La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 LA FUSIONE a cura di Francesco Tortora. 2 LA FUSIONE LE FUSIONI SONO OPERAZIONI STRAORDINARIE CHE RIENTRANO NELLAMPIO FENOMENO DELLE CONCENTRAZIONI.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 LA FUSIONE a cura di Francesco Tortora. 2 LA FUSIONE LE FUSIONI SONO OPERAZIONI STRAORDINARIE CHE RIENTRANO NELLAMPIO FENOMENO DELLE CONCENTRAZIONI."— Transcript della presentazione:

1 1 LA FUSIONE a cura di Francesco Tortora

2 2 LA FUSIONE LE FUSIONI SONO OPERAZIONI STRAORDINARIE CHE RIENTRANO NELLAMPIO FENOMENO DELLE CONCENTRAZIONI ED INTEGRAZIONI SOCIETARIE. LE FUSIONI SONO OPERAZIONI STRAORDINARIE CHE RIENTRANO NELLAMPIO FENOMENO DELLE CONCENTRAZIONI ED INTEGRAZIONI SOCIETARIE. ESSE RAPPRESENTANO LA FORMA DI AGGREGAZIONE AZIENDALE PIU COMPLETA. ESSE RAPPRESENTANO LA FORMA DI AGGREGAZIONE AZIENDALE PIU COMPLETA.

3 3 SOMMARIO Aspetti civilistici (Art quater) Aspetti civilistici (Art quater) Aspetti contabili (OIC 4 Gennaio 2007) Aspetti contabili (OIC 4 Gennaio 2007) Aspetti fiscali (TUIR art. 172) Aspetti fiscali (TUIR art. 172)

4 4 Codice Civile Titolo V° - Capo X Sezione II Della fusione delle società Art Forme di fusione Art Forme di fusione La fusione di più società può eseguirsi mediante la costituzione di una nuova società, o mediante l'incorporazione in una società di una o più altre. La partecipazione alla fusione non è consentita alle società in liquidazione che abbiano iniziato la distribuzione dell'attivo.

5 5 Tipologie Fusione propria: le imprese partecipanti si estinguono dando vita ad un nuova società. Fusione propria: le imprese partecipanti si estinguono dando vita ad un nuova società. Fusione per incorporazione (diretta o inversa): delle due o più imprese partecipanti una rimane in vita (incorporante) mentre laltra (le altre) viene estinta (incorporata/e). Fusione per incorporazione (diretta o inversa): delle due o più imprese partecipanti una rimane in vita (incorporante) mentre laltra (le altre) viene estinta (incorporata/e).

6 6 Tipologie Fusione omogenea: avviene tra società dello stesso tipo (per esempio tra società di capitali). Fusione omogenea: avviene tra società dello stesso tipo (per esempio tra società di capitali). Fusione eterogenea: avviene tra società appartenenti a tipologie diverse (aventi natura giuridica diversa) (per esempio tra società di persone e società di capitali) Fusione eterogenea: avviene tra società appartenenti a tipologie diverse (aventi natura giuridica diversa) (per esempio tra società di persone e società di capitali)

7 7 TIPOLOGIE DI FUSIONI FUSIONE PROPRIA Società A Società B Società C LE SOCIETÀ FUSE DANNO VITA AD UN NUOVO SOGGETTO ECONOMICO FUSIONE

8 8 TIPOLOGIE DI FUSIONI FUSIONE PER INCORPORAZIONE INCORPORAZIONE CON PARTECIPAZIONE TOTALITARIA Società A incorporante Possiede il 100% di B Società B incorporata Controllata al 100% da A FUSIONE LA SOCIETA B SCOMPARE E DEVONO ESSERE ANNULLATE LE AZIONI O LE QUOTE

9 9 TIPOLOGIE DI FUSIONI FUSIONE INVERSA PER INCORPORAZIONE INCORPORAZIONE INVERSA CON PARTECIPAZIONE TOTALITARIA Società A incorporata Possiede il 100% di B Società B incorporante Controllata al 100% da A FUSIONE LA SOCIETA A SCOMPARE E DEVONO ESSERE ANNULLATE LE AZIONI O LE QUOTE

10 10 FUSIONE A SEGUITO DI ACQUISIZIONE CON INDEBITAMENTO Art bis Art bis Nel caso di fusione tra società, una delle quali abbia contratto debiti per acquisire il controllo dell'altra, quando per effetto della fusione il patrimonio di quest'ultima viene a costituire garanzia generica o fonte di rimborso di detti debiti, si applica la disciplina del presente articolo.

11 11 FUSIONE A SEGUITO DI ACQUISIZIONE CON INDEBITAMENTO Segue Art bis Segue Art bis Il progetto di fusione di cui all'articolo 2501-ter deve indicare le risorse finanziarie previste per il soddisfacimento delle obbligazioni della società risultante dalla fusione. La relazione di cui all'articolo 2501-quinquies deve indicare le ragioni che giustificano l'operazione e contenere un piano economico e finanziario con indicazione della fonte delle risorse finanziarie e la descrizione degli obiettivi che si intendono raggiungere.

12 12 Merger leveraged buy out BANCA NEWCO TARGHET finanziamento garanzie Ripianamento debito Acquisto Azioni e Fusione 100%

13 13 Il procedimento di fusione Progetto di fusione Progetto di fusione Situazione patrimoniale della società Situazione patrimoniale della società Relazione dellorgano amministrativo Relazione dellorgano amministrativo Relazione degli esperti Relazione degli esperti Delibera di fusione Delibera di fusione Atto di fusione Atto di fusione

14 14 PROGETTO DI FUSIONE Art ter Art ter L'organo amministrativo delle società partecipanti alla fusione redige un progetto di fusione, dal quale devono in ogni caso risultare: 1) il tipo, la denominazione o ragione sociale, la sede delle società partecipanti alla fusione; 2) l'atto costitutivo della nuova società risultante dalla fusione o di quella incorporante, con le eventuali modificazioni derivanti dalla fusione; 3) il rapporto di cambio delle azioni o quote, nonché l'eventuale conguaglio in danaro;

15 15 PROGETTO DI FUSIONE Segue Art ter Segue Art ter 4) le modalità di assegnazione delle azioni o delle quote della società che risulta dalla fusione o di quella incorporante; 5) la data dalla quale tali azioni o quote partecipano agli utili; 6) la data a decorrere dalla quale le operazioni delle società partecipanti alla fusione sono imputate al bilancio della società che risulta dalla fusione o di quella incorporante;

16 16 PROGETTO DI FUSIONE Segue Art ter Segue Art ter 7) il trattamento eventualmente riservato a particolari categorie di soci e ai possessori di titoli diversi dalle azioni; 7) il trattamento eventualmente riservato a particolari categorie di soci e ai possessori di titoli diversi dalle azioni; 8) i vantaggi particolari eventualmente proposti a favore dei soggetti cui compete l'amministrazione delle società partecipanti alla fusione. 8) i vantaggi particolari eventualmente proposti a favore dei soggetti cui compete l'amministrazione delle società partecipanti alla fusione. Il conguaglio in danaro indicato nel numero 3) del comma precedente non può essere superiore al dieci per cento del valore nominale delle azioni o delle quote assegnate. Il conguaglio in danaro indicato nel numero 3) del comma precedente non può essere superiore al dieci per cento del valore nominale delle azioni o delle quote assegnate.

17 17 PROGETTO DI FUSIONE Segue Art ter Segue Art ter Il progetto di fusione è depositato per l'iscrizione nel registro delle imprese del luogo ove hanno sede le società partecipanti alla fusione. In alternativa al deposito presso il registro delle imprese il progetto di fusione è pubblicato nel sito Internet della società, con modalità atte a garantire la sicurezza del sito medesimo, l'autenticità dei documenti e la certezza della data di pubblicazione. Il progetto di fusione è depositato per l'iscrizione nel registro delle imprese del luogo ove hanno sede le società partecipanti alla fusione. In alternativa al deposito presso il registro delle imprese il progetto di fusione è pubblicato nel sito Internet della società, con modalità atte a garantire la sicurezza del sito medesimo, l'autenticità dei documenti e la certezza della data di pubblicazione.

18 18 PROGETTO DI FUSIONE Segue Art ter Segue Art ter Tra l'iscrizione o la pubblicazione nel sito Internet del progetto e la data fissata per la decisione in ordine alla fusione devono intercorrere almeno trenta giorni, salvo che i soci rinuncino al termine con consenso unanime. Tra l'iscrizione o la pubblicazione nel sito Internet del progetto e la data fissata per la decisione in ordine alla fusione devono intercorrere almeno trenta giorni, salvo che i soci rinuncino al termine con consenso unanime.

19 19 PROGETTO DI FUSIONE CONTENUTI ESSENZIALI Elementi essenziali 1)Società partecipanti 2)Atto costitutivo 3)Rapporto di cambio 4)Modalità di assegnazione quote o azioni 5)Data partecipazione agli utili 6)Data degli effetti contabili Elementi eventuali 7) Trattamento a particolari categorie di soci o azioni 8) Vantaggio per gli amministratori 9) Altre informazioni

20 20 PROGETTO DI FUSIONE FORMALITA Pubblicità Deposito presso il registro delle imprese o in alternativa Pubblicazione sul sito internet della società Tempistica 30 giorni prima della delibera di fusione Deroghe E data facoltà ai soci di rinunciare ai 30 giorni.

21 21 SITUAZIONE PATRIMONIALE (Art quater) (Art quater) La redige lorgano amministrativo La redige lorgano amministrativo Criteri di redazione: devono essere rispettate le norme sul bilancio di esercizio (stato patrimoniale – conto economico – nota integrativa) Criteri di redazione: devono essere rispettate le norme sul bilancio di esercizio (stato patrimoniale – conto economico – nota integrativa) Data non anteriore a 120 gg. dal deposito del progetto di fusione Data non anteriore a 120 gg. dal deposito del progetto di fusione

22 22 SITUAZIONE PATRIMONIALE (segue Art quater) (segue Art quater) Può essere sostituita dallultimo bilancio approvato con data non anteriore a 6 mesi Può essere sostituita dallultimo bilancio approvato con data non anteriore a 6 mesi Per le società quotate dalla relazione finanziaria semestrale Per le società quotate dalla relazione finanziaria semestrale Può non essere redatta se vi rinunciano allunanimità i soci e gli obbligazionisti con diritto di voto Può non essere redatta se vi rinunciano allunanimità i soci e gli obbligazionisti con diritto di voto

23 23 RELAZIONE DELLORGANO AMMINISTRATIVO (Art quinquies) (Art quinquies) Illustra e giustifica loperazione di fusione sia sotto il profilo giuridico che economico Illustra e giustifica loperazione di fusione sia sotto il profilo giuridico che economico Determina il rapporto di cambio Determina il rapporto di cambioDeroghe Può non essere redatta se vi rinunciano allunanimità i soci e gli obbligazionisti con diritto di voto Può non essere redatta se vi rinunciano allunanimità i soci e gli obbligazionisti con diritto di voto

24 24 RELAZIONE DEGLI ESPERTI (Art sexies) (Art sexies) Illustra e attesta la congruità e attendibilità del rapporto di cambio delle azioni o quote Illustra e attesta la congruità e attendibilità del rapporto di cambio delle azioni o quote Evidenzia i metodi di determinazione del rapporto di cambio, le difficoltà di valutazione e la loro adeguatezza Evidenzia i metodi di determinazione del rapporto di cambio, le difficoltà di valutazione e la loro adeguatezzaDeroghe Può non essere redatta se vi rinunciano allunanimità i soci e gli obbligazionisti con diritto di voto Può non essere redatta se vi rinunciano allunanimità i soci e gli obbligazionisti con diritto di voto

25 25 RELAZIONE DEGLI ESPERTI (Art sexies) (Art sexies) competenza: competenza: revisori contabili revisori contabili società di revisione (sempre se la società è quotata) società di revisione (sempre se la società è quotata) nomina dellesperto: nomina dellesperto: Tribunale per S.p.a o S.a.p.a Tribunale per S.p.a o S.a.p.a società stessa società stessa

26 26 DEPOSITO DEGLI ATTI (Art septies) (Art septies) periodo di riferimento: 30 giorni che precedono la delibera di fusione Atti Progetto di fusione Progetto di fusione Relazione dellorgano amministrativo Relazione dellorgano amministrativo Relazione degli esperti Relazione degli esperti Situazione patrimoniale Situazione patrimoniale Ultimi tre bilanci di esercizio Ultimi tre bilanci di esercizio

27 27 DECISIONE IN ORDINE ALLA FUSIONE (Art. 2502) approvazione: assemblee dei soci delle società partecipanti alla fusione MAGGIORANZE Società di persone: Maggioranza dei soci secondo la propria quota (Artt e 2252 c.c.) Società di capitali: quorum previsti per la modifica dellatto costitutivo (S.p.a. Artt. 2368, 2365, 2469 – S.a.p.a. Art – S.r.l. Artt. 2479, 2479 bis)

28 28 ATTO DI FUSIONE (Art ) LA FUSIONE DEVE RISULTARE DA ATTO PUBBLICO LATTO DEVE ESSERE DEPOSITATO A CURA DEL NOTAIO O DELLORGANO AMMINISTRATIVO DELLA SOCIETA RISULTANTE DALLA FUSIONE O DALLINCORPORAZIONE PRESSO IL REGISTRO DELLE IMPRESE IL DEPOSITO RELATIVO ALLA SOCIETÀ RISULTANTE DALLA FUSIONE O DI QUELLA INCORPORANTE NON PUÒ PRECEDERE QUELLI RELATIVI ALLE ALTRE SOCIETÀ PARTECIPANTI ALLA FUSIONE.

29 29 EFFETTI DELLA FUSIONE (Art bis ) DALLA DATA DI ISCRIZIONE NEL R.I. POSDATAZIONE: SOLO PER LA FUSIONE PER INCORPORAZIONE RETRODATAZIONE E AMMISSIBILE PER LA DATA: DI PARTECIPAZIONE AGLI UTILI DALLA QUALE LE OPERAZIONI DELLE SOCIETÀ ESTINTE SONO IMPUTATE AL BILANCIO DELLINCORPORANTE

30 30 PROCEDIMENTI SEMPLIFICATI (Art e 2505 bis ) INCORPORAZIONE DI SOCIETA INTERAMENTE POSSEDUTE SEMPLIFICAZIONI Progetto di fusione: non deve contenere informazioni relative al rapporto di concambio e alle modalità di assegnazione delle quote. Relazioni dellorgano amministrativo e degli esperti: Non devono essere predisposte. Delibera di approvazione con atto pubblico degli organi amministrativi (se previsto dallo statuto).

31 31 PROCEDIMENTI SEMPLIFICATI (Art e 2505 bis ) INCORPORAZIONE DI SOCIETA POSSEDUTE AL NOVANTA PER CENTO SEMPLIFICAZIONI Relazioni dellorgano amministrativo e degli esperti: Non devono essere predisposte. qualora venga concesso agli altri soci della società incorporata il diritto di far acquistare le loro azioni o quote dalla società incorporante per un corrispettivo determinato alla stregua dei criteri previsti per il recesso.

32 32 LA FUSIONE ASPETTI CONTABILI

33 33 I BILANCI DI FUSIONE 1) Situazione patrimoniale di ciascuna società sostituibile dal bilancio di esercizio, è redatta secondo criteri di valutazione ordinari e funge da base per la stesura del bilancio di valutazione. 2) Bilancio di valutazione del singolo complesso Improntato a criteri di valutazione straordinari, è funzionale alla determinazione del VE del complesso e quindi del rapporto di concambio.

34 34 I BILANCI DI FUSIONE 3) Il bilancio di chiusura delle società fuse E necessario, in ossequio al disposto fiscale, laddove loperazione non sia retrodata e quindi si origini un autonomo periodo dimposta. 4) Il bilancio di apertura della società risultante Richiesto ex art c.c. per il soggetto imprenditore che inizia lattività.

35 35 RAPPORTO DI CONCAMBIO Definizione ( da glossario Borsa Italiana ) Definizione ( da glossario Borsa Italiana ) Numero di azioni o quote della società derivante da un'operazione di fusione, che i soci di una società che si estingue, a seguito della fusione stessa, ricevono in cambio della loro partecipazione originaria. Numero di azioni o quote della società derivante da un'operazione di fusione, che i soci di una società che si estingue, a seguito della fusione stessa, ricevono in cambio della loro partecipazione originaria.

36 36 Esempio di rapporto di concambio Capitale sociale delle due compagini sociali 1)Società AX Capitale Sociale 100, Valore Effettivo soci 2 ( A e B) al 50%, nr. 50 azioni da 1 2)Società BY Capitale Sociale 100, Valore Effettivo 500 soci 2 (C e D) al 50%, nr. 50 azioni da 1 Capitale sociale della NewCo Fissato a 90 nominale Valore Effettivo ( ) 1500

37 37 Esempio di rapporto di concambio Il Rapporto di concambio è dato dalla proporzione: CS di NewCo : VE di NewCo = X : VE di AX Quota di AX = (90 x 1000) : 1500 = 60 Quota di BY = 90 – 60 = 30 Assetto societario della NewCo Valore nominale delle quote o azioni 1 Società AX RDC = 60/90 = 2/3 Società BY RDC = 30/90 = 1/3

38 38 Esempio di rapporto di concambio Compagine sociale della NewCo (Capitale sociale 90 Valore nominale delle quote o azioni 1) Socio A n. 30 azioni di NewCo contro 50 di AX Socio B n. 30 azioni di NewCo contro 50 di AX Socio C n. 15 azioni di NewCo contro 50 di BY Socio D n. 15 azioni di NewCo contro 50 di BY

39 39 DIFFERENZE DI FUSIONE Differenze di concambio (Fusione propria) Disavanzo di concambio: l 'aumento di CS è > del PN acquisito 1 Iscrizione nellattivo, con ripartizione tra i beni o con evidenziazione di un avviamento autonomo 2 Riduzione del patrimonio netto 3 Rilevazione di una componente negativa a Conto Economico

40 40 DIFFERENZE DI FUSIONE Differenze di concambio (Fusione propria) Avanzo di concambio: l 'aumento di CS è < del PN acquisito 1 Iscrizione di una posta patrimoniale assimilabile alla riserva sovrapprezzo 2 Rettifica dei beni a bilancio (riduzione attività - incremento passività) 3 Rilevazione di una componente positiva a Conto Economico

41 41 DIFFERENZE DI FUSIONE Differenze di annullamento (Fusione per incorporaz.) Disavanzo di annullamento: il costo di iscrizione di P è > del PN acquisito 1 Iscrizione nellattivo, con ripartizione tra i beni o con evidenziazione di un avviamento autonomo 2 Riduzione del patrimonio netto 3 Rilevazione di una componente negativa a Conto Economico

42 42 DIFFERENZE DI FUSIONE Differenze di annullamento (Fusione per incorporaz.) Avanzo di annullamento: il costo di iscrizione di P è < del PN acquisito 1 Iscrizione di una posta patrimoniale assimilabile alla riserva sovrapprezzo 2 Rettifica dei beni a bilancio (riduzione attività - incremento passività) 3 Rilevazione di una componente positiva a Conto Economico

43 43 EFFETTI FISCALI Art. 172 TUIR (DPR 917/86) La fusione tra piu' societa' non costituisce realizzo ne' distribuzione delle plusvalenze e minusvalenze dei beni delle societa' fuse o incorporate, comprese quelle relative alle rimanenze e il valore di avviamento. La normativa fiscale italiana prevede lassoluta neutralità delle operazioni di fusione e le differenze che da esse generano non hanno rilevanza fiscale né in capo alle società che ai soci

44 44 ATTENZIONE Art. 37 bis DPR n. 600/73 Tra le operazioni a elevato indice di elusività, individuate dal comma 3 dell'articolo 37-bis del Dpr n. 600 del 29 settembre 1973, viene catalogata la fusione societaria. Il porla in essere, senza una valida ragione economica ma al solo fine di lucrare benefici fiscali indebiti - ossia risparmi d'imposta o rimborsi non dovuti - attraverso un capzioso aggiramento delle norme, rende il comportamento del contribuente non opponibile alla legittima pretesa tributaria.

45 45 ATTENZIONE "Affinché un'operazione possa configurarsi come elusiva, occorre che si verifichino contemporaneamente le seguenti condizioni: 1) deve trattarsi di comportamenti (intesi come serie di atti, fatti e negozi posti in essere anche successivamente nel tempo) che, nel loro ambito, comportano l'utilizzo di una o più delle operazioni indicate al terzo comma dello stesso art. 37-bis; 2) diretti ad aggirare obblighi o divieti previsti dall'ordinamento; 3) tesi ad ottenere un risparmio d'imposta indebito, nonché disapprovato dal sistema; 4) e deve trattarsi, infine, di comportamenti privi di valide ragioni economiche".


Scaricare ppt "1 LA FUSIONE a cura di Francesco Tortora. 2 LA FUSIONE LE FUSIONI SONO OPERAZIONI STRAORDINARIE CHE RIENTRANO NELLAMPIO FENOMENO DELLE CONCENTRAZIONI."

Presentazioni simili


Annunci Google