La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Argomenti della seconda lezione (parte introduttiva) -Specificazioni in merito al concetto di ruolo sociale - Ruolo ed identità - Distanza dal ruolo.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Argomenti della seconda lezione (parte introduttiva) -Specificazioni in merito al concetto di ruolo sociale - Ruolo ed identità - Distanza dal ruolo."— Transcript della presentazione:

1 Argomenti della seconda lezione (parte introduttiva) -Specificazioni in merito al concetto di ruolo sociale - Ruolo ed identità - Distanza dal ruolo

2 Goffman E., (1961), Role distance, in Id., Encounters. Two studies in the sociology of interaction, Bobbs-Merrill, Indianapolis Erving Goffman, sociologo canadese ( )

3 Lo Status Per Status intediamo «una posizione sociale in un sistema o in una struttura di posizioni sociali ed è collegato agli altri di cui si compone lunità mediante legami reciproci, mediante diritti e doveri che vincolano chi riveste la posizione» [Goffman 1961: 101]

4 Ruolo e prestazione di ruolo Per Ruolo, possiamo intendere l«attività che una persona svolgerebbe se agisse in funzione delle richieste normative rivolte ad un individuo nella sua posizione» [Ibidem]. Con Prestazione di ruolo Goffman vuole invece indicare il concreto svolgimento di tale attività da parte di una specifica persona

5 Complesso di ruolo e altri di ruolo -Nellesecuzione di un ruolo la persona concreta deve avere a che fare con altre persone concrete, concentrate anchesse nelleseguire specifici ruoli che sintegrano lun laltro. -Es: un docente trova i suoi altri di ruolo negli studenti, nei colleghi, negli impiegati amministrativi, ecc. -Allo stesso modo, studenti, colleghi, amministrativi, costituiscono il complesso di ruolo (role-set) di un docente

6 I Settori Ciò che Goffman chiama posizione di ruolo è un concetto essenzialmente relazionale; il mio complesso di ruolo non è altro che un complesso di norme, differenziato in settori (la mia relazione con il collega, quella con i diversi funzionari amministrativi, quella con lo studente, ecc.) e condiviso dai miei altri di ruolo.

7 Incompatibilità tra i settori ed incompatibilità tra le posizioni Poiché il mio complesso di ruolo è organizzato in settori, avrò modo di svolgere attività differenti interagendo con posizioni di ruolo differenti: fare lezione, ricerca, stendere il verbale di una consiglio di dipartimento, organizzare un convegno, ecc. Può nascere un problema di compatibilità: Es. Mimpegno più nella didattica o mi impegno più nella ricerca?

8 Incompatibilità tra i settori e conflitto intra status A parte carcerati e monache di clausura, nessuna vita quotidiana comprende una sola posizione di ruolo. Abbiamo sempre a che fare con dei gruppi di riferimento diversi che avanzano richieste a volte in contraddizione tra loro. Variante del dilemma di prima: difficoltà nel conciliare gli impegni lavorativi con quelli famigliari

9 Ruolo e identità Il concetto di impegno non riguarda tanto le ore che dedichiamo ad unattività. Con impegno definiamo il grado di condizionamento che un determinato status esercita su altre possibilità importanti della vita

10 Ruolo e identità A)Alla posizione di ruolo si collegano delle qualità e delle competenze specifiche B)Laccesso alla posizione è in qualche misura controllato C)Vi sono spesso dei simboli (modi particolari di vestire, di parlare, di atteggiarsi) che sanciscono la titolarità del ruolo

11 Ruolo e identità Lindividuo interagendo con gli altri di ruolo deve dare limpressione di avere quelle qualità che sono considerate indispensabili per eseguire i suoi compiti: un taxista non può andare a lavorare ubriaco

12 Ruolo e identità Può anche succedere che tale necessità travalichi gli steccati della singola posizione per invadere quasi tutte le altre: il presidente del consiglio non può ubriacarsi al bar (nemmeno se è in vacanza) un taxista invece sì.

13 Ruolo e identità Per queste ragioni Goffman arriva a scrivere: «chi entra in una posizione (di ruolo) trova già quindi un sé: egli non deve far altro che aderire alle pressioni che subirà e troverà un io bellè fatto per lui. […] fare è essere» [Goffman 1961: 105]

14 Ruolo e identità Perché un ruolo regali unidentità deve essere anche nobilitato socialmente, linsieme delle attività che lo compongono debbono avere cioè una sorta di significato morale.

15 Ruolo e identità August Sander fotografo tedesco ( ). Questo è il suo Notaio, limmagine è stata scattata a Colonia attorno al 1924 e fa parte del progetto monumentale progetto sanderiano di ritrarre lordine sociale tedesco attraverso le immagini di persone.

16 Ruolo e Identità Così si può anche correre il rischio di farsi assorbire completamente in una sola posizione di ruolo: «Il Notaio di Sander è compenetrato di sussiego e di rigore, il suo Ufficiale giudiziario è compenetrato di impotenza e brutalità» [Barthes R., 1980: 36] Nel 1934 i nazisti censurarono Sander perché i suoi volti del tempo non corrispondevano allarchetipo nazista della razza

17 Distanza dal ruolo Per assorbire un ruolo, Goffman intende permettere agli altri di identificarmi integralmente nella mia prestazione di ruolo. Un vigile nellora di punta, un guidatore di autobus, ecc.

18 Esempio I: Le giostre

19 Un bambino molto piccolo ha tutte le possibilità di farsi assorbire completamente dal ruolo di bambino che va sulla giostra: fare ed essere coincidono Un bambino un po più grande, cioè verso i 7 anni, inizia a porre in essere delle azioni che segnalano il suo rifiuto a farsi identificare interamente con la sua posizione: non si vuol far coincidere il fare con lessere Un ragazzino di 12 anni può continuare ad andare in giostra a patto di definire lintera faccenda come una burla: quel fare deve apparire come troppo ridicolo per provare ad essere avvicinato all lessere

20 Esempio II: gita a cavallo Analogamente, Goffman nota come un gruppo di ragazze di estrazione medio- bassa, durante una gita a cavallo con altre persone di classe più elevata, abbiano messo in atto forme distanza dal ruolo con funzione difensiva.

21 Esempio II: gita a cavallo Andare a cavallo è in genere uno sport praticato negli strati più alti della società. Accettare di venire giudicate in merito alla propria competenza di cavallerizze è una partita persa in partenza. Distanziarsi da quel ruolo ci permette un certo spazio di manovra, evita la possibilità dumiliazione.

22 Riassunto I -Il concetto di ruolo esige una serie di specifiche: status, esecuzione di ruolo, complesso di ruolo, altri di ruolo, settori, ecc. Tutto ciò contribuisce a chiarirne la natura relazionale: è possibile parlare di ruolo solo in termini di complementarità delle aspettative

23 Riassunto II Le nostre società sono caratterizzate da una differenziazione delle posizioni di ruolo con tutti i problemi integrativi intra ed extra status che ne derivano

24 Riassunto III Data lestrema differenziazione cui sono sottoposti i sistemi di ruolo, nasce lesigenza per lindividuo di gestire la propria identità tra i sé differenti che sono impliciti in status ed in ruoli differenti. Le forme di distanza dal ruolo costituiscono una forma di strategia identitaria, giocata dallindividuo sulla scena quotidiana.

25 Prossima Lezione La distanza dal ruolo nei sistemi situati dattività


Scaricare ppt "Argomenti della seconda lezione (parte introduttiva) -Specificazioni in merito al concetto di ruolo sociale - Ruolo ed identità - Distanza dal ruolo."

Presentazioni simili


Annunci Google