed il Polo PIERRE, possono valorizzare le capacità esistenti nello sviluppo di tecnologie per processi fisico-chimici in grado di produrre sostanze abilitanti modelli di consumo energetico green: – Immagazzinamento efficiente dellenergia sia mediante lo sviluppo di batterie innovative che di vettori energetici alternativi come lidrogeno – Produzione di energia da feedstock alternativi agli idrocarburi (trasformazione della CO 2 in molecole di valore energetico quali metanolo e/o acido formico) – Produzione di combustibili alternativi (bio-etanolo, biodiesel, etc.) e valorizzazione dei prodotti di rifiuto della catena energetica (es glicerina) – Splitting catalitico e foto-catalitico dellacqua (fotosintesi artificiale) – Tecnologie per accumulo/utilizzo di H2 – Biocombustibili di seconda e terza generazione – Utilizzo di biomassa non destinabile al consumo umano e con utilizzo di terreni per la coltura della biomassa non utilizzabili per coltivazioni alimentari e con basso consumo di acqua – Utilizzo di alghe per la produzione di energia – Processi di purificazione del biogas per lutilizzo in rete

11 11 10/12/2011 Dalla Tecnologia alla green economy Attorno alla capacità di produrre energia da fonti rinnovabili e sulla base di produzione di materie prime non inquinanti e provenienti dal riciclo si può innescare un ciclo virtuoso di Green Economy: – Rivalorizzazione dellattività di manutenzione dei boschi e dei fiumi per produzione di biocarburante per centrali a biomassa – Raccolta e rivalorizzazione dei rifiuti come carburanti per al produzione di energia – Attività di Produzione di combustibili alternativi (bioetanolo, biodiesel, etc.) e valorizzazione dei prodotti di rifiuto della catena energetica (es glicerina) – Utilizzo di biomassa non destinabile al consumo umano e con utilizzo di terreni non utilizzabili per coltivazioni alimentari e con basso consumo di acqua – Valorizzazione del biogas attraverso la purificazione per lutilizzo in rete

12 12 10/12/2011 Il DTE-RT e la Smart City/Smart Community La città senza lenergia è morta. Molti dei fattori di vivibilità delle città dipendono anche in larga misura dal tipo di sorgenti energetiche utilizzate e da come avviene il consumo energetico Ne consegue che i temi del DTE-RT sono per loro natura legati strettamente al concetto di Smart City Il DTE-RT è particolarmente attivo su temi legati alla Smart City – Risparmio Energetico e Efficienza Energetica – Riqualificazione Energetica degli edifici – Utilizzo intelligente dellenergia da rinnovabili per autoconsumo e/o micro distribuzione – Reti elettriche attive di distribuzione – progetti di mobilità elettrica (2-3-4 ruote) su area metropolitana parzialmente alimentati con energia rinnovabile

13 13 10/12/2011 I laboratori a supporto dello sviluppo Il DTE-RT pianifica di valorizzare quanto ottenuto per i macro- laboratori costituendo un unico macro laboratorio a disposizione delle industrie del DTE-RT che potranno evitare corposi investimenti in strumenti, soprattutto per la fase di sviluppo di prototipi Il DTE-RT svilupperà anche un inventario dei laboratori esistenti in Toscana anche allinterno dellindustria per lo sviluppo di un meccanismo di condivisione degli oneri relativi ai test di prodotto La strategia di medio periodo prevede la possibilità di realizzare, a livello Regionale, una struttura di certificazione dei prodotti

14 14 10/12/2011 Il DTE-RT e la formazione Il DTE-RT recepisce e analizza le richieste formative dai contesti industriali e dai territori Le richieste di formazione vengono razionalizzate sui livelli di preparazione professionale richiesta e indirizzate alle opportune sfere di competenza Le maggiori esigenze sono individuate in termini di: - Progettazione impianti - Realizzazione impianti - Servizi di O&M sugli impianti per rinnovabili - Estensione della competenza dei manutentori in ambito energetico - Sviluppo di competenze pregiate sviluppabili anche attraverso progetti di dottorati di ricerca favoriti anche a livello regionale.

15 15 10/12/2011 Conclusioni LUNIONE DEVE FARE LA FORZA IL DTE-RTE UNO STRUMENTO DI COESIONE E SVILUPPO AL SERVIZIO DI TUTTI DTE-RT – LE ENERGIE DELLA TOSCANA

16 16 DTE-RT – LE ENERGIE DELLA TOSCANA


Scaricare ppt "1 Energie Rinnovabili – Efficienza Energetica – Green Economy DISTRETTO TECNOLOGICO ENERGIA – TOSCANA Sandra Magnani Presidente Livorno, 14-06-2012 Energia."

Presentazioni simili


Annunci Google