La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Processo attraverso cui le persone identificano le cause degli eventi sociali. A seconda delle situazioni, le cause possono essere attribuite a: fattori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Processo attraverso cui le persone identificano le cause degli eventi sociali. A seconda delle situazioni, le cause possono essere attribuite a: fattori."— Transcript della presentazione:

1 Processo attraverso cui le persone identificano le cause degli eventi sociali. A seconda delle situazioni, le cause possono essere attribuite a: fattori personali (interni) fattori situazionali (esterni) caratteristiche di una persona caratteristiche di una situazione ATTRIBUZIONE

2 Teoria dellattribuzione: Teoria dellattribuzione: termine generale riferito alle spiegazioni circa il funzionamento del processo attribuzionale diversi si focalizzano su aspetti diversi delle attribuzioni (sono complementari) adottano una visione razionale del comportamento umano non tutti i modelli prestano la dovuta attenzione al ruolo di motivazioni ed emozione

3 LE FONTI DELLE ATTRIBUZIONI PERSONALITÀ CULTURA Società: individualistiche vs collettivistiche locus della causalità stile di attribuzione

4 LA CULTURA società individualistiche sé indipendente attribuzioni a caratteristiche personali società collettivistiche sé interdipendente attribuzioni a gruppi

5 Psicologia ingenua (o del senso comune): insieme di conoscenze sui rapporti interpersonali utilizzate per costruire e orientare le azioni, arrivando a una rappresentazione ordinata del mondo sociale HEIDER: PSICOLOGIA INGENUA E ATTRIBUZIONE CAUSALE Senso comune: logica utilizzata dalle persone comuni per dare un senso al comportamento proprio e a quello altrui

6 HEIDER The psychology of interpersonal relations (1958) Attenzione alla logica e alle regole che le persone comuni adottano quando si formano impressioni di altre persone partendo dallosservazione del loro comportamento. Interesse per il processo psicologico attraverso il quale le persone individuano le cause alla base degli eventi osservati ATTRIBUZIONE CAUSALE

7 HEIDER Analisi ingenua: Analisi ingenua: parte dallosservazione che ogni azione produce un effetto forze ambientali e forze personali Relazione additiva POTERE TENTARE Relazione moltiplicativa Potere: Potere: abilità e competenze della persona (intelligenza, fiducia in sé, forza…) Tentare: intenzionesforzo Tentare: componente motivazionale delle forze personali. Da distinguere: intenzione (ciò che la persona intende fare) e sforzo (energia fisica e psicologica utilizzata per farlo)

8 Locus della causalità Fattori interni o personali Fattori esterni o situazionali Motivazioni (voler fare qlcs. o cercare di fare qlcs.) Abilità necessaria a raggiungere lo scopo X Attribuzione di responsabilità

9 TEORIA DELLE INFERENZE TEORIA DELLE INFERENZE CORRISPONDENTI Jones e Davis [1965] Obiettivo: analizzare il modo in cui le persone compiono attribuzioni stabili circa le disposizioni di chi compie unazione. intenzionestabile Assunto: il comportamento di una persona diventa informativo agli occhi di chi produce linferenza, quando è giudicato essere frutto di unintenzione e quando tale intenzione si mantiene stabile nel tempo non modificandosi da situazione a situazione. Lattore conosce le conseguenze del suo comportamento e possiede labilità necessaria per produrre quel comportamento? (motivazione x capacità) SI Attribuzione di intenzionalità Inferenze sulle disposizioni personali stabili

10 COME COLLEGARE INTENZIONI e CRITERI DISPOSIZIONALI? Analisi degli effetti non comuni:Analisi degli effetti non comuni: quali conseguenze può produrre il comportamento scelto e in cosa si differenzia da altri comportamenti possibili non attuati? Desiderabilità sociale:Desiderabilità sociale: meno il comportamento è socialmente desiderabile, più è possibile compiere inferenze attendibili sulle disposizioni personali che lo hanno determinato. Possibilità di scelta:Possibilità di scelta: il comportamento è frutto di vincoli situazionali o di una libera scelta? Ruoli sociali:Ruoli sociali: meno il comportamento in questione è coerente con le aspettative di comportamento legate al ruolo ricoperto dal soggetto osservato, più è possibile compiere inferenze attendibili sulle disposizioni personali che lo hanno determinato

11 MODELLO ANOVA Kelley, 1967 Prima di formulare un giudizio causale su un effetto (un accadimento, un comportamento) lindividuo compie una serie di osservazioni, rileva la sua covariazione sulla base di più cause possibili e attribuisce leffetto alla causa con cui covaria maggiormente 3 principi informativi: Distintività:Distintività: leffetto si produce solo quando lentità è presente e non si manifesta quando è assente? Coerenza nel tempo e nel modo:Coerenza nel tempo e nel modo: leffetto si manifesta allo stesso modo tutte le volte quanto lentità è presente? Consenso:Consenso: leffetto viene percepito da tutte le altre persone come dipendente dalla presenza dellentità?

12 TENDENZE SISTEMATICHE Self-serving bias (attribuzione al servizio di sé): tendenza ad attribuire propri successi a cause interne e i fallimenti a cause esterne. Perché? Errore fondamentale di attribuzione (Heider, 1958; Ross, 1977): tendenza a sovrastimare ruolo dei tratti personali e sottovalutare quello dei fattori ambientali cognitive motivazionali Differenza attore-osservatore (Bem, 1967; Jones e Nisbett, 1972): tendenza a spiegare comportamento altrui in termini disposizionali e il proprio in termini situazionali o instabili. Complementare allerrore fondamentale Spiegazioni Effetto del falso consenso: tendenza a percepire proprio comportamento come tipico e ad assumere che nelle stesse circostanze gli altri si sarebbero comportati nella stesso modo

13 DIVERSI STILI ATTRIBUTIVI Differenze personali relative alla percezione delle cause alla base dei comportamenti altrui e propri ( schemi di riferimento soggettivi, De Grada, Mannetti, 1992) Rotter (1966): persone differiscono tra loro nelle aspettative relative al luogo (locus) in cui pensano che risieda il controllo del comportamento (locus of control) Interno collocano i fattori alla base del comportamento nellindividuo, capace di controllare la propria condotta Esterno origine del comportamento, proprio o altrui, dovuta in prevalenza a eventi esterni e non controllabili

14 DIVERSI STILI ATTRIBUTIVI Weiner (1986): analisi del processo di attribuzione per individuare le cause allorigine di un successo o di un insuccesso Modello tridimensionale: locus – stabilità – controllo Modello dinamico: si centra sui cambiamenti che si verificano nel tempo. Possibile studiare come le attribuzioni causali influiscono sulle aspettative per il futuro e sulle performance degli individui. Infatti: stabilità dellattribuzione può generare laspettativa circa il futuro


Scaricare ppt "Processo attraverso cui le persone identificano le cause degli eventi sociali. A seconda delle situazioni, le cause possono essere attribuite a: fattori."

Presentazioni simili


Annunci Google