La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 1 POTERE E POLITICA.

Copie: 1
Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 1 POTERE E POLITICA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 1 POTERE E POLITICA."— Transcript della presentazione:

1 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 1 POTERE E POLITICA

2 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica Contenuti della lezione: I concetti di potere e politica; lo Stato-nazione I principali attori del sistema politico

3 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica Parte I: i concetti di potere e politica; lo Stato-nazione

4 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 4 Il potere (o più tecnicamente la potenza) è la capacità di individui o gruppi di far valere la propria volontà, anche contro le resistenze altrui. Il potere così inteso può essere: - economico: esercitato da chi possiede beni materiali o risorse finanziarie; - ideologico:esercitato da chi è in grado di influenzare le opinioni altrui (es. intellettuali, predicatori, giornalisti); - politico: esercitato da chi detiene gli strumenti della forza fisica (nelle società moderne è lo Stato).

5 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica Lautorità è una forma legittima di potere quanti sono soggetti allautorità acconsentono spontaneamente a essa. Lautorità conferisce forma e stabilità alla potenza. Max Weber (1922), secondo unimpostazione largamente utilizzata sino ad oggi, distingue tre tipi di potere legittimo (autorità): a)potere tradizionale; b)potere razional-legale; c)potere carismatico.

6 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica Il potere è dunque un relazione sociale asimmetrica; in base ai rapporti di forza presenti nella società tra i soggetti culturali, politici ed economici, si impone un certo ordine sociale e si determinano alcune possibilità di mutamento; chi esercita potere è definito élite o classe dirigente (economica, ideologica, politica): in ogni campo, è sempre una minoranza che si impone e governa la maggioranza (teoria della classe dominante versus teoria delle élites).

7 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica -In senso lato, con il termine politica ci si riferisce allattività decisionale che viene espletata in un qualunque ambito; -in senso specifico, la politica ha a che fare con il potere politico (=esercizio o possibilità dellesercizio della coercizione fisica). In questo senso la politica, che si gioca sempre sul sottile filo consenso\uso della forza, presenta due dimensioni: a)Politics: regole del gioco politico, relazione amico\nemico, nella modernità dimensione dove si articola il sottile equilibrio tra mutamento e conservazione dellordine; ha più a che fare con la dimensione della potenza che dellautorità b)Policy: amministrazione e governo. E possibile grazie allesistenza di unautorità (conditio sine qua non)

8 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 8 Lo Stato consiste in un apparato politico che esercita su un determinato territorio il monopolio legittimo della forza fisica. Lo Stato-nazione è uno Stato in cui la grande maggioranza della popolazione è composta da cittadini che si considerano parte di una medesima nazione. La maggior parte delle società moderne sono Stati- nazione (forma dominante della politica contemporanea).

9 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 9 Le caratteristiche dello Stato-nazione: - sovranità: esercizio dellautorità su un territorio dai confini chiaramente definiti, allinterno dei quali chi la detiene ha il monopolio legittimo della forza fisica; - cittadinanza: la maggior parte degli individui sono cittadini con eguali diritti e doveri, membri a pari titolo della stessa comunità politica (cittadinanza civile, politica, sociale); - nazionalismo: insieme di simboli e credenze che danno un senso di appartenenza a una comunità nazionale.

10 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 10 Due forme fondamentali di regime (o sistema) politico DemocraziaAutoritarismo = governo del popolo- limitazioni o assenza della partecipazione popolare; direttarappresentativa decisioni prese insieme dai detentori dei diritti politici decisioni prese da rappresentanti eletti dai detentori dei diritti politici - precedenza degli interessi dello Stato su quelli del cittadino; - assenza di procedure sancite giuridicamente per lalternanza di governo.

11 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 11 Paradosso della democrazia Crescono linsoddisfazione e lindifferenza per la democrazia La democrazia si diffonde in tutto il mondo Daniel Bell i governi nazionali sono: - troppo grandi per affrontare le piccole questioni (problemi locali). - troppo piccoli per affrontare le grandi questioni (concorrenza economica mondiale, distruzione dellecosistema terrestre);

12 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica Parte II: i principali attori del sistema politico

13 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica La modernità porta con sè lidea della reciproca autonomia tra società politica e società civile; tuttavia, società politica e società civile fanno parte del medesimo sistema e dunque sono interdipendenti; ne consegue che gli ATTORI POLITICI sono strettamente interdipendenti con i soggetti sociali (classi, gruppi economici, ecc.) e, in forme diverse, li rappresentano (formalmente o sostanzialmente)

14 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 14 Lattività politica si può esercitare in forme ortodosseeterodosse - partiti politici; - rivoluzioni; La rivoluzione consiste nel rovesciamento di un ordine politico attraverso unazione violenta di massa. - elezioni; - rappresentanza. - movimenti sociali. Un movimento sociale è unazione collettiva tesa a perseguire un interesse o un obiettivo comune di trasformazione, attraverso iniziative esterne alle istituzioni.

15 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 15 I MOVIMENTI SOCIALI variano in base a: - tipo di conflitto espresso (materialisti versus post-materialisti); -identità e progetto (totalizzante versus parziale; ideologia politica e utopia sociale versus pragmatico); - modo di svolgimento dellazione collettiva o repertori di protesta (logica del numero, del danno, della testimonianza); - forme organizzative (verticali versus reticolari).

16 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica I movimenti sociali si trasformano in base ad un ciclo: a)Stato nascente b)Mobilitazione c)Consolidamento (o Smobilitazione = maggior pericolo di formazione di gruppi minoritari e terroristici) d)Istituzionalizzazione (il movimento si fa partito, rete associativa, innerva delle sue innovazioni il tessuto sociale)

17 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 17 Dopo lascesa e il consolidamento del movimento operaio (il principale movimento della società industriale) dalla seconda metà del XX secolo i movimenti sociali si sono diffusi in tutto il mondo: - movimenti femministi e per i diritti civili (anni 60 e 70); - movimenti antinucleare ed ecologico (anni 80); - movimenti per i diritti degli omosessuali (anni 90); - movimenti antiglobalisti (inizio del XXI secolo). Essi sono definiti nuovi movimenti sociali prodotti della società tardo-moderna che differiscono dalle forme di azione collettiva precedenti per: obiettivi, metodi, orientamenti

18 Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 18 Luso delle tecnologie informatiche da parte dei nuovi movimenti sociali consente di: - rispondere immediatamente agli eventi; - costruire reti internazionali diffuse in tutto il mondo; - la coalizzazione dei movimenti sociali di tutto il mondo in reti internazionali; - accedere a fonti di informazione; - premere su multinazionali, governi e organismi internazionali. Netwars: conflitti internazionali generalizzati, che hanno per oggetto linformazione e la capacità di richiamare lattenzione pubblica.


Scaricare ppt "Giddens, Fondamenti di sociologia, Il Mulino, 2005 Capitolo 11. Potere e politica 1 POTERE E POLITICA."

Presentazioni simili


Annunci Google