La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 OPERAZIONI STRAORDINARIE CONFERME E MODIFICHE NELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO Scissione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 OPERAZIONI STRAORDINARIE CONFERME E MODIFICHE NELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO Scissione."— Transcript della presentazione:

1 1 OPERAZIONI STRAORDINARIE CONFERME E MODIFICHE NELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO Scissione

2 2 Per quanto riguarda le scissioni è stato necessario contemperare le indicazioni contenute nella legge delega, con lesigenza di rispettare i vincoli di derivazione comunitaria

3 3 Si è così provveduto (come già nella fusione), a sfruttare taluni margini consentiti dalla direttiva e non sfruttati dal d. lgs. n. 22/1991. Questo è stato fatto, da un lato, facendo ricorso alla tecnica del rinvio alle nuove norme in tema di fusione, e daltro lato a previsioni specifiche, quale quella (art comma 2°) che consente un conguaglio in denaro, purché non superiore al 10% del valore nominale delle azioni o quote attribuite ai soci della società scissa, ovvero quello (art comma 2°) che consente che, per consenso unanime, ad alcuni soci non vengano distribuite azioni di una delle società beneficiarie della scissione, ma azioni della società scissa; o ancora (art bis comma 3°) quella che contempla che, per gli elementi del passivo, la cui destinazione non è presumibile dal progetto, la responsabilità solidale è limitata allattivo netto attribuito in ciascuna società beneficiaria, o infine (art bis comma 4°) che, nellipotesi in cui le azioni delle società beneficiarie siano attribuite agli azionisti della società scissa non proporzionalmente ai loro diritti sul capitale di tale società, gli azionisti minoritari possano esercitare il diritto di far acquistare le proprie azioni al valore corrente concordemente determinato, ovvero quello che, in mancanza di accordo, sarà determinato dal giudice.

4 4 Il nuovo art nasce dal precedente art septies con lapporto di alcune modifiche. Occorre ricordare come la precedente norma non contenesse una definizione esplicita della nozione giuridica di scissione, ma riportasse una descrizione delle modalità attraverso le quali loperazione si perfeziona. La scelta di non definire la scissione, sembra confermata anche dal nuovo art relativo alle forme di scissione, il quale non fa più riferimento alle modalità attraverso le quali loperazione si perfeziona, ma descrive loperazione stessa

5 5 possiamo parlare di scissione totale, quando viene trasferito lintero patrimonio della società scissa, mentre di scissione parziale, quando viene trasferito soltanto una parte di esso: Nel primo caso, sia le obbligazioni che i beni vanno rispettivamente a carico e a favore di tutte le società beneficiarie; nella scissione parziale restano invece in capo alla società scissa, mentre del passivo rispondono in solido la società trasferente e le beneficiarie. Sotto la vigenza delle precedenti disposizioni si riteneva che alla scissione totale conseguisse necessariamente lestinzione della società scissa

6 6 Allart.2506, potrebbero creare problemi interpretativi, i commi 2° e 3° poiché, se fossero riferibili ad entrambe le ipotesi (scissione totale e parziale) darebbero luogo ad un capovolgimento di prospettiva rispetto al regime precedente sulle sorti della società oggetto di scissione totale.

7 7 Il comma 2° prevede, da un lato, la possibilità del conguaglio in denaro, purché non superi il 10% del valore nominale delle azioni o quote attribuite, dallaltro lato la possibilità che, con il consenso unanime dei soci, ad alcuni di essi non vengano distribuite azioni di una delle società beneficiarie della scissione, ma azioni della società scissa. In caso di scissione totale la norma sembrerebbe inapplicabile

8 8 Il comma 3° con lattribuzione della facoltà per la società scissa di attribuire lo scioglimento senza liquidazione o continuare la propria attività, sembrerebbe legittimare da un lato, la conclusione per cui, anche nellipotesi di scissione totale, si può avere sopravvivenza della società scissa che non deve necessariamente procedere al suo scioglimento, ma può continuare la propria attività; dallaltro lato, la società che ha attuato una scissione parziale possa procedere allo scioglimento. Largomento andrà esaminato tenuto anche conto di quanto dispone il comma 3° del nuovo art bis

9 9 Il comma 4° circoscrive il limite alla partecipazione alla scissione alle società in liquidazione che abbiano iniziato la ripartizione dellattivo, eliminando quello già previsto per le società sottoposte a procedure concorsuali

10 10 La disposizione relativa al progetto di scissione (art bis) presenta alcune modificazioni rispetto al passato. Invariato il comma 1°, nel 2° si sostituisce il concetto di trasferimento con quello di assegnazione. Nellultimo periodo del comma 3°, per il resto invariato, si inserisce una previsione per la quale, per gli elementi del passivo, la cui destinazione non è desumibile dal progetto, la responsabilità solidale è limitata allattivo netto attribuito in ciascuna società beneficiaria. Al 4° comma, dopo aver confermato che dal progetto di scissione devono risultare i criteri di distribuzione delle azioni o quote delle società beneficiarie, si stabilisce che se il progetto prevede una attribuzione delle partecipazioni ai soci non proporzionale alla loro quota di partecipazione originaria, il progetto deve anche prevedere il diritto dei soci che non approvano la scissione, di far acquistare le proprie partecipazioni per un corrispettivo determinato alla stregua dei criteri previsti per il recesso, indicando anche coloro a cui carico è posto lobbligo dacquisto.

11 11 Lart.2506-ter relativo alle norme applicabili è sostanzialmente riproduttivo del precedente art novies. La novità concerne la possibilità di esonerare lorgano amministrativo dalla redazione della situazione patrimoniale. Viene inoltre richiamata tra le disposizioni in tema di fusione anche quella relativa alla incorporazione di società possedute al 90% che è stata introdotta dalla riforma

12 12 Lart quater relativo agli effetti della scissione riproduce, nella sostanza, la precedente (art decies). Le novità riguardano la possibilità che qualunque società beneficiaria effettui adempimenti pubblicitari relativi alla società scissa, nonché l applicabilità delle disposizioni relative ai criteri di formazione del primo bilancio successive alle operazioni di fusione. Lultimo comma tuttavia può apparire superfluo in virtù del nuovo disposto in cui allart bis comma 3° ultima parte, si prevede che la responsabilità solidale è limitata al valore effettivo del patrimonio netto attribuito a ciascuna società beneficiaria.


Scaricare ppt "1 OPERAZIONI STRAORDINARIE CONFERME E MODIFICHE NELLA RIFORMA DEL DIRITTO SOCIETARIO Scissione."

Presentazioni simili


Annunci Google