La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MEMO Multicentro Educativo Modena Sergio Neri. Cos'è MEMO Memo viene inaugurato nel febbraio 2004 ed è il risultato di un percorso storico, politico e.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MEMO Multicentro Educativo Modena Sergio Neri. Cos'è MEMO Memo viene inaugurato nel febbraio 2004 ed è il risultato di un percorso storico, politico e."— Transcript della presentazione:

1 MEMO Multicentro Educativo Modena Sergio Neri

2 Cos'è MEMO Memo viene inaugurato nel febbraio 2004 ed è il risultato di un percorso storico, politico e culturale iniziato dall'amministrazione comune nella seconda metà degli anni Ottanta con la creazione di alcuni servizi: - CDE – Centro Documentazione Educativa - Itinerari Scuola-Città - Educazione Permanente - CDH – Centro Documentazione Handicap

3 E' un luogo fisico, spazio di incontro e scambio Si ispira ai Centri Servizi e Consulenza previsti dall'art. 22 della legge regionale 12/03 Promuove in particolare formazione, documentazione, informazione, ricerca e rapporti con il territorio intorno a diverse aree tematiche forti, tra le quali si colloca l'intercultura E' pertanto un centro anche interculturale

4 Chi cè a Memo Centro Documentazione Educativa Centro Documentazione Handicap Itinerari Scuola-Città Centro Interculturale Sezione Musica Documentazione servizi e scuola 0/6 anni Modena Città Educativa CEASS e Agenda 21 Scuola (Assessorato allAmbiente) AUSL - NPIA Associazioni Professionali Insegnanti Associazione Sergio Neri

5 RAGIONI DI SFONDO Scuola come diritto per tutti Scuola come luogo privilegiato di incontro, conoscenza, confronto, integrazione OBIETTIVI GENERALI garantire a tutti i cittadini stranieri laccesso e luso dei servizi educativi e scolastici sostenere nelle scuole e nei servizi educativi laccoglienza e lintegrazione scolastica degli alunni stranieri, lapprendimento dellitaliano come lingua seconda in un contesto plurilingue, leducazione interculturale prevenire situazioni di disagio, abbandono e dispersione scolastica degli alunni stranieri MEMO Area Intercultura

6 MEMO Area Intercultura SERVIZI OFFERTI: Documentazione Formazione e Consulenza Informazione Itinerari scuola città Attività di italiano L2 Mediazione linguistico culturale supporto a progetti di scuole per lintegrazione degli alunni stranieri (accoglienza, L2, L1,…)

7 MEMO Area Intercultura AZIONI REALIZZATE di documentazione Collocazione alla consultazione e al prestito di oltre 2500 materiali (tra libri, esperienze, audiovisivi, raccolte monografiche, riviste) inerenti in particolare all'italiano come L2, alla pedagogia e all'educazione interculturale accompagnamento alla ricerca (per parole chiave, in banca dati), redazione di biblio-sito-filmografie, costruzione di dossier tematici

8 MEMO Area Intercultura AZIONI REALIZZATE di formazione degli insegnanti Organizzazione ricorrente di corsi, aperti o in convenzione con le dirigenze scolastiche; Organizzazione di eventi; Apertura di uno sportello di consulenza; Documentazione di progetti significativi.

9 MEMO Area Intercultura AZIONI REALIZZATE di informazione Traduzione e distribuzione di materiali informativi sui servizi educativi e scolastici, per i genitori Traduzione e collocazione on line sul sito di Memo di un pronto soccorso linguistico, avvisi e modulistica per la scuola Segnalazione di iniziative, eventi o esperienze sul sito, sulla rivista del centro, attraverso mailing list

10 MEMO Area Intercultura Azioni realizzate itinerari scuola città Offerta alle scuole del territorio comunale di percorsi di educazione interculturale progettati direttamente o proposti e gestiti da associazioni e servizi del territorio. I percorsi attualmente sono organizzati in tre filoni: culture a confronto es. la moschea Al Rahaman visti da vicino es. Vi racconto il mio paese sguardi interculturali es. Fili colorati, fili raccontati

11 MEMO Area Intercultura AZIONI REALIZZATE di insegnamento dell'italiano come L2 Organizzazione in accordo con le dirigenze scolastiche di laboratori linguistici continuativi per l'intero anno scolastico presso le scuole secondarie di I° grado della città e presso due direzioni didattiche Organizzazione di corsi estivi per ragazzi e corsi per adulti attraverso contributi a: Centro Territoriale Permanente, associazioni, circoscrizioni. Preparazione e diffusione di materiale didattico.

12 MEMO Area Intercultura AZIONI REALIZZATE di mediazione linguistico culturale organizzazione di un servizio di mediazione linguistico culturale per sostenere in particolare laccoglienza e linserimento nei servizi educativi e scolastici di bambini e famiglie straniere di recente immigrazione. Il servizio, avviato a partire dal 1999 – 2000, è attualmente offerto in modo diffuso ai servizi per l'infanzia comunali, statali e convenzionati e alle scuole primarie e secondarie di I° grado statali e paritarie del territorio comunale. E' realizzato grazie alla collaborazione di cooperative di mediazione linguistico culturale della città.

13 MEMO Area Intercultura AZIONI REALIZZATE di supporto a progetti di scuole Contributi per l'organizzazione di corsi di lingua madre Contributi per l'organizzazione di corsi estivi di italiano L2 Contributi per favorire la partecipazione di adulti stranieri ad esami di certificazione delle competenze in italiano

14 Numeri Anno scolastico 2009/20010 Documentazione 1600 libri materiali grigi - 70 esperienze materiali multimediali 71 Kit (libri + cd) - 12 raccolte monografiche Laboratori linguistici 8 laboratori per 184 studenti in 5 scuole secondarie (12 ore settimanali) e 1 scuola primaria (15 ore settimanali) Materiale didattico per italiano lingua 2 (pubblicazioni Memo) copie vendute 693 copie in omaggio per specifiche attività scolastiche Mediazione 196 interventi di cui 121 con alunni e 75 con genitori per un totale di 1418 ore Formazione 5 corsi, 226 iscritti

15 MEMO Area Intercultura MODALITÀ DI LAVORO rapporti e reti Incontri e scambi attraverso la rete regionale e nazionale dei Centri Interculturali Coordinamento e scambio con le scuole (reti di referenti), i servizi, le istituzioni e le associazioni del territorio Ricerche con l'Università a livello locale

16 MEMO Area Intercultura MODALITA' DI LAVORO coordinamenti locali Incontra periodicamente I dirigenti scolastici e gli insegnanti referenti delle scuole Partecipa al Gruppo di lavoro Inserimento scolastico di minori stranieri previsto dal Consiglio Territoriale sullImmigrazione presso la Prefettura Partecipa al tavolo di lavoro del Piano di Zona sul tema specifico immigrazione, asilo, lotta alla tratta Collabora stabilmente con il Centro Stranieri del Comune Collabora con altri soggetti del territorio (CTP, ARCI Milinda, Casa delle Culture, Porta Aperta, Integra, ecc) per specifici progetti Si confronta e collabora con i servizi scuola e immigrazione dell'Amministrazione Provinciale

17 MEMO Area Intercultura Punti forti e punti deboli Essere centro dell'ente locale Essere un centro complesso, per la possibilità di dare più forza e visibilità alle specifiche azioni interculturali e rendere più pervasive le tematiche e gli sguardi interculturali Essere collocato in un contesto che storicamente pratica collaborazioni e reti Essere attore e osservatore privilegiato di azioni e progetti educativi e formativi in risposta a bisogni reali Essere in una rete sovraterritoriale Perdere il contatto diretto con gli stranieri immigrati, mediato e filtrato da altri soggetti

18 MEMO Area Intercultura PUNTI FERMI dalla nostra esperienza Garantire la diffusione in tutte le scuole di protocolli omogenei di accoglienza e inserimento scolastico Garantire attività di italiano L2 di qualità, condotte da insegnanti competenti, inserite tra le attività curricolari o nei POF e intrecciate all'insegnamento delle discipline Riferimenti: Framework europeo delle lingue - Consiglio d'Europa 2001 Linee guida - MPI marzo 2006 La via italiana per la scuola interculturale - MPI ottobre 2007

19 MEMO Area Intercultura ALCUNI PUNTI DI ATTENZIONE Problemi specifici: La valutazione (delle competenze e degli alunni) L'orientamento nella scelta della scuola superiore Problemi più generali: promuovere e garantire una scuola inclusiva, in un contesto che tende invece ad escludere ( normativa immigrazione e scuola,..) coinvolgimento dei genitori stranieri contrasto all'auto esclusione delle famiglie italiane ruolo delle lingue di origine, anche come lingue di insegnamento

20 Contatti con MEMO Sito: Fax – 4323 Centralino Mail Beatrice Iori, referente Area Intercultura:


Scaricare ppt "MEMO Multicentro Educativo Modena Sergio Neri. Cos'è MEMO Memo viene inaugurato nel febbraio 2004 ed è il risultato di un percorso storico, politico e."

Presentazioni simili


Annunci Google