La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Educare allEuropa Rete tematica regionale Piano di azione regionale per linformazione su Istruzione e Formazione 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Educare allEuropa Rete tematica regionale Piano di azione regionale per linformazione su Istruzione e Formazione 2010."— Transcript della presentazione:

1 Educare allEuropa Rete tematica regionale Piano di azione regionale per linformazione su Istruzione e Formazione 2010

2 Educare allEuropa Rete tematica regionale Piano di azione regionale per linformazione su Istruzione e Formazione 2010 Le diapositive che seguono contengono un excursus storico – da Lisbona 2000 a Bruxelles sui documenti comunitari e una informativa sulle azioni intraprese dal MIUR per affermare lEuropa dellIstruzione

3 Educare all Europa Consiglio Europeo di Lisbona Istruzione e Formazione Il Consiglio Europeo di Lisbona del 2000 ha posto alcuni obiettivi che lUnione Europea dovrà raggiungere entro il I successivi Consigli di Stoccolma, Barcellona, Bruxelles hanno ribadito la prospettiva di Lisbona ed hanno marcato in modo perentorio il ruolo che Istruzione e Formazione debbono svolgere in questo contesto, fissando obiettivi strategici, obiettivi concreti, indicatori per misurare lattuazione del programma e presentando un piano operativo di interventi.

4 Educare all Europa Consiglio di Barcellona Il Consiglio di Barcellona ha fissato un punto darrivo fondamentale : rendere entro il 2010 i sistemi d'istruzione e di formazione dell'UE un punto di riferimento di qualità a livello mondiale. In questo anno 2006, a metà del cammino, la Commissione Europea ha lanciato un Piano di Informazione per avviare, Istruzione e Formazione 2010 In questo anno 2006, a metà del cammino, la Commissione Europea ha lanciato un Piano di Informazione per avviare, in tutti i Paesi dellUnione, un serrato dibattito sul percorso di Istruzione e Formazione 2010 e fare il punto sul suo sviluppo e sulle azioni messe in atto per facilitare il raggiungimento degli obiettivi fissati. E per fare ciò ha scelto principalmente la scuola che deve essere punto di incontro e di riferimento, volano per la diffusione dei documenti e promotrice di iniziative di discussione, confronto, ricerca e proposta.

5 Educare all Europa piano di azioni Istruzione e Formazione 2010 La scuola calabrese è chiamata, pertanto, a partecipare, con proprie autonome iniziative, allattuazione di un piano di azioni per linformazione e la documentazione su Istruzione e Formazione 2010, predisposto dalla Direzione Regionale dellUSR. Il Piano ha come principale obiettivo il coinvolgimento, oltre che delle scuole calabresi, di Istituzioni, Associazioni, Enti, organi di stampa e di informazione, in modo da allargare il dibattito a tutta la società calabrese che deve diventare protagonista attiva del perseguimento e del raggiungimento degli obiettivi fissati dai Consigli Europei per il 2010.

6 cittadinanza attiva Compito della scuola è quello di educare, di formare il cittadino di domani, creando occasioni di crescita, di dibattito, di proposta, mettendo a disposizione le proprie risorse umane, professionali, strumentali e strutturali – che in alcuni contesti sono le uniche disponibili – per suscitare nella società momenti di cittadinanza attiva e consapevole. Questa ci sembra una occasione importante per educare al futuro, con riferimento allEuropa ed alle sue prospettive. Educare all Europa

7 EDUCARE allEUROPA La rete tematica EDUCARE allEUROPA, promossa dal MIUR, cui ha aderito anche lUSR della Calabria, è uno strumento importante perché le istituzioni scolastiche autonome avviino, tra loro, un confronto su una tematica condivisa, costruiscano insieme percorsi didattici e azioni positive, attraggano linteresse dellopinione pubblica su un processo di crescita che passa attraverso la internazionalizzazione dei POF, si propongano come concreti punti di riferimento per un dibattito culturale che coinvolgerà tutta la società nei prossimi anni.

8 Educare all Europa Con questo strumento noi vogliamo dare i punti di riferimento documentali e storici per cominciare a prendere confidenza con le determinazioni dei Consigli Europei e trarre utili indicazioni per la costruzione dei percorsi di informazione ed, inoltre, presentare il piano regionale. Ci piacerebbe, al termine del dibattito, poter raccogliere impressioni, proposte, commenti da parte di tutti quelli che hanno partecipato (dirigenti, docenti, studenti, genitori, personale della scuola e dellextrascuola) per poterle socializzare, metterle a disposizione di una platea più ampia, per suscitare un dibattito più ricco ed interessante, per documentare una riflessione corale che parte dalla scuola per coinvolgere tutta la società calabrese e le sue istituzioni, spesso sonnacchiose e passive, ma capaci di slanci e di positivi contributi culturali.

9 Educare all Europa Nel marzo del 2000, a Lisbona, il Consiglio Europeo ha adottato un nuovo obiettivo strategico : diventare l'economia "diventare l'economia basata sulla conoscenza più competitiva e dinamica del mondo, in grado di realizzare una crescita economica sostenibile con nuovi e migliori posti di lavoro e una maggiore coesione sociale e una maggiore coesione sociale."

10 Educare all Europa Rapporto sugli obiettivi futuri e concreti dei sistemi di istruzione e di formazione Il Rapporto sugli obiettivi futuri e concreti dei sistemi di istruzione e di formazione, presentato al Consiglio Europeo di Stoccolma nel marzo 2001 ha definito i tre obiettivi strategici seguenti: facilitare l'accesso ai sistemi di istruzione e di formazione;facilitare l'accesso ai sistemi di istruzione e di formazione; aprire i sistemi di istruzione e formazione al mondo esterno.aprire i sistemi di istruzione e formazione al mondo esterno. aumentare la qualità e l'efficacia dei sistemi di istruzione e di formazione nell'Unione europeaaumentare la qualità e l'efficacia dei sistemi di istruzione e di formazione nell'Unione europea;

11 Educare all Europa tredici obiettivi concreti Nel quadro di questi tre obiettivi strategici, il rapporto ha anche definito tredici obiettivi concreti : 1.Migliorare listruzione e la formazione degli insegnanti e dei formatori 2.Sviluppare le capacità per la società della conoscenza 3.Garantire a tutti laccesso alle TIC 4.Incentivare le candidature a livello di studi scientifici e tecnici 5.Sfruttare al meglio le risorse 6.Un ambiente di apprendimento aperto 7.Rendere lapprendimento più attraente 8.Sostenere la cittadinanza attiva, le pari opportunità, la coesione sociale 9.Rafforzare i collegamenti tra vita lavorativa e società in generale 10.Sviluppare lo spirito dimpresa 11.Migliorare lapprendimento delle lingue straniere 12.Aumentare la mobilità e gli scambi 13.Rafforzare la cooperazione a livello europeo

12 Educare all Europa per ciascuno dei tredici obiettivi concreti, il rapporto ha specificato: questioni fondamentali – una serie di questioni fondamentali da affrontare, nonché elenco orientativo di indicatori – un elenco orientativo di indicatori per misurarne l'attuazione mediante il "metodo aperto di coordinamento".

13 Su richiesta del Consiglio europeo di Stoccolma, al vertice europeo di Barcellona nella primavera 2002 è stato presentato un Programma di lavoro dettagliato Programma di lavoro dettagliato (programma di lavoro dettagliato sul follow-up circa gli obiettivi dei sistemi di istruzione e formazione in Europa ) relazione sugli obiettivi futuri e concreti dei sistemi di istruzione e di formazione. preparato congiuntamente dalla Commissione e dal Consiglio, per dare un seguito alla relazione sugli obiettivi futuri e concreti dei sistemi di istruzione e di formazione.. Educare allEuropa

14 nuovo obiettivo generale Il Consiglio di Barcellona ha anche sottolineato il rilievo dell'istruzione e della formazione nell'ottica del conseguimento degli obiettivi di Lisbona, integrando un nuovo obiettivo generale: rendere entro il 2010 i sistemi d'istruzione e di formazione dell'UE un punto di riferimento di qualità a livello mondiale " rendere entro il 2010 i sistemi d'istruzione e di formazione dell'UE un punto di riferimento di qualità a livello mondiale". Infine, il Consiglio europeo ha invitato il Consiglio e la Commissione a presentare al Vertice europeo di primavera del 2004 una relazione intermedia congiunta sull'attuazione del programma di lavoro

15 Educare all Europa Nell'ambito degli obiettivi condivisi, il Consiglio dei Ministri dellIstruzione del maggio 2003 ha individuato cinque aree prioritarie di intervento, definendone anche i livelli di riferimento e la scadenza temporale entro il 2010: –diminuzione degli abbandoni precoci ( percentuale non superiore al 10%); –aumento dei laureati in matematica, scienze e tecnologia (aumento almeno del 15% e al contempo diminuzione dello squilibrio fra sessi); –aumento dei giovani che completano gli studi secondari superiori ( almeno l'85% della popolazione ventiduenne ); –diminuzione della percentuale dei quindicenni con scarsa capacità di lettura ( almeno del 20% rispetto al 2000 ); –aumento della media europea di partecipazione ad iniziative di lifelong learning ( almeno fino al 12% della popolazione adulta in età lavorativa 25/64 anni )

16 Educare all Europa la Relazione congiunta Consiglio – Commissione "Istruzione e Formazione 2010 L'urgenza delle riforme per la riuscita della strategia di Lisbona" presentata al Consiglio Europeo di Bruxelles (marzo 2004), nell'illustrare i progressi compiuti - e i ritardi nel processo di cooperazione - individua tre "leve" su cui basare l'azione futura, per rispettare gli obiettivi e i tempi di Lisbona: –concentrare le riforme e gli investimenti nei settori- chiave; –fare dell'apprendimento lungo tutto l'arco della vita una realtà concreta; –costruire l' Europa dell'istruzione e della formazione –costruire l' Europa dell'istruzione e della formazione.

17 Educare all Europa La relazione suggerisce: "Istruzione & formazione 2010 … per contribuire al raggiungimento degli obiettivi di Lisbona, occorrerebbe accelerare il ritmo delle riforme dei sistemi d'istruzione e di formazione. Analogamente, nella formulazione delle politiche nazionali si dovrebbe tenere debitamente conto del programma "Istruzione & formazione 2010". In questo contesto generale, il Consiglio e la Commissione sottolineano l'importanza che annettono al ruolo dei programmi educativi e formativi della prossima generazione …

18 Educare all Europa il Ministro dellIstruzione, con la direttiva del 21 giugno 2004, ha indicato agli USR ed alle istituzioni scolastiche autonome alcune azioni da svolgere per il perseguimento EuropadellIstruzione dell Europa dellIstruzione

19 Educare all Europa Costituzione Nucleo Regionale Individuazione di scuole polo Creazione di reti di scuole Stipula di protocolli dintesa e di accordi interistituzionali Diffusione di buone pratiche

20 Educare all Europa Europa dellIstruzione La DGAI del MIUR ha costituito il Nucleo Nazionale Europa dellIstruzione con rappresentanti di tutti gli USR ed ha invitato questi ultimi a istituire Nuclei Regionali e ad individuare scuole polo per la costituzione di reti tematiche per la diffusione della dimensione europea dellinsegnamento. Il sistema creato dal MIUR, in collaborazione con gli USR, sta supportando una serie di iniziative di formazione, di informazione, di incontro e confronto, di collaborazione interistituzionale, di reti di scuole, di partenariati, di ricerca per un POF a dimensione internazionale.

21 Educare all Europa Consiglio Europeo di Bruxelles Il Consiglio Europeo di Bruxelles del marzo 2005, richiamando la necessità di lavorare insieme per il rilancio della strategia di Lisbona, afferma che Istruzione e formazione 2010 … Il capitale umano è l'attivo più importante per l'Europa. Gli Stati membri sono invitati a intensificare gli sforzi per elevare il livello generale d'istruzione e ridurre il numero di giovani che lasciano la scuola precocemente, in particolare proseguendo il programma di lavoro "Istruzione e formazione 2010". L'apprendimento permanente costituisce una condizione sine qua non per realizzare gli obiettivi di Lisbona, tenendo conto dell'interesse di una qualità elevata a tutti i livelli ….

22 Educare all Europa Commissione Europea La Commissione Europea, conscia dei ritardi e della scarsa conoscenza dei contenuti dei documenti europei, promuove e supporta nel 2006 l'organizzazione da parte degli Stati Membri di un dibattito nazionale sul programma di lavoro Istruzione e formazione 2010 Istruzione e formazione 2010 " che, attraverso una pluralità di azioni, ha come obiettivi principali: dare maggiore visibilità al programma di lavoro tra tutti gli attori della società civile ("stakeholders"); - coinvolgere gli attori stessi nella sua implementazione - dare maggiore visibilità al programma di lavoro tra tutti gli attori della società civile ("stakeholders"); - coinvolgere gli attori stessi nella sua implementazione.

23 Educare all Europa La Direzione Generale per gli Affari Internazionali del MIUR ha risposto all'"invito ristretto" della Commissione Europea, presentando una proposta per un Piano Nazionale d'informazione sul percorso della strategia di Lisbona e "Istruzione e Formazione 2010". Il Piano è stato approvato e cofinanziato dalla Commissione Europea.

24 Educare all Europa Piano Nazionale Il punto di forza e di partenza del Piano Nazionale è la struttura costruita e già operante a livello nazionale di Europa dellIstruzione nuclei d'intervento I nuclei d'intervento costituiti presso ogni singolo Ufficio Scolastico Regionale, assieme agli istituti scolastici della rete nazionale "Educare all'Europa" e alle scuole polo di "Europa dell'Istruzione", possono realizzare importanti sinergie a favore del Piano, attraverso il coinvolgimento dei vari attori della scuola in attività di: sensibilizzazione, – sensibilizzazione, – informazione – formazione Istruzione e Formazione 2010 intorno ad "Istruzione e Formazione 2010" diretti non solo all'interno degli istituti, ma anche verso le loro comunità di riferimento (locali, regionali e internazionali), promuovendo l'assunzione di ruoli di cittadinanza attiva con l'obiettivo di "comunicare l'Europa" e educare a favore di una cittadinanza democratica europea.

25 Educare all Europa in particolare possono: conferenze, seminari, dibattiti, campagne mediatiche locali, infopoint, forum telematici, "Giornate europee del promuovere iniziative locali di sensibilizzazione verso l'importanza di un comune impegno per raggiungere gli obiettivi di Lisbona quali conferenze, seminari, dibattiti, campagne mediatiche locali, infopoint, forum telematici, "Giornate europee del 2010", ecc…; opportunità concrete e strutturate di "ascolto. - creare, sia a livello locale che nazionale, alcune opportunità concrete e strutturate di "ascolto" delle idee e delle preoccupazioni inerenti il loro futuro in Europa che i diversi tipi di attori nella Scuola e nella società civile possono esprimere.

26 Educare all Europa bando di concorso Inoltre, la Direzione Generale Affari Internazionali (DGAI) del MIUR promuove un bando di concorso LEuropa del desiderio… speranze e sogni per lEuropa del 2010 LEuropa del desiderio… speranze e sogni per lEuropa del 2010 per la realizzazione di un audiovisivo da parte delle scuole che illustri gli obiettivi dellEuropa 2010

27 Educare all Europa LUSR Calabria – Direzione Generale – in collaborazione con la scuola capofila della rete tematica Educare allEuropa (IC San Costantino Cal), ha presentato un PIANO REGIONALE che consenta la realizzazione di azioni comuni di informazione e formazione su Istruzione e Formazione 2010, avvii un serrato dibattito nella scuola e, attraverso essa, nella società calabrese e ponga le basi per il raggiungimento degli obiettivi strategici fissati dal Consiglio Europeo a Lisbona 2000 anche attraverso la costruzione dell Europa dellIstruzione LUSR Calabria – Direzione Generale – in collaborazione con la scuola capofila della rete tematica Educare allEuropa (IC San Costantino Cal), ha presentato un PIANO REGIONALE che consenta la realizzazione di azioni comuni di informazione e formazione su Istruzione e Formazione 2010, avvii un serrato dibattito nella scuola e, attraverso essa, nella società calabrese e ponga le basi per il raggiungimento degli obiettivi strategici fissati dal Consiglio Europeo a Lisbona 2000 anche attraverso la costruzione dell Europa dellIstruzione

28 Educare all Europa Piano Per la realizzazione del Piano e per una efficace azione lUSR promuove: ccordi e protocolli dintesa con Istituzioni, Enti, AssociazioniAccordi e protocolli dintesa con Istituzioni, Enti, Associazioni Una campagna di stampa (conferenze, interviste, comunicati) a sostegno delle azioni del PianoUna campagna di stampa (conferenze, interviste, comunicati) a sostegno delle azioni del Piano Una rete tematica regionale di scuole su Educare allEuropaUna rete tematica regionale di scuole su Educare allEuropa Una serie di eventi e manifestazioni su tutto il territorio regionale il 9 maggio per la Festa dellEuropaUna serie di eventi e manifestazioni su tutto il territorio regionale il 9 maggio per la Festa dellEuropa Una pubblicazione che raccolga gli esiti del dibattitoUna pubblicazione che raccolga gli esiti del dibattito Una webpage dedicata, implementata sul sito istituzionaleUna webpage dedicata, implementata sul sito istituzionale Una attività di formazione e di ricerca per scrivere dei POF con proiezione europea ed internazionaleUna attività di formazione e di ricerca per scrivere dei POF con proiezione europea ed internazionale Una mostra convegno sui POF a dimensione europea e sui progetti ed i partenariati europei avviati dalle scuole calabresiUna mostra convegno sui POF a dimensione europea e sui progetti ed i partenariati europei avviati dalle scuole calabresi

29 Educare all Europa PIANO REGIONALE PROPOSTO DALLUSR CALABRIA Marzo – Maggio 2006 Attività di informazione/divulgazione/sollecitazione/sensibilizzazioneAttività di informazione/divulgazione/sollecitazione/sensibilizzazione sulle tematiche dellEuropa e dellIstruzione e formazione 2010 rivolta a: organi di stampa, dirigenti scolastici e docenti, genitori, studenti, istituzioni, associazioni, enti locali. attraverso: conferenze stampa, comunicati, eventi, newsletters, circolari, incontri, conferenze di servizio, materiali cartacei e produzioni multimediali.

30 Educare all Europa 9 maggio 2006 Festa dellEuropaFesta dellEuropa Manifestazione regionale Esibizione di scuole comunicazione ed illustrazione del progetto firma della convenzione per la costituzione della rete tematica regionale Educare allEuropa firma dei protocolli dintesa interistituzionali per la diffusione dei principi di Istruzione e Formazione 2010 Dibattito sullEuropaDibattito sullEuropa Lettura e discussione del testo del Documento Istruzione e Formazione 2010, promossa dalle scuole della rete Educare allEuropa od organizzata autonomamente da ciascuna istituzione scolastica, con la partecipazione di docenti, studenti, genitori, rappresentanti di istituzioni, associazioni, enti del territorio

31 Educare all Europa 30 maggio 2006 Io la vedo così … Raccolta di contributi (scritti, foto, disegni, etc.) di dirigenti, docenti, studenti, genitori, amministratori etc… per unantologia sui temi di Istruzione e Formazione 2010 da pubblicare sul sito web e su supporto multimediale Giugno 2006 Scuole di Calabria … per lEuropa Scuole di Calabria … per lEuropa definizione sito WEB regionale Settembre 2006 Costruiamo insieme un POF per lEuropaCostruiamo insieme un POF per lEuropa incontri di docenti referenti delle scuole della rete per la proposta di costruzione di un POF a dimensione europea. Ottobre 2006 Manifestazione Regionale Con il POF verso lEuropaCon il POF verso lEuropa Conferenza dibattito e mostra dei progetti, delle esperienze e dei POF delle scuole calabresi

32 Educare all Europa Enti Coinvolti: Commissione Europea MIUR – DGAI USR Calabria Istituzioni scolastiche Forum genitori Consulte studenti UNIVERSITA Calabresi Regione Calabria UPI Calabria ANCI Calabria OO. SS. ASSOCIAZIONIENTI Stampa e TV locali

33 Educare all Europa oggetto e contenuti I soggetti istituzionali firmatari di accordi di partenariato si impegnano a promuovere e realizzare azioni comuni, per avviare nella nostra regione un dibattito ed una riflessione sui principi e gli obiettivi del documento Istruzione e formazione 2010 In particolare le azioni tenderanno a diffondere la cultura della cittadinanza europea,la cultura della cittadinanza europea, La conoscenza dei principi e degli obiettivi di LisbonaLa conoscenza dei principi e degli obiettivi di Lisbona la dimensione europea delleducazione,la dimensione europea delleducazione, la pratica dei partneriati con Paesi europeila pratica dei partneriati con Paesi europei Lo studio delle lingue comunitarieLo studio delle lingue comunitarie La conoscenza delle tecnologie dellinformazione e della comunicazioneLa conoscenza delle tecnologie dellinformazione e della comunicazione La mobilità transnazionaleLa mobilità transnazionale Le pari opportunità e la coesione socialeLe pari opportunità e la coesione sociale La partecipazione ad iniziative di lifelong learningLa partecipazione ad iniziative di lifelong learning

34 Educare all Europa oggetto e contenuti Possibili azioni da realizzare : (in sinergia con il Piano regionale) Seminari informativi Corsi di formazione Progetti operativi Momenti di aggregazione e promozione culturale Azioni che favoriscano lapprendimento per tutto larco della vita Sportelli telematici Siti web Reti tematiche Reti multiattore Sperimentazione didattica e metodologica Progetti transnazionali Visite di studio e scambi di esperienze con partner europei Concorsi Borse di studio Manifestazioni ed eventi

35 Piano di informazione su Istruzione e formazione 2010 Via Lungomare, CATANZARO Tel /548/ - fax e. mail: Direzione Generale Ufficio III giubon


Scaricare ppt "Educare allEuropa Rete tematica regionale Piano di azione regionale per linformazione su Istruzione e Formazione 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google