La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Bruna Baggio Gavirate, 26 marzo 2009 Lasse scientifico tecnologico nel documento dellobbligo di istruzione: alcune riflessioni.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Bruna Baggio Gavirate, 26 marzo 2009 Lasse scientifico tecnologico nel documento dellobbligo di istruzione: alcune riflessioni."— Transcript della presentazione:

1 Bruna Baggio Gavirate, 26 marzo 2009 Lasse scientifico tecnologico nel documento dellobbligo di istruzione: alcune riflessioni

2 Bruna Baggio LASSE SCIENTIFICO TECNOLOGICO NEL DOCUMENTO DELLOBBLIGO DI ISTRUZIONE: ALCUNE RIFLESSIONI Competenza scientifica : le principali definizioni Competenze e processi: come costruire competenze Accertamento e valutazione delle competenze Riflessioni per la didattica

3 Bruna Baggio Il concetto di competenza La competenza è la capacità di rispondere a esigenze individuali e sociali, o di svolgere efficacemente unattività o un compito. Ogni competenza comporta dimensioni cognitive, abilità, attitudini, motivazione, valori, emozioni e altri fattori sociali e comportamentali. Le competenze si acquisiscono e si sviluppano in contesti educativi formali (scuola), non formali (famiglia, luogo di lavoro, media, organizzazioni culturali e associative) e informali (vita sociale nel suo complesso) PROGETTO DE.SE.CO.

4 Bruna Baggio PROGETTO DE.SE.CO. COMPETENZE CHIAVE Contribuiscono a risultati di grande valore a livello individuale e sociale in termini di vita realizzata in tutta la sua durata e di buon funzionamento della società Ricoprono un ruolo funzionale al soddisfacimento di richieste importanti e complesse e di sfide in unampia gamma di contesti Sono importanti per tutti gli individui Punti di riferimento Principi basilari dei diritti umani, dei valori democratici e degli obiettivi di sviluppo sostenibile 3 AMPIE CATEGORIE INTERRELATE (costellazione di competenze) CHE COSTITUISCONO UN QUADRO PER IDENTIFICARE LE COMPETENZE CHIAVE

5 Bruna Baggio PROGETTO DE.SE.CO. Agire autonomamente Interagire in gruppi sociali eterogenei Usare gli strumenti in modo interattivo

6 Bruna Baggio PROGETTO DE.SE.CO. Agire in modo autonomo Capacità di difendere e affermare i propri diritti, interessi, responsabilità, limiti e bisogni Capacità di definire e realizzare programmi di vita e progetti personali Capacità di agire in un quadro di insieme, in un contesto ampio Funzionare in gruppi socialmente eterogenei Capacità di stabilire buone relazioni con gli altri Capacità di cooperare Capacità di gestire e risolvere i conflitti Servirsi di strumenti in maniera interattiva Capacità di utilizzare la lingua, i simboli e i testi in maniera interattiva Capacità di utilizzare le conoscenze e le informazioni in maniera interattiva Capacità di utilizzare le nuove tecnologie in maniera interattiva

7 Bruna Baggio RIFERIMENTI E DEFINIZIONI La competenza scientifica Literacy PISA Competenze chiave UE Documento obbligo

8 Bruna Baggio OCSE - PISA SCOPOMisurare le competenze funzionali del core curriculum in chiave comparativa su 5/6 livelli SU CHICampione di quindicenni scolarizzati SU COSALiteracy lettura (2000), Literacy matematica (2003), (Problem Solving), Literacy scienze (2006), Literacy lettura (2009) PROVEQuesiti a scelta multipla e quesiti aperti e questionari di sistema QUANDODal 2000 ogni 3 anni DOVE2000: 32 paesi di 4 continenti 2003: 41 paesi 2006: 57 paesi 2009: 67 paesi CHIPromosso da OCSE, gestito e coordinato da un consorzio tecnico internazionale

9 Bruna Baggio Dal 2004 ogni anno viene prodotto un rapporto che utilizza un quadro di indicatori e benchmark relativi ai tre obiettivi strategici e ai 13 obiettivi concreti Inizialmente 29 indicatori e 5 benchmark adottati dal Consiglio nel maggio 2003 da raggiungere entro il 2010 capacità di lettura diminuzione di almeno 20% della percentuale di alunni con bassi livello di risultato nella literacy in lettura (livello 2 PISA) dispersione scolastica non più del 10% completamento dellistruzione secondaria superiore almeno 85% della popolazione adulta partecipazione degli adulti allapprendimento permanente almeno 12,5% della popolazione adulta percentuale di laureati in matematica, scienze, tecnologia aumento del 15% e diminuzione dalle differenze tra generi PROGRESSI VERSO GLI OBIETTIVI DI LISBONA

10 Bruna Baggio PROGRESSI VERSO GLI OBIETTIVI DI LISBONA Partecipazione allistruzione prescolastica Istruzione per persone con bisogni speciali Abbandoni Literacy in lettura, matematica e scienze Competenze linguistiche Competenze TIC Competenze civiche (civics) Imparare ad imparare Completamento della scuola secondaria superiore per i giovani Sviluppo professionale dei docenti e dei formatori Laureati Mobilità internazionale degli studenti dellistruzione terziaria Partecipazione degli adulti allapprendimento permanente Competenze degli adulti Livelli di istruzione raggiunti dalla popolazione Investimenti nellistruzione e nella formazione 25 maggio Il Consiglio ha adottato un quadro di 16 indicatori

11 Bruna Baggio PISA – QUADRO CONCETTUALE E METODOLOGICO literacy framework contesto competenze conoscenze atteggiamenti livelli scala prove

12 Bruna Baggio Insieme delle conoscenze e loro uso da parte del singolo per individuare questioni di carattere scientifico dare una spiegazione scientifica dei fenomeni usare prove basate su dati scientifici Comprensione delle caratteristiche della scienza come forma di conoscenza e di ricerca umana Consapevolezza di come la scienza e la tecnologia plasmino il nostro ambiente materiale, intellettuale e culturale Volontà di confrontarsi con temi che abbiano una valenza di tipo scientifico, e con le idee della scienza, da cittadino che riflette LITERACY SCIENTIFICA

13 Bruna Baggio Contesti Situazioni di vita reale che hanno a che fare con la scienza e la tecnologia Competenze Individuare questioni di carattere scientifico Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Usare prove fondate su dati scientifici Conoscenze Conoscenze della scienza Conoscenze sulla scienza Atteggiamenti Interesse Sostegno alla ricerca scientifica Responsabilità nei confronti dellambiente IL FRAMEWORK

14 Bruna Baggio LE COMPETENZE Individuare questioni di carattere scientifico Riconoscere questioni che possono esser indagate in modo scientifico Identificare le parole chiave che occorrono per cercare informazioni scientifiche Riconoscere le caratteristiche essenziali della ricerca scientifica Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Applicare conoscenze di scienze in una situazione data Descrivere e interpretare fenomeni scientificamente e predire cambiamenti Identificare descrizioni, spiegazioni e previsioni appropriate Usare prove basate su dati scientifici Interpretare dati scientifici e prendere e comunicare decisioni Individuare i presupposti, gli elementi di prova e il ragionamento che giustificano determinate conclusioni Riflettere sulle implicazioni sociali degli sviluppi della scienza e della tecnologia

15 Bruna Baggio. Sistemi viventi Cellule (struttura e funzione, DNA, piante, animali) Biologia umana Popolazioni Ecosistemi Biosfera Sistemi della Terra e dellUniverso Struttura del sistema terra Energia nel sistema terra Cambiamenti Storia della terra La terra nello spazio Sistemi tecnologici Ruolo della tecnologia fondata sulla scienza Rapporti tra scienza e tecnologia Concetti e principi fondamentali Sistemi chimici e fisici Struttura della materia Proprietà della materia Cambiamenti fisici e chimici Forze e moti Trasformazioni di energia Interazioni materia e energia CATEGORIE DELLA CONOSCENZA DELLA SCIENZA

16 Bruna Baggio. Lindagine scientifica Origine della ricerca scientifica Scopo Caratteristiche degli esperimenti Tipi di dati Misure (incertezza, sensibilità, riproducibilità..) Caratteristiche dei risultati Spiegazioni di carattere scientifico Tipi (ipotesi, teoria, modello..) Modi con cui si formano Regole Risultati della ricerca CATEGORIE DELLA CONOSCENZA DELLA SCIENZA

17 Bruna Baggio. I CONTESTI PersonaleSocialeGlobale SaluteSalute, alimentazione Controllo delle malattie Epidemie, diffusione delle malattie infettive Risorse naturali Consumo personale di materiali ed energia Qualità della vitaRisorse rinnovabili e non rinnovabili AmbienteComportamento rispettoso dellambiente Distribuzione della popolazione Biodiversità, sostenibilità ecologica RischiNaturali o causati dalluomo Cambiamenti improvvisi / lenti e progressivi Cambiamenti climatici Frontiere della scienza e della tecnologia Interesse per la spiegazione scientifica di fenomeni naturali Nuovi materiali, strumenti e processi, modificazioni genetiche Estinzione delle specie, origine e struttura delluniverso

18 Bruna Baggio GLI ATTEGGIAMENTI Interesse per le scienze Curiosità nei confronti delle scienze e di questioni e sfide di carattere scientifico Volontà di acquisire ulteriori conoscenze Interesse non sporadico Responsabilità nei confronti delle risorse e dellambiente Responsabilità in prima persona del mantenimento di un ambiente sostenibile Consapevolezza delle conseguenze sullambiente delle azioni individuali Volontà di agire per conservare le risorse naturali Sostegno alla ricerca scientifica Importanza dei diversi punti di vista Necessità di informazioni fattuali e a spiegazioni razionali Necessità di processi logici e rigorosi per trarre conclusioni

19 Bruna Baggio Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa alle competenze chiave Gli Stati membri devono sviluppare lofferta di competenze chiave per tutti nellambito delle loro strategie di apprendimento permanente per assicurare che: Listruzione e la formazione iniziale offrano a tutti i giovani gli strumenti per sviluppare le competenze chiave ad un livello tale che li prepari per la vita adulta e costituisca la base per ulteriori occasioni di apprendimento …. Gli adulti siano in grado di sviluppare ed aggiornare le loro competenze chiave in tutto larco della vita…. LE COMPETENZE CHIAVE DELLUE

20 Bruna Baggio Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio relativa alle competenze chiave comunicazione nella madrelingua 2.comunicazione nelle lingue straniere 3.competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia 4.competenza digitale 5.imparare a imparare 6.competenze sociali e civiche 7.spirito di iniziativa e imprenditorialità 8.consapevolezza ed espressione culturale Per ogni competenza: definizione + conoscenze, abilità e attitudini LE COMPETENZE CHIAVE DELLUE

21 Bruna Baggio Competenze di base in campo scientifico e tecnologico La competenza in campo scientifico si riferisce alla capacità e alla disponibilità a usare linsieme delle conoscenze e delle metodologie possedute per spiegare il mondo che ci circonda sapendo identificare le problematiche e traendo le conclusioni che siano basate su fatti comprovati. Conoscenze, abilità e attitudini … la conoscenza comprende i principi di base del mondo naturale, i concetti, principi e metodi scientifici fondamentali, la tecnologia e i prodotti e processi tecnologici, nonché la comprensione dellimpatto della scienza e della tecnologia sullambiente naturale. Le abilità comprendono la capacità di utilizzare e maneggiare strumenti e macchinari tecnologici nonché dati scientifici per raggiungere un obiettivo o per formulare una decisione o conclusione sulla base di dati probanti. Le persone dovrebbero essere anche in grado di riconoscere gli aspetti essenziali dellindagine scientifica ed essere in grado di comunicare le conclusioni e i ragionamenti afferenti. COMPETENZE DI BASE IN CAMPO SCIENTIFICO-TECNOLOGICO

22 Bruna Baggio Istruzione obbligatoria per almeno 10 anni a decorrere dalla.s. 2007/2008 Adempimento dellobbligo finalizzato al conseguimento di un titolo di studio di scuola secondaria superiore o qualifica professionale triennale entro il 18° anno di età Obiettivo dellinnalzamento è lacquisizione di saperi e competenze articolati in conoscenze e abilità, riferite a quattro assi culturali I saperi e le competenze assicurano lequivalenza formativa di tutti i percorsi nel rispetto dellidentità dellofferta formativa e degli obiettivi dei diversi ordini, tipi e indirizzi di studio Nel Documento Tecnico si specifica che saperi e competenze permettono di costruire percorsi orientati allacquisizione delle competenze chiave DECRETO REGOLAMENTO SULLOBBLIGO DI ISTRUZIONE

23 Bruna Baggio Decreto Regolamento sul nuovo obbligo di istruzione Competenze chiave di cittadinanza da acquisire al termine dellistruzione obbligatoria 1.Imparare ad imparare 2.Progettare 3.Comunicare 4.Collaborare e partecipare 5.Agire in modo autonomo e responsabile 6.Risolvere problemi 7.Individuare collegamenti e relazioni 8.Acquisire ed interpretare linformazione LE COMPETENZE CHIAVE NELLA NORMATIVA ITALIANA

24 Bruna Baggio GLI ASSI CULTURALI Decreto Regolamento sul nuovo obbligo di istruzione ASSE DEI LINGUAGGI ASSE MATEMATICO ASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO ASSE STORICO-SOCIALE

25 Bruna Baggio LASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO LAsse Scientifico-Tecnologico ha lobiettivo di facilitare lo studente nellesplorazione del mondo circostante, per osservarne i fenomeni e comprendere il valore della conoscenza del mondo naturale e di quello delle attività umane come parte integrante della sua formazione globale. Si tratta di un campo ampio e importante per lacquisizione di metodi, concetti, atteggiamenti indispensabili ad interrogarsi, osservare e comprendere il mondo e a misurarsi con lidea di molteplicità, problematicità e trasformabilità del reale. Per questo lapprendimento centrato sullesperienza e lattività di laboratorio assumono particolare rilievo.

26 Bruna Baggio LASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO Lapprendimento dei saperi e delle competenze avviene per ipotesi e verifiche sperimentali, raccolta di dati, valutazione della loro pertinenza ad un dato ambito, formulazione di congetture in base ad essi, costruzioni di modelli; favorisce la capacità di analizzare fenomeni complessi nelle loro componenti fisiche, chimiche, biologiche. Le competenze dellarea scientifico-tecnologica, nel contribuire a fornire la base di lettura della realtà, diventano esse stesse strumento per lesercizio effettivo dei diritti di cittadinanza. Esse concorrono a potenziare la capacità dello studente di operare scelte consapevoli ed autonome nei molteplici contesti, individuali e collettivi, della vita reale..

27 Bruna Baggio LASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO Obiettivo determinante è, infine, rendere gli alunni consapevoli dei legami tra scienza e tecnologie, della loro correlazione con il contesto culturale e sociale con i modelli di sviluppo e con la salvaguardia dellambiente, nonché della corrispondenza della tecnologia a problemi concreti con soluzioni appropriate.

28 Bruna Baggio LASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO Competenze di base a conclusione dell obbligo di istruzione Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e di complessità Analizzare qualitativamente e quantitativamente fenomeni legati alle trasformazioni di energia a partire dallesperienza Essere consapevole delle potenzialità e dei limiti delle tecnologie nel contesto culturale e sociale in cui vengono applicate.

29 Bruna Baggio LASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO Competenze/Abilità/capacitàConoscenze Osservare, descrivere ed analizzare fenomeni appartenenti alla realtà naturale e artificiale e riconoscere nelle sue varie forme i concetti di sistema e di complessità Raccogliere dati attraverso losservazione diretta dei fenomeni naturali o degli oggetti artificiali o la consultazione di testi e manuali o media. Organizzare e rappresentare i dati raccolti. Individuare, con la guida del docente, una possibile interpretazione dei dati in base a semplici modelli. Concetto di misura e sua approssimazione Errore sulla misura Principali Strumenti e tecniche di misurazione Sequenza delle operazioni da effettuare

30 Bruna Baggio LE DEFINIZIONI (riferimento: EQF) Esiti di apprendimento: dichiarazione di ciò che un soggetto in apprendimento sa, comprende ed è in grado di fare alla fine di un processo di apprendimento; definiti in termini di conoscenze, abilità e competenze Conoscenze: il risultato della assimilazione di informazioni attraverso lapprendimento; costituiscono il corpo di fatti, principi, teorie e pratiche relativo ad un ambito di studio o di lavoro; definite come teoriche e/o pratiche Abilità: la capacità di applicare conoscenze e di utilizzare il know- how (saper fare) per svolgere compiti e risolvere problemi; descritte come cognitive (uso del pensiero logico, intuitivo e creativo) e pratiche (che implicano la destrezza manuale e lutilizzo di metodi, materiali, attrezzature e strumenti) Competenza: la capacità dimostrata di utilizzare le conoscenze, le abilità e le attitudini personali, sociali e/o metodologiche, in situazioni di lavoro o di studio e nello sviluppo professionale e/o personale; descritte in termini di responsabilità e autonomia

31 Bruna Baggio LASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO ASPETTI CONDIVISIBILI DEL DOCUMENTO Parte introduttiva: Eterogeneità delle aree disciplinari su cui si impernia lasse scientifico-tecnologico Scienza per il cittadino Conoscenza sulla scienza Legame tra scienza e tecnologia Approccio metodologico (sperimentale) Approccio sistemico alla realtà

32 Bruna Baggio LASSE SCIENTIFICO-TECNOLOGICO ASPETTI DISCUTIBILI DEL DOCUMENTO 1.Formulazione generica delle competenze (macro- competenze o abilità?) poco accertabili, valutabili o certificabili (simili alle finalità/obiettivi dei programmi tradizionali 2.Mancanza di organicità nella strutturazione dellasse 3.Scarsa correlazione tra competenze/abilità/conoscenze 4.Scarsità delle conoscenze - mancano nuclei di contenuto rilevanti (importanza rispetto a situazioni di vita reale; utilità duratura; adeguatezza rispetto ai 15 anni) 5.Impostazione tradizionale e poco attenta allo sviluppo di competenze

33 Bruna Baggio Saperi e competenze articolati in conoscenze e abilità riferiti a quattro assi culturali (dei linguaggi, matematico, scientifico-tecnologico, storico-sociale) Competenze chiave di cittadinanza Percorsi di apprendimento Integrazione tra gli assi culturali come strumento di innovazione metodologica e didattica Approccio che valorizzi lattività di laboratorio e lapprendimento centrato sullesperienza DECRETO REGOLAMENTO SULLOBBLIGO DI ISTRUZIONE

34 Bruna Baggio ACCERTAMENTO DELLE COMPETENZE Finalità delle linee guida (Decreto ) Coniugare laccertamento dei livelli di conoscenza disciplinare con la verifica dei livelli di competenza acquisiti dagli studenti Predisporre uno strumento che consenta la lettura trasparente delle competenze acquisite Modelli di literacy Struttura delle prove Contenuto dei quesiti Scale di valutazione

35 Bruna Baggio Competenze, abilità, prestazioni? Competenze di base, specialistiche, trasversali? Competenze professionali, di cittadinanza, disciplinari? Competenze small o king-size? K-competences Competenze disciplinari PISA Competenze relative ai diversi assi (Obbligo) Traguardi della scuola di base Repertori professionali Job description Competenze strategiche per lo sviluppo dimpresa

36 Bruna Baggio SVILUPPARE LE COMPETENZE ANALIZZARE E RICOSTRUIRE I PROCESSI –PORRE LO STUDENTE AL CENTRO DELLATTENZIONE: COSA DEVE FARE PER OTTENERE QUEL RISULTATO? ORGANIZZARE LATTIVITA DIDATTICA E OSSERVARE SISTEMATICAMENTE I PROCESSI –VERIFICARE LA CONGRUENZA TRA PROCESSO/COMPETENZE/ATTIVITA - TRA QUANTO DICHIARATO E QUANTO AGITO (…per trarre conclusioni basate su fatti è necessario fornire dati su cui riflettere…) DEFINIRE LIVELLI DI PADRONANZA DELLE COMPETENZE COSTRUIRE STRUMENTI DI VALUTAZIONE ADATTI

37 Bruna Baggio Contesto Competenze Identificare questioni di carattere scientifico Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Usare prove fondate su dati scientifici per trarre conclusioni e comunicarle Atteggiamenti Atteggiamenti nei confronti di questioni di carattere scientifico e tecnologico Conoscenze conoscenza della scienza conoscenza sulla scienza ANALIZZARE E RICOSTRUIRE I PROCESSI

38 Bruna Baggio applicare adottando comportamenti funzionali in un contesto determinato una conoscenza ANALIZZARE E RICOSTRUIRE I PROCESSI RISULTATO Da: Umberto Vairetti e Isabella Medicina, Le mani nella testa, Franco Angeli 2005

39 Bruna Baggio Contesto Competenze Identificare questioni di carattere scientifico Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Usare prove fondate su dati scientifici per trarre conclusioni e comunicarle Atteggiamenti Atteggiamenti nei confronti di questioni di carattere scientifico e tecnologico Conoscenze Conoscenza della scienza Conoscenza sulla scienza PISA - Literacy scientifica applicare una conoscenza adottando comportamenti funzionali in un contesto determinato

40 Bruna Baggio Competenze Identificare questioni di carattere scientifico Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Usare prove fondate su dati scientifici per trarre conclusioni e comunicarle COMPETENZE / PROCESSI PISA – LITERACY SCIENTIFICA riconoscere gli aspetti da mettere a confronto riconoscere le azioni da compiere per poter raccogliere i dati rilevanti riconoscere le informazioni necessarie riconoscere le variabili da modificare o da controllare applicare conoscenze scientifiche in una situazione data

41 Bruna Baggio RICOSTRUIRE I PROCESSI E DEFINIRE LE ATTIVITA PRESTAZIONI Riconoscere le informazioni necessarie ATTIVITA (O COMPITI) LEGGERE UN TESTO/UN GRAFICO/UNA TABELLA INDIVIDUARE GLI ELEMENTI CHIAVE DEFINIRE UNA GERARCHIA DI CONCETTI PRODURRE UNA SINTESI DELLE INFORMAZIONI ………

42 Bruna Baggio OSSERVARE I PROCESSI ATTIVITA LEGGERE UN TESTO/UN GRAFICO/UNA TABELLA INDIVIDUARE GLI ELEMENTI CHIAVE DEFINIRE UNA GERARCHIA DI CONCETTI PRODURRE UNA SINTESI DELLE INFORMAZIONI ……… OSSERVAZIONE E MISURAZIONE CRITERI: adeguatezza; completezza ecc. Es. LO STUDENTE A PARTIRE DA DIVERSE TIPOLOGIE TESTUALI COGLIE ALMENO IL X% DELLE INFORMAZIONI? Strumento Griglia, test,

43 Bruna Baggio MAPPA DEI QUESITI LIVELLI DI COMPETENZA Competenza degli studenti Livello di abilità dello studente nellesecuzione del compito proposto Complessità del quesito Livello di difficoltà del compito proposto DEFINIRE LIVELLI DI PADRONANZA DELLE COMPETENZE: LESEMPIO DELLA SCALA PISA MISURARE LE PROVEMISURARE GLI STUDENTI UNA SOLA SCALA

44 Bruna Baggio LITERACY SCIENTIFICA – I LIVELLI Scala complessiva e sotto-scale suddivise in 6 livelli livellopunteggi sulla scala PISA da 334 a 408 da 409 a 483 da 484 a 557 da 558 a 632 da 633 a 707 più di 707

45 Bruna Baggio 6 707, , , , , ,9 LIVELLI DI COMPETENZA Individuare gli aspetti scientifici di molte situazioni di vita complesse, applicare sia i concetti scientifici sia la conoscenza sulla scienza nellanalisi di tali situazioni. Mettere a confronto, scegliere e valutare prove fondate su dati scientifici. Servirsi di capacità dindagine ben sviluppate, creare connessioni appropriate fra le proprie conoscenze e apportare un punto di vista critico. Costruire spiegazioni fondate su prove scientifiche e argomentazioni basate sulla propria analisi critica. Individuare questioni di carattere scientifico Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Usare prove basate su dati scientifici

46 Bruna Baggio 6 707, , , , , ,9 Fornire, sulla base di sufficienti conoscenze scientifiche, possibili spiegazioni in contesti familiari. Trarre conclusioni basandosi su indagini semplici; ragionare in modo lineare e interpretare in maniera letterale i risultati di indagini di carattere scientifico e le soluzioni a problemi di tipo tecnologico. LIVELLI DI COMPETENZA Individuare questioni di carattere scientifico Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Usare prove basate su dati scientifici

47 Bruna Baggio LITERACY SCIENTIFICA TIPI DI COMPETENZE 6 livelli Competenze Individuare questioni di carattere scientifico Dare una spiegazione scientifica dei fenomeni Usare prove basate su dati scientifici

48 Bruna Baggio LITERACY SCIENTIFICA DOMINI / AREE DI CONTENUTO 6 livelli Competenze Conoscenza sulla scienza Conoscenza della scienza SISTEMI CHIMICI E FISICI SISTEMI VIVENTI SISTEMI TERRA E UNIVERSO

49 Bruna Baggio CONTENUTI Conoscenze e cognizioni: dati, nozioni, concetti, idee chiave, leggi, teorie, procedure, metodi…. CONTESTI Situazioni di vita, ambiti di applicazione, porzioni di mondo in cui sono collocati i compiti PROCESSI Competenze, processi cognitivi, abilità di ragionamento ATTEGGIAMENTI Atteggiamenti, attitudini, interessi, motivazioni COMPITO SOLUZIONE COMPITO e SOLUZIONE

50 Bruna Baggio UN ESEMPIO DI PROVA: FILTRI SOLARI

51 Bruna Baggio CONTESTO: Personale DOMINIO DI CONTENUTO: conoscenza sulla scienza- Lindagine scientifica COMPETENZA: Identificare questioni di carattere scientifico LIVELLO: 588 – livello 4

52 Bruna Baggio

53 Risultati della valutazione ANALISI DEI LIVELLI DI PRESTAZIONE VALUTAZIONE PISA Oggetto della valutazione ANALISI FRAMEWORK Strumenti e metodi della valutazione ANALISI DELLE PROVE DIDATTICA

54 Bruna Baggio EFFETTI NETTI DI VARIABILI INDIVIDUALI SUL RISULTATO DEGLI STUDENTI (E.R.) Intercetta: 508,4 Nota: le barre non colorate indicano che leffetto non è significativo Fonte: Roberto Ricci_ INVALSI

55 Bruna Baggio EFFETTI NETTI DI VARIABILI DISTITUTO SUL RISULTATO DELLE SCUOLE (E.R.) Intercetta: 494,5 Fonte: Roberto Ricci_ INVALSI

56 Bruna Baggio I NODI DELLA DIDATTICA DELLE SCIENZE Dai risultati PISA… Scarsa familiarità con il lavoro sperimentale Difficoltà a riflettere sui dati Ricerca di risposte pre-confezionate Difficoltà di spiegazione ed interpretazione dei dati Scarso interesse nello studio delle scienze …… Scarsa attenzione ai processi e alle competenze

57 Bruna Baggio POTENZIARE GLI INTERESSI NELLA PRASSI DIDATTICA PREVALENTE Esecuzione di esperimenti per la verifica di una legge Esperimenti come esecuzione di una ricetta Conclusioni date o a priori Osservazione di esperimenti svolti da altri NELLE MODERNA TEORIA DIDATTICA Verifica delle pre-concezioni e delle misconoscenze Coinvolgimento attivo degli studenti Sintesi di aspetti teorici e metodologici Previsione e progettazione Interpretazione dei dati Modellizzazione Il ruolo del laboratorio

58 Bruna Baggio

59 International Academy of Education Associazione scientifica no profit che promuove la ricerca nel campo delleducazione e la sua realizzazione e diffusione. Fondata nel 1986, ha sede presso lAccademia Reale di scienze, Letteratura e Arti a Bruxelles (Belgio); il centro di coordinamento è presso la Curtin University of Technology a Perth, Australia. Finalità della IAE e la promozione delleccellenza in tutti i settori delleducazione. International Bureau of Education IBE Fondato a Ginevra in 1925 come organizzazione non governativa privata, divenne nel 1929 la prima organizzazione intergovernativa nel settore delleducazione. Dal 1969 è parte dellUNESCO, pur mantenendo ampia autonomia funzionale e intellettuale. La IBE è governata da un Consiglio composto da rappresentanti di 28 Stati Membri eletti dalla Conferenza Generale dellUNESCO

60 Bruna Baggio TEACHING SCIENCE 1.Pensare linsegnamento delle scienze come un utile mezzo per un fine importante: lapprendimento degli studenti 2.Concentrarsi sulle idee scientifiche principali, che hanno la massima importanza 3.Promuovere una approfondita conoscenza e comprensione delle scienze attraverso un insegnamento che rispecchi la natura e le caratteristiche della ricerca scientifica, il valore della scienza e il corpus delle conoscenze scientifiche. 4.Durante la progettazione e linsegnamento di lezioni di scienze, considerare le complesse interazioni fra la maturazione biologica dei discenti, le conoscenze e le esperienze precedenti e le capacità di ragionamento, in modo che le lezioni mettano alla prova, ma non sovrastino, le capacità cognitive degli studenti

61 Bruna Baggio TEACHING SCIENCE 5.Insegnare con strategie e tecniche che aiutino i discenti a diventare pensatori attivi 6.Collegare il contenuto delle scienze con gli interessi degli studenti e le loro esperienze personali, con questioni sociali e con altre discipline scolastiche 7.Porsi alte aspettative di apprendimento per tutti gli studenti 8.Utilizzare strategie di insegnamento che riducano le eventuali ansie degli studenti e i conflitti percepiti quando si spiegano idee scientifiche che possano essere controverse per i discenti, anche se non si tratta di questioni controverse tra gli scienziati

62 Bruna Baggio 2. Concentrasi sulle idee scientifiche chiave, che hanno la massima importanza APPLICAZIONI PRATICHE (approcci degli insegnanti di scienze) Individuare le idee chiave delle discipline scientifiche per tutti i livelli di scolarità (classi). Decidere quali idee chiave saranno insegnate ai livelli di scolarità inferiori, medi, superiori Definire in che modo che idee scientifiche chiave introdotte nelle classi inferiori saranno ulteriormente sviluppate a livello medio e superiore. Selezionare i curricoli di scienze per le classi inferiori, medie e superiori con focus sulle conoscenze scientifiche chiave, in cui la ricerca scientifica sia parte integrante delle conoscenze scientifiche Selezionare curricoli di scienze per le classi inferiori, medie e superiori che enfatizzino la ricerca scientifica quale metodo di insegnamento Garantire un elevato livello di coerenza tra finalità, obiettivi, insegnamento, misurazione e valutazione di ciascuna lezione, unità, corso, programma.

63 Bruna Baggio. 3. Promuovere una approfondita conoscenza e comprensione delle scienze attraverso un insegnamento che rispecchi la natura e le caratteristiche della ricerca scientifica, il valore della scienza e il corpus delle conoscenze scientifiche APPLICAZIONI PRATICHE Prevedere attività di problem solving che siano un po più elevate rispetto a ciò che gli studenti sanno fare da soli, ma entro i limiti di ciò che possono fare con laiuto di altri Utilizzare i concetti e i processi della scienza come contesti in cui gli studenti possano scrivere saggi, sostenere discussioni orali, collegare i dati con le teorie scientifiche, risolvere problemi utilizzando il ragionamento matematico.

64 Bruna Baggio 5.Collegare il contenuto delle scienze con gli interessi degli studenti e le loro esperienze personali, con questioni sociali e con altre discipline scolastiche APPLICAZIONI PRATICHE Gli studenti organizzano i dati in diagrammi, tabelle, grafici Gli studenti utilizzano i dati contenuti in tabelle e grafici per individuare modelli e fare previsioni. Gli studenti utilizzano operazioni matematiche, frazioni, decimali e percentuali per calcolare i risultati di ricerche Gli studenti leggono brani tratti da testi scientifici e commerciali per individuare le idee principali e secondarie, sintetizzare ciò che hanno letto, fare previsioni. Gli studenti preparano e realizzano rappresentazioni(teatro) di scienze in cui utilizzano il pensiero scientifico e rivestono il ruolo di scienziati.

65 Bruna Baggio Grazie Bruna Baggio


Scaricare ppt "Bruna Baggio Gavirate, 26 marzo 2009 Lasse scientifico tecnologico nel documento dellobbligo di istruzione: alcune riflessioni."

Presentazioni simili


Annunci Google